venerdì 5 giugno 2015

Liam Gallagher: "Un onore giocare a Torino. Ero un po' teso di fronte a 45.000 italiani impazziti"

Liam con l'amico Alessandro Del Piero
Intervistato dal sito The Secret Footballer, Liam Gallagher ha parlato dell'esperienza come calciatore alla Partita del Cuore giocata il 2 giugno allo Juventus Stadium di Torino.

Come ti è giunto l'invito a partecipare all'evento?

L'invito a partecipare alla partita è venuto da un mio vecchio amico che lavorava per la Sony Italia e che conosco dai tempi degli Oasis. 

Quali calciatori ti hanno impressionato di più durante la partita?

Ovviamente Alessandro Del Piero e Pavel Nedved. 

Liam con Massimo Giletti
Cosa vi siete detti negli spogliatoi all'intervallo tra primo e secondo tempo?

Non so bene cosa sia stato detto all'intervallo dal momento che a quel punto io ero al bar a bere alcolici, dato che sono stato sostituito dopo 20 minuti di partita, con mio grande apprezzamento, dato che ero ridotto uno schifo haha!

Ti sei allenato molto prima di questa partita?

La maggior parte dei giorni faccio corsa, ma non facevo una partita vera e propria dal 1999.

Com'è stato giocare in uno stadio magnifico come lo Juventus Stadium? 

Be', nel mio periodo con gli Oasis ne ho fatti un bel po' di stadi, ma mai per giocare a calcio. Devo dire che ero un po' teso di fronte a 45.000 italiani impazziti. È stato però un onore che mi abbiano chiesto di giocare, dato che era per una causa grandiosa e lo Juventus Stadium è bello quasi quanto lo stadio del Manchester City.

Ciao. LG x

Vedi anche: Video - Rivedi la partita benefica di Liam Gallagher allo Juventus Stadium e l'intervista a bordocampo

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails