domenica 14 marzo 2010

"Don't Look Back In Anger", la consacrazione degli Oasis

Avranno anche copiato i Beatles come sostiene qualcuno ma se è così l’hanno fatto davvero bene, benissimo (e comunque non li hanno copiati): gli Oasis, gruppo pop britannico, diventano veramente gli Oasis, cioè gli eredi della straordinaria tradizione musicale d’oltre Manica, nel 1996 quando esce “Don’t Look Back In Anger” canzone con la quale miscelano un elementare ma ottimo sound acustico con un testo altrettanto intrigante - non guardare al passato con rabbia, questa la traduzione del titolo – e la citazione obbligata è inevitabilmente il “Ricorda con rabbia” del drammaturgo inglese John Osbourne, anzi la controcitazione visto che i fratelli Gallagher, di Manchester (tifosi però del City, non dello United) invitano a fare esattamente il contrario. In questo brano – dopo anni - è la prima volta che la voce solista è quella dell’autore, Noel e non di William, che è anche l’autore del brano inserito nell’album (What’s the Story) Morning Glory, considerato da tutti il capolavoro di questo gruppo irrequieto ma talentuoso che pare abbia preso il nome, molto semplicemente e senza troppe considerazioni socio-politiche-culturali, da un negozio di abbigliamento di Manchester. Certo non è stata un’oasi di pace la vita dei due fratellini.

Nando Mura
unionesarda.ilsole24ore.com - 11 marzo 2010

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails