mercoledì 6 dicembre 2017

Liam Gallagher: "Noel? Dice stronzate, vada in vacanza con Bono. Il mio è l'album dell'anno. Amo il prosciutto di Parma"

Incontriamo Liam Gallagher in un hotel di New York. Fissa un albero di Natale di 5 metri. È pronto per un bel riposo festivo? Col cazzo, per parafrasare l'ex cantante degli Oasis.

---

"Il pisolino? Spazzatura del cazzo. Noioso. Non lo reggo. Il sonno può andarsene a fanculo".

E gli animali?

"Gli animali? Eccezionali. Proprio tutti. Ovviamente i gatti e i cani sono fantastici. Non mi piacciono i serpenti e i cazzo di criceti e merdate simili. I delfini sono belli. I delfini sono quello di cui si tratta, cazzo. Le balene? Non male. Dei delfini grassi, no?".

I pasti?

"Del pranzo non mi frega. A cena mangio un boccone, ma mi piace la colazione. Mangio cibi diversi in stagioni diverse. Al momento, d'inverno, sono proprio preso dalla minestra. Poi d'estate mangio i (biscotti) Weetabix con latte e un po' di mieie. E in primavera e in autunno mangio melone e un pochino di quel prosciutto".

Prosciutto di Parma? È piuttosto chic.

"Sì. Be', io sono chic. Un ragazzo chic, no? Mi sono fatto del bene. Mi piacciono le cose belle, senza dubbio, ma tengo i piedi per terra con i Weetabix".


I biglietti per il tuo concerto del giugno 2018 a Finsbury Park, ben 40.000, sono andati esauriti in cinque minuti. Il tuo album As You Were ha venduto 103.000 copie nella prima settimana dopo l'uscita, battendo Sam Smith, Taylor Swift e, cosa più importante, tuo fratello Noel, tornato con un nuovo album, Who Built the Moon?.
"È stato grandioso. Non cura il cancro, ma c'è appetito per un buon album. Il mondo si muove così fottutamente veloce e tutti stanno provando a reinventare la cazzo di ruota. A me non interessa: la ruota va bene". 

I momenti brutti del tuo 2017?

"Non ce n'è stato neanche uno. Cioè (noi del Manchester City, ndr) abbiamo pareggiato contro l'Everton, quella cosa è stata piuttosto merdosa".
   
Serata difficile quella del 4 giugno in onore delle vittime di Manchester? (Liam si è esibito al One Love for Manchester organizzato da Ariana Grande, ndr)

"Quelle cose lo sono, no? Penso che si debbano affrontare: non si possono cambiare. Ciò che puoi fare, però, è andare lì, cantare con il tuo cuoricino in mano e mettere un sorriso sul volto della gente".

Ieri sera al Terminal 5 di New York ti sei esibito al culmine di una serie di date iniziate con il concerto di Dubai.

"Quella è stata una figata. Pensavo che ci sarebbero state un sacco di reogle del tipo: 'Non saltellare su e giù o sarai decapitato', ma tutti sono andati in visibilio, lanciavano birre, lì davanti c'è stata molta ressa. È stato come essere in Inghilterra. Quindi è stato perfetto, cazzo".

Eri in splendida forma, anche se il concerto è durato poco, non più di un'ora.

"Per me è sempre la stessa cosa: le prime sei o sette canzoni sono quello di cui si tratta, poi fai: 'Devo farne ancora, cazzo?'. È come un incontro di pugilato: se non li hai messi k.o. nei primi cinque set diventa un po' una noia".

Ma all'Ally Pally (l'Alexandra Palace di Londra, ndr), il 7 dicembre, suonerai per 90 minuti buoni, come a Finsbury Park. Quali sono le band di supporto per l'evento di quest'estate?

"Non ne ho idea, perché in giro non ci sono molte band che mi piacciano. Richard Ashcroft. Nessun altro".

C'è una canzone buona nel nuovo album di Ed Sheeran?

"Non ascolto Ed Sheeran. Non ascolto nessuna musica nuova".

Quindi non potresti nominare un album dell'anno?

"È il mio album l'album dell'anno. E posso dirlo perché, come tutti sanno, non l'ho scritto tutto io. Quindi per quanto io ne sia appassionato, posso davvero mettermi comodo e fare: 'È un classico assoluto' .."

Di recente tuo fratello Noel ha rilasciato delle interviste. 

"È una cosa ridicola. È imbarazzante quello stronzo, per le cagate che stanno uscendo dalla sua bocca al momento. Deve farsi una lunga vacanza con Bono".

Dal punto di vista familiare sembri aver ritrovato stabilità. Sei tornato in carreggiata con i tuoi figli Lennon e Gene.

"Gene vive con me per la maggior parte del tempo. Va tutto bene, amico".

Tu e la tua fidanzata, Debbie Gwyther, condividete un appartamento ad Highgate, ma state per trasferirvi in una casa lì vicino. Com'è vivere/lavorare/viaggiare con la tua fidanzata 24 ore su 24, sette giorni su sette? Ti comporti meglio quando accanto hai Debbie?

"Sì, proprio così. Abbandonato a me stesso, starei seduto sulla cima di quel cazzo di albero di Natale".

E le tue vacanze di Natale?

"Il 27 dicembre io e Debbie voliamo in Australia per alcuni concerti e poi ci prendiamo una vacanza in Thailandia. A Natale affittiamo una casa a Cotswolds. Penso che mia madre sarà con Noel per via dei bambini e il resto. Verrà l'altro mio fratello, Paul. C'è la famiglia di Debbie. Penso che Gene e Lennon verranno la notte di Natale".

Cosa vuoi per Natale? Una copia deluxe del nuovo album degli U2?

"Dio, no! Ho tutto, amico ... No, ti dico cosa voglio: voglio che il nostro ragazzo (Noel, ndr) rinsavisca, cazzo! Dipende da lui, giusto? Ecco cosa voglio per Natale. Forse un paio di recensioni di merda e vendite del disco deludenti e tornerà, no? Ascolta, a me lo scherzo piace, ma mi importa, cazzo, che gli Oasis si riformino. Sono piuttosto felice di fare questo. (Voglio) solo che lui torni in sé. Era divertente, ma ora è semplicemente ... non rancoroso, giusto un po' incattivito".

Quell'augurio per Natale penso che suggerisca quanto bene residuo tu voglia a Noel.

"Sì, gli voglio tanto bene. È mio fratello in fin dei conti. È solo un po' snob, cazzo. Un po' presuntuoso. Un po' come alcuni di questi stronzi qui. Anche se sono sicuro che sono tutte persone simpatiche".

Ovviamente te la stai spassando alla grande. Puoi sintetizzare il 2017 con tre parole?


"Quella ovvia sarebbe 'as you were', ma fammi vedere ... Super. Fottuto. Fantastico. Va bene?".

Certo. E il 2018 in tre parole?

"Lo stesso, cazzo, amico".

traduz. by oasisnotizie - Source: Evening Standard

Foto: Evening Standard e @oasisworld on Instagram
 

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails