venerdì 25 ottobre 2013

Amarcord Oasis, Bonehead suona con Liam Gallagher dopo 15 anni: "È stato come se non ci fossimo mai divisi"

Era il 1999 quando Paul Arthurs, in arte Bonehead, lasciò gli Oasis durante le registrazioni dell'album Standing On The Shoulder Of Giants. Ci sono voluti quattordici anni prima che il chitarrista, oggi 48enne, tornasse a suonare con un fratello Gallagher, Liam. Venerdì scorso alla Royal Albert Hall di Londra Bonehead si è unito ai Beady Eye, privi dell'infortunato Gem Archer, per una performance speciale in memoria di Jon Brookes, batterista dei Charlatans morto a 44 anni a causa di un tumore. Tre i pezzi suonati: Live Forever, Columbia e My Sweet Lord, cover di George Harrison eseguita insieme ai Charlatans. Era dal marzo 1998, dal concerto di Città del Messico che chiuse il tour di Be Here Now, che Bonehead e Liam non suonavano insieme.

Alla rivista NME Bonehead, che suona con i Parlour Flames, dice: "Liam e io ci eravamo detti che sarebbe stata una cosa strana, ma una volta che ho attaccato il mio ampli è stato come se non fossimo mai stati lontani. Io sono maturato e anche Liam è più professionale. Liam mi è sembrato sempre lo stesso Liam. Aveva un look fantastico e ha cantato fantasticamente".

Tim Burgess: "Liam voleva dare una mano e haproposto di fare canzoni degli Oasis e dei Charlatans. A me non dispiace affatto essere cacciato dalla band (Liam ha cantato al suo posto, ndr) se c'è uno bravo come Liam a sostituirmi".

Inevitabile che la semireunion abbia alimentato nuove voci sulla reunion completa, quella con Noel Gallagher, che per la verità ha recentemente affermato di ver concluso i demo del suo secondo disco solista, la cui uscita è prevista - secondo quanto dichairato da Noel a Xfm Radio - per fine 2014 o inizio 2015.

"Se qualcuno mi chiedesse di suonare a Glastonbury l'anno prossimo, lo farei gratis, ma credo che sarebbe troppo presto", spiega Bonehead. "Gli Oasis si sono appena divisi". Anche se "appena" equivale a oltre quattro anni ...

Bonehead ha poi ribadito di non essersi mai pentito di aver abbandonato gli Oasis. "Non mi mancarono gli Oasis dopo che me ne andai, dato che nel periodo in cui ci sono stato io (dal 1991 al 1999, ndr) abbiamo toccato vette altissime. Sono rimasto sullo sfondo come fan, andavo ai loro concerti (anche a quelli dei Beady Eye, ndr)".

Altre foto della serata del 18 ottobre su Beady Eye Italia.

oasisnotizie



Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails