giovedì 12 maggio 2016

Noel Gallagher: "Man City deludente. Con il Real avrei preferito perdere 5-0. O uscire agli ottavi e arrivare terzo in Premier. Rimpiango Dzeko"

Raggiunto dai microfoni di Talksport il 9 maggio, Noel Gallagher ha rilasciato alcune dichiarazioni sull'eliminazione del Manchester City dalla Champions League, arrivata in semifinale contro il Real Madrid. AUDIO ALLA FINE DEL POST

"Sono stato a Madrid ed è stata semplicemente la partita più deludente. Delle due contro il Real Madrid è stata quella che ci ha proprio sgonfiato. Non riuscire a fare un tiro in porta è una statistica piuttosto eloquente. E sapevo che avremmo faticato contro l'Arsenal (2-2 qualche giorno dopo, ndr), perché come fai a risollevarti dopo quello?". 

"Se non sai difendere non puoi vincere nulla, è semplice. Ed è stato questo il problema di tutta la stagione: non sappiamo difendere". 

"All'intervallo pensavo che avrei preferito perdere 5-0. Abbiamo fatto un solo tiro in porta, con Sergio Aguero all'89esimo minuto. E basta".

"Chi è che vuole arrivare in semifinale di Champions League e in campionato arrivare quinto? Nessuno. Avrei preferito uscire agli ottavi e finire terzo in campionato". 

"Devo dire una cosa, ora che (Pellegrini) sta per andarsene lo dico. Un allenatore come Mourinho o Klopp o Mancini avrebbe mostrato maggiore combattività lungo la linea di bordocampo. Pellegrini se ne stava lì in piedi con le mani in tasca e io pensavo: 'Dai, amico!' ...". 

"È una disgrazia che una squadra come la nostra debba pregare che il West Ham domani sera batta il Man United per non perdere il quarto posto valevole per la qualificazione in Champions League".

"È folle che il Leicester si trovi diciassette punti davanti a noi".

"Si vocifera di molti giocatori che arriverebbero quest'estate con Guardiola, ma come verrebbero da noi se fallissimo la qualificazione in Champions League? Per Pep si profila un lavoro enorme. Pogba non verrebbe mica a fare l'Europa League. Preferirebbe andare al Real Madrid e guadagnare 50.000 sterline a settimana".

"Se quest'anno non andassimo in Champions League sarebbe un fallimento enorme, pur avendo vinto la Coppa di Lega. Ed essere giunti in semifinale in Champions non avrebbe senso, perché francamente abbiamo fatto schifo in quelle partite, no? E non è valsa la pena arrivarci".

Dopo aver detto che "abbiamo già visto il meglio di Yaya Touré" Noel ha poi rimpianto Dzeko e Milner. "Qualcuno deve spiegare a se stesso perché ha lasciato andare via questi due giocatori, dato che Bony non è un rimpiazzo adatto per Dzeko", ha spiegato. "Dzeko segnava sempre gol importanti. Non era un grande giocatore, non ha mai segnato molti gol, non ha mai fatto faville, ma segnava sempre i gol importanti. Milner dava tutto se stesso sul campo sette giorni alla settimana per la causa. Quei due giocatori da soli avrebbero cambiato molto le cose". 

"Ascolta, contro l'Arsenal i tifosi del City non hanno organizzato alcun abbandono in massa dello stadio. Quarantacinquemila persone hanno lasciato le tribune spontaneamente. E questo la dice lunga. Non c'è stato alcun giro di email prima del match. Non hanno voluto neanche salutare l'allenatore che se ne va o ringraziare la squadra per aver raggiunto la semifinale di Champions. Non dicendo nulla hanno detto tutto".

Noel ha concluso l'intervista con un "Forza Hammers!" che è stato di buon auspicio. Fortunatamente per l'ex Oasis, il West Ham ha infatti sconfitto lo United (3-2), impedendogli di scavalcare il City in classifica. 
oasisnotizie


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails