venerdì 16 novembre 2012

Noel Gallagher alla radio dal Canada: "Fa un freddo cane, tanto freddo che ho visto un orso polare con su la giacca ..."

Il 29 ottobre Noel Gallagher è intervenuto telefonicamente allo Sports Bar su Talksport. Più in basso, alla fine del post, l'audio dell'intervista.

In Canada per il tour con gli High Flying Birds, all'inizio Noel ha detto di non amare particolarmente il luogo in cui si trovava, Winnipeg. "Sono nel Canada settentrionale e si gela tantissimo. Bellissimo? No, qui è tetro. No, non sono in un hotel a sei o sette stelle, sono in una topaia. Siamo ai margini della civiltà occidentale qui".

"Se ho uno stile di vita da rock star? No, non mi sveglio più per bere champagne in un bicchiere alle cinque del mattino indossando stivali da cowboy. Quei giorni sono alle mie spalle e lontani, ora più che rock'n'roll e rock'n'fuck (rock e cazzeggio, ndr)".

A Noel è stato chiesto se a casa ha per caso una stanza gigantesca per il basket con 50 milioni di sterline in mezzo al campo ("No, ho figli. Appiccherebbero fuoco a questa cosa") e qual è l'attrazione della sua casa. "No, non ho una fun room, una stanza divertimenti", ha risposto Noel, "ma abbiamo tipo un salotto con un balcone. È la gente come te che pensa che le rock star siano tutte come Lenny Kravitz, con scemenze come il pianoforte e dischi d'oro dappertutto. Non è così. Se ho memorabilia? Una volta Ricky Hutton (un pugile amico dei fratelli Gallagher, nella foto con Noel e Liam nel 2008, ndr) mi ha regalato un paio di pantaloncini che usava per i combattimenti, non i più raffinati che si possano avere ... erano blu e bianchi. Quando varcai la soglia di casa con quei pantaloni e dissi a mia moglie: 'Guarda che ci ha regalato Ricky' lei fece una faccia ... e mi disse: 'Che cosa ci farai?'. E io: 'Fatti i fatti tuoi, li teniamo qui' ...".

Poi Noel ha detto che i premi che riceve di solito li dà a una delle ragazze del suo ufficio o ad "un idiota a caso che passa nei paraggi", ha svelato che nel suo bagno ha una foto di Bob Dylan ("Nel lavandino").
 
Noel ha poi commentato il pirotecnico 2-3 con cui il Manchester United ha battuto in casa il Chelsea, dicendo che con l'espulsione di Torres ad opera del criticatissimo arbitro Clattenburg (pe Noel "di quarta fascia") ha rovinato la partita.

Riflettendo sulla presunta simulazione di Torres, che secondo l'arbitro si era tuffato in area, beccandosi il secondo giallo, il musicista ha detto: "Una squadra è il prolungamento della mentaità dell'allenatore. Prendete le squadre di Mourinho, per esempio. Sono costruite a sua immagine e somiglianza, così come quelle di Ferguson sono costruite a immagine e somiglianza di Ferguson. Loro provano sempre ad acquisire un vantaggio due giorni prima, per cui incitano i loro giocatori ad imbrogliare. Se nella partita contro il QPR in cui abbiamo vinto il titolo il tiro di Aguero fosse finito sul palo anziché entrare in rete e noi non aessimo vinto il campionato, l'allenatore cosa avrebbe detto ad Aguero? Gli avrebbe chiesto perché non era andato giù in area per ottenere il rigore. Ora però è irrilevante, dato che ha sfasciato la porta infilando la palla nell'angolo!". 

Sul momento del Manchester City: "Ci si aspetta che vinciamo 6-1 contro squadre come il Norwich. Il fatto che domenica pur giocando male non abbiamo perso la dice lunga. Siamo ancora lì. Non è che giochiamo male, ma non siamo ancora la schiacciasassi della scorsa stagione. Mi piace la posizione in cui ci troviamo ora. La forma potrebbe migliorare".

"Stasera non ho concerti, ho una serata libera. Andrò fuori con il resto della band, non farò niente ... non puoi avere idea di quanto sia freddo qui. Ho visto persone pazze qui. Le uniche persone che sperimentano questo tipo di tempo sono lupi, orsi polari, pinguini, eschimesi e soldati. Sì, è freddissimo. È incredibile, ho visto un orso polare con su la giacca prima ...".


AUDIO: NOEL GALLAGHER A TALKSPORT 29.10.2012





Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails