martedì 3 aprile 2012

Noel Gallagher: "I Beady Eye? La più grande rock'n'roll band. Liam? Mi mandava tutto a puttane"

Il 1° marzo Noel Gallagher ha visitato il centro di allenamento del Manchester City, dove ha finalmente incontrato il suo idolo Mario Balotelli e lo ha perfino intervistato per Football Focus, trasmissione della BBC. L'ex Oasis, però, non vede per sé un futuro come intervistatore.

"Non credo che inizierò la carriera di intervistatore", esordisce. "Preferisco molto di più rispondere alle domande. Fare domande non è il mio forte. Il mio forte è dare risposte stupide", spiega.

Lo abbiamo intervistato mentre si trovava ad Amburgo per il suo tour con gli High Flying Birds, che giovedì 29 marzo ha fatto tappa anche qui a Columbus, all'LC Pavilion. Le risposte che ha dato in mezz'ora sono zeppe di "fucking" e di "D’you know what I mean?". Abbiamo parlato di tutto: Liam, Beady Eye, sport americani, politica, la vita nella sua casa e il suo ruolo di padre di tre figli.

Credo che tu stia per venire a suonare qui a Columbus, Ohio.

Ne sei entusiasta? La gente di Columbus è entusiasta?

Lo sono. Non ricordo l'ultima volta che gli Oasis suonarono qui, quindi non sono sicuro del fatto che siate venuti qui. (Nota: Ho poi saputo che gli Oasis suonarono al Palace Theatre il 24 aprile 2000. Come nerd della scuola superiore, me lo sarei dovuto ricordare. La scaletta fu divertente).

Sarà la prima volta, quindi, che avrete un Gallagher nella vostra città.

A meno che non ti ricordi una volta di cui io non mi ricordo. Non mi suona nessuna campana, devo dire. Intendo: so di esserci stato. Non ricordo alcuno scandalo. Ci furono scandali? No?

No, non ne ricordo alcuno. Per cosa è famosa Columbus?

Per il college football.

Oh, allora assolutamente no.

Ma tu sei più preso dal football britannico, il calcio. Ho appena letto che hai intervistato Mario Balotelli.

Sì! Grande cosa. Grande news.

Com'è stato per te?

Leggermente imbarazzante. Sì, sai. Proveniamo da due parti diverse del mondo. Ma è stato bello, però! Mi piace. Lo amo, cazzo. Cosa sto dicendo, "mi piace"? Lo amo. Sì. Non credo che inizierò la carriera di intervistatore a breve.

Quand'è stata la prima volta che hai intervistato qualcuno?

Sì, nessuno. Preferisco molto di più rispondere alle domande.

Hai trovato difficile formulare delle domande per lui?

Oh, no! Avevo le domande tutte scritte. (ride) È solo, sai, fare domande non è il mio forte. Il mio forte è dare risposte stupide. Mi sono goduto l'esperienza ed è stato fantastico incontrarlo. Sì, è stato un bel divertimento. Un bello spasso.

Sei stato un fan sfegatato del City per tutta la tua vita, giusto?

Oh sì. 40 anni.

Credo che alla fine tutto stia pagando.

Sì, alla fine. (ride) No, ora con il City va tutto bene. Stiamo facendo bene. Siamo in lizza per il titolo.

Credo che una cosa che tu e Balotelli avete in comuneno le folli storie che i tabloid scrivono sul vostro conto. Di recente ho letto che se Obama non verrà rieletto, tu correrai per la presidenza.

(ride) Non dirmi, cazzo, che questo l'hanno scritto in America.

È così.

Ah! Gesù Cristo! Be', sarebbe uno dei fallimenti più grandi nell'intera storia della politica se Obama non riuscisse a battere quei due fottuti giullari che ho visto in televisione.

Quindi sei piuttosto attento a cosa succede qui?

Be', voglio dire, guardo il telegiornale. La politica americana è una grande notizia. E vorrei vedere che non lo fosse, quando scelgono il presidente americano è come se stessero scegliendo il presidente del mondo. Quando sarà vorrei immaginarmi questi due tizi. Sarà tra Mitt Romney e Newt Gingrich?

C'è anche Rick Santorum.

Sì, Rick Santorum sembra, non lo so, un personaggio dei Simpson. E gli altri due somigliano semplicemente alle due più inaffidabili teste di cazzo su cui i tuoi occhi si siano mai posati.

Questo forse è esatto.

(ride) Cos'è l'Ohio? Sto offendendo qualcuno nel dire questo? Siete repubblicani o democratici?

L'Ohio? Siamo lo stato dove tutti vogliono vincere perché non si sa mai come va a finire.

OK, quindi l'Ohio è uno dei campi di battaglia. Buon per voi, gente! Questo mostra un po' di anima.

Mostra un po' di anima?

Sì. be', sì! Voglio dire: sono stato in America quando c'erano le elezioni. Ero in California. Può darsi che non ci fossero per un cazzo le elezioni, perché non si riusciva a dire. Perché tutti avevano deciso che eraquella la cosa che avrebbero votato e fine della storia. Non c'erano manifesti da nessuna parte. Non c'era atmosfera. E poi, ovviamente, andavi negli stati "campo di battaglia" ed era lì che succedevano le cose vere. Buon per voi.

Sì, be', in verità non mancano mai spot pubblicitari o manifesti qui.

Mi piacciono quegli spot. Mi piace stare in America quando sono in corso avvenimenti politici, perché è fottutamente folle.

E le cose che la gente dice nei dibattiti e negli spot. Voglio dire, tu parli del dare risposte stupide ...

Una cosa che fa emergere è anche che alla fine della fiera i politici sono delle bugiarde teste di cazzo e faranno qualunque cosa pur di prendere un voto. Qualunque cosa pur di prendere un cazzo di voto! E noi come gente comune siamo scioccati quando scopriamo che il potere li corrompe. E fai ... aspetta un attimo, pensavamo che loro fossero entrati in politica per il nostro beneficio? E vogliono fare del fottuto bene a noi? È folle, giusto? C'è solo un candidato.

OK, parliamo della tua musica. Ovviamente hai dato la tua voce ad alcune canzoni degli Oasis, ma questa nuova band, i Noel Gallagher's High Flying Birds, ti mette lì come frontman tutte le volte. È stato più difficile fare da voce principale ogni sera?

Be', sì. Ho dovuto fottutamente controllare i party e il fumo e le bevute. Questo è in realtà il più grosso sacrificio che abbia fatto. Ne è valsa la pena perché non penso di aver mai fatto un cattivo concerto, sai cosa intendo? Quando ero negli Oasis vivevo il sogno, sai cosa intendo? Ero tipo io e il mio vecchio chitarrista, Gem, eravamo come Keithn e Ronnie, sai cosa intendo? Ce la spassavamo fottutamente. Ci siamo fatti le bevute in giro per l'America. E ora non posso farlo più perché il bere conduce al fumare, il che conduce, sai, alle infezioni e a tutta quella merda. Quindi ho dovuto ridurre la mia dose di sigarette e alcol. In realtà l'alcol praticamente non esiste ora.

Wow! Questo influenza il modo in cui ti senti sul palco?

No, la sensazione è fantastica! Voglio dire: ovviamente sublimi con l'adrenalina che ottieni dal cantare, che è comunque come una droga, sai cosa intendo? Ma significa soltanto che se mi prendo due settimane libere allora mi ci butto a capofitto. Divento come, non so, Perry Farrell nei fottuti anni Novanta, dò di matto. E poi devo tirare la briglia quando sono on the road. Quindi è come se le mie ali da festaiolo siano state tarpate. È tipo una volta al mese, in realtà.

Le canzoni su questo disco sono fatte molto bene, a proposito.

Grazie.

Le ascoltavo una dietro l'altra e mi prendevano proprio tutte. Mi sembra che, anche se sono grandi canzoni rock rumorose, abbiano un tocco malinconico. È corretto?

Sì. Assolutamente. Quando ero negli Oasis eravamo una band rock da stadio ed ero solito scrivere canzoni rock da stadio che coinvolgevano molto il pubblico. Erano "loro e noi" e le canzoni parlavano tutte di loro e di noi. Questa volta è un po' più personale e malinconico perché la vita non è fantastica, sai cosa intendo? E anche se ho una vita fottutamente bella, sì, so bene com'è non riuscire a pagare l'affitto. So com'è essere triste e avere il cuore infranto. So com'è stare in un posto mentre vorresti appartenere ad un altro posto, sai cosa intendo? Quindi ora so scrivere per me. Non devo tipo venderla al cantante, sai, ed era da lì che cominciavano sempre il 90% dei problemi.

Quindi Liam voleva andare per una strada e tu per un'altra?

Dicevo: "Ecco la canzone. Fa così". E lui diceva: "Bene, dunque, la canterò così". E io dicevo: "Sì, ma aspetta un attimo. Va così, cazzo". "Sì, ma la canterò così". E poi dicevo: "VA COSI', CAZZO!". E poi ripetevamo quella cosa finché, sai, uno dei due non andava a letto.

C'era qualcuno che solitamente vinceva questo tipo di battaglie?

Alla fine era sempre: "Sai che ti dico? Cantala come cazzo vuoi ... ma va ancora così".

Era davvero quella la fonte del 90% dei litigi? Litigare solo su come dovevano andare le canzoni?

Be', sì. Non era una cosa relativa alla canzone specifica. Ma volevo solo che noi facessimo una cosa; lui voleva solo mandare tutto a puttane tutte le volte.

Ovviamente hai sentito i Beady Eye. Pareri?

Credo siano la migliore rock and roll band al mondo. E dico del mondo intero. Non solo d'America o d'Inghilterra. Della Tanzania. E del Paraguay. E di Mogadiscio. E della Turchia. Non ci sono rock ’n’ roll band migliori dei Beady Eye.

Quindi ora che non sono canzoni tue non senti che lui le stia mandando un po' troppo in vacca?

No, no, no, no, no, no, no, no. Parlavo del cantare in generale. No, per le canzoni ognuno ha fatto del suo meglio, sai cosa intendo? Artisticamente la gente ha le sue opinioni sul modo in cui qualcosa dovrebbe andare. Ma è lo scrittore, cazzo, che sa come deve andare, da quando la scrive. Ma, voglio dire, come negli Oasis, il quadro generale: provavo sempre a fare andare le cose in una direzione e lui generalmente provava sempre a mandare le cose in vacca.

Quindi fare musica adesso, senza il costante conflitto, credo sia un'esperienza migliore, no?

Sì! Tutti gli svantaggi che questo comporta - sono per conto mio e non sono proprio un frontman, devo cantare ogni sera e non posso fumare così tanto né bere così tanto - sono bilanciati dal fatto che è un processo che è bello e facile e la lavorazione del disco è stato un procedimento sereno e non sono agitato all'idea di andare sul palco ogni sera. Voglio dire, se voglio trasocorrere cinque minuti a parlare con una ragazza grassa della folla di come assomigli ad una mia cugina, posso farlo senza che qualcuno guardi fottutamente il suo orologio, sai cosa intendo? Quindi va tutto bene. Tutto bene.

È figo.

È fottutamente figo, in particolare per la ragazza grassa (ride).

Ovviamente sei ancora in tour con questo disco, ma hai in programma altra roba, sei al lavoro?

Oh, sì, certo! Sì, non so quando sarà. Voglio dire: ho già registrato un altro album, ma devo mixarlo. Sì, e questo tour sta durando veramente più di quanto chiunque si sarebbe aspettato. Yeah, I don’t know when that will be. Durerà fino a novembre. Quindi, sai, continuerò solo a fare ciò che faccio e si spera che non mi fermi mai, sai cosa intendo?, finché una gamba non cede o non so cosa. E anche allora, mi prenderò una gamba nuova. Avrò il corpo di un 75enne, ma avrò le gambe di un atleta 20enne.

Parlando di atletica: cosa ne pensi del calcio americano, il soccer? Ci sono cose buone?

Be', sono andato a vedere alcune partite della MLS mentre ero a Los Angeles. Sono andato a vedere i Los Angeles Galaxy e il livello del gioco non è come quello in Inghilterra, ma l'Inghilterra ha il miglior campionato di questo cazzo di mondo, ha i migliori giocatori della terra, quindi non è molto corretto che io faccia dei commenti su questo. Ma quello che dirò è mi sono meravigliato della grandezza degli stadi e della quantità di persone che assistevano a queste partite. È stato come, cazzo è stato eccezionale! Capisci cosa intendo? Bella roba amico. E io mi aspettavo che fosse qualcosa in più di una partitella in un campo sportivo con poche persone ad assistere. E sono andato a vedere i Galaxy e stavano giocando contro qualche squadra proveniente da Philadelphia, ed è stata una vera partita, capisci cosa intendo? I tifosi sono stati tutti grandiosi ed è stata una bella atmosfera. Ma non è giusto paragonare la MLS alla Premier League, perchè la Premier League è la più grande lega che ci sia mai stata. Eccetto Messi e Ronaldo abbiamo tutti i migliori giocatori del mondo a giocare lì. Quindi non è proprio giusto dare dei giudizi perchè è come il settimo sport in America. Ci sono molte altre cose. Ad esempio il football americano, per cui ho un acuto interesse, lì è il re. E poi c'è il baseball e l'hockey e la pallacanestro e persino agli incontri di wrestling partecipano più persone. Capisci cosa voglio dire?

Sì, e le arti marziali miste e cose simili.

Sì, ma è come, sai il vostro football, la vostra NFL, voglio dire, è fottutamente fantastica. I play off e il Super Bowl quest'anno è stato fantastico.

Quindi tu segui tutto questo?

Voglio dire, non cominciare a farmi nomi. Ma quando ci sono le grandi partite, capisco le regole. Capisco la maggior parte delle statistiche. Io capisco come il gioco viene giocato. Ed è un cazzo di spettacolo fantastico da guardare, capisci cosa intendo?

Il motivo per cui te l'ho chiesto è che abbiamo una squadra della MLS a Columbus. Questa è un'altra cosa che abbiamo.

Vi chiamate Columbus Raw?

Columbus Crew.

Columbus Crew! Giusto, i Columbus Crew. E siete forti?

Eravamo forti nel 2008, 2009 e siamo in costante declino da allora.

Riuscite a radunare molte persone alle partite?

No. Questo è parte del problema. Anche quando erano forti non riuscivano lo stesso a raccogliere molte persone. Negli anni '90 erano soliti attrarre folle enormi, invece.

La cosa da cui sono affascinato è che il fatto che la squadra nazionale americana sappia ben figurare nella Coppa del Mondo dice più sugli americani in sé che sul loro campionato di calcio. Perché, sai, metti 12 americani in un campo da calcio, loro vorranno battere gli altri ragazzi, faranno qualsiasi cazzo di cosa serva. Ma la cosa che mi affascina dello sport americano è che è tutto giocato con le mani. Il calcio si gioca con i piedi ed è più artistico. Gli americani non l'hanno accettato. Voi la prendete con le mani, dominate il mondo, cazzo! Capisci cosa voglio dire? Voi giocate il vostro football con le mani, il basket e il baseball. Tutti i maggiori sport sono giocati con le mani. Questa cosa mi affascina. È come se qualcuno vi chiedesse: "Sport con i piedi? (usa un accento americano, ndr) Fanculo!".

Bell'accento americano! Un'altra cosa: ovviamente hai detto che ti piacciono i Beady Eye. Quali sono altre band che ti entusiasmano in questo momento?

Ehm, mi piacciono i Kasabian. Non c'è veramente niente di nuovo che stia uscendo fuori dall'Inghilterra. I Vaccines sono piuttosto bravi. Loro mi piacciono. Mi piacciono i Kasabian e gli Arctic Monkeys ma è da un bel po' che vanno avanti ormai. Voglio dire, sto ancora scoprendo roba vecchia dagli anni 60. Capisci cosa intendo? Non ho ancora finito con quel decennio.

Quindi ti entusiasma più quella roba lì della roba nuova.

Certo. Voglio dire. Quest'anno faremo il Festival di Coachella, quindi ci aggiorneremo su alcune delle nuove band. Ma, sai, la nuova musica non dovrebbe essere per 45enni padri di tre bambini o no? Sai, ce n'è molta che non capisco. E molta che è solo fottuta spazzatura e non ho intenzione di capirla in ogni caso. Ma ogni tanto ascolto band come i Vaccines, ho fatto delle cose proprio con loro e ho pensato che fossero piuttosto bravi.

Qualche band dall'America che ti piace?
Sto provando a pensare a qualcosa di nuovo. Voglio dire, ce n'è molta di musica Americana che mi piace. Mi piacciono molte band Americane. Ma l'America riguarda più l'artista solista o no? Quindi non sono proprio un fan delle band Americane al momento. Credo quindi gli Strokes? I Kings Of Leon? Mi sono sempre piaciuti i Kings Of Leon, ma che cazzo! Gli Strokes, comunque, sì che mi piacciono.

Sono d'accordo. Ritorniamo alla musica inglese. Che ne pensi di cose del genere di James Blake? Hai un'opinione al riguardo?

Ho sentito parlare di James Blake, ma mai sentito niente da lui. Immagino che sia più un cantautore.

Lo è. È elettronica. Ma sostanzialmente è un cantautore di musica elettronica.

Ah, bene, questo sembra interessante. Potrei andare a dare un'occhiata. Anche se no, non sono proprio... sai, a essere sincero non divoro la nuova musica. Non me ne frega un cazzo sinceramente.
Se qualcuno insiste la ascolto. Capisci cosa voglio dire? Conosci un tipo che si chiama Paul Weller?

Sì, certo.

Già. È il mio vicino. Lui mi compra i cd e mi dice: “Dovresti ascoltarlo”. E io li ascolto una volta. Ma oltre a quello non è che casualmente mi metto ad ascoltare musica apposta, capisci cosa intendo? Ho tre figli. Di solito sto nell'angoletto del cazzo a tremare.

Tu vivi a Manchester?

Be', vivo a Londra da circa vent'anni.

So che vai alle partite del City quando ti è possibile, per questo non ero sicuro.

Ah, sì. È solo a due ore di treno.

Hai accennato diverse volte al fatto di essere padre. Questa cosa rende più difficile il tuo stare fuori in viaggio o vengono anche loro con te?

Quest'anno vengono a Coachella perché coincide con le vacanze scolastiche. Quindi verranno e faranno visita alla California per un po'. Comunque sì, lo rende difficile. Non mi piace lasciarli perchè ho perso i loro primi passi, ho perso tutti i loro primi passi e qualsiasi genere di tappa fondamentale della loro vita. Non li ho sentiti pronunciare le loro prime parole o niente di simile. Ma sai. E poi si mettono a piangere quando parto. Allora punto il dito alle scatole di giocattoli e dico: "Vedete quelle cose lì? Chi cazzo paga per quelle? Pensate che si comprano da sole?" Allora scuotono la testa e io gli dico: "Benissimo. Qualcuno le dovrà pur pagare, quindi io vado a lavorare e voi andate a dormire. Buonanotte". E basta. E me ne vado.

Mi verrebbe da pensare che hai già guadagnato abbastanza soldi con gli Oasis da poterti permettere di non dover più continuare a fare altri soldi se lo volessi, giusto?

Sì, credo che se sei una persona creativa e puoi farlo, allora dovresti farlo. Perché stai solo mettendo al mondo delle buone cose. E c'è già abbastanza merda nel mondo, e che se tutte le persone decidessero: "Bene, ho abbastanza soldi quindi non sono più costretto a farlo" non ci sarebbe rimasto niente. Capisci cosa voglio dire? La gente non fa altro che dirti: "Beh, hai abbastanza soldi adesso". Le persone che ti dicono questo sono le persone che hanno dei lavori. Vedi, io non ho un lavoro. Capisci cosa intendo? Se tu guadagnassi abbastanza soldi da poterti ritirare da un lavoro, lo faresti, perché è un lavoro. La mia è una chiamata. È solo che io non riesco a non scrivere musica. Vorrei qualche volta poter dire: "Sai cosa? Fanculo. Non voglio più giocare a questo gioco". Ma sai cosa? Sai, potrebbero passare mesi, e poi scriverò una canzone e dirò: "Wow, questa è fantastica". E la suonerò a qualcuno e dirò: "Oh porca puttana, questa è magnifica!" e dirò: "Ne vuoi scrivere un'altra?". E così si riaprono le danze. Capisci cosa voglio dire? Se la musica fosse solo il caso di chi: "Bene farò solo questa cosa, poi avrò abbastanza soldi e poi mi ritirerò" che razza di persona sarebbe?

Un'altra cosa di te è che hai continuato a fare buona musica. Qui da noi non abbiamo sentito parlare molto degli Oasis nella seconda parte della carriera della band, ma so che pubblicavi ancora album e facevi hit e che il nuovo album con gli High Flying Birds è bello. Molta gente crolla. Tu come sei riuscito a mantenere un alto livello qualitativo?

Ogni fatto ha una dinamica diversa. Io sono autosufficiente nel senso che non ho bisogno di nessuno che mi aiuti a fare musica. Alcuni grandi scrittori di testi musicali hanno bisogno di un grande musicista. Johnny Marr e Morrissey, per esempio, capisci cosa intendo? Con la migliore volontà del mondo probabilmente ammetterebbero che erano fatti l'uno per l'altro. Capisci cosa intendo? E forse più si va avanti con gli anni e più le persone si allontanano dalla vita degli altri e in realtà non stai più nella band o non lavori più con quella persona o il produttore se ne è andato – dipende. Io sto al mio posto da solo dove basta che mi dai una chitarra acustica e un accordatore e un microfono, e ci siamo! Dipendo dalla mia ispirazione e basta. Non ho mai avuto uno studio a casa quindi non l'ho mai considerato come un lavoro-lavoro, capisci cosa voglio dire? Sai che a casa mia non ho neanche una stanza musicale? Non ho neanche una fottuta stanza con una scrivania che abbia mucchi di fogli sparpagliati con tutti i miei testi su una chitarra nell'angoletto. Non ho nemmeno quella, sai perché?

No. Perché?

Perché i miei fottuti bambini hanno preso controllo di casa mia. Ecco perché. Perciò, sai, scrivo musica nel mio tempo libero. È come un hobby, capisci cosa voglio dire? E non ho un'etichetta discografica. Sono un artista indipendente, quindi non ho nessuno che mi chiami e mi dica: "Ehi, abbiamo bisogno di quell'album". Quindi lo faccio nel mio tempo libero e per la gioia di farlo e lo pubblico quando mi sento di farlo. Quando ero ragazzo pensavo spesso a quanto cazzo dev'essere stato cool essere Neil Young e ora sto avendo idea di come dev'essere stato. Non che mi stia in qualche modo mettendo sullo stesso livello di Neil Young, ma a me è sembrato sempre che lui lavorasse con il suo ritmo e che ha abbia fatto qualunque cosa abbia voluto, e che se la sia sempre goduta. E faceva concerti di tanto in tanto, e tu lo guardavi e pensavi: "Amico, questo è fottutamente reale. È lui. Neil Young. Eccolo". È questo che vorrei che la gente pensasse di me, sai cosa intendo?

oasisnotizie.blogspot.com 
Source: columbusalive.com - 28 marzo 2012 


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails