giovedì 13 ottobre 2011

Noel Gallagher: "Reunion degli Oasis? Ci siamo appena divisi. Dateci 10 anni"

Noel Gallagher ha registrato martedì un'intervista e un set acustico per BBC Radio 2, mandata in onda ieri. Due le canzoni presentate: la nuova If I Had a Gun e Half the World Away. Ecco la traduzione della chiacchierata con Simon Mayo a Drivetime.

ASCOLTA L'INTERVISTA SOTTO QUESTO POST

La vita di 44enne ha intaccato la passione di Noel per la chitarra? "Se mi sveglio con la voglia di suonare la chitarra? Sì, ho sempre una chitarra a casa e mi piacerebbe suonarla di più, ma ho tre bimbi e un gatto a casa, mi demoliscono lentamente la casa. Per fortuna il mio figlio maggiore ha sviluppato un'abilità: quale che sia il punto della casa in cui io sto suonando, anche se è un guardaroba, lui in cinque minuti mi trova. Apre la porta del guardaroba e senza dirmi niente mette la mano sulle corde. Tutto lì".

Sulle canzoni del disco di prossima uscita: "Le due vecchie canzoni hanno 10 anni, le nuove hanno dai 18 agli 8 mesi. Stop the Clocks la scrissi in Thailandia nel 2001 e la registrammo un paio di volte. È una delle migliori canzoni che abbia mai scritto. Se non l'avessi pubblicata adesso non sarebbe uscita. Su Internet ce n'erano varie versioni da anni. L'ho azzeccata. Sono felice che sia uscita dalla mia penna". Poi Noel ha risposto ad una domanda riferendosi a Liam senza menzionarlo. "Se non l'avevamo mixata? Era pronta per i quattro quinti. Quattro di noi avevano fatto la loro parte, uno no. Mi chiedi se il quinto non ha risposto alla mia richiesta? Ecco perché non siamo più insieme". Noel aveva già dichiarato che la canzone non fu pubblicata su Dig Out Your Soul perché Liam non ne registrò la parte vocale.

Noel ha confermato che lavorare da solo in studio è stato più semplice e preferibile "agli innumerevoli band meetings" con queste parole: "Fare un disco con cinque tizi è come provare in cinque a fare un quadro con un solo pennello. Come puoi ben immaginare, è molto più soddisfacente poter pitturare il tuo quadro da te. In una band devi accettare il compromesso, che non otterrai tutto ciò che vuoi, devi far sentire tutti in grado di contribuire in qualche modo. A me piace suonare tutti gli strumenti, so suonare tutto".

Noel ha ripercorso la storia degli Oasis parlando del cambiamento nella divisione dei ruoli tra i componenti. "Quando mi implorarono di unirmi alla band nel 1991 nessuno scriveva le canzoni e io avevo appena iniziato come cantautore, per cu iscrivevo motle canzoni. Nel 1998 o 1999 Liam scrisse la sua prima canzone e tutti fecero altrettanto. Sapevo da sempre che sarebbe successo. Anche se fino a quel punto avevo scritto io tutte le canzoni, non avrei potuto sedermi in un angolo e fare: 'No, le canzoni le scrivo tutte io'. Non sarebbe stato giusto, perchè era una tanto una vettura mia quanto una vettura di Liam e di Gem e di Andy. Il patto era che io avrei scritto metà del disco e l'altra metà l'avrebbero scritta loro tre, ma io scrivevo comunque abbastanza materiale per riempire altri album e che non è stato mai usato. Tutto qui. Farò uscire due album. Avevo 38 canzoni, ne ho registrate 32. Non volevo fare un doppio album, non credo avrebbe funzionato. Ho registrato anche nel luogo in cui registra Paul Weller".

Noel dice che registrare un disco solista è stato bello, ma alla fine ha "odiato" farlo: "L'ultimissimo giorno registravamo una b-side, eravamo seduti lì e il mio ingegnere del suono mi ha detto: 'Ci serve un riff per questa parte'. E io: 'Ah, ok'. L'ho suonato e lui mi ha fermato a metà e mi ha detto: 'Ti sei reso conto che questo è Supersonic, no?' ... e io: 'Ho esaurito le idee'. Così ho fatto solo un assolo di tamburello".

Su come scrive le canzoni Noel ha detto: "Quando scrivo una canzone non penso mai che potrebbe essere un bel riempitivo. Penso sempre in termini di canzone da top ten. Anche se oggi le chart sono folli. Che significa che un pezzo esce in radio ma non è ancora uscito? La gente ce l'ha, lo può scaricare, ma in realtà non ce l'ha. No lo capisco: dov'è?".

Sui nuovi media: "Oltre che per l'intrattenimento, a cosa servono pc e iPad? A niente. Mio fratello maggiore è venuto da me a Natale e mi ha chiesto come mai non avessi un computer. Gli ho detto che avevo un iPad. Quando sono andato al negozio ho detto al tizio che stava lì: 'Non so nulla di nessuno di questi ma sento che dovrei avere un computer'. Lui mi ha detto: 'Seguimi'. Mi ha fatto sedere lì e mi ha parlato di tutte quelle scemenze. Gli ho detto che volevo comprarlo per non imbarazzarmi. Tornato in ufficio, ho messo giù questo computer e ho detto: 'Come me lo porto in giro per il mondo? Già raramente attacco la spina ...' Mi secca, ricevo 150 email al giorno. Non serve a niente. Una email contiene informazioni che un tizio potrebbe dirmi per telefono. Trenta secondi ed è fatta. Per mandare un'email mi ci vogliono quaranta minuti!".

Noel ha poi confermato che in tour suonerà dalle 6 alle 8 canzoni degli Oasis. "Dipende da come va la serata", ha precisato.

Domanda su una possibile reunion degli Oasis: "Credo che né io né i Beady Eye pensiamo ad una reunion. E ne parliamo la settimana prima che esca il mio album? Ci siamo appena divisi. Dateci dieci anni".

Noel manderà una cartolina di auguri natalizi a Liam? "Io non sono il tipo di persona che lo fa, non lo sopporto il Natale. Lo detesto. Liam sì, ama quei cappelli e tutta quella roba lì. Io li detesto".

by oasisnotizie








Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails