sabato 5 maggio 2012

Noel Gallagher: "Se il Man City vincerà mi perderò tutto perché in tour, ma non siate delusi: sto guadagnando milioni ..."

Il cantante parla del Manchester City, fa il suo pronostico per la finale di FA Cup Chelsea-Liverpool e racconta la sua recente visita a San Paolo del Brasile prima dell'esibizione in Argentina.

Ieri Noel Gallagher si è collegato in diretta telefonica oltreoceano a Talksport, trasmissione radiofonica inglese condotta da Andy Goldstein di cui Noel è spesso ospite. Ecco la chiacchierata tradotta in italiano (l'audio è alla fine del post).

Noel ha definito "fantastico" il concerto di San Paolo della sera prima e ha detto che non vede l'ora che tra due anni facciano i Mondiali in Brasile. Poi ha raccontato: "Eravamo nei pressi della spiaggia di Copacabana e stavamo tornando in auto, non so a che ora ... stavamo lasciando il concerto. Siamo passati in auto accanto ad un bar, c'era la polizia fuori, con le sirene. Abbiamo pensato: 'Dovremmo andare lì a farci un drink'. Poi si sono fatte le 6 meno un quarto ... al che abbiamo pensato: 'Be', forse faremmo meglio ad andarcene'".

"Il Brasile è un paese fantastico. Vedere la spiaggia di Copacabana dal vivo è come vederla in cartolina. Giocano tutti a calcio, è il calcio pubblico in spiaggia. Ragazze in bikini che giocano a pallone e non lasciano cadere la palla dal 1975 ...".

Poi si è parlato, come sempre, di calcio. Noel ha definito "una farsa" il fatto che la finale di FA Cup sia in programma per questo weekend. "È incredibile pensare che spostano la finale di FA Cup per non farla coincidere con la finale di Champions League e poi non spostano nessuna partita di campionato per giovare alle squadre inglesi impegnate nelle semifinali di Champions League. Lo trovo curioso. La finale di FA Cup dovrebbe essere l'ultima partita della stagione, indipendentemente dalla finale di Champions League, che è una cosa che se raggiungi ... grandioso, altrimenti non importa. La gente si lamenta perché la magia della coppa è andata persa, ma chi ricopre incarichi di potere l'ha anticipata di una settimana. Avrei voluto vederla con i miei figli, ma non lo farò, perché quel giorno ci saranno tre partite e la più importante è Newcastle-City".

Il chitarrista è molto concentrato sulla corsa per il titolo inglese, per il quale il Man City è ora favorito dopo la vittoria per 1-0 nel derby con lo United a due giornate dalla fine. "Penso che il Newcastle troverà arduo giocare due volte nella stessa settimana, mentre noi del City siamo abituati, giochiamo due-tre partite alla settimana da due anni ormai. E il Newcastle non sa difendere, credo che possa essere una partita molto molto speciale, lo spero. Sarà una partita più difficile per noi, perché ora siamo noi i favoriti per vincere il campionato. Giocheremo in un altro stato mentale, solo noi possiamo gettarlo via il campionato. L'emozione sarà diversa per i fan e per i giocatori. È davvero la nostra partita più importante degli ultimi quarant'anni".

Noel ha scherzato così sugli impegni che gli impediranno di assistere all'eventuale vittoria della sua amata squadra: "Tornerò in Inghilterra il giorno dopo che finirà la stagione. E anche se vinceremo il campionato, io lascerò l'Inghilterra per tornare in Giappone il giorno prima di quella che sarebbe la cerimonia celebrativa con il bus a tetto scoperto, quindi mi perderò tutto. So che la nazione intera ora farà 'Oooh' (di delusione, ndr), ma il fatto buono è che sto guadagnando milioni. Quindi ogni nuvola ... ha il suo raggio di sole, esatto".

Cosa ne pensa Noel del City che sul più bello sembra gettare via tutto?
"Quello era il vecchio Man City. L'anno scorso alla fine della semifinale di FA Cup con lo United (vinta dal City, che avrebbe conquistato anche il trofeo nella finale con lo Stoke City, ndr) ero andato a farmi un drink con un amico. Tutti festeggiavano, io dicevo: 'Non festeggiate perché la finale la perderemo'. Tutti i tizi della dirigenza dicevano: 'No, quello era il vecchio Man City, il nuovo Man City non perderà quella finale'. Credo che ora sia diverso, credo che abbiamo un grande allenatore e grandi giocatori. L'altra sera ero così orgoglioso per la vittoria e per come abbiamo giocato. Joe Hart (il portiere del City, ndr) non è stato mai impegnato, nessun tiro in porta dello United. Abbiamo avuto una sola occasione e l'abbiamo sfruttata. Credo che il vecchio Man City sia ora il Liverpool".

Pronostico per Chelsea-Liverpool, finale di FA Cup? "Spero vinca il Liverpool, perché nella mia crew ho gente di Liverpool, ma vedo vittorioso il Chelsea".

Chiusura: "Ora vado in Argentina, ho un concerto lì. Al River Plate Stadium? No, lì suonai con gli Oasis tre anni fa, fu uno dei nostri concerti più belli di sempre. Ora suonerò in un pub da qualche parte ...".

oasisnotizie




Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails