mercoledì 29 febbraio 2012

Noel Gallagher suona anche D'Yer Wanna Be A Spaceman? a Glasgow

Cambio in scaletta ieri sera per i Noel Gallagher's High Flying Birds, che hanno inserito D'Yer Wanna Be A Spaceman? al Grand Ole Opry di Glasgow.

La performance sarà trasmessa l'11 marzo su un network radiofonico (Clyde 1, Forth One, MFR, Northsound 1, Tay FM, Radio Borders, West Sound e West FM) dalle 19 (ora locale).



I Beady Eye si esibiranno in Giappone nel luglio 2012

I Beady Eye si esibiranno a luglio 2012 al Fuji Rock Festival, in Giappone. Il loro nome compare già tra gli artisti invitati al festival. Nonostante a novembre Liam Gallagher avesse detto "niente concerti per i Beady Eye nel 2012", la band si esibirà dunque almeno una volta nel corso di quest'anno. È lecito attendersi qualche nuovo pezzo in scaletta.

(grazie a Louise per la foto)


Ufficiale: Noel Gallagher suonerà all'Heineken Jammin' Festival

Pochi minuti fa Live Nation ha tenuto la conferenza stampa di presentazione dell'Heineken Jammin' Festival 2012. Su Twitter sono stati annunciati gli artisti che animeranno il festival, in programma dal 5 al 7 luglio a Rho (Milano).

5 luglio
Red Hot Chili Peppers, Noel Gallagher, Pitbull, Enter Shikari.


6 luglio:
Prodigy, Chase and Status, Evanescence, Lostprophets, Seether + late night show di Gorillaz Sound System.


7 luglio
The Cure, New Order

martedì 28 febbraio 2012

Ascolta ora la nuova canzone Shoot A Hole Into The Sun

Ecco Shoot A Hole Into The Sun. Per la prima volta possiamo ascoltare un pezzo frutto della collaborazione tra Noel Gallagehr e gli Amorphous Androgynous.

Questa è la B-side del singolo Dream On, in uscita l'11 marzo in versione digitale e il 12 marzo in vinile 12'' edizione limitata e numerata e in versione CD. Avevamo già sentito un pezzo di questo brano alla fine del video di AKA ... What A Life!



Oggi su Sky in onda "Noel vs Liam!"


Oggi alle 17.30 (e in replica alle 22) il canale 706 di Sky, MTV Rocks, trasmetterà

Noel vs Liam!

"We all hope for a reunion one day, but for now these brothers are bringing out quality new material like there's no tomorrow. Who will come out on top we wonder!"

Probabile si tratti solo dei videoclip dei singoli.

lunedì 27 febbraio 2012

Noel Gallagher a Londra dedica una canzone alla figlia Anais

Ieri sera Noel Gallagher è tornato ad esibirsi alla O2 Arena di Londra, dopo la performance con Chris Martin ai BRIT Awards di martedì scorso.

Prima di suonare Little by Little il cantante ha dedicato il brano alla figlia Anais, 12 anni, avuta con Meg Mathews, con queste parole: "La dedico a mia figlia. Quando aveva nove anni disse che era la sua preferita degli Oasis".

Terminata Talk Tonight, un fan ha gridato a Noel: "Ti amo più di David Beckham".

''Vi state divertendo tutti? Io mi sto divertendo, scommetto che voi laggiù vi state facendo proprio belle fottute risate. Mi ami più di David Beckham, questo è puro amore. Ti amo anch'io, amico".

Noel ha poi dedicato Whatever alle "persone che sono là in fondo" ed è stato invitato scherzosamente da alcuni presenti a cantare canzoni dei Beady Eye.

Ad accompagnare Noel c'era un coro di 30 elementi, per il quale alla fine il musicista ha chiesto un applauso, aggiungendo: "È stato un assoluto piacere suonare per voi. Ci vedremo da qualche parte per strada, grazie mille per essere venuti stasera".

oasisnotizie - via contactmusic.com




I Noel Gallagher's HFB suoneranno al V Festival

I Noel Gallagher's High Flying Birds confermano che suoneranno al V Festival 2012. Si esibiranno a Chelmsford il 18 agosto e a Stafford il 19 agosto.

Biglietti in vendita dalle 11 (ora italiana) di venerdì 2 marzo su www.vfestival.com

sabato 25 febbraio 2012

Video sottotitolato: Noel Gallagher, risate al Late Late Show

Divertentissima intervista a Noel Gallagher, che venerdì 17 febbraio è stato ospite del Late Late Show, in onda in Irlanda su RTÉ. Lo sapevate che "tirava cose alle mucche"?



Altri video sottotitolati su youtube.com/frjdoasisdoc

Noel Gallagher: "La mia prima volta ai Brits, quando sedetti in cucina come un Muppet"

Reduce dalla serata ai Brit Awards 2012, Noel Gallagher ha rievocato la sua prima volta ai Brit Awards, quando, essendo arrivato in anticipo alla cerimonia di premiazione, dovette starsene seduto come un Muppet in cucina per 20 minuti, in attesa che aprissero le porte.

"Il mio momento preferito ai Brits", ha detto Noel, "è stato il primo anno che abbiamo ricevuto la nomination. La mia assistente personale era così tesa che mi portò da Ally Pally prima che aprissero le porte. Uscii dall'auto e c'erano migliaia di persone fuori e i fotografi non erano neanche pronti, bevevano il loro caffè. Mi sono dovuto sedere in cucina con i tizi del catering per 20 minuti su una cassa di bevande. È stato proprio imbarazzante".

oasisnotizie

Noel Gallagher riprende due canzoni inedite e le pubblica con la sua nuova band

Secondo quanto dichiarato in un'intervista per la rivista NME, pare che Noel Gallagher abbia rispolverato un paio di canzoni inedite degli Oasis e stia progettando di tornare in studio per registrarle. La prima canzone si chiama ''Revolution Song'' e risale alle sessioni di registrazione di ''Standing On The Shoulder Of Giants'' del 1999. L'altra canzone che Noel ha in programma di registrare si chiama ''God Help Us All'', già nota ai fan poiché presente come soundcheck nel DVD di ''Lord Don't Slow Me Down''.





venerdì 24 febbraio 2012

Quarantesimo post del diario di Noel

Allora ... non ricordo quando è stata l'ultima volta che abbiamo parlato … Onestamente ho problemi nel ricordarmi qualunque cosa sia venuta dopo i BRITs! Che distruzione! Be', mi sono divertito. Probabilmente sarà l'ultima volta che sono stato nominato, quindi eravamo piuttosto determinati a strapparlo ad uno stronzo nuovo e da quello che posso dedurre che ce la siamo giocata proprio bene. Ora, però, quella cosa è diventata tutta un po' troppo falsa, è trattata con troppo rispetto, se me lo chiedete ... non è nient'altro che uno show televisivo con un po' di premi inseriti lì e distribuiti in giro ... E se non vado molto errato ho avvertito un leggero odore di playback? Credo di averlo avvertito ... Sai chi sei e dovresti vergognarti di te stesso. Mi sono piaciuti i Coldplay, però, e i Blur e i ballerini di Olly Murs!! (Cribbio!!!)

Cos'è successo dopo? I resoconti sono ancora frammentari. Ricordo di essere andato ad un party su una barca. Ricordo di essere andato ad un altro party in un posto elegante a West End. Ricordo che ho fatto fare a quel comico, Rob Brydon, quella cosa per noi (ed è stato fottutamente spassoso). Ricordo ... be' non molto, onestamente. Sono andato via alle 10 di sera circa!! Proprio roba vecchia scuola. Non sono tornato a casa prima delle 5 del pomeriggio successivo e in qualche modo ero riuscito a sgraffignare una scarpa gigantesca e un orologio da 8.000 sterline!!! E non porto neanche l'orologio!!!!!!!!!!!!!!

Ieri mi sono sentito male come non mai. Pensavo seriamente di telefonare e darmi malato. Non c'era bisogno che mi preoccupassi, però. Il concerto di ieri sera a Newcastle è stato grandioso ... potrebbe essere stato il migliore fino ad ora. Mi sono fatto grandi risate con il pubblico. Una grande serata. Se c'eravate, grazie.

A DOPO.

GD

24 febbraio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Noel Gallagher collabora con i Coldplay con un campionamento musicale

Martedì sera hanno suonato insieme AKA ... What a Life!, ben presto - chissà - potrebbero collaborare per un disco dei Coldplay.

Non è chiaro se Noel Gallagher e Chris Martin intendano dare seguito al duetto cui abbiamo assistito il 21 febbraio alla O2 Arena di Londra, ma pare che Martin sia rimasto impressionato da un loop eseguito dall'ex Oasis durante le prove per l'esibizione alla cerimonia di martedì sera e - stando a voci di corridoio - il campionamento musicale potrebbe essere utilizzato per un prossimo brano dei Coldplay.

Un roadie della band di Martin ha scritto sul suo blog: "Il loro brano decolla e Chris non è sicuro su come inserire il suo piano in quello spaventoso muro del suono. Con un po' di lavoro, però, tutto comincerà a stare bene insieme. Il pianoforte è proprio vicino agli amplificatori di Noel".

"Come prevedibile, era il posto ideale perché la chitarra di Gallagher riuscisse a trasmettere tutto il suo effetto. Noel ha premuto un pedale ed è partito con un loop di rumore glorioso. Chris è saltato in immediatamente in piedi e ha gridato: 'Che diavolo è questo?'. Ha tirato fuori il suo iPhone per registrarlo, proclamando con entusiasmo che è la cosa più incredibile che abbia mai sentito. Noel rideva mentre teneva premuto il pedale. Dal camerino al giorno dello show il passo è stato breve, Chris mi ha consegnato il pedale responsabile di tutto quel chiacchiericcio. Salta fuori che Noel gliene aveva fatto cenno dal camerino con el parole: 'Ho un regalino per te'".

oasisnotzie - via Daily Star

Noel Gallagher sposta il suo concerto per vedere gli Stone Roses

Lo aveva detto a chi gli chiedeva di un possibile duetto con la band di Ian Brown. "Quando gli Stone Roses suoneranno ad Heaton Park quest'estate io purtroppo sarò in America", aveva spiegato Noel Gallagher. Parlando con la rivista MAN, ha aggiunto di aver chiesto all'organizzazione del festival di spostare la sua performance in modo tale da potersi godere la performance dei suoi amati Roses.

"Mi era stato chiesto di fare da headliner in un altro palco per uno di questi festival e io ho detto: 'Be', non suono mentre suonano i Roses', sai cosa intendo? Loro non fanno concerti da 100 anni, io che faccio? Suono per due fottuti cani, un gatto e due steward? Per cinque fan degli Oasis che gridano chiedendo Wonderwall? Così ho detto che sarei andato sul palco prima di loro e un po' di promoter mi dicevano: 'Oh, porca troia!'. Così ho detto: 'O è così o non lo faccio'. Perché voglio vederli i Roses, sai cosa intendo? Non voglio essere l'unica persona in Inghilterra che non li abbia visti. 'Ero nella loro stessa stanza ... in realtà non ho mai avuto il fottuto modo di vederli'".

Gli Stone Roses, che hanno firmato due contratti discografici - con Universal Records per UK e resto del mondo e Columbia per gli USA - prima dei concerti della loro reunion, hanno registrato nuove canzoni durante le prove per i loro concerti di quest'estate.

oasisnotizie

giovedì 23 febbraio 2012

Foto: Noel Gallagher felice dopo i BRIT Awards

In queste foto scattate dal Sun un Noel Gallagher di ottimo umore all'uscita dall'after-show party dei BRIT Awards 2012, nel quartiere londinese di Soho. Noel, reduce dalla performance con Chris Martin, è ritratto insieme all'amico Scully e, più in basso, insieme a Damon Albarn, i cui Blur sono stati premiati con l'Outstanding Contribution to Music, premio già ricevuto dagli Oasis nel 2007. "È curioso pensare che i Blur siano stati qui l'ultima volta 17 anni fa. Non è curioso come entrambi ci siamo addolciti dopo tutti questi anni? Abbiamo sotterrato l'ascia di guerra", ha detto Damon.

Vedi anche Video sottotitolato: intervista a Noel Gallagher ai BRIT Awards 2012

Clicca qui per vedere altre foto.



mercoledì 22 febbraio 2012

Noel Gallagher: "Vi dico la mia su Coldplay, Adele, Vaccines e vi spiego perché mi mancano gli anni '90"

In questo video che abbiamo sottotitolato in italiano sono raccolte alcune interviste rilasciate da Noel Gallagher ieri alla O2 di Londra in occasione dei Brit Awards.

Noel spiega perché gli mancano gli anni Novanta e dice la sua anche su Coldplay, Adele e Vaccines.



martedì 21 febbraio 2012

Video: Noel Gallagher e Chris Martin in AKA ... What A Life! sul palco dei BRIT Awards 2012

Quando in Italia erano le 21.40 circa Chris Martin ha suonato con i Noel Gallagher's High Flying Birds AKA ... What A Life! ai Brit Awards, tenutisi alla O2 Arena di Londra. Ecco il video della performance.

Il premio Best Male Solo Artist, per il quale era in lizza anche Noel, è andato ad Ed Sheeran.



Guarda Noel Gallagher stasera sul palco dei BRIT Awards

Si terrà stasera la 32esima edizione dei BRIT Awards, i premi conferiti annualmente dalla British Phonographic Industry. La cerimonia si svolgerà alla O2 Arena della capitale britannica per la seconda volta e sarà presentata da James Corden. Lo show durerà dalle 20.30 alle 24 (ora italiana). Tra gli artisti che si esibiranno sul palco sono attesi Coldplay, Rihanna, Adele, Katy Perry, Noel Gallagher.

Come vi avevamo riferito il mese scorso, i Noel Gallagher's High Flying Birds sono stati selezionati nella categoria British Male Solo Artist insieme a Ed Sheeran, James Blake, James Morrison e Professor Green.


La serata è visibile in streaming su ITV1 (solo in UK). Più tardi aggiorneremo il post fornendovi il link per seguire la diretta in streaming anche dall'Italia.

LINK
http://www.time4tv.net/2011/06/itv-1.html


Dalle 22 c'è la diretta radio su RDS - Radio Dimensione Suono.


Ecco la lista degli artisti che si esibiranno.

Adele - "Someone Like You" & "Set Fire To The Rain"
Blur - "TBA"
Bruno Mars - "Runaway Baby"
Ed Sheeran - "Lego House" & "Drunk"
Olly Murs - "Heart Skips a Beat"
Florence and the Machine - "No Light, No Light"
Katy Perry - " The One That Got Away" & "Part of Me"
Noel Gallagher - "The Death of You and Me" & "AKA... What a Life!"
Rihanna - "We Found Love" & "You Da One" & "Talk That Talk"
Coldplay - "Paradise" & "Charlie Brown" & "Princess of China" (with Rihanna)
Nicki Minaj - "Roman Holiday"
One Direction - "One Thing"
Emeli Sandé - "Next to Me" & "Mountains"
Professor Green - "Read All About It" (With Emeli Sandé)

Gli Oasis avevano vinto sei BRIT Awards, tra cui l'Outstanding Contribution To Music Award nel 2007 e il BRIT Album Of 30 Years nel 2010 per (What's The Story) Morning Glory?.

In quest'ultimo caso, il 16 febbraio 2010, Liam Gallagher aveva ritirato il premio ringraziando tutti i suoi vecchi compagni di band tranne Noel e poi aveva lanciato la statuetta verso il pubblico. Peter Kay, il comico-conduttore, gli aveva subito dopo dato del "testa di cazzo" ("knobhead") in diretta TV, causando la risposta stizzita di Liam su Twitter qualche giorno dopo: "Listen up fat fuck as a real northerner I was brought up 2 say shit 2 people’s faces not behind their back. Live forever LG".



I Noel Gallagher's HFB suoneranno al T In The Park


Noel Gallagher's High Flying Birds, Florence And The Machine e Vaccines sono tra le band che suoneranno al T In The Park, il festival che si svolge a Balado Park, Kinross, in Scozia e la cui edizione 2012 è prevista per il 6, 7 e 8 luglio. Sono nove le band/gli artisti aggiunti al cast del festival, che vede in prima fila gli Stone Roses come headliner. In Scozia sentiremo suonare anhe Maccabees, Horrors, Miles Kane, Maverick Sabre, Frank Turner e Two Door Cinema Club oltre a due altri headliner che saranno annunciati nelle prossime settimane.

Biglietti in vendita dalle 10 (ora italiana) del 29 febbraio 2012.

Info su Tinthepark.com.

L'anno scorso al T In The Park c'erano i Beady Eye.

lunedì 20 febbraio 2012

Trentanovesimo post del diario di Noel

Sì ...

Un altro pubblico fantastico, fantastico. Hanno rifatto il trucco al luogo e tutto ... Mi piace veramente tanto ... Bravi!!!!

Bene, allora il concerto di Dublino è stato, come si prevedeva, supermegadoppiamenteeccezionale!!!!Alcune ragazze mi hanno pure rivolto dei flash!! (il che è stato bello) DUE VOLTE!! Nel caso in cui non me ne fossi accordo la prima volta, e ovviamente me ne ero reso conto. Grazie comunque. Vi sono grande debitore.

Ieri sono arrivato all'aeroporto di Manchester e indovinate chi ho visto? Avanti, indovinate ... Non indovinerete mai ... MARADONA!!!! MARA-FOTTUTO-DONA!!!! In passato l'ho incontrato, ma comunque … Maradona? Mi chiedo cosa ci faccia qui a Manchester. Fa visita ad Agüero, forse? O si spera sia venuto a dare uno scappellotto sull'orecchio a Tévez e dirgli di mettere la testa a posto!!

Stasera vado a Sheffield. Suono in una grande arena. Questo concerto è sempre un po' uno spettacolo, perché fu il primo concerto degli Oasis in un'arena e fu lì che suonammo Don't Look Back In Anger per la prima volta! Bei tempi ...

Dopo, però, devo tornare direttamente a Londra. Ho le prove per i Brits domani. È un grosso dito nel culo, sento questo? Penso che lo sia, dannatamente sì!!

A DOPO.

GD

19 febbraio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

domenica 19 febbraio 2012

Noel Gallagher, labbra serrate riguardo al duetto con Chris Martin

Secondo quanto riportato dal Sun Noel Gallagher non si pronuncia riguardo al probabile duetto con Chris Martin ai Brit Awards, che si terranno martedì sera.

Pensate ai Florence and The Machine mentre cantavano You Got The Dirtee Love con Dizzee Rascal nel 2010, oppure a Justin Timberlake con Kylie nel 2003. Ma vedere Noel Gallagher e Chris Martin per la prima volta insieme sul palco dei Brit Awards sarebbe davvero pura classe. Il frontman dei Coldplay propose il duetto a Gallagher prima di Natale e insieme concordarono che sarebbe stato il modo ideale per coronare un anno di grandiosi concerti (da parte di entrambi). Abbiamo chiesto a Noel se l'iniziativa era ufficiale ed egli ha risposto strizzando l'occhio e dicendo: "Non potrei commentare ...". Se non fosse stato vero la risposta sarebbe stata: "Levati dai coglioni, scozzese visionario". Una fonte ha aggiunto: "Noel e Chris sono diventati ottimi amici nel corso degli anni; Noel ha un gran rispetto per i Coldplay. Quando ha visto la loro esibizione a Glastonbury è rimasto molto colpito. Sono disponibili a fare qualcosa di speciale".

Noel, nominato nella categoria "Miglior artista maschile", ha un certo numero di brani che potrebbe eseguire, anche se le prove non sono ancora state fatte. "AKA ... What a Life!! con Chris al piano sarebbe niente male", rivela la fonte. "Ho visto i Coldplay in concerto a Los Angeles la scorsa settimana, erano in forma smagliante. Hanno suonato una cover dei Beatles, We Can Work It Out, in onore di Paul McCartney, è stato sensazionale, mentre ai Grammy hanno eseguito Princess of China con Rihanna. Speriamo che facciano lo stesso anche ai Brit Awards".

Ieri sera un portavoce dell'evento ha dichiarato: "Ci sono varie ipotesi a proposito delle performance, ma non possiamo confermare nulla. Dovrete rimanere sintonizzati Martedì, per sapere."

(thanks to Oasis Mania - www.coldplaying.com)

Video: l'attaccante Paolucci esulta imitando Liam Gallagher

Nel corso della partita Vicenza-Crotone di ieri l'attaccante del Vicenza Michele Paolucci ha esultato dopo il gol del vantaggio veneto con una posa liamgallagheriana. Ecco il video.

Grazie a Gerardo per la segnalazione.



Noel Gallagher parla con Ian Wright: "Non sono Adele, non bestemmio molto ...". E sul Man City: "Siamo i più forti e vinceremo"

Absolute Radio ha mandato in onda ieri un'intervista di Ian Wright, ex bandiera dell'Arsenal, a Noel Gallagher, di cui vi avevamo fornito uno spezzone video in cui parla di Balotelli (sul quale ha aggiunto: "Ha solo 21 anni. Tra cinque anni diremo ... Non credo che vincerà mai il Pallone d'Oro, ma sarà un calciatore molto molto bravo").

Ascolta l'audio alla fine del post


Noel ha ribadito: "Più grandi sono i concerti, meglio è per me, perché con i grandi concerti ti senti più distaccato, il pubblico è distante. Nei concerti in luoghi piccoli la gente chiacchiera tra le canzoni: 'Ehi, da dove hai preso le scarpe?'. Se bestemmio? Se c'è colore sì ... non sono Adele, provo a non bestemmiare molto".


Noel ha mai preso lezioni di chitarra? "No, non mi hanno mai insegnato neanche una nota, ho preso la chitarra e basta".

Poi si è parlato tanto di Manchester City. "Sarà una corsa tra noi e lo United. E vinceremo noi perché vince sempre la squadra migliore e noi siamo i migliori. Il Chelsea è orrendo, è imbarazzante. E questo non può che giocare a nostro favore. Il ritorno di Yaya Touré? È una bestia! Abbiamo il miglior portiere, il miglior centrale difensivo, il miglior centrocampista, abbiamo uno dei migliori attaccanti e abbiamo Mario (Balotelli, ndr)".

"Noi tifosi di una quarantina d'anni di età ricordiamo Maine Road, i ragazzini di undici anni non ricordano nulla di Maine Road. Non sanno degli anni bui, quindi una generazione diversa ha una percezione diversa. Nessuno si illude che saremmo comunque saliti in testa al campionato se gli sceicchi non avessero comprato il club. Ed è difficile entrare in Champions League e generare denaro se non spendi. Dio solo sa come il Tottenham ce l'abbia fatta".


Ancora sul caso Carlos Tévez, che pare debba fare rientro in squadra dopo i dissapori con Mancini e la tanto chiacchierata cessione mai avvenuta: "Se dovesse tornare in forma e con la testa a posto, credo che lui ed Aguero faranno sfracelli. Se avesse giocato con Aguero dall'inizio avremmo ammazzato il campionato e già saremmo tutti andarcene in vacanza. È stato lui a sollevare il nostro primo trofeo dopo tanti anni, ma il suo agente è un cliente complicato".


Elogi per il tecnico italiano: "Mancini è riuscito a tenere insieme la squadra sotto una pressione altissima. Dicono che i soldi non comprano il successo, ma quando hai successo non possono dire che sono stati i soldi a comprarlo. Se vinciamo lo faremo onestamente. Sono un po' amareggiato, perché se vinciamo io sarò in Hong Kong o da qualche parte laggiù e li guarderò vincere da lontano".

Noel ha ripetuto la battuta sul posto da CT della nazionale inglese, lasciato libero da Fabio Capello. "Sono pronto a salire sul ring. Sono disponibile. Se divento io CT forse non vinceremo, ma ci faremo belle risate". Scherzi a parte, "Harry Redknapp è l'uomo giusto".

by oasisnotizie



sabato 18 febbraio 2012

Video e foto: Noel Gallagher dal vivo a Belfast

Prosegue il tour britannico e irlandese dei Noel Gallagher's High Flying Birds. In questo vivo si esibiscono alla Odyssey Arena di Belfast giovedì 16 febbraio. Qui alcune foto



Noel Gallagher: "Non suonerò canzoni alla Rock'n'Roll Star, lo farà Liam, io sono più riflessivo"

Il 14 febbraio Noel Gallagher ha parlato con Original 106, radio di Aberdeen, prima del concerto nella città scozzese. Ecco di cosa ha discusso Noel nella nostra traduzione. L'audio è sotto il post.

La conduttrice aveva fatto notare che molta gente di Glasgow è andata a vederlo a Manchester.

"Ah, ora ha senso", ha detto Noel. "Questo pomeriggio venivo da Manchester e all'aeroporto a Manchester molti fan mi hanno detto: 'Anche noi andiamo ad Aberdeen. Torniamo a casa. Ti abbiamo visto qui a Manchester e ora ti rivedremo a casa nostra'. E io: 'Come mai siete venuti qui a Manchester allora?'. 'Perché quando abbiamo preso i biglietti per Manchester non avevi ancora annunciato la data di Aberdeen'. Forse da parte mia è stata solo una mossa scaltra per spillare altri soldi alla gente ...".

"Trascorro la mattina di San Valentino con mia moglie e i miei figli, sì", ha detto Noel.

"Lei è di Edimburgo, la Scozia dei bar eleganti, cosa che mi ricorda regolarmente. Se le ho preso un pensierino carino? Non le regalo diamanti delle dimensioni di Ronnie Corbett, niente di simile ... Sai, solo un mazzo di fiori. Qualche anno fa commisi l'errore di metterci un bigliettino di auguri e devo farlo da dodici anni ...".

"Se sono romantico?", ha proseguito Noel. "Nel profondo sì, scrivo testi piuttosto romantici". Poi ha parlato dei Kit Kat e di alcuni tipi di barrette di cioccolato. Si è proposto insieme alla conduttrice come ideatore di barrette di cioccolato.

L'ex Oasis ha confermato il posticipo del suo secondo album, quello con gli Amorphous Androgynus.

"Non c'è molto di già ultimato, devo dire che ci sta servendo più tempo di quanto ci aspettassimo. Avremmo dovuto finirlo per l'inizio del tour, cioè per ottobre. Abbiamo provato a mixarlo senza di me, ma non potevamo, io dovevo essere lì in stanza, ma non posso farlo se sono qui con te ad Aberdeen a lanciare idee per cioccolate per cambiare la vita alle persone".

Sul suo secondo disco:

"Quattro canzoni sono state ultimate prima che partissi on the road. Ci sono tre singoli originali psichedelizzate e dieci canzoni originali. Shoot a Hole into the Sun (la b-side di Dream On, in uscita il 13 marzo, giòà sentita all'inizio dei concerti, ndr) è emblematica dell'album. È un album che si basa sui mix, per cui non posso dire molto se non è finito. Molta della mia roba si basa sulle canzoni e non puoi smaneggiare con le canzoni. Posso suonarla in modo acustico e suona ancora fantastico. Questo si basa sui mix".

Quali canzoni non suonerà più Noel Gallagher?

"Cigarettes & Alcohol, Rock'n'Roll Star, The Shock of the Lightning, Lyla, Champagne Supernova. Sono più canzoni di Liam, credo che lui potrebbe farle durante il suo prossimo tour. Non potrò fare quelle canzoni rock'n'roll. Io non sono così, io sono più riflessivo, più ideatore di cioccolate, romantico ...".

Su Half the World Away, nota anche come sigla di The Royal Family:

"Parla alla classe operaia e mi ricorda molto la mia giovinezza. John Royal era mio padre, mio padre era lì seduto sul divano a bestemmiare ed era cinico su tutto, è da lui che l'ho preso il cinismo. Tutto era una congiura".

"Una volta provò a convincermi che le persone che erano nello studio di Top of the Pops fossero in piedi di fronte ad uno schermo gigante, che non erano neanche in studio, quando invece era ovvio che lo fossero. Io guardavo la TV e guardavo lui con quegli occhiali e pensavo: 'Hai ragione, amico ...'. I padri irlandesi e in generale gli irlandesi sono tutti uguali: hanno sempre ragione".

Donovan, figlio di Noel, si chiede come mai il padre non faccia una canzone che in questi mesi impazza nelle radio. "Ieri sera al concerto di Manchester c'era mio figlio di 4 anni, era il suo primo concerto. Gli ho detto: 'Ieri c'erano anche i papà dei tuoi amici? Chi era il padre più figo?'. E lui: 'Tu, di gran lunga'. Poi mi fa: 'Perché non hai fatto quella canzone, Moves Like Jagger?'. E io: 'Perché? Non lo so', sarcastico. Mi ha fatto: 'Dovresti ascoltare di più la radio, papà'".

Sulle inclinazioni musicali dei suoi figli: "Se i miei figli faranno i cantanti? In casa c'è sempre uno strumento da qualche parte. Io ero un bambino curioso, se c'era una chitarra la prendevo. Non li costringo, se sono inclini alla musica gli strumenti ci sono. Si spera che li prendano. I due ragazzi sicuramente sì, la ragazza ... non impazzirei se volesse entrare nel mondo della musica, le ragazze sono più vulnerabili nel mondo della musica".

by oasisnotizie


Noel Gallagher on Original 106 FM on 14th February 2012





venerdì 17 febbraio 2012

Noel Gallagher confessa il proprio amore per Mario Balotelli

In questo video Noel Gallagher ribadisce il proprio amore per l'attaccante italiano del Manchester City durante un'intervista concessa ad Absolute Radio. L'intervista completa sarà mandata in onda sabato 18 febbraio dalle 18 (ora italiana) su Absolute Radio.



Trentottesimo post del diario di Noel

Bene, dove siamo stati? Ad Aberdeen? Cominciamo da lì allora, no?

Una fantastica serata, penso. Mi sento molto più a casa ora sul grande palco. Penso che la dimensione del concerto di Manchester per un po' mi avrebbe potuto sconvolgere!!

Bravi cantanti, quei tizi di Aberdeen. Nel post-concerto non è successo molto però. Me ne sono andato in fretta. L'indomani dovevo essere in piedi presto per mettermi in viaggio per Belfast. Un giorno di pura fottuta seccatura! Perché viaggi per l'intera superficie del globo ... indietro e avanti e su e giù dappertutto e tutto sembra correre come un orologio, ma quando torni a casa ti ritrovi ritardo dopo ritardo dopo la cancellazione? Perché questo? È un fottuto incubo da buco del culo, ecco perché!!!!

Sono arrivato nella grande città di Belfast nell'oscurità e nell'umidità. Non ho avuto molto tempo per fare qualcosa di diverso dall'ordinare quello che può essere descritto solo come un servizio psichedelico in camera. Pollo alla Maryland, qualcuno lo conosce? No ... neanche io. Questo piatto (pollo alla Maryland) consisteva in un pollo, se fosse fritto o no non è ancora evidente, MA era accompagnato da una banana (che era quasi sicuramente fritta!). Esatto, una banana fritta E un'ananas fritta!!!! Ora, non sono uno chef, ma cazzo non può essere giusto, o no? Quel cuoco psicopatico che ha vinto le stelle Michelin, Gordon Ramsay, avrebbe strangolato chiunque se ne fosse uscito con quel capolavoro ... Scusate? Che sapore aveva, mi chiedete?? Assolutamente delizioso!! Non l'ho toccato neanche dai bordi.

Allora ... passiamo al concerto di Belfast. Una notte fantastica, fantastica. Lì alla pari con le migliori. Sono il tipo di folla che ameresti portarti in giro per il mondo. Rumorosi e orgogliosi. Anche ragazzini. Molto speciale. Per il mio tastierista (che rimarrà anonimo) è stato il concerto della vita. Se eravate lì saprete cosa intendo ... il mezzo colpo alla Rick Wakeman!!

Ora mi trovo a Dublino. Non dico altro. Stasera sarà un'altra serata fantastica, fantastica. Senza dubbio.

A DOPO.

GD

17 febbraio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Due nuove date in Germania per i Noel Gallagher's High Flying Birds

I Noel Gallagher's High Flying Birds aggiungono due date in Germania. Saranno all'Hurricane Festival e al Southside Festival.

INFO

Hurricane Festival QUI - biglietti QUI

Southside Festival QUI - biglietti QUI

Altri dettagli su noelgallagher.com

giovedì 16 febbraio 2012

Noel Gallagher parla di duetto con Chris Martin, Mario Balotelli, Red Hot Chili Peppers e si candida a CT inglese

La scorsa settimana Noel Gallagher è stato intervistato da due radio dublinesi il 10 e il 15 febbraio (l'audio è sotto questo post). Ecco cosa ha detto Noel.

Noel ha parlato un po' dell'Australia, confermando quanto detto nel suo diario del tour: "È un paese folle", e ha aggiunto: "e non ho visto manco un canguro. La cosa strana è questa: hanno barette di cioccolato diverse rispetto a quelle che abbiamo nel Regno Unito. All'aeroporto ti fermi a vedere le barrette di cioccolato e fai: 'Ma guarda che barrette!' ... ".

Tornando indietro con la mente al giorno di ottobre in cui il suo album andò al primo posto nelle classifiche Noel ha scherzato così: "Era anche il giorno in cui il City ha asfaltato il Manchester United 6-1. Quindi quando ho avuto notizia del mio primo posto è stata una delusione, onestamente ...".

Le differenze tra i concerti con gli Oasis e questi concerti da solista? "Non è il mio habitat naturale, ma mi piace. Non ci penso molto onestamente. Sono incollato al microfono perché devo suonare e cantare allo stesso tempo, quindi non ci sono molte mosse da fare. Questi concerti mi passano in un lampo, ma finora nessuno ha chiesto i soldi indietro, quindi suppongo siano piaciuti. Non sono uno stakanovista, non vivo per lavorare, lavoro per vivere. Lo faccio quando la sensazione è quella giusta. Non me ne sono andato dagli Oasis per mostrare quello che ho. Se me la godevo negli Oasis? Di sicuro! Non capisco le star che si lamentano del lavoro e della pressione. Non c'è pressione, questo è il miglior mestiere del mondo: viaggi per il mondo, suoni musica a migliaia di persone che si innamorano istantaneamente di te. E in più, ed è questa la figata, hai tutta la cioccolata che vuoi gratis!".

Fare un album solista ha significato di più per te? "Gli Oasis sono stati una parte enorme della mia vita e io ho investito tutto quello che avevo in quella band, per cui non penso che quello che sto facendo ora possa essere in nessun modo più speciale di quello che ho fatto allora o delle canzoni che ho scritto quando avevo una ventina d'anni. Non può esserlo. Detto questo, sentendo i mix finali dell'album, pensavo: 'Dio, è proprio una bella raccolta di canzoni'. Ero entusiasta, non mi agita la pubblicazione di un album, perché tutto quello che puoi fare è fare del tuo meglio in studio, non puoi costringere una persona a comprare il tuo disco. Lo pubblico e lo lascio andare, non mi interessa quanti dischi vende: il fatto di vendere 10 milioni o 10.000 milioni non lo rende un disco buono o cattivo, il numero di copie vendute non lo rende migliore o peggiore, io so come mi sento nei confronti di questo disco".

Poi l'ex Oasis s'è detto molto lieto di aver iniziato il tour a Dublino, anche se "non decido io le date del tour". Ha aggiunto: "Se potessi scegliere tre città nel Regno Unito per cominciare sceglierei Dublino, Manchester e Glasgow, dove scoprirono gli Oasis". Noel ha notato che "Dublino cambia molto radicalmente oggigiorno, ma è così che va il mondo: venti anni fa andava molto a rilento. Oggi ogni volta che torno - ogni due anni - c'è sempre qualcosa che prima non c'era. I miei genitori sono entrambi irlandesi, non c'è sangue inglese in me. Sono cresciuto qui, ho fatto le vacanze estive qui sino a quando avevo 17 anni. È sempre fantastico tornare qui, anche per le patatine fritte".

Spazio anche per un aneddoto sui Red Hot Chili Peppers. A giugno Noel farà da supporto alla band californiana nel concerto al Croke Park della capitale irlandese. Il conduttore ha chiesto a Noel come mai ha accettato di fare da supporto a Kiedis e compagni. Sarà strano per te? "No, quando guardo il compenso no!". Poi ha rivelato: "Negli anni, ai vari festival, ho incontrato questi tipi e sono ottimi ragazzi. Chad, il batterista, è una delle persone più spassose, è fantastico. Io e Flea abbiamo amici in comune. Quando ero ragazzino giocammo l'uno contro l'altro a Croke Park, era una partita tra squadre giovanili. Io avevo 14 anni, eravamo campioni del Lancashire under-16, giocammo lì contro i campioni del posto e li asfaltammo! C'è anche una foto di un mio gol a Croke Park. Non ci torno da allora, per cui sarebbe bello tornare lì e fare: 'Wow, eccoci di nuovo qui!'".

Noel farà da supporto al tour degli Stone Roses? "No, sarò in America purtroppo, ma li seguirò via Internet grazie alle nuove tecnologie e farò un paio di festival con loro. È fantastica questa cosa, perché conosco molto bene Mani e i ragazzi. Era in previsione da molto tempo questa reunion e sono felice per loro e per chi non li ha visti mai. Mi preoccupa solo il tempo. Giugno a Manchester? ... Oh cielo!" (Noel si riferisce alle probabilissime piogge). "Ci saranno ragazzi. La gente che li ha visti per la prima volta ha la mia stessa età, non ci saranno 45enni in prima fila ... Lo notavo negli Oasis con il passare degli anni: ogni quattro-cinque anni la base dei fan si rigenera e ti ritrovi ad essere fissato da ragazzini in prima fila e questa cosa ti mette molto a disagio, sai cosa intendo?".

Immancabile un commento sul suo amato City. "Se, come si dice, è una lotta a due tra noi e il Manchester United - e lo è - il Manchester City vincerà la Premier League! Se, come si dice, vince sempre la squadra migliore allora noi siamo la squadra migliore. Yaya Touré è stato fuori un periodo per impegni interazionali, anche io sono stato via per impegni internazionali. Io sono tornato, per stabilizzare la nave, Yaya torna la settimana prossima. Tornerà anche Balotelli, il più grande essere umano vivente. Tornerà Vincent Kompany. Non ci possono fermare".

Quanto al posto di CT dell'Inghilterra (lasciato libero dal dimissionario Fabio Capello)? "Sono disponibile", ha scherzato Noel. "Se qualcuno della FA è in ascolto ... io ho gestito me stesso per vent'anni e l'ho fatto bene. Forse non vinceremo nulla con me in carica, ma garantisco questo: sarà una bella risata. E la musica negli spogliatoi sarà impeccabile. Se per qualche motivo non potrò farcela, il mio voto va a Harry Redknapp".

Capitolo reunion: "Non ci penso. Ci penso solo nelle interviste quando devo rispondere alle domande. Se mi manca come fratello? Parlo con gli altri via SMS o a intervalli regolari. Certo che mi manca, siamo stati in una band tutti insieme, con l'ultima formazione per oltre dieci anni. Non puoi stare in una cricca per sempre. Tutti avremmo preferito che gli Oasis durassero per sempre, ma date le circostanze uno doveva andarsene e io ho fatto la cosa nobile".

Si vocifera di un duetto imminente tra Chris Martin (al piano) e Noel Gallagher per i Brit Awards 2012, la cui cerimonia è in programma a fine mese. Noel cosa dice in merito? "Non posso commentare. Non è Mogadiscio, non è che dopo non lo sentirà nessuno. Non sono in diretta sulla radio tanzanese ... So che di sicuro mi esibirò e so che i Coldplay di sicuro si esibiranno ... non so, non posso commentare".

Noel ha ricevuto il premio Godlike Genius (Genio Divino) e lo ritirerà alla cerimonia degli NME Awards. "Non vedo l'ora che arrivi il mattino dopo la serata della premiazione. A mia moglie dirò: 'Genio Divino? Stamattina non penso proprio. Vedi cosa dice quel trofeo? Ecco i tuoi due cucchiai di zucchero. Andiamo avanti'". A proposito di Sara, ecco un altro aneddoto raccontato da Noel: "Quando ci siamo incontrati io fumavo Benson & Hedges, lei Marlboro Light. Mi disse di smettere con le Benson & Hedges e mi truffò, perché io finii per fumare Marlboro Light. Poi lei smise di fumare. Se potessi tornare indietro tornerei alle Benson & Hedges, perché mi piaceva il pacchetto dorato. Mi faceva sentire speciale. Ora fumo sigarette da signora ...".

Noel a chi darebbe il NME Godlike Genius Award? "A Balotelli. È il più grande essere umano vivente. È meglio di qualunque rock star al momento".

by oasisnotizie

ASCOLTA NOEL GALLAGHER SU PHANTOM FM E SU TODAY FM
youtube.com/frjdoasisfan








martedì 14 febbraio 2012

Trentasettesimo post del diario di Noel

Clicca qui per una photogallery del concerto dell'altro ieri dei Noel Gallagher's High Flying Birds a Manchester

Sì ...

Allora, il concerto di ieri sera è stato proprio come pensavo sarebbe stato ... Un po' grande, un po' rumoroso, un po', be' ... difficile.

Non avendo suonato nelle arene per un po' di anni, tornare a fare questo passo sulla scala è stato un po' un indesiderato dito nel buco del culo!! Suppongo che sia meglio che mi ci abitui e velocemente, eh?

Ciononostante ci sono stati alcuni echi di familiarità, però ... Un grande zuffa lì davanti durante la terza canzone!! Mi ha ricordato i bei giorni andati.

Ho dovuto ridere, però, quando ho ricordato a tutti quei ragazzi e ragazze nella folla che oggi era San Valentino … Ci sono stati un po' di fischi!!! Hanno fischiato un giorno??!!

Sono sceso dal palco con l'incredibile notizia che Carlos Tévez tornerà al Man City!!!! Parlo a tutti i sostenitori del MCFC qui quando dico provate a non fischiarlo. Non dovremmo fischiare i nostri giocatori, indipendentemente da quali bravate abbiano fatto. Siamo in cammino verso la gloria. Non abbiamo bisogno di lui, ma potrebbe rendere la volata un po' meno stressante ... Se gli dobbiamo far sapere come ci sentiamo allora dovremmo cantare il nome di Mancini ancor più forte del solito … Basterà per ora.

Al momento mi trovo ad Aberdeen ... il posto più freddo della terra.

Qui vive della gente, lo sapete?

VIVE proprio qui!!!!!

Incredibile.

A DOPO.

GD

14 febbraio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Video - Noel Gallagher: "Soldi, droga e ragazze, ecco il mio ordine"

Noel Gallagher, intervistato da Nova FM il 23 gennaio prima del concerto all'Enmore Theatre di Sydney, mette in ordine di preferenza soldi, droga e ragazze.

Sottotitoli by frjdoasis.



Video: Noel Gallagher dal vivo di nuovo a Manchester

È partito ieri sera la seconda parte del tour europeo dei Noel Gallagher's High Flying Birds. Novità in scaletta: al posto di Wonderwall Noel ha suonato Whatever.

Scaletta

(It’s Good) To Be Free
Mucky Fingers
Everybody’s On The Run
Dream On
If I Had A Gun
The Good Rebal
The Death Of You And Me
Freaky Teeth
Whatever
Supersonic
(I Wanna Live In A Dream In My) Record Machine
AKA... What A Life!
Talk Tonight
AKA... Broken Arrow
Half The World Away
Solder Boys And Jesus Freaks
(Stranded On) The Wrong Beach
Little By Little
The Importance Of Being Idle
Don’t Look Back In Anger


Trentaseiesimo post del diario di Noel

Quindi sì, dove eravamo tutti noi? In Australia!! Dove siamo ora? A Manchester!!

Prima serata di questo tour nelle arene. Mi piaceva veramente tanto fare i tour nelle arene. Mi piaceva l'atmosfera e il sound e lo spazio etc. etc. ... devo dire che dopo le prove di produzione ieri sera E dopo aver suonato nei teatri da ottobre dell'anno scorso non sono tanto sicuro di farle. Sembra tutto troppo grande, troppo rumoroso, troppo fottutamente freddo!! Sono sicuro che mi ci abituerò, però. È un po' uno shock quanto ci si dimentica delle cose, eh?

Ho una bella ditta di persone on the road con me. Ogni dato momento ci saranno più di 35 persone sul palco!! Le presentazioni potrebbero richiedere un po'. Non so ancora il nome di nessuno e probabilmente non lo saprò neanche alla fine. Non vedo l'ora, però. Sarà roba da far saltare il culo dalle sedie o per nulla eccitante ... vedremo, eh?

A DOPO.

GD

13 febbraio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

lunedì 13 febbraio 2012

Noel Gallagher sulla reunion degli Oasis: "Negli Oasis c'era menefreghismo, ma tra due anni ...". E punge i Radiohead

Si aggiunge un altro capitolo alla saga reunion degli Oasis, che secondo voci, dichiarazioni, smentite e controsmentite sarebbe in programma per il 2015. Ci sono, infatti, nuove parole di Noel Gallagher, che guarda indietro al proprio passato con Liam, torna sulla sua decisione di abbandonare la band di Manchester nell'agosto 2009 e sembra riaprire ad una riappacificazione con tanto di tour mondiale per il 2014.

Ecco la traduzione della lunga intervista al Daily Mail del 5 febbraio scorso.

"Preferirei essere negli Oasis, anche se amo i Beady Eye", aveva detto l'altro giorno Liam, aggiungendo: "Se la gente pensa che sia felice per la divisione degli Oasis allora si sbaglia. Gli Oasis erano la cosa mia. Gli Oasis erano la mia vita".

Noel vuole lasciarsi alle spalle i contrasti con il fratello: "Tutto quello che si doveva dire è stato detto. Non ce n'è più bisogno".

Come mai ci impone di non parlare di Liam?
"Voglio solo dimenticare la guerra di personalità. Ho deciso, ora che non sono più negli Oasis, che non devo più farlo".

E Noel s'è detto felice della fine della band: "Nessuno di quelli che vanno ad un concerto dei Rolling Stones è interessato al loro prossimo album. Più dischi fai più è difficile dire cose nuove. Comunque alla fine le questioni personali si erano fatte così brutte che è stato meglio per tutti farla finita".

Avrebbe sciolto comunque gli Oasis anche senza litigare con Liam?
"Trovavo sempre più arduo proseguire con gli Oasis, dato che a nessuno importava davvero dell'album seguente. Abbiamo fatto un paio di tour e di album disastrosi, poi siamo tornati alla grande, ma mettiamola così: sono venuti a vederci dal vivo tre milioni di persone, non abbiamo venduto tre milioni di dischi".

Il disco di Noel è arrivato in cima alla classifica degli album nel Regno Unito, dove oggi, 13 febbraio, Noel comincia la seconda parte del tour (la prima, partita ad ottobre da Dublino, s'è appena conclusa in Australia). Come si trova con i suoi High Flying Birds, che - come specifica - non sono una band, ma solo un collettivo soggetto a mutamenti? "Ho ancora bisogno di una band sul palco, perché purtroppo non so suonare tutti gli strumenti nello stesso momento. Ma un giorno ce la farò".

Il litigio con Liam non ha causato strascichi nella sua voglia di fare musica. I 30 milioni di sterline in banca non sono un buon motivo per pensionarsi: Noel è carico e in forma e ha sfoltito le sue sopracciglia da lupo. "La rivista Grazia mi ha inserito per due volte in vetta alla Classifica della Lussuria l’anno scorso, quindi di sicuro sto facendo qualcosa di buono", dice. "Una donna della mia stessa età non avrebbe questo mio bell'aspetto. Mi spiace per la situazione delle ragazze nell’industria musicale. Hanno davvero vita breve sugli scaffali. Per esempio, Duffy: chi? Andata. Era grandiosa. E non dubito neanche per un istante che la stessa cosa succederà ad Adele".

Noel ora è spavaldo come nei primi anni con gli Oasis, ma c'è stato un periodo in cui le cose non andavano molto bene per la band. "Come gruppo abbiamo attraversato un periodo, tra il 1998 e il 2000, in cui tutti divorziavano. La Creation stava andando a rotoli. Mia figlia non aveva due genitori stabili: sua madre non era una rock star, ma purtroppo si comportava come se lo fosse. Cercavo di smettere con le droghe, ma riuscii solo a passare da quelle illegali a quelle prescrivibili. Se ti affidi alle cure private, quelli non vedono l’ora di somministrartele. Chiedilo a Keith Richards".

Poi Noel racconta anche la separazione dalla prima moglie, Meg Matthews, con cui ha divorziato nel 2001. Il musicista rivela di aver commesso adulterio solo per velocizzare la procedura legale di divorzio. Nel 2000 Noel conobbe l'attuale partner, Sara MacDonald, a Ibiza. È a lei che si deve la disintossicazione del cantautore da droghe e alcol.

"L'incontro con mia moglie è stato il catalizzatore di tutto. Quando la conobbi ero in una cerchia di amici in cui i party stile anni '90 ancora impazzavano. Avevo venduto la mia casa di Primrose Hill per allontanarmene, ma i party si spostarono con me in campagna. Ne avevo fatti troppi e il mio corpo non ce la faceva più. Decisi di rigare dritto per due settimane. Poi due settimane divennero due mesi. All'improvviso pensi: 'Aspetta, queste persone sono piuttosto folli, non sono sicuro che mi piaccia neanche una di loro'. Tutta la mia vita era incentrata su 12 -20 persone e me ne sono allontanato una volta per tutte ".

Con Sara la relazione va a gonfie vele. La coppia ha due figli (Donovan, 4 anni, e Sonny, 1) ed è convolata a nozze nel giugno 2011. Come mai c'è voluto tanto per sposarsi?

"Arriva un punto in cui a 44 anni un uomo sembra stupido quando dice: 'Lei è la mia fidanzata'. Chi sono? Rod Stewart?".

In fondo poteva anche non sposarsi. Non è che Noel sta diventando conservatore?

"Non usare quella parola che inizia per C. Se a Downing Street mi avesse invitato John Major (l'ex premier conservatore, ndr) non ci sarei mai andato".

I suoi figli, però, li ha mandati alla scuola privata. "Non voglio che tornino a casa parlando come Ali G (personaggio immaginario parodia dei rapper neri statunitensi, frutto dell'immaginazione del comico inglese Sacha Cohen, ndr). Chiunque al mio posto lo avrebbe fatto, lo devi ai tuoi figli, li devi mandare ad una scuola dove non devono passare sotto al metal detector al mattino".

"L'altro giorno c'erano squadre antisommossa fuori dalla scuola pubblica del luogo dove abito. Spunta fuori che c'era stato un accoltellamento. Bande rivali. Non dovremmo avere bisogno delle squadre antisommossa a scuola. Questo è Maida Vale. Non è Handsworth o Tottenham, sai cosa intendo? Non voglio che i miei bambini vadano ad una scuola come quella. Preferirei che fossero a scuola con figli di oligarchi russi".

L'infanzia dei suoi figli è molto diversa da quella toccata in sorte alla famiglia di Noel e Liam, secondo e terzogenito di Peggy e Thomas Gallagher. Era il 1984 quando Peggy scappò di casa con i figli Paul, Noel e Liam per fuggire dalle grinfie del marito ubriaco e violento. Noel dice che in un certo modo è stato quel gesto a fare di Noel ciò che è adesso.

"Trovai sollievo nella musica", spiega. Oggi c'è troppa tecnologia, troppo Twitter, quindi Noel dubita che i suoi figli possano trovare nella musica lo stesso significato. Sotto Margaret Thatcher, dice Noel, la gente era più ambiziosa.

"Oggi i ragazzini guardano Le prigioni più dure d’America e vogliono far parte di una gang. Non hanno immaginazione. Quando avevo 16 anni guardavo Il Padrino ma non pensavo mica: 'Bene, ora vado dal barbiere e gli chiedo il pizzo'. La mia generazione avrebbe pensato 'C’è una scuola di recitazione qui vicino? Chi ha composto la colonna sonora? Chi era Francis Ford Coppola?'. È la de-educazione della massa. Ad agosto ero in tour in Europa e la gente mi faceva domande sulle rivolte. In tutto il mondo, in Siria, in Egitto, c'era gente che faceva le rivolte per la libertà. E quei ragazzini a Londra facevano le rivolte per le tute da ginnastica. È imbarazzante".

"Siamo cresciuti sotto la Thatcher. C'era un'etica del lavoro: se eri disoccupato l'ossessione era trovare un lavoro. Ora questi ragazzi cresciuti sotto il Labour Party o quale che sia questa cosa della Coalizione fanno tipo: 'Scordatevelo, non mi interessa. Voglio andare in TV'. C'era una mentalità diversa allora".

L'uomo che un tempo stravedeva per Tony Blair (celebre la sua foto a Downing Street con il neo-eletto premier laburista) oggi dice che si stava meglio sotto Margaret Thatcher.

"Sotto la Thatcher, che ci governava con il pugno di ferro, fu fatta grande arte. Designer e musicisti. Nacque la acid house. Molto colorata e progressiva. Ora nessuno ha qualcosa da dire. Scrivere una canzone? No, grazie, lo dico su Twitter. È uno stato triste quando sono più le persone che ritwittano che quelle che comprano dischi".

Sono lontani i tempi in cui la band battle degli Oasis con i Blur occupava regolarmente i telegiornali delle 22.

"Avevo una tendenza a dire cose orribili sui Blur. Eravamo come due cani da combattimento per la stampa musicale. Ma è questo che ci siamo detti io e Damon quando ci siamo visti di recente: ci siamo trovati d'accordo che era una cosa dannatamente fantastica. E che non succede più. Eravamo due grandi band che avevano grandi ego. Io e lui, e Liam. Volevamo essere i migliori".
Appena adolescente, Noel Gallagher fu arrestato per reati minori, rubò anche un camioncino del latte. Lo attribuisce ad un odio verso l’autorità, una reazione al padre violento.
Uno dei rivoltosi arrestati è di Burnage, il quartiere di Manchester dove sono cresciuti i Gallagher. Ha rubato 175 sterline di vestiti da uno dei negozi di Liam, la Pretty Green. Ma Noel non ha affatto compassione per gli sciacalli.
"Sarebbe stato bellissimo se, dopo gli scandali per le spese dei deputati e i bonus dei banchieri, la gente fosse scesa in strada e avesse sfasciato alla grande la City di Londra", rivela Noel. "Invece tutto è cominciato perché hanno sparato ad uno spacciatore. Aveva una pistola, un poliziotto gli ha sparato, va tutto su Twitter e prima che tu te ne accorga è in corso una sommossa. Ci sono stati furti in massa e mi sono vergognato di essere mancuniano. Ho visto ragazzini in televisione che dicevano con la voce di Ali G: 'È una vendetta contro i poliziotti'. Ma che significa? 'Perché ti arrestano per delle stupidaggini'. Tipo cosa? Perché salti su una gamba sola? Perché fai la camminata stupida alla John Cleese? Vattene a casa, idiota".
Cresciuto, più saggio, s'è sbarazzato del fratello, sembra quasi che Noel Gallagher sia uno di noi.
"È un segno del tempo che passa il fatto che prima mi offrivano sesso e droga dopo i concerti e ora mi offrono lezioni di guida gratis", dice Gallagher, cui l'anno scorso un fan ha offerto delle lezioni di guida.
Politicamente Noel ha cambiato idea.
"Fino alle ultime elezioni ho sempre votato laburista. Ma ho perso fiducia in tutto il Labour Party. Dopo lo scandalo sulle spese dei politici e quello che è successo con le banche - e il biglietto con su scritto "Non ci sono più soldi" e tutto quello - li guardo e penso che il Labour Party si dovrebbe proprio vergognare per come ha deluso il paese. Ho votato per un pirata alle ultime elezioni". Noel si riferisce allo scandalo del 2010, quando l'allora primo segretario al Tesoro, Liam Byrne, lasciò in un cassetto della scrivania un biglietto al suo successore con su scritto semplicemente: "Ho paura di doverti dire che non sono rimasti più soldi".
Il suo primo disco solista è stato accolto molto bene da critica e pubblico, il secondo album, che vede la collaborazione del duo elettronico Amorphous Androgynus, sarà più psichedelico e forse allontanerà i fan musicalmente più conservatori.

"Non voglio essere 'interessante', non voglio il plauso della critica. Non voglio che le mie canzoni siano un commento sul sociale. Quello lo lascio ai Radiohead. Ecco perché non hanno mai fatto tre serate a Wembley. Io voglio i soldi. Voglio il jet, le vacanze e la prima classe".
Noel ammette che gli piacerebbe che i suoi figli fossero più grandi e potessero andare in tour con lui, facendo capire che tra qualche anno, quando i figli saranno cresciuti, lui si sarà già ritirato. Non potrebbe ritirarsi adesso e godersi i frutti del proprio lavoro?
"Paul McCartney fa ancora tour", ribatte. "Finché sai ancora scrivere canzoni dovresti farlo".
Un tour con gli Oasis dopo l'eventuale e tanto chiacchierata reunion sarebbe uno degli eventi che farebbero più soldi nella storia. Quanto altro aspetterà Noel?
"Non vorrei essere troppo diretto, ma quello che la gente vuole che io dica è: 'Sì, non vedo l'ora di fare la reunion'. Parlano del 2014, il ventennale di Definitely Maybe. Man mano che si avvicina, sì, la causa diverrà più popolare, i tamburi batteranno più forte, ma aspettiamo che arrivi, OK? Mancano anni".
Mancano due anni. Che facciamo? Forse conviene prenotare già i biglietti per Wembley.
tradotto da oasisnotizie - Daily Mail


sabato 11 febbraio 2012

Lunga intervista a Noel Gallagher: "Getto una luce su una parte di te che non conosci"

Incontriamo Noel Gallagher in una squallida stanza del retro del Palais Theatre di St Kilda, nei pressi di Melbourne, in Australia. Noel è venuto qui per un minitour e ha suonato anche al festival Big Day Out. Sediamo su un divano e parliamo di fama, Manchester City, della rotondità della testa di Karl Pilkington e del perché le canzoni di Noel sono meglio di quelle dei Muse. Avvertimento: vietato parlare di Liam Gallagher, come ci impone Noel.

Come sta andando il tour?

Fantasticamente.

E il pubblico del Big Day Out?

È stato fantastico, noiosamente fantastico, cazzo. È stato davvero bello ogni sera. Non so, è una cosa strana. I concerti mi passano in un minuto perché sono lì che li faccio. Non so, amico, mi sento bene, però.

Questa esperienza solista è più facile?

Me la sto gedendo più di quanto pensassi. Pensavo che mi avrebbe stressato, ma è stata molto, molto semplice. Non mi sono agitato per niente, a parte quando ho suonato nelle trasmissioni TV. Non mi piace farle. In realtà le odio fottutamente. A parte quello, sono rimasto stranamente calmo di fronte a tutto.

Ti intimoriva cominciare di nuovo da zero?

No, affatto, perché quando lo fai è una cosa che si costruisce piano piano a partire dal primo concerto. Da quando registri la prima canzone a quando fai il primo concerto è un passo graduale e aumenti di fiducia in te stesso con il disco che hai fatto e con la band che hai messo assieme. Quindi quando arriva il momento della prima serata è solo il passo successivo.

Non permetto a me stesso di pensare troppo alle cose. Di solito pensavo alla visione d'insieme negli Oasis, tipo a dove ci saremmo trovati di lì a cinque anni, a come sarebbe stata questa allo Stadio di Wembley. Per questa cosa non guardo troppo avanti, perché forse allora mi avrebbe intimorito. Dopo essere stato in quella band per 18 anni, pensare "cosa ci faccio qui?". Ma mi sono solo preso un po' di tempo libero e poi ho fatto un disco e basta. Faccio un passo alla volta.

Supponendo che gli Oasis fossero un veicolo per te come cantautore, diresti che queste canzoni degli High Flying Birds comunque sarebbero venute fuori, sia attraverso gli Oasis che come solista?

Be', penso che delle canzoni che ho scritto per questo album siano poche quelle che ho scritto quando ero un artista solista. Scrivo sempre canzoni. Ne sto scrivendo in questo momento - be', non in questo cazzo di secondo, ma scrivo on the road. Le canzoni che sto scrivendo ora potrebbero fare parte del mio prossimo disco o di un album che sarà pubblicato tra tre anni. Dipende solo da come mi sento quando vado in studio. What a Life e Broken Arrow le ho scritte quando ero un artista solista … Non scrivo da quella prospettiva, sai? Scrivo canzoni in ogni momento. Le canzoni che sto scrivendo ora potrebbero non essere per la roba solista. Potrei formare una band prossimamente, chi cazzo lo sa?

Ho notato che negli anni i tuoi testi sono diventati sempre più emozionali più che occasionali.

Sì, anche se so ancora scrivere una salutare dose di nonsense quando voglio. I testi migliori sono quelli che "senti". Alcune tra le mie parole migliori penso siano in pezzi più oscuri come le b-side. Invece di provare a scrivere grandi inni rock da stadio provo a scrivere cose di cui sono esperto. E quello di cui sono esperto è la vita nella grande città. Vivo nel centro di Londra e so com'è. Provo a lasciare che le mie parole parlino all'ascoltatore, più che parlare di me. Non voglio proprio che la gente ascolti testi che parlano di me. Preferirei aprire una finestra e far brillare una luce su una parte di te che non hai visto.

È facile identificare un elemento di tristezza in alcune canzoni degli Oasis che in generale sono piuttosto ottimiste: Hello ne è un esempio perfetto.

Secondo me una delle migliori canzoni degli Oasis è una delle canzoni più tristi e più risollevanti, cioè Some Might Say. È un grande inno batticuore e da colpi in aria, ma se leggi le parole è come se stessi provando a redimerti da qualcosa.

"The sink is full of fishes"?

Sì. Anche se questo non significa molto [ride]. C'è tristezza. Forse è l'irlandese che c'è in me, non lo so. Che posso dire? La gente percepisce le parole in modo diverso e l'ascoltatore è il re. Non sta a me definire cosa dicono le mie parole, perché te la rovinerei. Devi capirlo da te cosa significa la canzone per te, non provare a capire cosa significa veramente, perché quello la rovina. Chi è che davvero vuole sapere cosa passasse per la fottuta testa di Leonardo? È quella la bellezza della Monna Lisa. Voglio dire: chi è?

Quindi è il potere dell'ambiguità?

Certamente.

Prima hai citato What A Life. È un brano interessante. È questo il ragazzo discotecaro mancuniano degli anni '80 che c'è in te?

Be', quella canzone è iniziata in un modo ed è finita nell'altro. Stavo solo cazzeggiando e sperimentando in studio in realtà. Non provavo assolutamente a fare una grande affermazione con questo pezzo. Il modo in cui la faccio acustica quando faccio i concerti acustici è fantastico, ma enormemente diverso. La canzone funziona in ambo i modi, ma non l'ho mai scritta come una canzone su cui la gente possa ballare. Se sulla lunga distanza la canzone non mi fosse piaciuta l'avrei semplicemente tagliata, ma penso sia fottutamente fantastica. È la mia maggiore hit da circa 6 o 7 anni a questa parte. Forse da The Importance of Being Idle.

OK, voglio discutere brevemente due argomenti molto importanti: il Manchester City e Karl Pilkington.

[Ride] OK.

Ho vissuto a Manchester per alcuni mesi nel 2006. Lavoravo come cameriere presso un cricket club. Il primo giorno il capo mi ha detto: "Ho solo una regola: se lavori al mio pub sei tifoso del Man City, se no puoi andartene a fare in culo". Non avevo abbastanza soldi per andarmene a fanculo, così ho scelto la prima opzione.

E guarda dove siamo ora, ragazzo.

Resisteranno?

Credo che siamo la migliore squadra in Inghilterra. E la migliore squadra vince sempre il campionato.

Balotelli?

Fottutamente fantastico. Lo amo, è il mio ... lo amo. Lo bacerò sulla bocca quando lo vedo. Anche se non vuole che io lo faccia, si prenderà un fottuto bacio.

Il proprietario di questo bar era anche fan degli Oasis. L'onestà della tua musica sembra sembra contagiare i tuoi fan.

Oh, sì. Be', non è l'accademia di belle arti. Viene dall'anima. Non proverò assolutamente a convincerti che sia un chitarrista eccezionale. Non sono eccezionale in niente, sono solo bravo ad essere me stesso. Non penso a me stesso come uno dotato di un dono, anche se ho un dono. È solo quello che faccio. Non credo alle stronzate. Live Forever non è migliore quando viene suonata in uno stadio da una rock band rispetto a quando sei seduto a suonarla sul divano di casa. Ed è quella la bellezza delle grandi canzoni. Non sono molte le band che poossono tirare fuori gli strumenti e suonare. I Muse per esempio ...

È difficile suonare canzoni dei Muse in un fuoco da accampamento.

Suonami Knights of Cydonia con un fottuto liuto. Sai cosa intendo?

Sì, so. OK, ora parliamo di Karl. Credo che il tuo modo di suonare la chitarra in Freelove Freeway con il grande David Brent sia la cosa più toccante tra quelle che hai fatto sinora. Che possibilità ci sono di un tuo duetto con Karl Pilkington?

[Ride] Zero. Conosco Karl. È un tipo fottutamente eccezionale.

Ha la testa che somiglia ad una cazzo di arancia??

[Ride] È piuttosto rotonda, sul serio. Non voglio dire che è come un'arancia, ma è piuttosto rotonda.

Voglio parlare di fama vs successo.

OK.

Ti preoccupi se è la tua fama che sta attirando attenzione piuttosto che le tue opere?

Dipende da come lo percepisci. Non puoi avere successo senza fama. Non mi secca la fama ed essere famoso. Non lo inseguo però. Non vado alle anteprime dei film e tutte quelle cose. Rifiuto molti lavori in TV e tutte quelle cose. Non me ne potrebbe fregare di meno se non fossi famoso. Il denaro cambia tutto e se potessi scegliere una delle due cose sceglierei il successo. Ma con la fama non ho problemi. Mi ha fatto stare in molti ristoranti di fottuta prima classe, mi ha dato droghe gratis, voli gratis, merdate gratis in tutto il mondo.

Non mi illudo assolutamente che la mia bellissima moglie mi avrebbe considerato anche solo di striscio se non fosse stata intrigata da quello che sono. Ovviamente dopo io l'ho corteggiata e ci siamo innamorati, ma se fossi stato solo uno spalamerda che camminava per strada ... l'hai vista mia moglie?

Sì, l'ho vista.

Sai cosa intendo allora? [Ride].

So cosa intendi.

La fama è bella. Ma è come la precepisci tu. Non la percepisco per niente come un male necessario. È una risata fottutamente buona, amico. Non ho nulla da nascondere. Non me ne fotte un cazzo di cosa la gente dice di me o di cosa scrive su di me. So chi sono io. Fine.

Per finire, oggi non mi è stato concesso di parlare con te di tuo fratello Liam, ma posso parlare di Liam Neeson. E ho un paio di domande su di lui.

Sì.

Diresti che il nuovo film di Liam Neeson è bello quanto il precedente film che lo vede come protagonista?

[Non capisce la domanda] Non ho visto The Grey, ma ho sentito che negli States sta incassando molti soldi. L'ultimo che ho visto con lui è quello in cui perde la sua fottuta memoria.

OK. Pensi che "Liam Neeson" e suo fratello, "Neil", ormai un estraneo per lui, torneranno mai insieme e cominceranno un "film" finale?

[Interviene il pubblicista e fa capire a Noel che il nostro intervistatore è leggermente in malafede].

Stai facendo lo psichedelico, no?

Un po'.

Be', devi fare a Liam questa domanda. O, meglio, chiederlo a Neil se lo incontri. Deve essere un tizio simpatico.

traduzione di oasisnotizie - intervista di Nick Holt per thevine.com.au

Video: Noel spiega il posticipo del suo secondo disco

Noel Gallagher al Big Day Out parla delle differenze tra Oasis e High Flying Birds e spiega il posticipo dell'uscita del secondo album solista al 2013. C'è spazio anche per un divertente aneddoto su una partecipazione degli Oasis a Glastonbury.

Sottotitoli by frjdoasis.



venerdì 10 febbraio 2012

Nuova data in Francia per i Noel Gallagher's High Flying Birds

I Noel Gallagher's High Flying Birds comunicano che si esibiranno al festival Les Déferlantes, che avrà luogo dal 7 al 10 luglio presso il Parc de Valmy di Argeles sur Mer.

Al festival prenderanno parte anche Sting, Franz Ferdinand, Skip the Use, Stuck in the Sound, Metronomy e altri artisti.

Biglietti in vendita da venerdì 17 febbraio alle ore 10.

Secondo voci sarebbe imminente l'annuncio di una nuova data italiana, pare all'Heineken Jammin' Festival, che si terrà a Rho (Milano) dal 5 al 7 luglio 2012.

giovedì 9 febbraio 2012

Noel Gallagher attacca l'allenatore del Chelsea: "È insulso e a fine stagione tornerà in Portogallo"

In questa intervista per Talksport del 1° febbraio scorso (AUDIO ALLA FINE DEL POST) Noel dice ancora una volta la sua sul Manchester City e sulla Premier League.

Noel non ha risparmiato frecciate ad André Villas-Boas, giovane tecnico del Chelsea, arrivato quest'estate dal Porto e sinora deludente. Il musicista ha escluso anche che il Chelsea possa ambire a posizioni di vertice: "Il Chelsea è finito, dimenticatevelo. Quel ragazzo tornerà in Portogallo alla fine della stagione. È il David Brent della Premier League. Parla sempre di tatticismi, filosofia. È insulso, è un personaggio insulso quell'allenatore".

Poi Noel è tornato sulla vicenda Carlos Tévez con queste parole: "Ve l'ho detto sei mesi fa che Tévez non is sarebbe mosso dal City. E non se ne andràà finché qualcuno non sborserà 35 milioni di euro". Sulla rottura con Mancini: "Sia Mancini che Tévez sono due teste calde. Non c'è assolutamente possibilità che Tévez rigiochi con il City. Non ce lo rivedo proprio. E il suo agente, come ho detto, è un brutto cliente: lo vuole portare dove ci sono i soldi".

Perplessità sul mercato del Manchester City, in particolare sull'acquisto di Pizarro dalla Roma: "Ho dubbi su di lui. Abbiamo già tanti centrocampisti e non è un centrocampista da 20 gol a stagione. A meno che non giochi per far riposare Silva, non vedo a cosa serva".

Infine Noel ha confermato quanto scritto sul suo diario del tour a proposito della sua permanenza in Australia citando i telegiornali "pazzi" e altre "bizarrie" dell'emisfero sud. Il conduttore gli ha chiesto dei ragni enormi che si trovano in quel paese e Noel ha raccontato un aneddoto, poi ha riso dicendo: "Sì, sono grandi, ma non devi mica mangiarli".

oasisnotizie



Intervista a Noel Gallagher: "Il prossimo sarà un disco vaudeville, ma i mix non mi lasciano ancora contento"

Traduzione dell'intervista rilasciata da Noel Gallagher qualche giorno addietro a FasterLouder durante il suo tour in Australia.

Com'è andato sinora il tour?

Fantasticamente. Bene come speravo. Mi piace l'Australia. Sapevo che sarebbe stato bello.

È forse il tour più lungo che tu abbia mai fatto qui in termini di permanenza?

Non lo so. Abbiamo fatto il Livid festival qualche anno fa ed è stato abbastanza lungo. È fantastico e i concerti sono stati accolti molto bene. Sono stati i miei primi festival di sempre come artista solista e me li sono goduti molto.

Sono stato al tuo concerto di Sydney e la cosa che mi ha colpito è stata la reazione della folla. La gente era in visibilio, accompagnava cantando non solo le canzoni degli Oasis, ma anche le nuove. Quel tipo di reazione ti ha sorpreso?

Una parte di me pensa : "Be', non è una sorpresa, perché le mie nuove canzoni sono fottutamente eccezionali", ma un'altra parte di me, in egual misura, è sorpresa perché quelle nuove canzoni sono messe a confronto con canzoni che sono molto, molto, molto famose e sono molto importanti per la gente. Lo capisco.

Se sono rimasto sorpreso? Sì e no. È fantastico. Sapevo che Everybody’s On The Run e If I Had A Gun e What A Life e The Death Of You And Me sono belle canzoni che ho scritto. Lo sapevo quando le facevo sentire qui, ma non puoi prevedere cosa proverà la gente. Avrebbero potuto fare orecchie da mercante. Per molte canzoni che ho scritto, le ho suonate e ho pensato: "Questa è la migliore che abbia scritto" e la gente se n'è andata tutta al bar, cazzo. Quindi, sai, sono un po' sorpreso.

Nel diario del tour hai parlato del reggiseno che ti hanno lanciato sul palco all'Enmore Theatre.

È una cosa meravigliosa.

Poi al Big Day Out c'erano un reggiseno e delle mutandine.

E un cappello a cilindro! [Ride]

Credi di aver iniziato qualcosa?

Spero. Li tengo tutti come trofei come un piccolo serial killer. Sai, l'intimo delle signore è sempre il benvenuto sul palco quale che sia la capienza. del posto.

Da dove ero io le mutandine sono venute da dietro e tu le hai viste e hai fatto una faccia leggermente perplessa.

Be', pensavo: "Il cappello a cilindro e le mutandine appartengono alla stessa persona? Perché voglio incontrare la ragazza e farmi dare un monocolo".

Ti stai divertendo a fare questo tour insieme ai Kasabian?

Sì, sono uscito con loro ieri sera. Bravi ragazzi. Non siamo solo amici dello showbiz, socializziamo fuori dallo showbiz, tesoro.

Mi sorprende che non abbia suonato una o due canzoni con loro prima o poi.

Non mi è stato chiesto. Bisogna che te lo chiedano. Non puoi dire: "Bene, suono Club Foot". Sono disponibile se me lo chiedono.

Hai appena annunciato un nuovo singlo, Dream On.

Questo album sta diventando Thriller.

Poco fa hai parlato nel tuo diario di un video già girato per il singolo. È il prosieguo degli ultimi tre video o è qualcosa di diverso?

No, no, è diverso ora, ci siamo fermati con quella cosa. La continueremo, ma penso che fosse ora di fare qualcosa di diverso. Le altre tre canzoni sono leggermente psichedeliche e intendo leggermente. Questa è una canzone pop diretta. Ma è stato il video musicale più divertente che abbia mai fatto, devo dire. Sono stato fottutamente ed assolutamente eccezionale.

Puoi darci un'idea di cosa parla? La tua parte è più corposa?

[Ride] Non ti riferire a cosa faccio come attore. Tutto ciò che faccio è esserci. In questo ci sono di più. È una canzone che coinvolge un uomo e una donna ma io non sono né l'uomo né la donna.

Un osservatore esterno?

Se vuoi. È bello. Mi piace. È stato fottutamente fantastico farlo, devo dire. Uno spasso.

È stato anche annunciato che la b-side è uno dei pezzi degli Amorphous Androgynous. È quella che viene messa durante i concerti?

Prima che saliamo sul palco, sì.

È una delle canzoni dell'album High Flying Birds quella che ci sarà su questo prossimo disco?

Tristemente quell'album è stato messo in secondo piano, perché questo album ha avuto così tanto successo che la pubblicazione del secondo continua ad essere rimandata. Ma sì, è uno dei tre singoli che ci sono lì. Non sono remix, sono stati completamente ri-registrati.

Nello stesso modo in cui hanno fatto la versione di Falling Down?

Quella di What A Life è un po' come Falling Down. Quella di If I Had A Gun, che si chiama Shoot A Hole Into The Sun, in realtà se io non cantassi "Shoot a hole into the sun", se togliessi la parte vocale, non sapresti che è la stessa canzone. È stata compoletamente rilavorata. The Death Of You And Me suona come qualcosa dell'epoca di Jack lo Squartatore, è molto vaudeville.

Non posso dire molto a proposito di quel disco perché ancora deve essere mixato e i mix che ho fatto o che sono stati fatti non mi hanno lasciato molto contento e sono totalmente preso con il mixaggio. Ma quella è stata finita.

Come dicevi questo album è stato tipo messo in barile e nel prossimo tour nel Regno Unito avrai fiati e archi che si aggiungeranno alla band. Cerchi un accrescimento musicale?

Sul palco ho anche un coro di 50 elementi per tutti i concerti. Provo sempre a non fare molte di quelle cose perché sento che è un peccato che la gente nel resto del mondo quando lo vede su YouTube pensi: "Oh, porca troia!". Ma è troppo costoso portare 75 persone in giro per il mondo. Quindi purtroppo sono il tipo di cose che puoi fare solo vicino a casa.

Non sono uno che è fatto per la baldoria e lo strombazzamento pubblicitario e penso che nelle arene la gente ora venga un po' di più ad aspettarsi qualcosa. Così ho deciso di riempire il palco con persone e invece di osservare schermi osservare persone. Cosa c'è di più interessante che osservare persone? Niente. Forse gli animali. Ma finché gli animali non sapranno cantare questo non succederà.

Quanto alle tracce che sono su questo primo album, si tratta di canzoni frutto del tuo lavoro arretrato?

No, cazzo, no. Ho un lavoro arretrato di canzoni che ti fotterebbero la testa. Posso andare in studio ogni giorno - e sono stato in grado di farlo per gli scorsi 15 anni - e fare due album. Ogni giorno. Ma non mi siedo a scrivere in fretta quando devo scrivere un album. Scrivo tutte le volte per divertirmi. Stamattina scrivevo. Mi sono seduto in una stanza - ed era da un po' che non ero così eccitato per qualcosa che scrivevo - e oggi sono nate tre canzoni dal nulla. Come ho detto prima, potrebbero essere per il prossimo disco, dipende da come vanno a finire, dipende da come mi sento in quel giorno. Potrei cominciarle in studio e interromperle perché non penso siano buone.

Trovi che la morte del singolo su CD significhi che non ci si impegni necessariamente a comprare alcune canzoni come invece avveniva prima?

Be', faccio ancora b-side. Ci sono ancora b-side di quel tipo, ci sono ancora. Ill singolo su CD è diventato meno importante, ma devi sempre avere una b-side. Non smettero mai di farlo a meno che qualcuno non mi dica che il mercato dei singoli è morto e ti costa cinquemila sterline pubblicare un singlo. Lo faccio ancora perché qualcuno deve pur farlo, cazzo. Non puoi lasciare che muoia e basta, sai cosa intendo? È bello averlo. Quando fai uscire un singolo, se compro singoli, cosa che - cazzo - non faccio, ci dovrebbee essere un'altra canzone sull'altro lato che sia bella come quella sul primo. Sono tipo le regole.

Molti degli strumenti che ci sono su questo disco li hai registrati tu. Eri tentato dall'idea di fare il McCartney o il Prince e fare tutto?

Be', so suonare la batteria ma solo ad un livello tale da finire un demo. Non sono bravissimo. La cosa in cui sono bravo è suonare la chitarra ritmica. È lì che sono eccezionale. È il mio fottuto gioco la chitarra ritmica. So suonare qualsiasi altra cosa al livello di "So trasmettere l'idea". A dire il vero ho suonato la batteria per un disco che sarà pubblicato in Inghilterra [i Tailgunner, per chi fosse interessato, ndr].

La batteria non l'hai suonata anche per Better Man?

Sì, ho suonato la batteria per Better Man, ma, come ho detto, assumo professinisti per fare tutta quella merda e siccome non so suonare la batteria dal vivo, che senso ha? Il batterista è quel tizio che ha suonato per il disco. È un grande batterista.

Suoni per il nuovo album di Paul Weller. Sei solo sulla traccia uno?

Be', ho suonato per sei tracce. Non so quante di queste sei collaborazioni saranno confermate con la pubblicazione. Weller lo fa in grande misura. Ti mette sotto su fottuta mezza dozzina di canzoni e poi le tue parti potrebbe usarle o non potrebbe usarle.

Hai scritto qualche canzone con lui stavolta [La coppia ha scritto Echoes Round The Sun, tratta dall'album Weller’s_22 Dreams, ndr]?

No, non c'è scrittura di canzoni. C'è solo chitarra, un po' di basso e penso [ride] anche un po' di batteria.

Ho visto un'intervista con John Lennon quando i Beatles si erano divisi. Parla di come la fine della band sia un'opportunità per loro quattro di lavorare con altri musicisti, in contrapposizione alla visione che di loro aveva il pubblico, che li vedeva come"i Beatles". Provi la stessa sensazione?

Be', io non formavo una partnership di musicisti come quella che formava lui, sai cosa intendo? Mi sono sempre scritto le canzoni da me. Ho provato a collaborare con altre persone in passato, ma per me non funziona. Ho scritto canzoni con Paul Weller e i Chemical Brothers e altra roba, ma erano avvenimenti unici. Penso di aver lavorato con gli Amorphous Androgynous e quel tipo di cosa. Non è il mio istinto naturale. Il mio istinto naturale è prendere una chitarra acustica e concludere la cosa lì. Ma, detto questo, se qualcuno domani mi telefonasse e mi dicesse: "Vieni in studio e aiutaci a scrivere", ci andrei al volo, ma non è qualcosa che inseguo. Non telefonerei a nessuno.

Quando sei stato intervistato da Mojo hai detto che hai 115 canzoni dei Beatles sul tuo iPod. Mi chiedevo quali sono alcune di quelle che non hai.

Piggies, She’s So Heavy, Honey Pie, Mr Moonlight, Here There and Everywhere, tutte quelle merdose. Within You, Without You…

Questo non è sorprendente? Gli Oasis hanno fatto una cover di Within You, Without You.

Be' si, ero in una band e il resto della band voleva farlo quindi ho dovuto farlo. Non è il nostro momento più bello, bisogna dirlo. Io non mi ci sarei avvicinato, onestamente.

Ti secca che gli Inspiral Carpets abbiano deciso di rimettersi insieme al loro cantante originario e ti abbiano nuovamente ignorato?

[Ride] Sì, mi amareggia. Amareggia. Stanno supportando gli Happy Mondays nel loro reunion tour, quindi forse mi riprenderanno come roadie, eh?

C'è una possibilità di vederti sul palco con gli Stone Roses per una canzone, come ha fatto John Squire con voi a Knebworth?

Sarò in America quando ci saranno loro, quindi sarò indaffarato, ma sì, buona fortuna a loro.

Hai avuto una nomination per i Brit Awards. Suonerai lì?

Non mi è consentito dirlo.

La sera che i Blur riceveranno il premio Outstanding Contribution to Music c'è qualche possibilità di vedert sul palco con loro per una canzone?

Con i Blur? Non ci avrei pensato.

Sarebbe monumentale anche solo per il ritornello di Parklife.

No, no, no. È la loro serata, non c'è nessuna possibilità che succeda. Me li godo i Brits. Mi farò una bella serata fuori. Anche mia moglie se la spasserà. Faremo fottuta bisboccia.

Congratulazioni per il premio NME Godlike Genius. Pensi che ci abbia impiegato tanto ad arrivare?

No, non penso proprio a cose simili. È bello. A casa, in Inghilterra, mi hanno dedicato un intero numero della rivista, che non ho ancora visto. Ma non mi fa sentire più divino o geniale di quanto mi sentissi il giorno prima che succedesse, ma è bello. È bello ricevere un riconoscimento. È bello ricevere standing ovation e che certa gente ti dica quanto sei fottutamente fantastico. È tutto bello. Sai cosa c'è con tutte queste arene andate sold out, i Brit e NME Awards? Che tutto è successo con il mio primo album. Speravo di riceverne un po'. Non so che seguito avrà questo anno. Sarà molto, molto difficile.

Possiamo attenderci una pubblicazione di materiale d'archivio degli Oasis, sessioni alla BBC, etc.?

Oh sì, l'altro giorno ho fatto un incontro per questa cosa. Qualche merdata vogliono pubblicarla. Non ti so dire di più a riguardo, però. Negli archivi non c'è nulla di cui tu non abbia già sentito parlare. Non c'è materiale inedito. O ci potrebbe essere una canzone, in realtà so che c'è una canzone, ma non la canta Liam, quindi non conta tanto.

oasisnotizie
Foto tratte dal concerto del 23 gennaio all'Enmore Theatre di Sydney


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails