lunedì 12 maggio 2014

Video: Noel Gallagher celebra e parla del suo Manchester City campione d'Inghilterra



Qui sotto - video sottotitolato - l’intervista a Liam Gallagher, anch’egli presente allo stadio, prima della partita e le parole di Noel prima e dopo la gara. 

In viaggio con Noel Gallagher, musica maestro. Stesso vagone, stessa stazione di partenza (Manchester Piccadilly), stesso capolinea (Londra Euston). Il lungo giorno da militante tifoso del Manchester City del cantautore ex Oasis comincia alle 14 allo stadio Etihad, quando sbarca accompagnato da qualche amico per godersi il prologo della gara-titolo con il West Ham e finisce a notte fonda in un club londinese. In mezzo i novanta minuti del match con il West Ham e la festa sul prato dell’Etihad, in cui Noel prende in mano il microfono per salutare il suo popolo, indossa la fascia di capitano gentilmente concessa da Kompany, si fa fotografare con Aguero, Kompany e le grandi stelle del City.

Le due ore e mezzo sul treno, nel vagone F del pendolino in servizio da Manchester Piccadilly a Londra, in una carrozza Quiet zone in cui è vietato persino l’uso dei telefoni cellulari, sono una no stop di cori, birra e champagne. Anche il controllore sta al gioco: lascia fare e si gode lo spettacolo. Noel canta e naturalmente beve. I tifosi del City, tutti con le magliette azzurre, dirigono l’orchestra e allora vai con Blue Moon, i motivetti con Yaya e Zabaleta, la presa in giro del Manchester United.

Il 5 maggio Noel, ospite  di Talksport (AUDIO ALLA FINE DEL POST), aveva espresso sadico piacere nel vedere Suarez e Gerrard, stelle del Liverpool rivale per il titolo, piangere alla fine della partita pareggiata incredibilmente per 3-3 sul campo del Crystal Palace, gara che di fatto ha tagliato le gambe ai Reds nella corsa al primo posto. La squadra di Rodgers era in vantaggio 3-0 e ha subito tre gol in nove minuti. 

"È stato bellissimo vedere Suarez in lacrime", aveva detto Noel. "È un imbroglione conclamato, ha uno storico di simulazioni in carriera. Non capirò mai come sia stato possibile premiarlo come giocatore dell’anno. È una vera disgrazia". Il musicista aveva rincarato la dose coinvolgendo anche il capitano dei Reds: "È stato bello vedere sia lui che Gerrard in lacrime".

PHOTOGALLERY DI NOEL E LIAM ALLO STADIO CLICCA QUI



Nessun commento:

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails