lunedì 30 settembre 2013

Noel Gallagher attacca il tecnico del Man United David Moyes: "Non sa parlare ai giocatori. E Ashley Young è un tuffatore"

Lunedì scorso Noel Gallagher è tornato a collegarsi telefonicamente con Sports Bar, trasmissione in onda su Talksport. AUDIO ALLA FINE DEL POST

"Di Canio è stato esonerato? Il Liverpool ha vinto? Come avevo previsto", ha esordito l'ex Oasis, che poi ha detto la sua sulla roboante vittoria (4-1) del suo Manchester CIty nel derby contro il Manchester United. Noel aveva previsto un pari a reti bianche, ma è stato felicemente smentito.

"Quando a loro manca Van Persie è come se a noi mancasse David Silva, ma la differenza è che noi David Silva possiamo sostituirlo con Nasr, mentre loro rimpiazzano Robin Van Persie con Danny Welbeck".

"Tutti i miei amici tifosi del Manchester United erano convinti di vincere. Se posso dare un consiglio a David Moyes, se è in ascolto: di' ai tuoi giocatori di smetterla di insistere con la storia che la partita contro il Liverpool è importante, mentre il derby contro di noi per voi non significa molto, perché sai che succede? Poi i tuoi giocatori cominciano a giocare come se quella cosa fosse vera".

"I primi trenta minuti sono stati strabilianti per me: il Manchester United non riusciva a toccare un pallone. Se aggiungiamo un 50% in più di solidità rispetto all'anno scorso sarà una grande stagione per noi. Per il City il problema non è mai stato giocare contro le grandi squadre, ma contro le piccole, contro le quali lo United sa giocare meglio da sempre".

"Abbiamo vinto 4 degli ultimi 5 derby, questo mi dà fiducia. Touré e Kompany sanno come affrontare lo United. Il povero Michael Carrick di sicuro si sveglia di notte con la faccia di Yaya Touré che lo fissa e lui gli fa: 'Come hai fatto a giocare così?'. È incredibile".

Poi Noel ha attaccato all'allenatore del Manchester United: "Parlando ai suoi negli spogliatoi durante l'intervallo, Moyes ha dimostrato perché per tanti anni è stato il tecnico dell'Everton: lo United è uscito dagli spogliatoi e non ha fatto niente, poi quando ha fatto dei cambi le cose sono andate meglio. Non è un caso che sia successo con l'ingresso di Fellaini". Poi ha aggiunto: "Posso capire che lo United perda contro il Barcellona in quella finale di Champions, ve lo ricordate no? Cavoli se lo ricordo!", ha detto Noel con gusto.

"Lo United non gioca bene dalla prima giornata, non credo che migliorerà. Moyes ha questa fissa con i calciatori inglesi, ha costruito la sua carriera su quello. Mettere Carrick e Fellaini contro i centrocampisti del City è quanto meno ingenuo. Secondo me Gary Neville sta scrivendo la formazione che vinse il treble con lo United nel 1999 e sta facendo una brutta faccia".

Rispondendo ad una domanda su Ashley Young, centrocampista dello United, Noel ha detto senza mezzi termini: "È un tuffatore". E ha rivelato: "Ho visto la partita a casa mia, sì, era il compleanno di mio figlio Donovan. Non dimenticherà mai il suo sesto compleanno. Continuava a dire: 'Quindi noi ne abbiamo fatte quattro e loro solo una?'. E io: 'Sì e questo solo a centrocampo, figlio' ... ".

Manchester United e Manchester City hanno poi perso ieri (29 settembre) rispettivamente in casa contro il West Bromwich e in trasferta contro l'Aston Villa. I citizens sono ora sesti a cinque punti dall'Arsenal capolista. Tre punti più giù c'è lo United, undicesimo.


lunedì 23 settembre 2013

Noel Gallagher: "Reunion degli Oasis? Mai dire mai, perché può darsi che uno sia al verde. Se la fanno senza di me è uno schifo"

Il 18 settembre Noel Gallagher ha parlato ai microfoni di Sports Bar su Talksport con Andy Goldstein e Jason Cundy. AUDIO ALLA FINE DEL POST

"Questa canzone va avanti da tre anni ormai, è ridicola. Non sono neanche un vero dottore. Mio figlio quando aveva cinque anni mi ha chiesto se lo fossi e io gli ho detto di sì", ha esordito Noel riferendosi alla sigla, in cui l'ex Oasis viene chiamato Doctor Octagon, per via della casa a pianta ottagonale che si fece costruire in campagna. "Devo spiegarlo alla gente ogni tanto, da dove deriva questo Dottor Ottagono". 

"Pellegrini sta facendo bene, ma al momento no mi sta ancora strabiliando", ha detto Noel del tecnico del suo Manchester City. Mancavano ancora quattro giorni al trionfo dei citizens contro l'odiato Manchester United (4-1).

"Se guardi alle altre, però, nessuno ha ancora fatto faville in questa Premier League. Non saremo in grado di giudicare nessuno prima di Natale, neanche il Chelsea di Mourinho. Tutte le grandi hanno perso già una partita, un fatto inconsueto, indice di una buona stagione. In passato non si verificava prima di ... tipo novembre, con strisce di imbattibilità di undici, dodici partite".

"No, non si può dire chi vincerà la Premier League, ma di certo Di Canio sarà cacciato entro le prossime sei settimane", ha poi detto tra le risate dei conduttori Noel, che è stato buon profeta, dato che l'ex calciatore italiano è stato sollevato dall'incarico di allenatore del Sunderland qualche giorno dopo questa intervista.

"Non andrò allo stadio a vedere il derby" (poi vinto 4-1), ha detto Noel, "perché è il compleanno di mio figlio. Donovan (che ha compiuto gli anni, 6, domenica 22, un giorno dopo suo zio Liam, ndr) avrà il piacere di vedermi mentre vedo la partita e può imparare un po' di francese. Cosa gli regalerò? Scarpini da calcio? No, è andato a vedere una partita l'altra sera e non gli è piaciuto".

"Finirà 0-0", ha azzardato Noel quando gli è stato chiesto un pronostico per il derby. Un pronostico decisamente sbagliato con il senno di poi, anche se Noel ha indovinato i protagonisti della partita. "Aguero è in forma come non mai, Nasri sta giocando bene e se Pellegrini mette Yaya Touré nella giusta posizione ... vedremo domenica".

Immancabile poi un commento sulle insistenti voci di una reunion degli Oasis. "Forse la gente pensa che se lo dice abbastanza volte alla fine accadrà, ma non sono vere queste voci. Non succederà, no. A meno che, ovviamente, non lo facciano senza di me e sarebbe uno schifo. Non succederà mai? Be', mai dire mai, perché uno può darsi che sia al verde, ma non ne ho l'intenzione, non mi interessa".

oasisnotizie



Gem Archer colpito ancora dalla sfortuna: si è rotto tibia e perone, a rischio i concerti novembrini dei Beady Eye

Neanche il tempo di riprendersi dal brutto infortunio occorsogli il 1° agosto che Gem Archer, chitarrista dei Beady Eye, ha subito un altro incidente. Il 46enne, che, come riportato sul sito ufficiale della band all'inizio di questo mese, stava recuperando dal trauma cranico con frattura capitatogli cadendo dalle scale della sua casa, questa volta è scivolato in bagno e ha riportato una doppia frattura di tibia e perone. Lo riporta il Sun, che aggiunge che Gem sarà costretto a portare il gesso per quattro mesi.

Nel comunicato diffuso all'inizio di settembre i Beady Eye rassicuravano sul recupero di Gem e si dicevano pronti a tornare sul palco per il tour di novembre, che a questo punto sembra messo a serio rischio. Queste le date in programma:

10 novembre - Glasgow, Barrowlands
12 novembre - Leeds, O2 Academy
13 novembre - Newcastle, O2 Academy
15 novembre - Manchester, Academy
16 novembre - Manchester, Academy
18 novembre - Wolverhampton, Civic Hall
19 novembre - Portsmouth, Guildhall
21 novembre - Londra, Hammersmith Apollo



sabato 21 settembre 2013

Noel Gallagher contro gli One Direction: "La loro cover dei Blondie è atroce: fa marcire i denti"

Che potesse far storcere il naso ai più era prevedibile: la versione che gli One Direction hanno fatto di One Way or Another - storico brano dei Blondie scritto da Debbie Harry e Nigel Harrison per l'album Parallel Lines del 1979 - con le sue 141.785.403 visualizzazioni ha suscitato un certo clamore e, nel bene e nel male, ha offerto lo spunto a critiche e commenti. 

Chi non si è sicuramente risparmiato nel biasimare è stato Noel Gallagher, che ha espresso senza troppi giri di parole il suo disprezzo per la cover della boy band anglo-irlandese: "È a dir poco atroce, cazzo. Non riesco proprio a capire la musica pop. È tutta sulla stessa frequenza. Sembra sia stata creata per farmi marcire i denti. Hai presente quella musica che ti fa male ai denti?", ha dichiarato l'ex Oasis ai microfoni di BBC Radio 1, ponendo poi l'annosa domanda: "Quale sarà il futuro delle classifiche musicali?".

L'invettiva dell'artista si è poi spostata su tutto il seguito della "macchina One Direction", che la fa da padrona nel mondo dell'industria discografica: "Tutti ci guadagnano. Gli One Direction non stanno certo lavorando da Costcutter (discount inglese di merce a basso costo ndr.), quindi di certo ci stanno guadagnando. Il tizio che gli scrive quai cazzo di pezzi, anche lui sta vincendo. Ha una fottuta casa nuova che gli sta uscendo dalle orecchie. La casa discografica sta vincendo, perché avrà già una bonus track sicura per Natale. Nessuno ci perde, tranne gli idioti come me che alle 9.30 del mattino, mentre cercano di mandare i figli a scuola, devono sentire che in radio stanno massacrando la canzone dei Blondie".


sabato 14 settembre 2013

Nicole Appleton sbatte Liam Gallagher fuori di casa e spuntano le prime foto della figlia segreta del cantante

Sembra proprio finita tra Liam Gallagher e Nicole Appleton. Un altro indizio è quello rivelato ieri da alcuni tabloid inglesi. La 39enne ex cantante delle All Saints è tornata nella casa da 5 milioni di sterline che una volta condivideva con il marito, l'ex frontman degli Oasis e attuale frontman dei Beady Eye, per consentire ad alcuni uomini di rimuovere alcuni oggetti di proprietà del 40enne, al centro - da luglio - di uno scandalo per una presunta (ma a questo punto sempre meno tale) paternità segreta su cui ancora non ha rilasciato dichiarazioni pubbliche. Tra gli oggetti portati via ci sono una chitarra Gibson,un poster della copertina del singolo Holiday In The Sun dei Sex Pistols, un tavolo e molti vestiti di Liam. 

Nicole, scarpe da ginnastica rosa, è rientrata a casa dopo una sessione mattutina di ginnastica ed è parsa rilassata. Cambiatasi, è uscita di nuovo poco dopo. 

Intanto Liza Ghorbani, la 39enne giornalista del New York Post che ha portato Liam in tribunale e ha chiesto il test del DNA per certificarne la paternità della figlia Gemma, si è fatta vedere in giro per la metropoli statunitense in compagnia della piccola. C'è chi, dopo aver visto le foto della pargoletta, giura che si tratti della figlia del più piccolo dei Gallagher.

Fonti: Daily Mail, Daily Mirror, Contact Music


martedì 10 settembre 2013

Noel Gallagher: "L'Inghilterra passerà dai playoff per andare ai Mondiali, 50 milioni per Ozil sono troppi e all'Arsenal non serve"

Giovedì 5 settembre Noel Gallagher è intervenuto a Talksport, trasmissione in cui è ospite quasi fisso. Audio alla fine del post

All'ex Oasis sono stati fatti i complimenti per il premio ricevuto ai GQ Awards di due giorni prima e per il discorso di accettazione (vedi qui). "Non ricordo molto di quella giornata a essere onesti, avevo bevuto troppo ... Forse il premio lo metterò su eBay, come faccio con gli altri", ha detto Noel. 

Su Ozil, passato dal Real Madrid all'Arsenal per 50 milioni di euro, Noel ha detto: "Penso che il prezzo sia un po' esagerato per un calciatore che all'Arsenal non è che serva così tanto. È un grande giocatore e sarebbe ben accetto da una delle prime sei squadre del campionato, ma ... 50 milioni? E quanto verrà a costare con lo stipendio? L'Arsenal non aveva bisogno di un altro centrocamposta, aveva bisogno di un centravanti, di un difensore centrale e di un portiere. Lo vedremo giocare su Sky, ma non sono sicuro che fosse quello che serviva all'Arsenal. Ricordo che all'Emirates Stadium i tifosi dell'Arsenal facevano le suppliche perché la società lo comprasse, per loro è eccitante. Ne conosco alcuni e sono al settimo cielo".

Su Fellaini, nuovo acquisto del Manchester United: "È un buon giocatore, ma ho ragioni autorevoli per dire che non è un giocatore da Man United. A loro serviva un giocatore come Ozil, non un rubapalloni, perché loro la maggior parte delle partite le dominano".

"Per noi del City è stato un po' noioso, perché abbiamo guardato le altre comprare, quasi ci mancava il vecchio City. E poi abbiamo comprato De Michelis per sostituire Kompany (fuori sei mesi per infortunio, ndr) e anche lui si è infortunato e sarà fuori sei mesi. Secondo me non giocherà mai con noi, perché quando sarà recuperato anche Kompany avrà già recuperato. Lo cederemo".

Si è parlato anche del problema dei vivai delle squadre inglesi, che non riescono a garantire un futuro alla nazionale perché nelle loro file abbondano i ragazzini provenienti da altri paesi, specie sudamericani. "La possibilità di inserire nei vivai giovani stranieri, per esempio brasiliani, di farli crescere nell'arco di sei o sette anni è una cosa che alletta molto i proprietari di club, la possibilità di farli maturare sottraendoli a padri problematici e tatuaggi schifosi", ha spiegato Noel, che poi ha ribadito quanto affermato qualche settimana fa, cioè che la sua nazionale dovrà sudare per qualificarsi ai prossimi Mondiali: "Per come stanno andando queste qualificazioni ai Mondiali 2014, sarei molto sorpreso se l'Inghilterra non si qualificasse passando per i playoff".

"Non è un mistero che siano solo gli allenatori britannici quelli che prediligono i giocatori britannici, per esempio Ferguson ha fatto la sua parte, Moyes. Gli allenatori stranieri vengono da altre culture e magari hanno pregiudizi sui calciatori inglesi, per esempio ricordiamo Capello. Possiamo solo sperare che un giorno tutto si risolva".

Su Joe Hart, il portiere del Manchester City e della nazionale inglese, che non sta attraversando un grande periodo di forma: "Il portiere ha bisogno di sicurezza. Se i centrocampisti centrali o i difensori centrali fanno errori spesso poi la palla finisce in rete. Te lo dico io: se il City lo mettesse in vendita domattina ogni singolo club del mondo del calcio farebbe un'offerta. È controproducente dargli addosso al primo errore. I tifosi rispettosi e gli allenatori rispettosi gli ricorderebbero quanto è forte".

"Liverpool tra le prime quattro? Neanche io ci credo. Dovrà faticare per essere migliore e più continuo di Arsenal e Tottenham".




sabato 7 settembre 2013

Noel Gallagher: "Mio fratello quando si ubriaca sembra un indiano pellerossa"


La storia è nota e risale a qualche mese fa. Davanti ad un pub di Londra Liam Gallagher, in preda ad uno dei suoi eccessi da alcol, avrebbe cavalcato un cane dopo essersi rifiutato di pagare il conto. Oggi, sulle colonne del tabloid The Sun, compare un articolo a firma Gordon Smart, amico di Noel Gallagher, che riporta alcune parole proprio del 46enne ex chitarrista degli Oasis.

"Liam quando alza il gomito ha in sé qualcosa dell'indiano pellerossa. Quando gli europei andarono in America fecero ubriacare gli indiani pellerossa e comprarono l'Alaska da loro in cambio di un cazzo di tappo di una bottiglia di latte. 'Wahoo! Acquavite!' ... c'è un po' di quello in Liam quando è ubriaco. 'Wahey! Dai, facciamo una prova con quel cane!'. Io quando bevo sto bene e non cavalcherei un animale".

Fonte: The Sun

venerdì 6 settembre 2013

Video professionale di MTV: Beady Eye live all'Ibiza Rocks (22 minuti)

Ecco gli extended highlights del live dei Beady Eye all'Ibiza Rocks (17 luglio) trasmessi da MTV Live HD in HD 1080p il 1° settembre. Video by frjdoasisbdi.

Questo l'ordine in cui sono state trasmesse le canzoni selezionate da MTV: The Roller, Second Bite of the Apple, Soul Love, Bring the Light, Shine a Light.

Era il giorno in cui scoppiò lo scandalo "figlia segreta".

Il 18 agosto il canale aveva trasmesso The Roller, Shine a Light e l'intervista, per la quale vi rimandiamo a questo link.

Non è stata trasmessa I'm Just Saying, caricata su YouTube dal canale ufficiale del festival qui.

QUESTA SERA (venerdì 6 settembre) alle ore 23 il live dei Beady Eye sarà in onda in replica su MTV Live HD (canale 710 del bouquet di Sky Italia).



giovedì 5 settembre 2013

Video: Noel Gallagher all'ex Sottosegretario agli Affari Esteri: "Con tutte le merdate che succedono nel mondo, tu sei qui a ritirare premi?"

Martedì 3 settembre alla Royal Opera House di Londra si è svolta la cerimonia di assegnazione dei premi GQ Men of the Year. Tra i premiati c'era anche Noel Gallagher, già insignito del riconoscimento nel 2011 e giunto alla cerimonia elegantissimo in compagnia della moglie Sarah McDonald.  La coppia ha posato per varie foto con altri VIP.

Durante l'acceptance speech, il discorso che si tiene quando si riceve un premio, l'ex Oasis ha attaccato l'ex Sottosegretario agli Affari Esteri del Commonwealth William Hague, anch'egli tra i premiati, accusandolo di essere lì "con tutte le merdate che succedono nel mondo e che dovrebbe risolvere". Poi ha ringraziato i suo idoli e ha scherzato su quanto sua moglie gli disse a proposito della presenza - annunciata ma mai verificatasi - di George Clooney alla cerimonia.

Ecco il VIDEO sottotitolato in italiano.



 

PER LA PHOTOGALLERY CLICCA QUI


domenica 1 settembre 2013

Questa sera i Beady Eye in concerto all'Ibiza Rocks su MTV Live HD

 

Su MTV Live HD (visibile in Italia su Sky al canale 710) tornano stasera alle 21 i Beady Eye dal vivo all'Ibiza Rocks. Non è chiaro se si tratti di una replica di quanto andato in onda due settimane fa o se avremo la possibilità di vedere altre canzoni del concerto registrato il 17 luglio. 

Oltre alle già viste The Roller e Shine a Light e all'intervista è probabile che vedremo in più Soul Love, disponibile sul sito di MTV, e I'm Just Saying, caricato su YouTube dal canale ufficiale del festival. Il programma dura poco meno di mezz'ora.









LinkWithin

Related Posts with Thumbnails