mercoledì 23 luglio 2014

Un altro ex batterista degli Oasis racconta gli anni con la band, da ottobre in libreria le verità di Alan White

Reazioni: 
Nessun commento:
Dopo Tony McCarroll, il cui libro risale al 2010, oggi è il turno di un altro batterista, con un'altra storia da raccontare. Stiamo parlando di Alan White, che ha seduto dietro le pelli degli Oasis dal 1995 al 2003 e che ha aperto ieri un profilo Twitter (foto alla fine di questo post) per annunciare la pubblicazione di un libro per il 14 ottobre.

Il testo si intitola I Rolled With It e contiene una retrospettiva sugli anni trascorsi in compagnia dei fratelli Gallagher. L'ex chitarrista degli Oasis, Paul 'Bonehead' Arthurs, ha già ritwittato i tweet dell'ex compagno di band, amplificandone l'eco nella fan base. 

Intanto i fan già si interrogano su come il 42enne, sulla cui uscita dalla band di Manchester circolarono numerose voci, abbia trattato il delicato argomento della sua controversa dipartita dal gruppo. 

Sebbene le versioni ufficiali parlassero di una decisione personale, pare che White, che si trovava spesso negli USA avendo moglie statunitense, non si fosse presentato ad un importante meeting che Noel aveva fissato con la band prima delle registrazioni di Don't Believe the Truth e che negli ultimi tempi il suo interesse verso il gruppo fosse scemato. Così 'The Chief' decise di allontanarlo, anche in virtù di presunti contrasti con Noel sul modo di intendere i nuovi pezzi, in cui White avrebbe voluto si sentisse di più la batteria. In interviste successive, però, Noel non mancò di attribuire ad una presunta insofferenza di Liam verso di lui le ragioni della rottura con 'Whitey'. Un'altra voce, molto meno credibile, è che White fosse stato in qualche modo coinvolto nel cosiddetto leak di Heathen Chemistry, album degli Oasis edito a luglio 2002 ma disponibile illegalmente già da aprile su Internet.

"Si parla di discussioni avute riguardo dei meeting. Io non ero lì e non posso commentare", ebbe a dire nel 2008 Steve White, classe '65, fratello di Alan ed ex batterista di Paul Weller, colui il quale, durante una sessione negli studi televisivi della White Room, propose a Noel, che voleva sbarazzarsi di McCarroll, di ingaggiare Alan. "Ogni campana racconterà la sua versione. Sono sicuro che ognuno ha le sue opinioni in merito e lo rispetto. La cosa finale da dire è che quattro giorni prima di Natale del 2003 Alan ricevette una telefonata dal 'Manager' che gli comunicò che era fuori dalla band. E da allora non ha più visto né Liam né Noel. Avrebbe voluto prendersi una pinta di Stella Artois insieme a loro e che gli dicessero: 'Vogliamo assumere Zak Starkey al tuo posto, perché non pensiamo che tu faccia ancora al caso nostro'. Non avrebbe avuto nulla da ridire, perché niente dura per sempre, ma le circostanze dell'evento furono scioccanti. Hanno scioccato me e hanno ferito Alan".

"Uno come Liam e Noel presenta questa immagine da duro che può averla vinta su chiunque", aggiunse il fratello di Alan. "Non sono riusciti a dire le cose in faccia ad Alan e a me questo non piace". oasisnotizie

VEDI ANCHE: ESTRATTI DEL LIBRO DI TONY MCCARROLL CLICCA QUI




martedì 15 luglio 2014

Foto: Liam Gallagher barbuto sorseggia champagne e bacia la fidanzata a Londra

Reazioni: 
Nessun commento:
Domenica 13 luglio Liam Gallagher è stato immortalato al British Summer Time Festival ad Hyde Park, Londra, insieme alla fidanzata Debbie Gwyther, con cui fa coppia fissa da circa un anno. I due hanno assistito al DJ set di om Tom Odell, National e Neil Young & Crazy Horse. Barba folta e capello corto, Liam ha sorseggiato champagne e ha baciato la sua dolce metà di fronte ai paparazzi.

Nel frattempo Noel era a New York per ultimare il mastering del suo secondo album solista (leggi qui).







venerdì 11 luglio 2014

Foto: Noel Gallagher a New York per il mastering del suo nuovo album solista

Reazioni: 
Nessun commento:
In queste foto - la prima e la terza scattate il 9 luglio e quella centrale l'8 luglio - Noel Gallagher è a New York negli studi di registrazione della Sterling Sound a vedere in TV la semifinale di Coppa del Mondo Olanda-Argentina. 

Le foto sono state pubblicate su Instagram da Chris Gehringer, tizio della Sterling Sound che sta aiutando Noel nel mastering del suo nuovo album solista, già registrato a Londra e in fase di rifinitura a New York prima della pubblicazione (inizio 2015). Questa la descrizione delle foto inserita da Gehringer: "Stunned crowd as Germany rolls Brazil @sterlingsound Greg Calbi , Noel Gallagher , Corey , Ryan".

Nello stesso studio è stato sottoposto a mastering, da Ted Jansen, il secondo album dei Beady Eye. 

 



venerdì 4 luglio 2014

Foto: Noel Gallagher con Naomi Campbell al Summer Party della Serpentine Gallery di Londra

Reazioni: 
Nessun commento:
 Il 1° luglio Noel e la moglie Sara Macdonald erano presenti al Summer Party della Serpentine Gallery di Londra, che come tutti gli anni si è svolto in Hyde Park per svelare il Padiglione fatto costruire appositamente per l'estate da un grande architetto (questa volta è toccato a Smiljan Radic) e ha attirato numerose celebrità internazionali quali Naomi Campbell, Pharrell Williams, Cara Delevingne, Keira Knightley, Bradley Cooper, Orlando Bloom, Lily Allen.

Photogallery completa CLICCA QUI







mercoledì 2 luglio 2014

Arriva il 30 settembre la ristampa di (What's The Story) Morning Glory? degli Oasis

Reazioni: 
Nessun commento:
Dopo la ristampa di Definitely Maybe, uscita a maggio, il 30 settembre arriverà anche quella di (What's The Story) Morning Glory?, il secondo album degli Oasis, sempre per la serie Chasing The Sun, che si concluderà verso la fine dell'anno con la ristampa del terzo album della band, Be Here Now. PREORDINA QUI


(What's The Story) Morning Glory?, pubblicato il 2 ottobre 1995, uscirà in versione rimasterizzata e arricchita di demo inedite e materiale live risalente al periodo delle registrazioni avvenute tra il maggio e il giugno del 1995; foto e cimeli dell'epoca inoltre saranno inclusi nel nuovo artwork.

La ristampa di (What's The Story) Morning Glory? sarà disponibile in versione CD standard, in download digitale, in edizione speciale in triplo CD, in LP 12'' vinile (con bundle del download digitale di tutti i contenuti bonus del CD) e cofanetto deluxe (contenente vinile, deluxe CD, 7'' di un demo esclusivo , di una replica di un promo 12'' originale e di merchandising).

Il pluridecorato disco ha venduto oltre 22 milioni di copie in tutto il mondo ed è il terzo album più venduto di sempre nella storia del Regno Unito. 

Il remastering ha preso avvio dalle registrazioni fatte da Ian Cooper ai Metropolis Studios di Londra, supervisionate dal produttore dell'album, Owen Morris.

Delusione tra i fan più sfegatati. Le sole tracce mai sentite prima sono:  Rockin Chair (Demo), She’s Electric (Demo), Champagne Supernova (Brendan Lynch Mix) (Remastered), Hey Now (Demo), Bonehead’s Bank Holiday (Demo). Tutto il resto è già disponibile da anni su disco e su YouTube.

Le demo di She’s Electric e Rockin’ Chair sono state registrate nello studio di Manchester di Mark Coyle; le demo di Some Might Say, Hey Now e Bonehead’s Bank Holiday sono state registrate da Mark Coyle per la prima volta durante il soundcheck della band al Club Quattro di Tokyo, dove gli Oasis si esibirono in concerto nel settembre 1994.

TRACKLIST COMPLETA


Disc 1
1. Hello (Remastered)
2. Roll With It (Remastered)
3. Wonderwall (Remastered)
4. Don’t Look Back In Anger (Remastered)
5. Hey Now! (Remastered)
6. [Untitled] (Remastered)
7. Some Might Say (Remastered)
8. Cast No Shadow (Remastered)
9. She’s Electric (Remastered)
10. Morning Glory (Remastered)
11. [Untitled] (Remastered)
12. Champagne Supernova (Remastered)

Disc 2
1. Talk Tonight (Remastered)
2. Acquiesce (Remastered)
3. Headshrinker (Remastered)
4. It’s Better People (Remastered)
5. Rockin’ Chair (Remastered)
6. Step Out (Remastered)
7. Underneath The Sky (Remastered)
8. Cum On Feel The Noize (Remastered)
9. Round Are Way (Remastered)
10. The Swamp Song (Remastered)
11. The Masterplan (Remastered)
12. Bonehead’s Bank Holiday (Remastered)
13. Champagne Supernova (Brendan Lynch Mix) (Remastered)
14. You’ve Got To Hide Your Love Away (Remastered)

Disc 3
1. Acquiesce (Live At Earls Court)
2. Some Might Say (Demo)
3. Some Might Say (Live at Roskilde)
4. She’s Electric (Demo)
5. Talk Tonight (Live At Bath Pavilion)
6. Rockin’ Chair (Demo)
7. Hello (Live At Roskilde)
8. Roll With It (Live At Roskilde)
9. Morning Glory (Live At Roskilde)
10. Hey Now (Demo)
11. Bonehead’s Bank Holiday (Demo)
12. Round Are Way (MTV Unplugged)
13. Cast No Shadow (Live At Maine Road)
14. The Masterplan (Live At Knebworth Park)


domenica 29 giugno 2014

Foto: Noel e Liam Gallagher al Festival di Glastonbury da spettatori

Reazioni: 
Nessun commento:
Liam e Noel Gallagher hanno fatto una puntatina - ovviamente ognuno per conto suo - al Festival di Glastonbury, nel Somerset. Se Liam ha scelto di pubblicare su Twitter una foto in cui figura con cappello e fa la linguaccia, a divulgare alcune foto di Noel è stata la moglie Sara Macdonald su Instagram. Noel posa in compagnia di Lars Ulrich e Bradley Cooper. Ecco le foto.













martedì 24 giugno 2014

Guarda il doc "Oasis - Definitely Maybe" con sottotitoli in italiano (versione integrale riveduta e corretta, 58 minuti)

Reazioni: 
Nessun commento:
Proponiamo in versione integrale sottotitolata in italiano il documentario Oasis - Definitely Maybe, edito nel 2004 in DVD senza sottotitoli. Si tratta di un filmato molto interessante, che esplora la creazione del disco d'esordio degli Oasis canzone per canzone con i protagonisti dell'epoca, i membri della band e amici e persone vicine agli Oasis. Il documentario scatta una fotografia di come il gruppo di Manchester preparò il disco e di cosa questo album significò. Non mancano aneddoti e storie divertenti.

Abbiamo rivisto alcuni errori che DeeJay TV, che ha trasmesso il doc 16 e il 21 giugno scorsi, ha commesso nella sottotitolazione e aggiunto le parti mancanti che DeeJay TV aveva tagliato (per un totale di 58 minuti di video anziché 50).

Enjoy.
oasisnotizie.blogspot.com




lunedì 23 giugno 2014

Sergio Pizzorno: "Quella volta con Liam Gallagher in elicottero ... che spavento che ci fece prendere!"

Reazioni: 
Nessun commento:
Impegnati con la promozione del loro nuovo album 48:13, i Kasabian sono stati intervistati dalla rivista NME e hanno raccontato degli aneddoti, uno dei quali coinvolge Liam Gallagher, cantante dei Beady Eye ed ex frontman degli Oasis. È stato Sergio Pizzorno a narrarlo. 

"Non scorderò mai quando Liam ci invitò a recarci in Scozia con lui per un giro con il suo elicottero privato, soprattutto perché ci fu un momento in cui non pensavo che sarei riuscito a sopravvivere per raccontarvi questa storia. Accadde nel 2009, quando eravamo la band di supporto degli Oasis per il loro ultimo tour nel Regno Unito. Liam iniziò ad azzuffarsi per scherzo con Tom (Meighan, cantante dei Kasabian, ndr) in volo per rendere le cose più 'rock' e l'aereo cominciò ad ondeggiare. Il capitano disse: 'Ragazzi, fuori sta piovendo forte, bisogna atterrare perché non si può volare con questo tempaccio. Stiamo raggiungendo la pista di atterraggio'. Liam, però, si incazzò e fece: 'No, amico, adesso tu continui a volare!'. Li pregai di smettere di azzuffarsi: 'Amici, dai, qui non siamo mica su un'auto, siamo a decine e decine di metri di altezza!'. In quel momento ero davvero terrorizzato. Liam costrinse il pilota a proseguire il volo sino alla destinazione desiderata, poi fortunatamente si rese conto che il pilota aveva ragione e gli consentì di fare l'atterraggio di emergenza".

Malgrado lo spavento, il rapporto tra Gallagher e i ragazzi dei Kasabian rimase ottimo: "Liam è un ragazzo eccezionale, quei concerti furono incredibili".


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails