mercoledì 18 febbraio 2015

Noel Gallagher a tutto campo: "Il 24enne Noel sarebbe fiero di me, ho realizzato i suoi sogni. Liam deve ripartire"

Intervista a Noel Gallagher per The Telegraph, febbraio 2015.

Dal nuovo disco e all'imminente tour alla convivenza (fatta di pigrizia) con la moglie, dal rapporto con la figlia al futuro del fratello Liam, da Bono a Chris Martin, dall'annus horribilis 2013 al confronto con quel 24enne pieno di sogni di due decenni fa, Noel Gallagher si racconta in una bella intervista. 

Partiamo dal secondo singolo del tuo nuovo album, Ballad of the Mighty I, un lungo pezzo (quasi 6 minuti) che vede la collaborazione di Johnny Marr alla chitarra. 

È un brano lungo, ma non dà quella sensazione. Non si prolunga inutilmente, ma nessuna di queste cose è concepita anticipatamente. Scrivo solo seguendo il modo in cui mi sento di scrivere. All'epoca di Be Here Now ogni pezzo che scrivevo era lungo sette minuti perché ero fatto come un cavallo e tutto era fantastico. E all'epoca di Definitely Maybe ogni pezzo che scrivevo era lungo tre minuti e mezzo perché ero pieno di energia e mi apprestavo a cambiare il mondo. È il viaggio affascinante che comporta l'essere un cantautore.

Come ci si sente dopo oltre due decenni di carriera musicale?

È bellissimo stare sulla scena così tanto tempo, attraversi svariate fasi e diversi periodi. Immagina di far parte di una band o di essere un compositore e di scrivere solo due album. Sarebbe un fottuto peccato. Prendi gli Stone Roses, per esempio. Lee Mavers dei La’s. Non avremo mai modo di vedere che tipo di viaggio avrebbero fatto Lee o John Squire e Ian Brown, perché non sono stati in grado di far funzionare la cosa. Mentre i Primal Scream, da Screamadelica all'ultimo disco, con loro ti fai un viaggio.

E la mezza età si fa sentire? Come te la passi?
Bene. Per me ci sono flussi e riflussi. Quando sono nel periodo tra i tour e non ho un cazzo da fare me ne sto seduto e divento un papà. Non che faccia molto. Non ho nulla, non ho molte cose da aspettare con trepidazione e nessun progetto. È qusto il mio hobby. È questo ciò che faccio io. Quindi Sara si fa sempre i fatti miei. Irrompe in casa di ritorno dalla palestra e mentre fa corsetta restando sul posto mi fa: "Che fai oggi? Stai guardando Storage Hunters? Io e i miei ragazzi amiamo quel programma!". E io penso: "Ah, sì, lo sto guardando, negli ultimi 18 mesi sono stato in giro per il mondo, quindi guarderò Storage Hunters tutto il giorno"'. Ma lei poi mi scassa costringendomi a fare merdate.

E secondo Sara sei bravo in casa?

No, sono uno stronzo pigro! È sempre lì a tirar fuori roba dal lavandino e a fare: "C'è una lavastoviglie qui, eh?".

Neanche mia moglie sarebbe felice.

Sì. Be', tu non hai venduto 60 milioni di dischi. Sara grida: "Ma è possibile che non riesci a fare nulla?". E io: "Tu la sai suonare la chitarra? No, non la sai suonare, grazie mille, vai a fare corsetta". No, comunque credo di essere uno con il quale vivere non sia un problema. Spero di essere così. Be', lei vive con me da 15 anni, quindi spererei che fosse così. 
 
E le canzoni che passano le radio nazionali ti danno fastidio?

Oh, mi secca. Faccio: "Porca troia! È una merda questa roba, amico! Prevedo che in questa canzone ci sarà una parte rap", e c'è! Sara mi ha detto: "Senti, non puoi più dire queste cose vicino ai bambini. Stanno crescendo". E io sono sempre lì a scusarmi con mia figlia adolescente. Detto questo, questa è l'unica cosa che le distoglie l'attenzione dal suo telefono. 

L'anno scorso Anaïs, la figlia 15 enne che hai avuto con Meg Matthews, ha posato per Accessorize dopo aver firmato un contratto con la Select Model Management. Come vedi questa cosa?

Siccome non ho mai vissuto con lei, non voglio proprio essere il tipo di padre che detta legge. Lei ne è proprio presa. E sta facendo una cosetta per la TV (co-conduce The Friday Download, uno show per bambini su BBC Children, ndr). Non è una cosa che avrei scelto per lei, ma visto che è stato concesso che accadesse devi sostenerla, no? Non ne vedo il danno. È una ragazzina piuttosto brillante. Anaïs, devo dire, è fieramente indipendente ed è superfiga e non ho nessuna preoccupazione riguardo lei o cos'altro. Ha la testa molto ben avvitata sulle spalle.

È vero che il tuo 2013 è stato un anno brutto?

È stato terribile. Ho avuto la febbre ghiandolare. Poi sono andato a fare il mio controllo medico annuale e onestamente quando sono entrato mi sentivo bene, poi il dottore mi ha fatto sentire come se, una volta uscito, stessi per morire all'improvviso per strada. Non voglio addentrarmici, ma ho avuto anche l'acufene all'orecchio e mi sono stirato due muscoli della mano. Non perché ho suonato la chitarra, l'ho piegata su qualcosa e ho preso una botta sull'involucro del nervo. È stato orribile. Non riuscivo neanche a mettere la mano in tasca.
Poi sono andato in vacanza con i bambini. Stavo uscendo dalla piscina tenendo uno di loro per mano e mi sono fatto male alla schiena. Poi il dottore mi ha dato queste pastiglie - non ti dico per cosa - e mi ha detto che se non le avessi prese sarei morto all'improvviso. Le ho prese per mesi e mi hanno fatto stare malissimo. Così ho smesso di prenderle e mi sono sentito di nuovo benissimo, ma pensavo che il gioco della salute è un racket.
Quindi è stato un anno terribile, ma appena sono tornato a lavoro - ho iniziato questo album il 6 gennaio 2014 - questo mi ha tolto dalla mente quella cosa e mi sono sentito bene.

Fai attività fisica?

Vado in palestra ogni giorno. Sono abbastanza fortunato da avere una palestra in casa mia, quindi non devo avere a che fare con la gente comune. Mi si era bloccata la schiena e il mio dottore mi ha mandato a fare fisioterapia all'ospedale. Ed era come una palestra. E ho preso l'abitudine di allenarmi. E, come con ogni cosa, ne diventi dipendente. Ma pensavo: "Non posso andare in palestra. Non posso stare in palestra con un altro tizio della mia età che era a Knebworth, lui non può vedere queste cose. Sarebbe troppo indecoroso per me". Quindi mi dispiace, ma dovremo far spazio in cantina!

I Beady Eye si sono sciolti ad ottobre.

Credo che se Gem non si fosse spaccato la faccia e rotto una gamba probabilmente starebbero ancora insieme. Credo che quella cosa abbia ammazzato una gran parte dello slancio.

Si parla di un progetto musicale di Liam Gallagher, ma nessun segnale certo. Di sicuro la faccenda della paternità segreta non lo ha aiutato. Tuo fratello oggi è un po' perso?

Lo so, ma è stata sempre quella la sua debolezza: le ragazze, temo. Quanto al progetto musicale, non lo so. Stando ai messaggi che ricevo da lui, se la passa bene, perché è ancora un pochino uno stronzo sfacciato. Secondo mia madre sta bene, ma non lo so. Ci siamo mandati messaggi il giorno di Natale. Era qualcosa che aveva a che fare con Bing Crosby. Sì, non mi ero mai reso conto di quanto fosse ridicola quella canzone che fece con David Bowie, Little Drummer Boy. Liam deve eliminare gli ostacoli, sistemare le cose e ricominciare. Non so cosa farà, non posso parlare per lui.

Ti senti a tuo agio ora come frontman?

Per niente. Il frontman non suona la chitarra, giusto?

E allora Chris Martin? O Bono? 

Chiariamo una cosa su Bono. Più Bono sta lontano da una chitarra, meglio è. Chris Martin è un frontman, ma non quando suona la chitarra. Mick Jagger è un frontman. Quando suona la chitarra sembra un coglione. Liam prendeva in mano la chitarra e tutti noi facevamo: "Haha, no. Che stai suonando a fare con la chitarra così alta sul petto?". Io non mi considero un frontman. Pensi che Paul Weller sia un frontman? Non è il capo di niente, è il capo di se stesso. Ma so cosa intendi. E per mia fortuna, se vieni a vedermi, non darti pena, perché non c'è proprio un cazzo da vedere. Ma se vieni per ascoltare e per trascorrere una bella serata fuori, allora sì, sono l'uomo che fa per te. Ma per vedere? Non ci sono perle di saggezza, mi dispiace: tutto ciò che ho è la musica. 

Una canzone del nuovo album, Lock All the Doors, era già nota ai fan sottoforma di demo del 1992. La suddetta versione, che si trova su YouTube, è cantata da un giovanissimo Liam e fu registrata prima che gli Oasis diventassero famosi, ma evidentemente Noel riteneva che non fosse completa. Ci sono voluti 23 anni perché Noel si decidesse a ultimare questo brano. Il 24enne Noel dell'epoca (nella foto, Noel in tour come roadie degli Inspiral Carpets nel 1992) cosa penserebbe della sua reincarnazione, l'attuale 47enne Noel che, dopo averlo completato, porterà in tour anche questo pezzo?

Be', devo dire che al giovane Noel l'attuale Noel penso che piacerebbe. Perché tutte le cose che il 24enne Noel voleva fare le ho fatte. E non sono stato al gioco, ancora oggi non sto al gioco. Quindi penso che penserebbe: 'È un tipo a posto'. E se ripenso a quel 24enne, per me è un tipo a posto. Perché tutti i sogni e le speranze e le idee impossibili e colossali che avevo per il gruppo quando iniziammo si sono realizzate. Starsene seduto alle 4 del mattino a dire: "Saremo più famosi degli Stone Roses ... Quando hanno suonato a Spike Island (nel 1990, ndr) c'erano 30.000 persone, io non mi darò pace finché noi non avremo suonato di fronte a 31.000 persone!". E Ourkid (Liam, ndr) faceva: "Sei un cazzo di idiota, non accadrà mai. Perché siamo qui seduti in un monolocale a fumare erba" ... e, guarda un po', è accaduto. Quindi guarderei indietro al 24enne e gli direi: "Be', aveva un'idea, una visione": E credo che il 24enne guarderebbe a me oggi e penserebbe: "Be', l'ha portata a compimento. Ce l'ha fatta".

trad. oasisnotizie

Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails