lunedì 14 dicembre 2015

Video (sottotitoli) Noel Gallagher: "Gli Oasis? Avrei voluto una separazione consensuale. Liam? L'ultima grande rock star"

Intervistato da Jo Whiley prima dell'esibizione al BBC Radio Theatre di Londra, Noel Gallagher ha risposto a domande sulla fine degli Oasis, su Liam, sulla sua collaborazione con i Coldplay, sul nuovo tour degli Stone Roses e su altri argomenti.

I quesiti, posti dagli ascoltatori tramite i social network, sono stati anche bizzarri: un fan ha chiesto a Noel il suo gusto di gelato preferito. Qui sotto potete vedere l'intervista integrale con i nostri sottotitoli in italiano.


Qual è stato il momento più difficile della carriera di Noel? "Lasciare gli Oasis", risponde schietto il 48enne. "Ero consapevole delle conseguenze cui sarei andato incontro prendendo quella decisione", spiega, rievocando la notte di Parigi. "E ancora oggi quella decisione mi perseguita". 

Fu la cosa giusta da fare? "Sì", risponde deciso Noel. "Nel futuro degli Oasis c'erano solo tour più grandi e denaro in più, ma stare in quella band era diventato un casino tale che pensavo che sarei stato più felice senza". 

"Con il senno del poi dico che avrei voluto che non rompessimo, ma era diventata una cosa troppo violenta. Avrei voluto gestirla in modo diverso, ma onestamente non ho molti rimpianti a riguardo".

Poi un elogio a Liam. Senza di lui avresti ottenuto lo stesso successo? "Non so se mi sarei preso la briga di entrare in una band, non ero motivato. Senza di lui sarebbe stata una cosa di livello molto più basso, perché è stato lui a rendere gli Oasis ciò che sono diventati. Liam è stato una delle ultime grandi rock star".

Noel è però fiducioso sul recupero del rapporto umano. "Non ho dubbi che un giorno tra di noi andrà di nuovo bene". Vedrai Liam a Natale? "No". 

Quanto agli Stone Roses, Noel dice che non andrà a vederli l'estate prossima in tour perché li ha già visti in passato e perché non hanno pubblicato un nuovo album.

Sulla collaborazione con i Coldplay commenta: "Il fatto che nel loro nuovo album figuri anche io conferisce maggiore credibilità e solennità al lavoro, il che non potrà che fare faville per le vendite. Chris Martin lo sa e per questo mi ha chiesto di collaborare con loro". 

Sul rapporto con la moglie Sara: "Lei è di Edimburgo. Loro sono snob, ma quando perde le staffe diventa proprio scozzese. Sembra un po' Braveheart in cucina e mi viene da chiederle: non tirerai mica fuori un pugnale ora, no? ... Di recente abbiamo litigato per il nuovo cane che abbiamo in casa. Io preferisco il gatto". 

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails