martedì 9 luglio 2013

Liam Gallagher: "Con i Beady Eye sono un musicista. Posso esprimermi molto di più invece di cantare canzoni di qualcun altro e basta"

Qualche giorno fa Liam Gallagher e Gem Archer dei Beady Eye sono stati intervistati da In:Demand, radio scozzese. Hanno parlato delle differenze con gli Oasis e Liam ha raccontato un aneddoto legato all'edizione 1994 del festival T In The Park, la prima della storia. AUDIO ALLA FINE DEL POST

"BE significa ... universal gleam, bagliore universale. Sì, BE come titolo mi piaceva, ma non si può sempre ottenere quello che si vuole", ha detto Liam a proposito del titolo dell'album. 

Qualche settimana fa aveva spiegato che Universal Gleam, il titolo che avrebbe voluto lui (tratto da un verso del primo singolo, Flick of the Finger), era stato scartato dal management perché l'etichetta discografica Universal avrebbe potuto sollevare una questione.

"Non dobbiamo dimostrare niente a nessuno, facciamo dischi perché è quello che facciamo, facciamo musica", ha aggiunto il cantante. "Lo fai solo per dimostrarlo a te stesso, come musicisti, come band, come amici", gli fa eco Gem.  

Liam: "Abbiamo ingaggiato questo produttore un po' eccentrico, Dave Sitek, di cui non avevamo mai sentito nulla. La gente parla di sperimentazione, io penso solo che non siamo stati d'ostacolo e siamo andati con il flusso, mentre con il primo album non siamo andati con il flusso, siamo andati sul ring, ci siamo rimboccati le maniche e abbiamo sparato fuori le cose. Stavolta ci siamo seduti e abbiamo semplicemente controllato in che direzione spiravano i venti, sai cosa intendo?". 

"Non c'è sovraproduzione, ma giusta produzione in questo disco. Sitek ci ha portato un nuovo modo di guardare a noi stessi", rileva Gem. "Credo sia questo fare il produttore. Noi abbiamo portato le canzoni come sempre abbiamo fatto, lui ci ha messo colori diversi". Liam ha definito scherzosamente Andy Bell "a wee tall skinny man". 

Liam: "Siamo andati in studio a prescindere dal produttore. Anche se non ce l'avevamo, abbiamo prenotato lo studio con l'idea di finire entro Natale. Eravamo in grado di premere 'play' e 'registra', se l'avessimo fatto credo che sarebbe uscito fuori Different Gear, Still Speeding parte 2, che non sarebbe stata una cosa brutta, ma con Sitek poi abbiamo creato BE". 

"Come mi sono evoluto come cantautore? Oh, al momento sono fottutamente incredibile. Scherzi a parte non lo so. Come ho già detto, con gli Oasis era bellissimo stare in una band e cantare le canzoni di qualcun altro, mi sono divertito un mondo, ma con i Beady Eye posso esprimermi molto di più come musicista o come cazzo si chiamano oggi. Quindi questo mi piace e, indipendentemente dal fatto che la gente entri in sintonia con quello che facciamo, lo apprezzi o meno, io lo sto apprezzando, perché mi sto esprimendo molto di più di quanto non facessi con l'altra band".

"I Beady Eye una democrazia? Se vogliamo usare questo termine sì. Quando invecchi non vuoi limitarti a portare a spasso il cane, vuoi dare al cane un abbraccio, capisci cosa intendo? Non volevo solo cantare canzoni degli altri per il resto della mia fottuta vita, ho qualcosa dentro di me e volevo mostrarlo. I Beady Eye sono un veicolo attraverso il quale posso farlo io, può farlo Gem, può farlo Andy e chiunque altro. Se democrazia è questo allora la vita dovrebbe essere una democrazia". 

Tra pochi giorni Liam e compagni torneranno dopo due anni sul palco del festival T In The Park. "Ho ricordi fantastici di quando venimmo per la prima volta a suonare qui, alla prima edizione, nel 1994. C'era un pallone da calcio sul palco. Tirai un calcio alla palla e colpii al naso Michael che stava mixando al banco del mixaggio. Ricordo solo questo. Ed era pure un tifoso dello United, quindi meglio ancora ... Comunque siamo sempre noi, siamo le stesse persone, anche se il nome della band è diverso". 

Gem non ricorda la sua prima performance al T In The Park, nel 1996 con gli Heavy Stereo e aggiunge: "Non sarei stato comunque in grado di colpire il banco del mixaggio con un pallone da calcio". 


Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails