sabato 23 aprile 2016

Video - Noel Gallagher : "La Scozia mi ama? Siamo tutti celti, siete simili ai mancuniani. Dove vorrei suonare? Siria, Iraq o Corea del Nord. Kim Jong-un, accetto offerte!"

Noel Gallagher ha rilasciato due interviste a Glasgow prima del concerto del 21 aprile all'SSE Hydro (dove ha anche omaggiato Prince). L'ex Oasis ha parlato del proprio legame con la Scozia. Ecco la prima chiacchierata, con STV. 

Hai già suonato all'Hydro. Com'è come posto?

Fantastico. Ero stato qui nel marzo 2015. Fu una serata davvero bellissima, grandissima atmosfera. I concerti scozzesi sono sempre così, ma qui sono riusciti a prendere l'atmosfera del Barrowlands e gonfiarla fino all'esplosione. Lì erano 6.000 o 7.000 spettatori (all'Hydro tra i 10.000 e i 13.000, ndr).

Gli scozzesi ti hanno proprio preso a cuore. Come te lo spieghi?

Tutti sanno che fummo scritturati qui. Siamo tutti celti, abbiamo origini irlandesi. Mia moglie dice che è perché ho sposato lei. Lei è di Edimburgo, quindi quello alimenta un po' la cosa. Non lo so. I mancuniani e glasgowiani e gli scozzesi non sono poi così diversi. Le persone che provengono dalle grandi città del nord si somigliano. C'è anche la questione calcistica.

Kevin Bridges (30enne comico scozzese cui Noel aveva già dedicato Digsy's Dinner quando aveva suonato in Scozia nel marzo 2015, ndr) di recente ha detto che per lui sei stato di ispirazione. Com'è stato incontrarlo?

Sta venendo di nuovo a vedermi stasera. Mi ha mandato una lettera in cui ha scritto che era semplicemente un tipo divertente da pub e che si è ispirato agli Oasis, al motto 'qualunque cosa tu voglia fare, datti da fare e falla'. Mi ha mandato questa lettera con un suo DVD. L'ho guardato per secoli per sincerarmi che facesse ridere. Poi lo vidi in TV e pensai che fosse davvero buffo. È venuto a vedere i miei due ultimi due concerti qui. È fantastico. Mi messaggia sempre e mi chiede se il City va bene. Tifa per il Celtic.

Hai parlato del City. Vediamo ovunque la tua bandiera del Manchester City. Ti porta fortuna?

La porto con me in giro per il mondo. Mi fa sentire a casa. È bello quando i fan vip del Manchester United vengono a fare una foto con me e dietro c'è quella bandiera.

Il King Tut's Wah Wah (il club di Glasgow dove gli Oasis suonarono il 29 maggio 1993 alla presenza di Alan McGee, che ne rimase impressionato e li scritturò la sera stessa, ndr) ha ancora un posto speciale nel cuore di Noel?

Certo. Il proprietario del club mi regalò l'insegna originale che si trovava dietro il palco quando suonammo. Devo averla ancora da qualche parte, è enorme. Credo di esserci tornato una volta per fare delle riprese per ricordare quella sera e una volta con Gem. È incredibile pensare che sia partito tutto da quella sera lì.

Tornerai in Scozia ad agosto per il  Glasgow Summer Sessions.

Sì, dovrò trovare casa qui. So che suonerò al Glasgow Summer Sessions quest'estate, ma l'ho scoperto solo oggi. Qualcuno all'aeroporto mi ha detto: "Suonerai al Summer Sessions". E io: "Non penso". E lui: "Ci sono già gigantografie con la tua testa affisse in tutta Glasgow". I festival in Scozia, il T in the Park ... sono sempre folli.  E sono sicuro che sarà incredibile.

Ho visto la lista di concerti che hai in programma. È proprio pazzesca. Come trovi il tempo per scrivere e goderti la vita?

La mia vita è la musica, in realtà. Non ho altri hobby o altri interessi a parte la mia famiglia, scrivere canzoni e il calcio. È tutto qui. E riesco a combinare tutte e le tre cose contemporaneamente ed è incredibile. Non ci penso troppo su. Fai quello che fai, il mondo è grande e bisogna suonare la tua roba di fronte a tutti i tuoi fan. Il tempo lo trovo.

C'è un posto dove non hai suonato e ti piacerebbe suonare?

In Siria. Quello sarebbe bello. O forse due serate in Iraq sarebbero eccezionali. 

Sono sicura che ci sarebbero anche le truppe.

O in Corea del Nord. Kim Jong-un, non ricordo quale sia il suo nome ... se sei in ascolto, sono disponibile a valutare le offerte.

oasisnotizie


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails