venerdì 12 gennaio 2018

Video (sottot. ITA) - Liam Gallagher in Australia: "Noel si erge su un piedistallo e pensa che la sua merda non puzzi. Indegno suonare negli stadi a 50 anni? Più indegno aprire i concerti agli altri"


In Australia qualche giorno fa in occasione di una serie di concerti a supporto dell'album As You Were, grande successo mondiale, Liam Gallagher ha parlato del suo ruolo di padre e del fratello Noel. Lo ha fatto in varie trasmissioni televisive, tra cui The Project.

QUI SOPRA IL VIDEO dell'intervista sottotitolato in italiano. 

Alla domanda su come abbia scelto le canzoni degli Oasis da inserire nella scaletta, Liam ha risposto: "Bisogna iniziare i concerti con Rock 'n' Roll Star per far capire a tutti cosa sta succedendo", ha spiegato il cantante. "Quindi deve seguire rapidamente Morning Glory. Poi Some Might Say e Slide Away penso siano adatte. Tra sei mesi, però, probabilmente cambierò di nuovo la scaletta".

Liam attribuisce il successo del suo nuovo tour al suo comportamento. Oggi, infatti, non è più il party animal che era una volta.

"In questo tour mi sono comportato bene", ha sottolineato, "ed è per questo che è andata bene. Non sono andato ai bar e non ho bevuto né fatto l'altra roba, ma tra due giorni vado in vacanza, lì mi farò a pezzi"

Interrogato sulle lezioni che dà ai figli, Liam ha detto: "Non ho alcun argomento valido. Quando dico loro di non drogarsi o di non trattare male le ragazze mi fanno: 'Be', sì'. Sostanzialmente li lascio fare da loro e vado in tour".

Cos'altro fa arrabbiare Liam, oltre al fatto di doversi preparare il tè da solo? "Aprire le porte, quello non mi piace. Vestirmi da me, riempire da me la vasca e roba simile. Ricordi negli anni '90 quando avevi gente che ti vestiva? Avevo anche qualcuno che leccava il mio piatto per me".

"Se sono più felice ora o ero più felice ai vecchi tempi? Ero felice allora e sono felice ora", riflette Liam. "Ovviamente ci sono un po' di cosette in cui le ruote si staccano e ti rendono infelice o ti cacci in un po' di situazioni in cui la vita non è così bella. Nel complesso, però, la mia vita è stata bella".

Capitolo Noel. Si vede con il fratello? "Il Natale con Noel non lo trascorro da quindici anni. A Natale ogni volta ci 'dividiamo' mia madre. Quest'anno è andata da lui, l'anno prossimo sarà mia ospite".

A proposito della guerra con Noel a colpi di tweet, Liam dice: "Lui ha detto alcune cose che non mi piacevano e io l'ho fatto parlare, quindi le cose vanno così. Lui pensa che la sua merda non puzzi, pensa di avere tutte le risposte, gli piace ergersi sul suo piedistallo e lasciare che tutti lo sentano, quindi a me piace sottolineare un po' di cosette sceme che ha fatto, capisci? Quindi sì, lo osservo".

Alla domanda se l'astio tra i due sia riconducibile ad un motivo specifico o se sia una cosa che esiste dalla nascita, Liam ha risposto: "Penso che lui sia il figlio mediano, quindi quando sono arrivato io ho preso tutta ... la gloria? Sì. Penso derivi da quello".

"L'altro giorno", prosegue Liam, "diceva che è indegno per un 50enne suonare negli stadi. Io sottolineavo che è più indegno fare da supporto a qualcuno, supportare quegli indegni che suonano negli stadi. Capisci cosa intendo?". Qualche giorno fa Liam aveva risposto ad alcune recenti dichiarazioni di Noel ("Liam non è un cantautore, si fa scrivere le canzoni da un team") accusandolo di aver aperto concerti a U2 e Red Hot Chili Peppers.

In chiusura Liam ha ricordato l'esperienza extracorporea vissuta anni fa, culminata con l'apparizione di John Lennon.

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails