domenica 1 febbraio 2015

Noel Gallagher: "Se scrivessi di me sarei noioso come James Blunt. E non mi piace regalare i dischi come fanno gli U2"

Noel Gallagher, si sa, non le manda a dire. Stavolta il 47enne chitarrista ha approfittato di due interviste per lanciare due frecciatine a James Blunt (altre volte in passato bersaglio delle sue punzecchiature) e agli U2.

Parlando ieri pomeriggio ai microfoni di BBC Radio 2 con Edith Bowman, l'ex Oasis ha detto che al suo nuovo album, Chasing Yesterday, di prossima uscita, manca una coerenza narrativa, dal momento che le canzoni non seguono un percorso.

Cosa ne pensa Noel dell'idea di scrivere canzoni riguardanti proprie esperienze personali? "Se scrivessi canzoni sulla mia vita, allora risulterebbero più noiose di James Blunt. Se mai fosse possibile, il che, come tutti sappiamo, non è possibile", ha spiegato.

E in una recente intervista alla rivista Q Noel è tornato sull'argomento del download libero e della moda di regalare i dischi ai fan che sembra ormai diffondersi tra gli artisti di fama. 

A proposito di Songs of Innocence, il disco degli U2 pubblicato a settembre e automaticamente scaricato nella app di tutti possessori di account su iTunes, è questo il parere di Noel: "Nessuno ha detto se quello degli U2 è un album di merda o un album grandioso. Tutto ciò di cui si è parlato è stato il modo in cui è stato distribuito. Credo sia uno dei loro migliori album e quella canzone, Every Breaking Wave, che canzone! Ma il modo in cui è stato distribuito è qualcosa che non farei mai. Per me con gli album è tutta una questione di attesa, di trepidazione. Non voglio vivere in un mondo in cui fai: 'Bang. Eccolo. Fatto'. Io e Bono abbiamo avuto interminabili conversazioni su questo e siamo giunti ad una posizione comune, quella di dissentire".

"Non approvo la musica libera", aggiunge. "Sarei felice, anzi, di aumentare
di una sterlina il prezzo del mio nuovo album. Gli U2 adesso possono girarsi e dirmi che 750 o non so quanti milioni di persone hanno il loro nuovo album sui loro telefoni, ma io preferirei che il mio ce l'avessero 750 persone nel loro cuore. Per me è quella la cosa che nella sostanza conta".
 

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails