domenica 31 maggio 2015

Noel Gallagher: "Reunion degli Oasis? Non mi frega di cosa vogliono i fan. Sì solo se io o Liam fossimo al verde o se McCartney scrivesse per noi una canzone"

"Reunion? È lusinghiero ma triste che se ne parli: significa che i giovani guardano indietro e nessuno guarda avanti. Nel '94 nessuno parlava di reunion dei Beatles o dei Sex Pistols, perché la mia generazione aveva la cosa sua. Non vedo motivi validi per rimettere in piedi gli Oasis, lo farei solo se io o Liam fossimo al verde. Dite a McCartney di scriverci una canzone e ne parliamo"

Noel Gallagher a Chicago, 29 maggio 2015
Qualche giorno fa Paul McCartney ha affermato che gli Oasis dovrebbero tornare insieme. Come l'ha presa Noel Gallagher? "Sì, l'ho letto", ha detto il chitarrista a Yahoo.com. "Be', ditegli che se scrive lui il nostro singolo di ritorno allora ci sto. Ditegli di scrivere una canzone per gli Oasis e ne parliamo. Semplicemente la butto lì".

A Noel è stato chiesto come viva questo continuo chiacchiericcio attorno ad una possibile reunion con il fratello Liam. "È una cosa che mi lusinga", ha risposto. "È buffo, nel senso che davvero sintetizza la psiche britannica: quando eravamo insieme la stampa non vedeva l'ora che il nostro rapporto implodesse fottutamente, poi dopo che c'è stata l'implosione non vedono l'ora che torniamo insieme".

Il chitarrista vede un po' di tristezza nelle voci che si rincorrono da oltre cinque anni. "Penso che dal punto di vista di un fan sia lusinghiero che la gente voglia ancora la reunion. E, se dovessi esprimere una visione d'insieme, penso sia triste che sia vista come una cosa necessaria. Perché non ci sono altre band su cui focalizzare l'attenzione ogni settimana. Se torniamo al '94, quando sfondammo, nessuno parlava di nessuna reunion, perché eravamo noi la grande figata, e basta.  Non avevamo bisogno di nessun altro, non avevamo più bisogno dei Beatles degli anni '60 o dei Pistols né di altri di quel tipo, capisci? La nostra generazione aveva la sua cosa. Questa generazione non ce l'ha, quindi prestano ascolto a quella precedente".

Noel Gallagher a Milwaukee, 30 maggio 2015
"È bello che parlino del mio gruppo, delle mie canzoni, ma ... tutto è causato da Internet", prosegue Gallagher, "perché la nostalgia la si può googlare piuttosto facilmente". Secondo Noel bisogna guardare avanti, senza crogiolarsi nel passato. "Abbastanza generazioni crescono guardando indietro, quindi nessuno guarda avanti, capisci? La mia paura è: è necessaria la morte di tutti noi perché la nuova generazione di giovani ottenga qualcosa da sé? È necessario che scompaiano, che muoiano tutte [le leggende]?".

"Credo, però, che dietro l'angolo ci debba essere qualcuno", osserva, "perché è da tanto, tanto tempo che non viene fuori una grande band.  Ci sono buone band e alcune di loro scrivono buone canzoni. Quando dico 'grandi' non sono un barometro della grandezza e non definisco la grandezza, ma conosciamo tutti quella cosa. Non è nei dischi, perché i dischi sono soggettivi. È semplicemente una cosa, e da molto tempo non c'è una band che abbia quella cosa. La gente fa grande musica, la gente scrive grani canzoni e fa grandi concerti e tutto quello, ma in realtà chi è che ha la fottuta cosa? La magia? Io non la vedo. Io? No, non penso di avere la magia. Penso di averla avuta, ma ora sono troppo vecchio per la magia".

E all'inevitabile domanda se ci sarà o meno la reunion degli Oasis Noel risponde: "No. La farei se avessi bisogno di soldi. Se fossi al verde la farei. E sarei piuttosto onesto su quello, ma non ho bisogno di farla. Non riuscirei a pensare ad una ragione sufficientemente valida. Potremmo sederci qui a discuterne e potresti elencarmi delle ragioni, ma musicalmente perché dovrei desiderarla?".

"Non mi interessa proprio di quello che vogliono i fan. Non mi importa. Se non ci avete visti prima allora non ci avete visti. Io non ho mai visto i Nirvana. Quindi cosa cazzo [volete]? Non è la fine del mondo. Molte persone non hanno mai visto i Beatles né i Sex Pistols e per la musica questo non ha comportato la benché minima differenza, sapete cosa intendo? Io non la farei. Non ne ho bisogno per la gloria, ne ottengo abbastanza. Dei soldi non ho bisogno. Non ho bisogno delle fottute molestie. Non vedo alcuna ragione. L'unica ragione per cui la farei è se fossi al verde o se forse Liam fosse al verde. E io me ne starei lì in piedi in una stanza di fronte a mille persone della stampa e direi: 'Non è per motivi musicali. Sono al verde, quindi devo farlo'. E se Liam fosse al verde e fosse indigente allora gli darei una mano, cazzo".

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails