giovedì 17 maggio 2012

Noel Gallagher: "Per il Man City stavo staccando la TV dal muro, c'è il filmato e uscirà in DVD"

Noel Gallagher è intervenuto l'altro ieri a Talksport (audio alla fine di questo post). Ha raccontato ancora le sue emozioni per la vittoria del titolo inglese del suo amato City, cui Noel ha assistito da Santiago del Cile, dove si trovava in tour.

"Che ho fatto quando ha segnato Aguero? Ho provato a staccare la TV dal muro! Fortunatamente mi hanno anche filmato, uscirà a Natale in DVD!", ha raccontato.

"Ero così prosciugato emotivamente che alla fine della partita ho dovuto stendermi un po'", ha detto il musicista.

Alla domanda se ha pianto quando il City ha vinto dopo un finale di partita palpitante, Noel ha risposto: "Purtroppo sì, come fu per la semifinale contro il City l'anno scorso. Sono quelle cose che non pensi mai di poter vedere in vita tua, capisci? Non mi butto mai molto già quando le cose vanno male, soffro in silenzio, ma quando vivi quei momenti come quando battemmo lo United a Wembley e come quello dell'altro giorno rimani senza parole e le cose le fai uscire fuori, sai".

Quante bestemmie ha detto Noel? "Ho urlato con tutta la voce che avevo quell'espressione che fa rima con cooking bell (fucking hell, ndr) all'indirizzo della televisione, è stato incredibile".

"È quando vivi momenti come quelli che pensi: Dio, ecco perché amo questo gioco, che realizzi quanto il calcio faccia impazzire. Con loro in dieci uomini è stato anche peggio, sembrava che stessimo in svantaggio da una vita. Aguero si è dimostrato un grande giocatore tirando, perché al posto suo altri sarebbero andati giù alla ricerca del rigore. È stato strabiliante. La partita l'ho vista alle 10 del mattino in un bar di Santiago. C'erano anche un paio di tifosi del Liverpool che hanno letteralmente festeggiato più di noi", ha aggiunto Noel.

Noel ha detto la sua anche su Joey Barton, il calciatore del QPR ancora una volta protagonista in negativo contro il City (espulso dopo una gomitata, ha scalciato Aguero e provocato una minirissa). "L'ho incontrato e vi dico che è un ragazzo adorabile, ma quello che ha fatto sono cose senza senso su un campo di calcio. Lo conosciamo".

"Devo andare a farmi un tatuaggio in onore dei campioni 2012", ha scherzato Noel prima dei saluti.

oasisnotizie



Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails