venerdì 30 ottobre 2015

Noel Gallagher: "Suonare con gli U2? Un sogno divenuto realtà. E hanno un catering molto migliore del mio"

"Il fatto che gli U2 mi abbiano chiesto di salire sul palco per suonare con loro è stato un sogno divenuto realtà. E lo è stato che mi abbiano chiesto di cantare I Still Haven't Found What I'm Looking For". Parola di Noel Gallagher (AUDIO ALLA FINE DEL POST). L'ex chitarrista degli Oasis lunedì 26 ottobre era salito sul palco della O2 Arena di Londra per cantare e suonare con Bono e compagni il pezzo summenzionato e All You Need Is Love dei Beatles, al termine di quasi due ore di concerto.

"Sono miei amici", ha aggiunto Noel. "Sono amico di Bono da circa 20 anni. È stato un momento grandioso. Io ero lì fermo tra le ali della folla e loro mi hanno presentato e invitato ad andare sul palco. Pensavo: questa cosa sta succedendo proprio ora, è incredibile! Sono una delle mie band preferite di sempre e quella è una delle migliori canzoni mai scritte. È stata una figata, un vero onore".

"Pensavo che il mio catering fosse abbastanza buono fino a che non sono andato al concerto degli U2 l'altra sera", ha poi rivelato il 48enne musicista, che ieri (29 ottobre) era di nuovo alla O2 Arena, ma tra il pubblico dei fan della band. "Onestamente il loro catering era tutt'altra cosa". 




giovedì 29 ottobre 2015

Noel Gallagher e figlia, siparietto sul red carpet di Londra: "Tutti aspettano il mio debutto al cinema. Vorrei fare l'aiutante di James Bond"

Serata di gala ieri per Noel Gallagher, che a Londra ha presenziato alla "prima" del film Burnt.

La pellicola, che ha come protagonisti Bradley Cooper, Sienna Miller, Uma Thurman e Riccardo Scamarcio, arriverà nelle sale cinematografiche italiane il 26 novembre con il titolo Il sapore del successo. Diretta da John Wells e scritta da Steven Knight (autore e regista di Locke), racconta la vicenda di Adam Jones, un ex enfant prodige della cucina in cerca di riscatto a Londra, dove riunirà una brigata di cuochi per ottenere la desiderata terza stella michelin. 

Sul red carpet Noel ha abbracciato la figlia 15enne Anais, avuta dalla relazione con Meg Matthews, e ha salutato affettuosamente l'amico Bradley, concedendosi ai flash dei paparazzi.

Per la photogallery completa clicca qui

Noel, reduce dal duetto con gli U2 sul palco della O2 Arena di Londra, ha dichiarato ai giornalisti (video qui sotto): "Bradley è fantastico, lo conosco da alcuni anni ed è un gran tipo, fa ridere e ama andare a ballare. Siamo stati insieme a New York e abbiamo trascorso delle serate davvero grandiose. Se la serata con lui è stata come quella con gli U2? No, lui non beve, se no dopo gli vengono i capelli rossi".

Interrogato scherzosamente sul suo futuro da attore, Noel ha regalato un siparietto con la figlia. Noel: "È ciò che il mondo sta aspettando: il mio debutto sul grande schermo". "Dovresti fare il tizio cattivo", ha detto Anais.  "Intendi James Bond? Non potrei fare l'aiutante eroico di James Bond?". "Non sarebbe un aiutante, sai. Perché non sei un aiutante".  "Be' allora potrei, anzi dovrò fare James Bond allora. Dovrei andare in palestra, potrei farlo ... Anzi potrei fare Dave, Dave Bond".




martedì 27 ottobre 2015

Video: Noel Gallagher canta e suona a sorpresa con gli U2 a Londra

Ieri sera gli U2 si sono esibiti alla O2 Arena di Londra e come di consueto hanno regalato ai propri fan un'esperienza memorabile, ricca di sorprese.

Verso la fine dello show Bono ha detto: "Vorrei invitare sul palco uno dei miei eroi, uno dei nostri eroi, che ci aiuterà a suonare questa canzone. Date il benvenuto sul palco a Noel Gallagher degli High Flying Birds!". L'ex Oasis è salito sul palco e ha suonato e cantato con la band I Still Haven't Found What I'm Looking For. La follaè andata in visibilio e, prima che si potessero placare gli entusiasmi, i cinque hanno anche improvvisato All You Need Is Love dei Beatles.

In una delle foto qui sotto Noel in metro mentre si reca alla O2.







sabato 24 ottobre 2015

Video - Noel Gallagher: "Siamo all'inizio del mondo moderno. Mi piacciono i Foals. Difficile per me migliorarmi: sono eccezionale"

Intervistato ai Q Awards 2015, dove ha vinto il premio per il miglior album del 2015, Noel Gallagher dice che è difficile per lui migliorarsi dato che è "fottutamente eccezionale" e, tra le altre cose, rivela di ammirare i Foals, band premiata nella cerimonia di lunedì. Sottotitoli in italiano by oasisnotizie.

Guarda il video. 


mercoledì 21 ottobre 2015

Foto: Liam Gallagher e figlio elegantissimi assistono insieme a Londra al musical sui Kinks

Come si fa quando si ha un padre rock come Liam Gallagher? Semplice, si fa come fa il padre. Sembra questo il motto di Gene Gallagher, 14 anni, figlio dell'ex frontman di Oasis e Beady Eye e di Nicole Appleton, ex cantante delle All Saints, che sposò Liam nel 2008 dopo sette anni di fidanzamento e qualche mese fa ha ottenuto il divorzio dall'ex bad boy del rock inglese dopo lo scandalo legato alle avventure extraconiugali del marito.

Padre e figlio sono stati paparazzati ieri sera a Central London poco prima di assistere come ospiti VIP aSunny Afternoon, il musical scritto da Joe Penhall che narra la prima parte della carriera di Ray Davies, stella dei Kinks, le cui canzoni sono l'anima dello show, proiettato ieri in occasione del primo anniversario dall'uscita nelle sale.

Barba e immancabile frangetta, Liam ha sfoggiato un elegantissimo impermeabile verde. E il figlio non è stato da meno, con giacca nera e jeans blu scuro come il padre.

Alla serata erano presenti anche Natalie e Rachel Appleton, sorelle di Nicole, insieme al figlio di Natalie. La stessa Nicole Appleton aveva pubblicato stasera su Twitter un post ambiguo, in cui faceva riferimento alla presenza del figlio allo show e lasciava intendere che Liam le manca ancora, ma poi ha rimosso il tweet. Thanks to Ida.

Qualche anno fa Liam aveva rivelato al mensile Q che i figli Lennon e Gene hanno la musica nel sangue: "I miei figli ce l'hanno nel DNA. Mio figlio Gene è un batterista. L'altro giorno ha tenuto il suo primo concerto nella sua scuola. È andato lì di fronte a 200 persone, il suo primo concerto di sempre, e suonava bene quanto i 14-15enni. Mentre loro se la facevano addosso, lui è andato lì e ha fatto: 'Yeeeeesssss man!'. Applausi scroscianti. E l'altro mio figlio ci sta dando dentro con la chitarra".


PHOTOGALLERY COMPLETA CLICCA QUI





lunedì 19 ottobre 2015

Noel Gallagher batte i Blur: suo l'album dell'anno per i lettori di Q. Poi punge: "Vinco troppi premi, questi sono una porcheria"

Noel Gallagher batte i Blur e si aggiudica il premio di Miglior Album ai Q Awards 2015. Chasing Yesterday, secondo disco dei Noel Gallagher's High Flying Birds, ha dunque la meglio su The Magic Whip della band di Damon Albarn, tra i dischi in lizza per il riconoscimento.

Il premio è stato consegnato a Noel da Chris Martin dei Coldplay. 
  
Il premio al miglior artista solista è andato per il secondo anno consecutivo ad Ed Sheeran (dopo il successo del suo album x), quello di miglior video a Ship to Wreck dei Florence and the Machine (che hanno sconfitto Muse, Foals, The Weeknd e Miguel), mentre la palma di miglior nuovo artista è andata a James Bay. Ai Duran Duran il premio Q Icon 2015. Il Gibson Les Paul Award è andato a Tony Iommi, chitarrista dei Black Sabbath.

La miglior canzone dell'anno è, secondo i lettori di Q, Gunga Din dei redivivi Libertines, tornati sulle scene dopo 11 anni. Grande assente della serata Pete Doherty, ma a rappresentare la band c'era Carl Barat. "Non è roba che fa per lui questa, di questi tempi", ha detto Barat, riferendosi all'assenza dell'amico. Ha poi ammesso che nel quartetto ci sono ancora "un po' di frizioni".
 
I Foals sono stati nominati "miglior band del mondo oggi".

"Desidero ringraziare il mio produttore ... che sono io stesso. Siete stati fottutamente eccezionali. Vi auguro una fantastica serata. Ci vediamo dopo. Ciao". Ha esordito così Noel nel discorso di accettazione del premio, consegnato dopo un sondaggio tra i lettori del mensile musicale Q
 
Giunto al Grosvenor House Hotel insieme alla moglie Sara MacDonald, l'ex Oasis, 48 anni, nel seguito dell'acceptance speech non ha risparmiato critiche all'organizzazione del premio, la cui cerimonia è stata organizzata in collaborazione con Absolute Radio.

"Prima di tutto, vengo qui da anni", ha precisato Noel. "Devono fottutamente sistemare 'ste cazzo di cose, questi premi sono una porcheria, uno schifo. Ne ho centinaia di questi, non posso metterli ovunque. Questa cosa sarebbe stata interessante se fossimo stati negli anni '90 in quella categoria. Avrei detto: Fate fottutamente schifo!". 

A Noel l'ennesimo premio non fa né caldo né freddo. "Ne ho troppi. Li regalo, alcuni li ho persi. Non conservo i premi a casa, penso faccia male ai miei figli. Mia madre ha della roba a casa sua, ha roba che io non ricordo neppure di aver vinto", ha aggiunto.

Il presentatore dell'evento,  Christian O'Connell, non ha potuto esimersi dal replicare a Noel: "L'anno prossimo potrà occuparsi Noel del design dell'evento, cazzo".

Lista completa dei vincitori dei Q Awards 2015

Q Best New Act presented by Orange Amplification: James Bay
Q Best Track presented by Absolute Radio: The Libertines - Gunga Din
Q Best Album presented by JBL: Noel Gallagher's High Flying Birds - Chasing Yesterday
Q Best Video: Florence + The Machine - Ship To Wreck
Q Hero: Mark Ronson
Q Best Live Act presented by The Cavern Club: Royal Blood
Q Classic Album: Soul II Soul - Club Classics Vol. One
Q Best Solo Artist presented by Citroen: Ed Sheeran
Q Innovation in Sound presented by Sony Xperia: Gary Numan
Q Best Act In The World Today presented by Queen Bohemian Lager: Foals
Gibson Les Paul Award: Tony Iommi
Q Outstanding Contribution to Music: New Order
Q Classic Single - Queen, Bohemian Rhapsody
Q Icon: Duran Duran

sabato 10 ottobre 2015

Liam Gallagher: "Amo John Lennon. Nessuno bravo come lui. A mio fratello Noel manca la sua follia"

In occasione del 75esimo anniversario della nascita di John Lennon (nato il 9 ottobre 1940) la rivista NME ha pubblicato alcuni pensieri di artisti che lo hanno ammirato. Tra questi non poteva mancare Liam Gallagher, che, tra l'altro, ha chiamato un figlio Lennon ...
John Lennon per me significa tutto. Tutto e niente. Non direi che è un autore migliore di McCartney, direi che sono diversi ma entrambi fantastici. Ma a me piace di più la roba di Lennon perché è un po' più meravigliosa ed è più folle. McCartney è come Noel: è troppo nice, troppo simpatico. Lennon era contorto e a me quella roba piace. La sua voce è la cosa principale che amo. Mi piace la sua voce quando parla. È piuttosto fottutamente grandiosa. Ma è la voce quando canta quella che conta. La voce politica? Non me ne fotte un cazzo, non può fregarmene di meno della politica. Ma tutte le altre cose - la sua voce quando canta, le sue canzoni e le sue parole - significano un mondo per me.

Mi piace la prima roba rock'n'roll tanto quanto mi piace la roba successiva, ma in questo momento il mio periodo preferito è quello di Strawberry Fields Forever. C'è questo pezzo che is chiama Now And Then che è uno dei demo che fece in India con George Harrison [in realtà è un demo fatto nella sua casa di New York nel 1978, ndr] e dovresti ascoltarlo. Penso che lo abbiano mixato di nuovo come hanno fatto per Free As A Bird, ma quella cazone è fottutamente meravigliosa. Come cantautore, credo che nessuno abbia mai eguagliato Lennon e non so se mai qualcuno lo farà. Lee Mavers ci è andato vicino, ma ha seguito un'altra strada. Our kid [Noel, ndr] è bravo, ma gli manca quella cazzo di follia che Lennon aveva. È un tizio normale che scrive canzoni decenti, e Mavers era troppo folle. Ma Lennon aveva tutto quello e di più. È una fissa costante per lui e non penso che mi potrebbe annoiare. Ti annoi di John Lennon e ti annoi di te stesso, no? E io non sono annoiato di me stesso ...

Liam Gallagher

venerdì 9 ottobre 2015

Liam Gallagher ancora sul Lago Maggiore, ad Arona e Ranco pranza con ostriche e tagliolini ai funghi

Arona (Novara), 8 ottobre 2015 - foto Instagram
Liam Gallagher e l'Italia: un amore senza fine. Niente partenza il 7 ottobre per l'ex Oasis, che si trovava dal 27 settembre in provincia di Varese, dove aveva affittato una casa per trascorrere qualche giorno di vacanza e visionare alcuni cavalli da corsa (c'è chi assicura che sia alla ricerca di un cavallo vincente di razza nelle migliori scuderie della provincia, quelle di Mustonate). Contrariamente a quanto era sembrato di capire ad alcuni fan che lo avevano avvicinato in questi giorni, il cantante non ha avuto fretta. 

Il 7 ottobre, infatti, quando in molti pensavano ormai che avesse salutato l'Italia per fare ritorno nel Regno Unito, l'ex voce della band di Manchester, che oltre che a Varese città si era già recato a Mustonate (ricadente nel comune di Cadrezzate) sul Lago di Varese, e a Ispra, sul Lago Maggiore, si è spostato sulla sponda piemontese di quest'ultimo lago, precisamente ad Arona, in provincia di Novara. Liam, che evidentemente ama molto questa parte del Bel Paese, dato che in passato aveva anche cenato a Cernobbio, sul Lago di Como, è giunto al ristorante La Piazzetta di Arona poco dopo mezzogiorno con il suo seguito, la fidanzata e un bimbo nel passeggino, ha fatto sapere: "È una situazione privata, ora non voglio foto". I camerieri hanno dovuto allontanare qualche curioso e i seriali del selfie, ma il pomeriggio è passato in totale tranquillità, a due passi dal lago.  

Ranco (Varese), 7 ottobre 2015 - foto Instagram
Il 43enne ex bad boy del rock inglese si è accomodato ad un tavolo insieme alla compagna Debbie Gwyther e ad un bimbo in un passeggino. Ha iniziato con un antipasto di ostriche e ha proseguito con i tagliolini fatti in casa con i funghi porcini del Mottarone. Ha accettato di assaggiare la specialità del posto, la rana pescatrice ai funghi, e non ha rinunciato al dolce finale concedendosi un tiramisù. Le portate, tra sole e orizzonte blu del lago, si sono alternate all’insegna della lentezza, annaffiate di prosecco e di Aperol Spritz, prima del congedo con il limoncello della casa. Lontani i tempi del rocker maledetto e litigioso, il cantante più educato che mai ha lasciato una mancia ai camerieri e ha salutato la città con una promessa: "Ritornerò presto".  

In serata Liam ha raggiunto il ristorante Il Sole di Ranco, sempre sul Lago Maggiore, ma in provincia di Varese, dove ha cenato e ha posato per un selfie con la proprietaria.

L'indomani era di nuovo al ristorante La Piazzetta, dove è tornato, come promesso, per posare per una foto con la figlia del proprietario. E il 9 ottobre è stato avvistato ancora a Ispra da Omar, che ha scattato una foto con lui (foto qui sotto).

(grazie a La Stampa)

Liam pranza al ristorante La Piazzetta di Arona il 7 ottobre 2015

Ispra, 9 ottobre 2015 - foto Instagram

martedì 6 ottobre 2015

Liam Gallagher nel Varesotto: "Sono qui per un cavallo da corsa e per la pizza. Amo i varesini, sono folli". VIDEO E FOTO dell'incontro con i fan

Che sia un addio o un arrivederci ancora non si sa, sta di fatto che la Liam Gallagher mania, almeno per ora, finirà. Negli ultimi dieci giorni l'ex cantante di Oasis e Beady Eye è stato avvistato più volte in centro a Varese e in varie zone della provincia, concedendo foto a chiunque gli capitasse a tiro. 

Liam a Ispra con Chiara Mizzotti e William Costabile
Due lettori de La Provincia di Varese, William Costabile Cisco e Chiara Mizzotti, ieri pomeriggio lo hanno intercettato al bar San Martino di Ispra. Scattata la foto di rito, gli hanno anche fatto alcune domande. William, infatti, è un insegnante di inglese quindi ne ha approfittato per "torchiare" la rockstar. E questo è il suo racconto.

"È lui, non ho dubbi. Ha raccontato di essere ospite a Ispra in casa di amici, che erano lì. Ha detto di amare la nostra provincia e gli piacciamo noi varesini perché siamo tutti matti. È stato davvero disponibile, una persona squisita". Ora ci tocca spezzare invece il cuore di chi ancora ci sperava in una foto con l’onnipresente Liam: a William e Chiara ha infatti detto che oggi ripartirà. C’è però chi è pronto a giurare che Gallagher stia effettivamente cercando casa nel Varesotto, e abbia già visionato alcune soluzioni. Che sia pronto a diventare il nostro Clooney? Non ci resta che aspettare. Fino al prossimo selfie. 

Il primo avvistamento è avvenuto domenica scorsa, 27 settembre. Liam Gallagher viene intercettato al Borgo di Mustonate, un resort neorurale nella campagna varesina che ospita anche delle scuderie. Due fan, durante una passeggiata con i propri figli, scorgono un individuo pettinato come uno degli Oasis. Guardano bene, ed è effettivamente un ex componente degli Oasis.

Liam Gallagher al ristorante Piedigrotta
Domenica 27 settembre Liam è  stato a Mustonate per visionare dei cavalli in vista di un acquisto. Sembrerebbe una toccata e fuga, un viaggio d'affari. E invece l'ex frontman della storica band mancuniana viene ri-visto, in sequenza, a Ispra, Cadrezzate e nel centro di Varese più volte, di cui l'ultima oggi. Peraltro, sempre con la stessa giacca camouflage, che evidentemente non cambia mai per ragioni di sponsorizzazione (probabile, anzi quasi certo che sia firmato Pretty Green, la linea di abbigliamento da lui fondata). 

Cosa ci faccia Gallagher a Varese per così lungo tempo è un mistero, e non ci sono notizie di un suo trasferimento nel capoluogo lombardo, sebbene qualcuno abbia ipotizzato l'acquisto di una casa in riva a qualche lago della zona. Di certo, come potete vedere nelle varie fotografie che abbiamo pubblicato in questi giorni, c'è che è proprio lui, non un sosia.

A confermare la visita di Liam a Varese è anche Andrea Dulio, suo manager italiano: "Gli piace molto questa zona, è qui in vacanza. Era stato da queste parti anche nel 2011, a Busto Arsizio, per un evento di beneficenza".

Varesenews ha incontrato Liam Gallagher in Piazza Podestà, davanti alla giostra dei cavalli, in compagnia di amici. Il video dell'intervista a Liam e quello dell'intervista ai varesini sull'avvistamento del cantante sono visibili qui in basso.

Liam a Varese con un fan verso le 18.30 del 5 ottobre
Frangia davanti agli occhi e giacca militare, si è concesso con gentilezza ai microfoni raccontando del suo soggiorno a Varese e scherzando sul fatto che "da qui non se ne andrà più". Perché è qui? "Per la pizza e per un cavallo da corsa", ha spiegato. "Ho mangiato una pizza buonissima là in fondo, la città è molto bella e le persone sono molto carine". Liam si riferiva al ristorante-pizzeria Piedigrotta, il cui proprietario ha pubblicato una foto con il 43enne cantante su Instagram, dove ha caricato anche un piccolo video (visibile qui in basso) in cui Liam dice: "Get down for the Piedigrotta. Beautiful. Good food".

Una battuta dietro l’altra, in un inglese strettissimo che fa sparire ogni possibile ultimo dubbio sulla sua identità. Nel giro di pochi minuti altre persone si avvicinano, Liam sa di attirare l’attenzione ma passeggia tranquillamente per Corso Matteotti stringendo mani e fermandosi a fare foto. 

"È passato di qui e ha bevuto tre cappuccini di fila", spiegano i proprietari del bar Il Melograno di Piazza Monte Grappa. "Ci aspettavamo che chiedesse un amaro", raccontano scherzando e riferendosi alla fama da duro che Liam si è costruito in questi anni. "All’inizio non l’avevo riconosciuto", racconta invece Gianni del Flash Back, il negozio di via San Martino. "È entrato con una ragazza, lui ha guardato le tazze dei Beatles mentre lei si è provata un cappello in stile anni ’70. Quando si è creato un capanello di gente intorno al negozio è andato via. Parlavano tra loro in un inglese molto stretto tanto che posso confermare che è lui".

Nel lungo tour in provincia, di Liam Gallagher è stato visto a Mustonate, a Ispra e a Varese. A confermarlo sono le tantissime foto che in questi giorni girano su Facebook. Tutti raccontano che è molto gentile e tranquillo ma nessuno, al momento, è riuscito a strappargli un sorriso. In fondo, è sempre Liam Gallagher degli Oasis.

(grazie a La Provincia di Varese e Varesenews)


 







domenica 4 ottobre 2015

Liam Gallagher, cena e foto a Mustonate per caso: "Ha mangiato tartufo ed è stato semplice e gentile"

È figlia del caso l’occasione che ha portato Liam Gallagher, in una tranquilla prima domenica d’autunno, al ristorante Tana dell'Orso di Mustonate, borgo che sorge a due passi dal Lago di Varese. "L’hanno riconosciuto al chiosco al momento dell’aperitivo", racconta Veronica Testa, in sala il 27 settembre quando il cantante, con la compagna Debbie Gwyther, è arrivato per la cena. "È venuto da noi poco dopo esser atterrato a Malpensa. All’autista, che conosce il ristorante, Gallagher aveva chiesto dove poteva portarli visto che avevano fame". 

Dall’aeroporto Varesotto fino al borgo per placare il languorino. "L’autista ha pensato che Mustonate fosse ideale per un aperitivo chioschetto e la cena". Nessuna posa da star o vezzo da divo. "All’inizio non li abbiamo riconosciuti. In fondo quando si tratta di una persona nota resta sempre il dubbio", ancor di più, vien da dire, se si tratta di una rockstar di Manchester, capitata nella provincia prealpina.

Il cantante, tra l’altro, era già stato in provincia di Varese, quattro anni fa, a Busto Arsizio. Sempre una "cena fuori porta", alla discoteca Shed, prima di registrare a Milano l’esibizione a Top of the Pops con i Beady Eye, il 28 marzo 2011.

Disponibile e cordiale, "è stato una persona semplice e tranquillissima. Ha posato con noi per delle fotografie, ha mangiato tartufo, si è complimentato per il pasto e ha detto che è stato molto bene".

Impossibile sapere se il viaggio sia nato per festeggiare i 43 anni dell’artista, compiuti lo scorso 21 settembre, o forse per rimanere nei paraggi per assistere al successivo appuntamento con le scuderie organizzato dal Gruppo Italiano Attacchi.

Liam è tornato a farsi vedere a Varese nella mattinata del 1° ottobre, come vi abbiamo riferito qui.

(La Provincia di Varese)

Foto: Facebook

sabato 3 ottobre 2015

Liam Gallagher avvistato ancora a Varese: comprerà una casa nella zona?

Da qualche giorno sui social network impazzano gli avvistamenti di Liam Gallagher nel Varesotto. Domenica 27 settembre, come vi abbiamo riferito, Liam era stato riconosciuto nel Borgo di Mustonate, a due passi dal Lago di Varese. Pare sia stato paparazzato al ristorante Tana d’Orso mentre, si dice, fosse in visita alla tenuta Aletti Montano per acquistare uno o più cavalli. Poi è stato visto a Ispra bere un caffè insieme alla compagna Debbie Gwyther e posare per un paio di  foto al Café San Martino. Da lì si sarebbe recato a Cadrezzate.

Sembrava fosse ripartito, ma giovedì 1° ottobre è stato avvistato nuovamente, stavolta in centro a Varese.

È passato da piazza Monte Grappa, intorno alle 11.30, dove Davide Minazzi ha scattato una foto con lui sotto i portici davanti al bar Tenente . "Non ci ho parlato però", racconta Davide. "Gli ho chiesto se potevo fare una foto, ha annuito e basta". Un'ora dopo Liam ha posato per un selfie con Ottavio Sciancalepore in via Veratti.

E mezz’ora più tardi era nel negozio di scarpe Macchi di vicolo Santa Chiara. Anche in questo caso l’apparizione è stata fugace e lo scambio di parole ridotto al minimo. "È entrato intorno a mezzogiorno con una ragazza", riferiscono da Macchi. "Sembrava avessero fretta e ha chiesto in inglese se avevamo il numero di un modello di Birkenstock. Purtroppo era esaurito, così se n'è andato subito. Io non l'ho riconosciuto, solo poco dopo, quando un cliente è entrato e mi ha detto che c'era fuori uno che sosteneva di essere un cantante famoso, ho capito che si trattava di Liam Gallagher".

In tutte le foto Liam veste un parka con motivo militare e un paio di pantaloni neri. Tra le voci che impazzano circola anche quella che l'ex Oasis stia trattando l’acquisto di una mega residenza in zona

In tutta la zona di Varese è ormai Liam mania. C'è chi si è messo alla caccia del cantante nella speranza di incrociarlo per un agognato selfie con lui e anche a Radio Deejay, nel pomeriggio del 1° ottobre, Nikki durante il programma Tropical Pizza ha accennato ai curiosi avvistamenti del cantante degli Oasis in città e si è chiesto cosa ci faccia Liam in quel di Varese. Se lo stanno chiedendo in tanti, ma l'unico che può far luce su questo mistero è il diretto interessato. 

(grazie a La Provincia di Varese)


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails