sabato 2 aprile 2016

Noel Gallagher: "Be Here Now? Non avrei dovuto comporlo. Perché ho smesso di drogarmi? Ho saputo che era illegale"

Ecco la seconda parte dell'intervista concessa da Noel a Triple M a Sydney, dietro le quinde dell'Hordern Pavilion. Noel torna a parlare di Be Here Now in termini tutt'altro che entusiastici e rivela perché ha smesso con le droghe. Trad. oasisnotizie

AUDIO COMPLETO ALLA FINE DEL POST
------

Noel Gallagher, amo tutte le tue canzoni.

Anche io.

In the Heat of the Moment la amo. Quella che non mi piace è - che tu ci creda o no - Wonderwall. 

Allora stasera te la dedico.

Sai che c'è? Quei ciccioni pelati con i sandali l'hanno rovinata. Fanno: "Vi canto la fottuta Wonderwall". 

Non li si può bastonare. Mi hanno pagato tante fottute piscine per la mia casa! "Dio li benedica" è quello che dico io. 

Come il tuo grande amico Paul Weller, hai condotto una vita di eccessi, anche se sei ancora giovane.

Ho vissuto quella vita per dieci, quindici anni. E quella vita è fantastica, sai. Quando sei giovane e hai molto tempo a disposizione, soldi, donne, le droghe seguono fottutamente mano nella mano con il resto. Sono stati anni fantastici per me, ma alla fine ho fatto: "Sono stufo di questo". E mi sono reso conto che le droghe sono illegali. Così ho pensato: "Merda! Devo smettere o mi arresteranno!". Così ho smesso quando mi sono fatto di tutto quello che era rimasto e ho fatto: "Wow, ora posso cavarmela". 


È lecito dire che ora tu ti sia un po' calmato. 

Sì.

L'album degli Oasis che preferisco è Be Here Now. Noel, ti mancano quei tempi in cui entravi in studio e facevi: "Portiamo la jazz band. Portate tutti e facciamo il disco e basta".

Come ho detto prima, quelli erano tempi fantastici, ma funzionano solo quando sei giovane. Se oggi mi comportassi ancora così, come quando avevo 25 anni, sarei un po' un cazzo di imbecille. Quindi sono felice di aver vissuto a pieno quegli anni, ma non mi piacerebbe riviverli adesso.

Ti piace Be Here Now come album?

L'album in sé no. Mi piace D'You Know What I Mean? Per ogni album che ho composto ho cercato di fare davvero del mio meglio. Ripensando adesso a quando ho fatto Be Here Now, faccio: "Cazzo! Avevo guadagnato così tanti soldi che ... non avrei dovuto fare dischi di cui in quel momento non mi importava". Ero transitato da tutt'altra parte, capisci? Indossavo occhiali da sole 24 ore al giorno e ... erano giorni fantastici, ma non avrei dovuto fare musica. 
Detto questo, giuro su Dio però che quando uscì pensai: "Dio, è un po' merdoso", ma poi vendette 9 milioni di copie e pensai: "In realtà è un gioco da ragazzi, è facile".

Fine parte 2 di 2 - PARTE 1 QUI

Vedi anche: Bonehead sconfessa Noel Gallagher: "Be Here Now non fu un album di merda"



Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails