venerdì 23 gennaio 2015

Noel Gallagher: "Mio fratello combina casini. I Beady Eye non sono grandi compositori"

"Cosa ne penso delle sue vicende personali attuali? Al momento mio fratello Liam sta facendo un fottuto casino con le cose", dice Noel Gallagher alla rivista NME (numero del 17 gennaio), "ma ci siamo passati tutti. Io ci sono passato. È una cosa che può essere grandiosa, perché tocchi il fondo e ti purifichi da tante fottute merdate e ricominci. Io sono il tipo di persona che fa: 'Fanculo, me le tengo' e ricomincio. Ed è questo il consiglio che gli darei".

Nell'intervista Noel ha detto la sua sullo scioglimento dei Beady Eye. "Quando mi hanno chiamato e mi hanno detto che i Beady Eye si erano sciolti non dico che sia stato triste, non è la parola adatta, ma ho avuto un sincero sospiro e ho fatto: 'Ah, cazzo'. Anche se è stato uno shock, non sono sicuro che la cosa sia giunta come una totale sorpresa per tutti. E non parlo per loro, non sono un insider e non ho parlato con Liam della faccenda, ma mi sorprende che abbia gettato la spugna. Non credo, però, che resterà fuori dai giochi per sempre. E spero faccia un disco solista, che tiri fuori le sue carte e il suo nome sulla fottuta copertina". 

"Se dovessi dargli un consiglio", prosegue, "gli direi di tenersi Gem Archer come amico fidato, perché erano grandi amici, cazzo, e Gem lo capiva davvero. Quanto al produttore, quel tizio che ha prodotto il loro ultimo album, Dave Sitek ... quando ho sentito Flick of the Finger alla radio ho pensato che era qualcosa di più vicino ad una grande canzone, ma non andava da nessuna parte. Era tipo un bridge di quattro minuti senza ritornello. Devo ammettere che era un fantastico bridge. E poi mi piaceva l'atmosfera della canzone, ma ... erano una band fottutamente grandiosa, ma non sono grandi compositori. Avevano bisogno di una grande canzone. Non solo di una hit pubblicata come singolo, ma una gran fottuta canzone. Rock'n'Roll Star non è mai stata un singolo, neanche Champagne Supernova né Morning Glory, sai ... ma non penso che starà fuori dai giochi per sempre".

L’ultimo incontro tra i due fratelli risale all'11 maggio, quando, in occasione del match che ha sancito la vittoria del Manchester City nella scorsa Premier League, si sono visti durante i festeggiamenti. 

"Ero nel box dei dirigenti e lui là fuori a vendere hamburger. Uno dei dirigenti mi chiese se volessi andare in campo con la squadra e io feci: 'Sì, cazzo!'. Così andai in campo e nel tunnel chiesi al capitano Vincent Kompany di regalarmi la sua fascia da capitano. Me la regalò e la indossai. Mentre ero seduto al bar durante i festeggiamenti mi arriva uno da dietro e tenta di sfilarmela dal braccio. Gli ho fatto: 'Giù le mani da questa fascia, cazzo'. Era Liam. Mi fa: 'Porca troia, testa di cazzo, non dovresti indossarla tu. Dovrei indossarla io'. È iniziato così l'incontro. Così gli ho chiesto: 'Oh, bene, e come stai?'. Ogni volta che lo vedo fa ancora un po' lo stronzo sfacciato. E tiene ancora fede all'immagine di cane che abbaia".

"Tempo fa mi hanno intervistato due giornalisti tedeschi", racconta ancora Noel. "E mi hanno chiesto perché Liam è così arrabbiato, dato che due anni prima lo avevano intervistato e lo avevano visto muoversi in modo concitato e urlare nella stanza con gli occhiali da sole in mano. Ho domandato loro cosa gli avessero detto e loro mi hanno risposto: 'Come sta tuo fratello?'. Haha!". 

oasisnotizie

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails