giovedì 15 dicembre 2016

"L'album di Liam Gallagher è già pronto. Il nuovo singolo? Nei primi mesi del 2017"

La prima data dal vivo è già stata annunciata: a giugno, al Bergenfest, in Norvegia. Ora emergono altri dettagli sui nuovi progetti dell'ex frontman degli Oasis. La carriera da solista di Liam Gallagher inizia davvero a prendere forma.

Secondo quanto riportato da un utente tedesco di Live4ever, noto forum statunitense sulla band di Manchester, che qualche giorno fa ha avuto l'opportunità di intervistare Liam a Londra per una rivista musicale tedesca, il primo lavoro da solista dell'ex frontman dei Beady Eye sarebbe "già pronto e mixato" e imminente sarebbe la pubblicazione di un nuovo singolo.  

Liam avrebbe dichiarato che lo scioglimento dei Beady Eye, avvenuto nell'ottobre 2014, è giunto "al momento giusto", perché a suo dire "alla nostra band mancavano grandi canzoni e non si andava da nessuna parte". Ciononostante sarebbe ancora in buoni rapporti con Gem Archer ed Andy Bell, con cui però i contatti si sarebbero allentati negli ultimi due anni.

Liam si sentirebbe ancora occasionalmente con Guigsy, ex bassista degli Oasis, mentre non avrebbe più contatti con Alan White, ex batterista degli Oasis. Con Tony McCarroll, predecessore di Alan White, Liam si sarebbe visto solo alla prima del film Supersonic.

Veniamo alle informazioni sul nuovo disco di Liam. "Ho ascoltato tre canzoni", scrive in inglese l'utente del forum riservato ai fan più accaniti della band, "ed erano fantastiche. Molto più cupe di quanto mi aspettassi. Il basso è veramente straordinario in una canzone. La voce di Liam suonava magnifica. Ovviamente non era la voce degli anni '90, ma si adattava alla perfezione a quelle canzoni".

"Ho chiesto a Liam se anche le altre canzoni dell'album saranno come quelle che ho ascoltato e mi ha risposto che ci saranno anche canzoni più rock e canzoni più dolci, ma hanno per lo più la medesima impronta. Si sente che ci ha lavorato su ripetutamente".  

Massimo riserbo sulle date di uscita dei nuovi brani, ma "la pubblicazione di nuovo materiale avverrà prima di quanto ci aspettiamo". Probabilmente il nuovo singolo sarà annunciato nei primi mesi dell'anno prossimo. 

Non è dato sapere chi accompagnerà Liam dal vivo, ma si conoscerebbe qualche anticipazione sui concerti che terrà. "Liam sta pensando di proporre dal vivo alcuni brani di Be Here Now e canterà sicuramente anche brani dei Beady Eye e brani non sempre suonati, come ad esempio Listen Up", prosegue l'utente tedesco. "Vuole avere pronta una serie di brani in modo da poter variare la scaletta di volta in volta".
 
Tra le altre curiosità contenute nell'intervista, che sarà pubblicata prossimamente in Germania, ce ne sono anche alcune relative ai vecchi album.

Liam ricorderebbe di aver partecipato al Blackpool Roadshow, evento organizzato nel 1992 da Granada TV e di cui esistono alcune fotografie con gli Oasis sul palco (ma non circola nessun video della loro esibizione), ma non ricorderebbe se la loro performance sia mai stata trasmessa da qualche parte e se qualcuno ne possieda ancora la registrazione.

Confermerebbe di aver cantato in studio tutte le canzoni di (What's the Story) Morning Glory? - quindi avrebbe cantato anche Don't Look Back in Anger e Step Out - ma non saprebbe se esistano ancora le registrazioni delle sue prove.

A proposito di Don't Believe the Truth direbbe che "le sessioni con i Death in Vegas (che avevano iniziato a produrre il disco, ndr) erano fantastiche, ma Noel decise di cestinarle". 

A Liam sarebbe piaciuta la versione "Noel rethink" di D'You Know What I Mean? uscita quest'estate e sosterrebbe che Noel avrebbe dovuto fare altrettanto per ogni brano di Be Here Now.




Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails