sabato 12 febbraio 2011

Liam Gallagher e Andy Bell: "Noel Gallagher non è stato certo il primo a scrivere canzoni. Ecco il primo album dei Beady Eye"

"Gli Oasis sono finiti. Questi sono i Beady Eye e stiamo facendo questo. Noel non è stato certo il primo tizio a scrivere una canzone".

Questo, in sintesi, il pensiero di Liam Gallagher alla vigilia dell'uscita del primo album dei Beady Eye, la band che lo accompagna nel suo ritorno sulle scene dopo la rottura con il fratello dell'agosto 2009.

Different Gear, Still Speeding esce il 28 febbraio e sprigiona uno spirito gioioso e un ottimismo che mancava negli ultimi Oasis, che hanno chiuso la loro storia con un album più riflessivo.

Rolling Stone ha incontrato Liam Gallagher ed Andy Bell per discutere del nuovo album, della stranezza data dal fatto di scrivere testi e del perché la nuova band non suonerà canzoni degli Oasis.


Ragazzi, eravamo vicini alla fine della storia degli Oasis e voi avevate già scritto svariate canzoni, ma era Noel Gallagher a scriverne la maggior parte. Cosa si prova a lavorare senza di lui?


Bell: Non direi che è bello lavorare senza di lui, ma in generale ci si sente bene. È stato bello allora ed è bello adesso.

Che cosa cambia per voi ora senza il suo apporto?

Bell: Tutto è diverso. Gli Oasis sono finiti, ma abbiamo deciso di continuare a suonare insieme ma sotto un nome completamente nuovo. Quindi sono passato dal basso alla chitarra. Non abbiamo deciso di farlo, ma siamo finiti con il condividere tutte le composizioni. Lavorando insieme agli arrangiamenti, producendo insieme il disco, decidendo insieme le copertine, i video e stando insieme fianco a fianco in una democrazia.

Liam, li hai scritti tu i testi di questo disco?

Gallagher: No, non l'ho fatto io, amico. Vorrei averlo fatto io. Ho scritto i testi delle canzoni che ho composto, ma Andy scrive i testi delle sue canzoni, Gem i testi per le sue e io scrivo i miei.

Penso che siate abituati a cantare i testi di altre persone.

Gallagher: Per me non c'è nessun problema finché sono grandiosi. Devi solo sentirli tuoi. Finché mi accendono e mi danno un calcetto li canto.

Allora quando scrivi i testi è più una cosa personale per te?

Gallagher: No, per niente. Non penso che si tratti di quello. Trovo difficile fare i testi, è difficile comporli. Per me è come aprire il tuo cuore al mondo, sai cosa intendo? Credo che debba abituarmici.


Ragazzi, per questo disco intendevate continuare quello che stavate facendo con gli Oasis?


Bell: È una cosa tutta nuova. Capisco che la gente possa pensare che suoni simile, ma dal nostro punto di vista è solo un nuovo inizio. Detto questo, però, siamo tutti dentro lo stesso tipo di musica, non abbiamo cambiato. Non è che abbiamo assunto la missione di essere diversi. Perciò alcune cose saranno le stesse, come le influenze e la voce di Liam.

Ho notato che che c'è un sound un po' rock and roll vecchia scuola, ad esempio "Bring the Light" mi suona molto primi Sessanta. È una cosa che avete scelto?

Bell: C'è un po' di quel pianoforte rock & roll in "Bright the Light" e "Beatles and Stones" e anche in "Standing on the Edge of the Noise."

Gallagher: Una volta che la musica ti prende non ti lascia. Non siamo andati fuori per provare a fare "quel" tipo di disco, questa roba qui esce fuori, grazie a Dio.

Guardando avanti, avete in programma di tenere gli Oasis separati dai Beady Eye o suonerete canzoni degli Oasis ai concerti?

Gallagher: Gli Oasis sono finiti. Niente più Oasis. Questi sono i Beady Eye, è questo quello che stiamo facendo.

Bell: Nessuna canzone degli Oasis sarà suonata ai concerti dei Beady Eye. Abbiamo solo la sensazione che gli Oasis fossero una cosa diversa. Quella cosa consisteva principalmente di canzoni di Noel e dovrebbe esere lui il tipo che le suona, semmai.


Noel ha già sentito il disco dei Beady Eye?


Gallagher: Non lo sappiamo, ma siamo sicuri che gli piacerà. E se non gli piace è solo perché è ostinato.

Hai la sensazione di aver imparato qualcosa sulla composizione delle canzoni cantando le sue canzoni per così tanto tempo?

Gallagher: No, per nulla. Noel Gallagher non è stato il primo tizio a scrivere una canzone. Scriveva rifacendosi a qualcosa e la mia roba viene da me e dalla gente che ascolto.

Bell: Liam ha il suo stile particolare nello scrivere canzoni. Ha il suo stile nel suonare la chitarra. È una sua espressione, in realtà. E penso che anche Noel abbia il suo stile. Ho imparato - e questa è in realtà una risposta un po' noiosa alla domanda - che Noel non esce mai da un ritornello allo stesso modo, e questa è una cosa che ho preso da lui quando scrivo una canzone.

Avete in programma di venire in tour in America?

Gallagher: Sì, a giugno, sembra che faremo un piccolo tour, luoghi piccoli. Non vedo l'ora, la cosa ci eccita. Amiamo l'America e New York è la mia città preferita. 

tradotto da oasisnotizie - fonte: www.rollingstone.com


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails