venerdì 5 gennaio 2018

Mourinho risponde a Noel Gallagher: "Il re del rock and roll ora dirà che ho fatto una buona prestazione"

José Mourinho ha risposto alle accuse di Noel Gallagher, acceso tifoso del Manchester City e per niente fan del tecnico portoghese, spesso attaccato già ai tempi del Chelsea.

Dopo la vittoria per 2-0 ottenuta in casa dell'Everton il 1° gennaio, l'allenatore è intervenuto in conferenza stampa a Goodison Park con una frecciata che è sembrata rivolta a Gallagher.

"Oggi la prestazione è stata davvero buona", ha detto Mourinho, "quindi forse stavolta sono fortunato e il re del rock and roll, che ha detto che nell'ultima partita (0-0 contro il Southampton, ndr) non ho fatto una buona prestazione, forse stavolta dirà che ho fatto una buona prestazione".

Noel aveva criticato Mourinho il 10 dicembre, al fischio finale del derby vinto dal Man City guidato da Pep Guardiola per 2-1 contro gli arcirivali cittadini. In quell'occasione Noel era all'Old Trafford, invitato da Sky Sports a commentare il match nello studio post-partita.

Noel ha guardato la partita in compagnia dell'ex Liverpool e Middlesborough Graeme Souness - a metà anni '80 anche in forza alla Sampdoria - e Gary Neville, bandiera con suo fratello Phil del Manchestery United. Alla fine  dell'incontro aveva stigmatizzato la '"sconvolgente ipocrisia" dello Special One , reo di aver incolpato l'arbitro del risultato.

"È giunta l'ora della vendetta - ha dichiarato il maggiore dei fratelli Gallagher - ma ho rispetto per i fan dello United che hanno applaudito Guardiola a fine partita. Sanno anche loro di aver visto qualcosa di speciale oggi".

Noel non ha perso l'occasione per prendersi gioco anche di Gary Neville, che, pur essendo un grande fan degli Oasis, da sempre subisce lo scherno del rivale calcistico. Memorabile, qualche anno fa, l'episodio della consegna della chitarra autografata da Noel sotto la frase "Caro Gary, quante presenze hai ottenuto per la Nazionale! Quante pensi siano meritate? Te lo dico io, nessuna!". Stavolta Neville si è sentito dire: "Sono felice di assistere alla partita accanto a una leggenda del calcio... e Gary Neville".

Stando a quanto riportato da alcuni tabloid, poi, i giocatori del City hanno festeggiato nello spogliatoio ascoltando nuovamente Don't Look Back in Anger degli Oasis a volumi talmente alti da far stizzire Mourinh, che avrebbe fatto irruzione nella stanza chiedendo rispetto e dando vita ad un animato confronto.

"Fantastico!", ha commentato Noel. "Questa è la mia formazione del City preferita di sempre ed è fantastico il fatto che possano far innervosire Mourinho suonando una mia canzone nello spogliatoio al punto tale da spingerlo a entrare ed essere colpito nostro portiere (secondo qualcuno il portiere dei blues, Ederson, dopo aver discusso animatamente avrebbe lanciato una bottiglietta contro l'allenatore portoghese ndr). Deve essere la formazione del City migliore di tutti i tempi. Per me ha significato tutto, essere seduto in studio e guardare Neville sciogliersi man mano che andava avanti la partita e poi sentire che stavano dando Don't Look Back in Anger a volume troppo alto, onestamente, sono a posto così!"

Sources: NME - Radiofreccia

Vedi anche: Video integrale: Noel Gallagher intervistato da Fox Sports Italia. L'ex Oasis definisce sciocchi Mourinho e Cristiano Ronaldo

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails