mercoledì 20 giugno 2012

Sessantaquattresimo post del diario di Noel: "In aereo verso Kiev con la tempesta"

Moriremo tutti!

Bene, compagni. Sono passati alcuni giorni. Dov'eravamo di preciso? Sulla strada per l'aeroporto per prendere il volo per l'Ucraina credo. Sì? Credo di sì, sì.

Il volo è partito con un po' ritardo e grazie a Dio. Seduti sull'asfalto, è passata la tempesta più violenta, rumorosa e ventosa. L'aereo ne è stato investito da lato a lato, la pioggia CADEVA A DIROTTO dal cielo. Di solito amo quel tipo di esibizione di Madre Natura, ma quando il pilota dagli altoparlanti dice in quello che può essere descritto solo come un comico accento russo impassibile "Buongiorno. Benvenuti sull'Aeroflot AF 83 (o qualcosa del genere!) diretto a Kiev. Ci vorranno 1 ora e 25 minuti. Felice viaggio". Cosa!!! Aspetta un secondo, amico, non è che decollerai veramente con questo tempo, no!? I motori si sono avviati . . . (moriremo tutti!). Ora, non sono un passeggero teso, per niente, ma speravo seriamente che il pilota si ravvedesse e restasse fermo un po' finché la tempesta non fosse passata. C'è stato un udibile sospiro di sollievo quando è tornato agli altoparlanti a dire "Ci sarà un ritardo di 20 minuti. La tempesta passerà". Grazie al santo signore Gesù Cristo siamo salvi!!!!!!

Dopo il viaggio è stato piuttosto privo di eventi. Proprio come piacciono a me. Alla dogana a Kiev ho notato un segno peculiare mentre provavo ad fare ingresso nel paese. Era la lista delle cose che non si dovrebbero portare con sé se non vuoi che la polizia ti rovini la giornata . . . tra le solite cose sospette: lingotti d'oro, esplosivi plastici e armi (anche se ci sono sempre una o due di queste in ogni tour!). C'erano anche queste due . . . OPERE D'ARTE (di oltre 50 anni fa) e SOSTANZE DRASTICHE???? Ora, non ho idea di cosa sia una sostanza drastica, ma intendo rendere mia missione di vita scoprirlo e - si spera - assaggiarne un po' e trasmettere le mie scoperte a voi, bella gente di Internet (e/o dei dispositivi mobili).

Dunque . . . Kiev? Che gran posto!! Lo amo. Ho fatto un concerto fantastico mercoledì. Uno dei migliori 10 del tour per me. Rovinato solo marginalmente teppisti inglesi skinhead ubriachi che cercavano disperatamente di causare problemi. Per fortuna uno o due di loro lo hanno fatto e uno o due di loro hanno preso calci in testa da alcune persone del posto. Questa cosa ristabilisce la tua fede nella legge non scritta del karma!! Comunque serata fantastica, fantastica. Ieri, però, me la sono sentita tutta addosso. Catastrofe totale.

Dunque . . . eccoci. Vado a vedere l'Inghilterra che gioca contro la Svezia. Dovrò provare ad evitare l'inevitabile bagno di sangue se l'Inghilterra dovesse perdere, che è una possibilità molto forte. Benché io preveda un pareggio, così che noi, io e la grande città di Kiev, vivremo per combattere un altro giorno ("will live to fight another day", verso di If I Had a Gun, ndr) (tanto per dire!).

A SEGUIRE.

GD

15 giugno 2012

oasisnotizie


Altri post dal diario di Noel

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails