sabato 29 luglio 2017

Liam Gallagher racconta: "Mi sento un 18enne. Ho avuto quindici anni di inferno con gli in-ear monitor, ora invece ..."

Ecco una terza traduzione dell'intervista che Liam Gallagher ha concesso il 25 luglio a Zane Lowe a Los Angeles per Beats 1, stazione radiofonica ascoltabile su Apple Music (l'audio è alla fine di questo post).

È interessante il fatto che per questo disco hai collaborato con diversi autori.

Sì, non mi vedo come autore. Onestamente mi vedo prima di tutto come un cantante, capisci? Ogni tanto scrivo la canzone, ma sto ancora imparando, capisci? Credo che imparino tutti. Quando mi sveglio al mattino e mi guardo allo specchio vedo un cantante rock 'n' roll con un tocco punk, capisci? C'è molto più fascino, sì. Non mi vedo come un Ed Sheeran o un Bob Dylan, sai cosa intendo?

Bello che tu abbia inserito Ed Sheeran in quella categoria, però. 

Mi è sfuggito dalla lingua, di sicuro ... (ride, ndr).

Già mi vedo i titoli: "Liam Gallagher si congratula con Ed Sheeran".

No, penso che abbia talento, capisci? Non so molto di lui, ma penso abbia talento.

La penso anch'io così. Penso sia bravo con le parole e sia bravo a dare universalità alle canzoni. Quando tu scrivi una canzone con qualcuno, per esempio con Andrew Wyatt, è difficile tenere  alta l'attenzione, rimanere nella cornice della canzone che volevi scrivere? Oppure fai: "Se non sta funzionando, passiamo alla prossima"?


No, in genere loro preparano tutto per me e poi io faccio: "È figo, posso farla". Poi vado a cantarla e magari ci sono un po' di frasi con cui non mi trovo a mio agio e le riporto a cose che si rifanno alle mie origini, capisci? Sai, sono americani e ci sono un po' di frasi che suonerebbero un po' sceme se uscissero dalla mia bocca. Quindi è così, ma è stato davvero facile. Pensavo sarebbe stata una rottura di coglioni.

Perché non fai nessun lavoro. Loro preparano tutto per te e poi tu cambi un paio di parole?

Perché no?

È folle. Tu sei un grande autore.

Sì, ma io ho faccio roba mia. Ci arriveremo dopo, ma ... sì, è così che è andata. 

È valsa la pena, però.

Sicuramente sì. Abbiamo fatto Wall of Glass in un giorno, Chinatown in un giorno ... Qual era l'altra? Paper Crown in un giorno. Siamo riusciti a fare un album in una settimana.

È incredibile. Voglio parlare di Wall of Glass. Perché questa canzone come primo singolo? 

Dovevamo cominciare con qualcosa e penso che sia proprio pungente, amico. Mi piace.

L'album uscirà tra molto tempo. Credo ad ottobre, giusto?

Sì, ma tutte le cose belle arrivano per chi le aspetta, capisci?

È bellissimo rivederti, vederti ogni tanto al mattino. Tutti dovreste vedere Liam Gallagher al mattino mentre fa corsetta, è qualcosa di incredibile cui assistere. Se potessimo butteremmo i pigiami nel guardaroba. Con i pantaloncini sudati, sembra che sia sceso dal palco di Wembley.  Sempre in servizio.
 
Be', non sai mai chi incontrerai dietro l'angolo e con chi ti farai la foto al giorno d'oggi, amico. Ci sono fotocamere ovunque. Devi stare sempre all'erta. Ma se indossassi l'accappatoio sarei figo.

Hai un accappatoio?

No, non possiedo accappatoi. Indosso un asciugamano di Starsky & Hutch, quello piccolo bianco. No, ancora niente accappatoi. 

Riesci a spegnere l'attenzione? Prima parlavi di fotocamere. Quando non facevi musica  sentivi che tutta quella pressione mediatica era svanita?

No, no, in realtà è stato peggio. Perché hai tutta l'attenzione, ma non hai nulla di cui parlare. Gli Oasis non c'erano, i Beady Eye non c'erano. Io ci sono ancora, che abbia una canzone o meno, capisci? Quindi preferisco pubblicare una canzone, perché puoi "campare" su una canzone. Non voglio attenzione senza motivo.

Ma hai avuto così tanta attenzione, e so che è stato per buoni motivi. Sai, la tua band è stata per molti anni la più famosa del mondo.

Lo è stata in Inghilterra. Sì, siamo stati famosi in alcuni posti, non abbiamo mai sfondato qui (negli USA, ndr), ma ... abbiamo significato molto per molta gente.

La gente dice che qui è una cosa a parte. Può succedere che qui la gente dica: "No, quella cosa non ci piace".

Ci sono band che qui non hanno sfondato: i Sex Pistols, i Jam, noi, gli Smiths. Ci sono molte grandi band che qui non sfondano e forse noi eravamo un po' troppo laddish per loro, troppo "da ragazzi".

Ti avevo sentito cantare dal vivo in una delle tue ultime esibizioni con gli Oasis e ti ho rivisto un mese fa a Glastonbury. Quanto alla tua voce, ora suona molto meglio ora. Non so cosa sia successo, ma sembra che tu ti sia "riconnesso" vocalmente.

Sì, ora non indosso gli in-ear monitors.

È quello il motivo?

Sì, ora riesco a sentire tutto. Quando indossi quelle cose nelle orecchie sembra che tu abbia abbandonato il posto e qualcuno ti stia tirando un brutto scherzo. Non mi sono mai abituato a quei cosi, capisci? Ho avuto quindici anni di inferno e ora che li ho abbandonati mi sento presente al pubblico e tutto va bene, su quel palco mi diverto un mondo.

Ti prendi cura della tua voce in vista di un tour?

Non lo facevo mai. Quando sei giovane non hai alcun timore, ma ora prima di un concerto mi tratto bene. Vado a letto presto, bevo limonata, ma appena finisce il concerto è il momento di fare festa. Di sicuro non vado a letto dopo il concerto.

Hai un bel gruppo di persone con te in tour? Dev'essere importante avere persone con cui relazionarsi socialmente. 

Sì. Ho la mia ragazza, che è la cosa più importante, e i miei figli vengono molto spesso per i concerti, perché stanno raggiungendo l'età adatta, quindi quello è buono.

Parlando di bambini, ora che stiamo raggiungendo un'età che viene considerata l'età di "picco" ...


Parla per te, amico! Io mi sento un 18enne, ma vai avanti.

Dicevo: lasciamo andare i figli e loro vanno in direzioni diverse e loro scoprono diversi tipi di musica. Ti abbiamo chiesto di scegliere una canzone che mettono su i tuoi figli. Hai scelto un tizio con cui poi ti sei relazionato, anche a Glastonbury. Hai parlato molto di Skepta.

Sì, sembra che sia la nuova cosa in voga al momento e tutti continuano a paragonarlo a me, ma nessuno è bello come me. Mio figlio Gene, però, è in fissa con lui. È sulla bocca di tutti in Inghilterra al momento. 

traduz. by frjdoasis 

ALTRE TRADUZIONI DELL'INTERVISTA A BREVE!


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails