giovedì 6 giugno 2013

Liam Gallagher: "Non faremo X Factor, lo dicevo per farmi pubblicità". Gem Archer: "Quella volta che incontrai Eminem sul tapis roulant"

Ieri mattina Liam Gallagher e Gem Archer sono intervenuti nel corso di Signal 1 Breakfast, trasmissione di Signal 1, radio di Stoke.

Audio alla fine del post

Si è parlato ovviamente del nuovo disco, in cui la voce di Liam suona più naturale, senza effetti. "Più onesta, più nuda e più vera", l'ha definita Liam. "È così che suono quando canto a casa mia e concedo concerti gratuiti ai miei cani e ai miei gatti. E a Nicole? No, Nic deve pagare".

"È stata una decisione organica", dice Gem. "Abbiamo fatto i demo e avevamo prenotato delle ore in studio. Penso che inconsciamente non volevamo ripeterci. E le canzoni non suonavano come sarebbero suonate se fatte come quelle dell'ultimo album. Poi il nostro manager ci ha suggerito questo tizio, Dave Sitek, come produttore. Aveva fatto una tonnellata di materiale, la maggior parte della quale non l'avevamo mai sentita. Non l'abbiamo incontrato se non quando è venuto direttamente in studio. Ci siamo fatti qualche telefonata e alle dodici del lunedì era fatta: eravamo operativi".

"Ancora non so ancora chi sia. Pensavo si chiamasse Mike Smith. Chi è questo Dave Sitek?", dice Liam.

Gem: "Liam aveva detto che non voleva incontrarlo prima di registrare e mi ha detto: 'In realtà, Gem, non voglio incontrarlo mentre registriamo". 

"Scherzi a parte è un ragazzo eccezionale, un produttore grandioso, lo consiglierei a chiunque", spiega Liam. "Ti dico una cosa: è venuto ai Richmond Studios per lavorare, non per diventare nostro amico. È solo successo che poi abbiamo stretto amicizia, è solo accaduto che ci fosse apprezzamento reciproco. Non siamo entrati lì facendo: 'Dai, diventiamo amici', ci siamo messi a testa bassa a lavorare". 

Gem: "Quanto abbiamo impiegato? Cinque settimane. Lavoriamo duro, non cazzeggiamo. Ci piace lavorare così, non stare due anni a ciondolare. Ed è stato buffo che Dave pensava che stesse lavorando di notte, perché avvertiva pesantemente i disagi provocati dal fuso orario, mentre in realtà stavamo lavorando di giorno".

Si è poi parlato di Flick Of The Finger, con la citazione di Jean Paul Marat letta nel finale di canzone dal conduttore TV iraniano Phonejacker, noto in Gran Bretagna. "Gli abbiamo telefonato e ha accettato di leggerla. È un genio vocale", lo descrive Gem.

Liam: "Quale musica sentiamo? C'è una nuova band il cui bassista ha fatto un provino con noi, senza esito. La sua band si chiama Matadors. Li ho sentiti una volta e sono incredibili. Sono lieto che non si sia unito alla nostra band perché significa che anche la sua band sarà fantastica". 

Aneddoto di Gem: "Una volta ero sul tapis roulant a Los Angeles e in palestra c'ero solo io. E sul tapis roulant accanto al mio c'era Eminem. È stato strano. Poi mi sono fermato e me ne sono andato. Se gli ho parlato? Non puoi avere una conversazione con Slim Shady quando sta provando a mantenersi magro".

Liam: "Ora mi dedico anche alla moda? Sì, ma non mi piace andare nei miei negozi. L'ho fatto una volta. Non lo faccio perché mi sembra di dare pena alla gente, che pensa: 'Io sto pagando e tu ce li hai i soldi, cazzo'. Ecco perché non entro".

Poi Liam ha confermato: "No, non faremo X Factor. Stavo bluffando per ottenere un po' di pubblicità. Tra vedere Britan's Got Talent e X Factor il sabato sera preferisco andare ad ubriacarmi".

oasisnotizie


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails