domenica 11 dicembre 2016

Noel Gallagher: "Nessuno negli Oasis era un genio. Il docufilm su di noi? Invoglia a suonare la chitarra"

Per il terzo mese di dicembre consecutivo Noel Gallagher è stato ospite di Steve Lamacq nel suo show radiofonico in onda su BBC Radio 6 Music. Alla fine del post potete ascoltare la chiacchierata integrale. In questo post e nei successivi riporteremo le parole di Noel, che ha anche scelto alcuni dei suoi brani preferiti di tutti i tempi.

L'ex Oasis ha espresso i suoi pensieri sul documentario sulla band di Manchester uscito quest’anno, Oasis: Supersonic (verso il minuto 33 del video sottostante).

"Il motivo per il quale la gente ha risposto così bene al film", dice, "è che si chiude al momento giusto. Perché non parla della lunga e triste coda finale, che nessuno vuole approfondire. Si tratta dell'ascesa verso i più importanti concerti che ci sono stati a quei tempi. È una celebrazione della gloria. Credo che Liam ne esca abbastanza bene, come una specie di folle mistico ubriaco di un'altra epoca. Se solo fosse durato, sai ...".

Gallagher ha poi spiegato che spera che il film possa ispirare una nuova generazione di musicisti a fare musica per chitarra, perché viene mostrato come le persone possono formare delle band anche se non sono propriamente dei geni. 

"Quando ho finito di guardarlo e ho dovuto firmare la liberatoria", racconta, "mi dicevo: 'Onestamente, se questo non ispira i ragazzi a prendere in mano una chitarra, non so proprio cosa possa farlo'. Perché nessuno in quella band era un genio. Nessuno, neppure io che ho scritto tutte le canzoni. Per certi versi è abbastanza triste, perché mostra come era il mondo della musica allora, in particolare la guitar music, che ora non ha più una presenza significativa nella radio nazionale. Ti fa sentire felice che sia successo, ma anche triste che non sia più così".

Fine parte 1 - (continua, stay tuned)


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails