mercoledì 9 marzo 2011

Intervista a Chris e Liam: "Non ho nessun tipo di rapporto con mio fratello"

Episodio II: Le forze leali al comandante Liam si riuniscono nel pianeta Beady Eye e pubblicano un album che ricorda il passato.

Due anni fa il compositore e chitarrista Noel Gallagher annunciava a tutti che avrebbe rinunciato agli Oasis, la band britannica più grande della sua generazione. Quasi due anni dopo quel colpo il livido resta ancora: i fratelli non si parlano e Liam lo critica duramente se gli si dà adito.

Mentre Noel si è esiliato dalla stampa e si è concentrato sulla sua famiglia, il Gallagher minore è rimasto insieme agli altri membri degli Oasis, ha cambiato il nome della band ,(la sindrome De Bueyes?), [ndr. probabilmente è un modo di dire spagnolo equivalente al nostro Occhio di Tigre]
e da lunedì scorso è in vendita Different Gear, Still Speeding, il debutto ufficiale dei Beady Eye.
In teleconferenza con noi ci sono il piccolo fanfarone degli Oasis e il batterista Chris Sharrock.

Liam, in un'intervista hai detto che se non trovavate un nuovo nome avreste continuato ad essere Oasis. A chi è venuto il nome Beady Eye?

Liam: A me. Non significa nulla, è semplicemente un fottuto nome che ci è sembrato cool.

Chris: Per una questione di rispetto credo che sia stato meglio cambiare nome.

I paragoni con gli Oasis sono inevitabili, soprattutto quando il suono è cosi simile ...

Chris: Sappiamo che è cosi, ma con il tempo speriamo che si concentrino solo su noi.

Liam: Che lo facciano pure! Non m'importa un cazzo.Facciamo la musica che più ci piace e Beady Eye è più vicino al rock classico. Saremo più grandi degli Oasis.

Ti riferisci a John Lennon quando dici questo?

Liam: Ah ah ah, non ci avevo pensato! Guarda, ho sempre detto che gli Oasis sono la più grande band del mondo. Ed è ancora così. Noi non cambiamo, facciamo musica che ci piace.

Di Different Gear, Still Speeding i più critici diranno che è più della solita cosa e i più fanatici diranno che è buono... quasi più del solito. Anche se Noel non c'è più nella band gli altri componenti si sono dati da fare per un buon album, che si mantiene in linea con il sound degli Oasis con leggere variazioni. Bell torna ad essere un chitarrista - lo è stato prima con le sue band precedenti - insieme a Gem Archer.
Mantere questa formazione è continuare con i musicisti con i quali più hai suonato nella tua vita senza contare Noel. Hai trovato lo stampo per la scarpa?


Liam: Sì, ma se non fosse successo nulla avremmo continuato insieme. Anche se Noel fosse rimasto, non c'era nessun motivo di cambiare.

Chris: Non abbiamo dovuto neanche cercare. Eravamo già lì.

Vi sentite una band emergente?

Liam: Come una nuova band, direi. Cerchiamo qualcosa di più rockeggiante, ma possiamo suonare in modo simile. La verità è che non me ne importa un cazzo. Ora stiamo facendo una tournée e suoneremo in luoghi più piccoli,per il momento. Si deve camminare prima di correre e noi suoniamo in qualsiasi posto. Non puntiamo agli stadi. L'abbiamo già fatto per anni, però non tarderemo a tornarci.

Chris: Mi ricordo dell'Argentina! River Plate, sono proprio matti!

Liam: Andremo in Sudamerica, senza dubbio. Gli faremo impazzire quelle fottute teste!

Avete lavorato con Steve Lilywhite (produttore degli U2 degli esordi e anche di Morrissey). Che contributo ha dato al disco?


Chris: È stato un bene averlo. Avevamo la necessità di qualcuno con esperienza. E' un bel tipo.

Liam: È stata l'unica opzione che abbiamo preso in considerazione. Che sia chiaro, Different Gear ... sarebbe uscito con o senza lui. Volevamo lavorare con qualcuno con esperienza per non avere preoccupazioni con qualche idiota che non sa fare il suo lavoro. Con lui potevamo concentrarci solo a suonare.

In alcune interviste che vi sono state fatte avete usato la parola "democratico" per descrivere il processo di formazione dell'album. Prima era una tirannia?

Liam: Cosa? Questa non è una parola che noi usiamo. Odio questa parola. Che cazzo significa?
Qui sicuramente c'è qualche intervento dei maledetti giornalisti. Siamo contenti, e basta. Ci chiedono sempre se ci potremo riunire con Noel o se crediamo che tornerà e la verità è che non m'interessa che accada, non m'interessa che mi chiami. Ora siamo noi e rockeggiamo molto di più. Direi che il 70% delle canzoni le abbiamo composte dopo gli Oasis e sono migliori. Gli Oasis sono una cosa del passato.

Il rapporto con Noel rimane uguale?

Liam: Non c'è nessun rapporto. Punto.

tradotto da Maria Grazia - di Nicolás Melandri - clarin.com

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails