sabato 13 dicembre 2014

Noel Gallagher, spiraglio per la reunion degli Oasis: "Un giorno potrebbe avvenire, ma su Internet in troppi si fingono insider"

In ogni intervista sono una costante, un passaggio inevitabile e in un modo o nell'altro Noel Gallagher deve rispondere. Le domande sulla reunion degli Oasis continuano, l'ultima è stata fatta al 47enne cantautore ieri, nel corso di uno speciale show prenatalizio condotto con Steve Lamacq su BBC Radio 6 (AUDIO ALLA FINE DEL POST). 

Noel ha parlato dell'origine di alcuni suoi brani inseriti nel disco di prossima pubblicazione, dicendo in larga parte cose già note da precedenti interviste rilasciate nelle settimane precedenti, ma rivelando anche qualche aneddoto interessante. Poi è giunto il momento della domanda circa la possibilità che la band della sua vita torni insieme. "Ti devo fare quest'ultima domanda", ha detto Steve a Noel dopo settanta minuti di chiacchierata, "altrimenti la gente mi urlerà contro per strada". A questo proposito Noel ha per la prima volta parlato dello scioglimento dei Beady Eye, anche se di straforo.

"Dal punto di vista creativo una reunion degli Oasis non mi interessa, perché sono più che felice di trovarmi dove mi trovo adesso. Detto questo, se qualcuno mi facesse la più psichedelica delle offerte di denaro, allora ovviamente sarei un idiota a rifiutarla, ma ... non lo so. Sembra che Liam sia andato in pensione anticipata, Andy è tornato con i Ride, Gem non so cosa stia facendo ... l'altra sera ero con lui ... in realtà non so cosa stia facendo Gem. Reunion degli Oasis? Un giorno potrebbe succedere, credo che finché tutti sono vivi e hanno un buon taglio di capelli, tutto è possibile. Non sarò mai io a spingere, capisci? Ho già quasi pronto il prossimo disco. Amo davvero quello che sto facendo".

"Di recente ho concesso molte interviste", ha proseguito Noel, "e trovo offensivo l'atteggiamento dei giornalisti che ti fanno: 'OK, hai questo nuovo album, ma quando tornerete insieme?'. Ma quello che sto facendo ora è questo, perché mi offendi dicendo così? Pensi che io stia facendo dischi per farmi due risate? Mi godo quello che sto facendo e penso sia fantastico. Una delle cose più orribili di Internet è che ognuno pensa di essere un insider, di avere informazioni che non ha, tipo uno che lascia un commento in cui dice: 'Il gatto di Noel mi ha detto un pomeriggio che gli Oasis torneranno nel 2017'. Come faccia a saperlo non lo so". 

"Queste cose prendono fuoco molto rapidamente", rileva Noel, "e poi Liam con i suoi tweet non aiuta. Quando twittò le lettere della parola O A S I S in cinque tweet consecutivi, il mio telefono andò in tilt per tutto il giorno. Internet è pieno di sedicenti esperti e ben informati, ma questa cosa non è proprio all'orizzonte".

In chiusura Noel ha scherzato con Steve che si augurava di rivederlo quando l'album sarà uscito, a marzo. "Oh, Dio buono, 'mungeremo la vacca' per pù di un anno con questo album", ha detto l'ex Oasis, facendo intendere, con il sorriso, di voler sfruttare a pieno l'appeal mediatico del disco per far parlare di sé.

Per lo show Noel ha selezionato una playlist che include dei pezzi meno noti al grande pubblico. "Non volevo scegliere i pezzi che scelgo di solito, She Bangs the Drums e così via, ma qualcosa di diverso", ha spiegato. Interessanti le scelte musicali del chitarrista, che pubblichiamo qui di seguito.

Vi racconteremo anche gli aneddoti di Noel. Stay tuned.




Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails