martedì 31 luglio 2012

Beady Eye live al Jisan Valley Festival in Corea del Sud






lunedì 30 luglio 2012

Video: Liam Gallagher dedica Morning Glory "ai puffi di Noel Gallagher"

Qualche giorno fa Noel aveva dichiarato di voler evitare di incrociare Liam sul palco del Fuji Rock Festival, in programma di lì a poco in Giappone. All'evento erano state invitate a partecipare entrambe le band degli ormai divisi fratelli Gallagher. Così è stato, ma non sono mancate le schermaglie.

Nel corso dell'esibizione dei Beady Eye di venerdì Liam Gallagher ha introdotto Rock'n'Roll Star dedicandola "all'unico e al solo Signor Noel Gallagher" e Morning Glory agli "High Flying Smurfs", dove Smurfs significa "puffi", canzonando la band del fratello come aveva fatto in un tweet di qualche giorno addietro.

La sera dopo è toccato a Noel esibirsi, ma la replica non c'è stata.

Photogallery dei Beady Eye
Photogallery dei Noel Gallagher's High Flying Birds






domenica 29 luglio 2012

Noel Gallagher: "Ero il roadie meglio vestito della storia. Forse sarei stato un prete. Fuori dal Regno Unito sono noto solo per Wonderwall"

Lo scorso 8 luglio Noel Gallagher ha concesso un'interessante intervista a Q Radio in occasione del live acustico tenuto a Birmingham per Kerrang! Radio. In questo post il contenuto della chiacchierata. L'audio è alla fine di questo post.

"Sono in tour, poi mi prenderò una o due settimane libere alla fine di agosto, prima di andare in America. Andrò via con mia moglie e i miei figli", ha rivelato Noel, che poi si è detto molto soddisfatto di come sta andando la sua carriera solista: "Il tour doveva durare 6 mesi, poi è durato 9, poi durerà 12 e poi 13. Continuerò sino a che non 'si spaccheranno le ruote' e poi sparirò per un po' ...".

È molto felice, l'ex Oasis, del riscontro di critica e pubblico per il suo primo album, uscito nove mesi fa. "Non sapevo quanto avrebbe venduto, perché il mercato discografico sta lentamente scomparendo, quindi le vendite sono un terno al lotto, ma sapevo che era un buon disco. Sapevo che se i Kasabian riscono vendere quanto vendono allora anche questo poteva vendere perché è un buon disco".

Sul passato e sul presente solista: "Se mi sento più libero ora? No, negli Oasis non ero creativamente imbrigliato da quella band o da quella cosa, capisci? È che negli Oasis dovevi fare un compromesso, specialmente quando ci sono quattro autori di canzoni ... l'ho detto molte e molte volte, c'era un compromesso che io ero disposto a fare, perché gli Oasis erano fantastici. E più andavamo avanti più compromessi dovevo fare, io più di tutti ... Ora posso fare ciò che voglio, ma tutti sanno chi sono e quanto sono bravo. Sono arrivato ad un punto in cui se mi voglio prendere tre anni di pausa me li prendo, la musica lo faccio per me, non volevo etichette discografiche".

"Se fermerò il tour per una pausa? Dio santo, sì, certo. Mi sto nauseando di me stesso, devo fare una pausa. Sono stanco di leggere storie di gente che fa: oh, ho visto questo su YouTube. Anche le altre persone si saranno stancate di vedermi ... ma era comunque nei piani, ricomparire e poi sparire per un po'...".

Su una suo eventuale show radiofonico da condurre in prima persona: "Ho la faccia perfetta per la radio. Ho fatto delle cose con Russell Brand e Matt Morgan, ma erano cose estemporanee. Se dovessi fare una trasmissione ogni settimana per me sarebbe difficile. Mi piacciono i tempi morti in cui non fai niente, di solito prima di un concerto (erano i sabati sera), non c'è niente di meglio che non fare nulla, seriamente. L'anno prossimo guarderò molte partite di calcio e basta".

Capitolo Premier League e Man City, vittorioso in un finale thrilling lo scorso maggio. "I cinque minuti più folli nella storia del calcio inglese. E di solito questo voleva dire che il City era dalla parte sbagliata (quella degli sconfitti, ndr) invece stavolta no, per una volta abbiamo vinto noi. Mai provata una girandola di emozioni simile, ha ripagato tutti quei tifosi del City ultraquarantenni della mia generazione che hanno trascorso periodi terribili. Oggi i ragazzini fischiano se alla fine del primo tempo non sei sul 2-0 contro l'Arsenal, assurdo".

Poi Noel ha raccontato ancora una volta di quando comprò il computer per la prima volta due anni fa, a Natale: "L'ho portato a casa e ho premuto il tasto di accensione. Per qualche ragione mi aspettavo che mi parlasse, non lo so ... mi sono reso conto che lo si usa solo per comprare musica, leggere i giornali, fare shopping e smentire voci su di me. E basta. Mia moglie fa un po' di social networking, devo dire che è fantastico ... gente che si rimette in contatto da parti diverse del mondo, gente che ritrova i nonni in Australia ... ma la sua più grande forza è la sua grande debolezza, perché impedisce alla gente di vedersi fisicamente. In ufficio ho litigato con delle ragazze che mandavano email a gente che era lì con loro. Lei è lì, è lì, dille che cosa le devi dire, no? Che cavolo le mandi la mail? ... Incredibile!".

Il figlio di Noel, Sonny Patrick, sa già come usare i nuovi aggeggi: "Ho un figlio che non ha ancora due anni. Quando sento la radio sul mio iPad a casa, riesce a passare dalla modalità radio alla modalità Angry Birds (un videogioco, ndr) toccando due bottoni. Quando sono sotto la doccia lo fa e io sento quei versi degli uccelli e penso: che cazzo è?".

Che altro avrebbe fatto Noel se non il musicista? "Forse il prete o forse sarei rimasto un roadie, forse sarei ancora lì con una maglietta nera della taglia sbagliata, con ai piedi Converse sciatte. Sì, tutti i roadie indossano quelle cose. Io il roadie l'ho fatto, queste cose le so. Forse ero il roadie meglio vestito della storia, indossavo jeans bianchi e non li ho mai sporcati ... quanto ero figo!".

Si può mettere Definitely Maybe accanto al White Album dei Beatles? "Non spetta a me dirlo, ma so che ci sono degli album che uno deve avere in vita sua: Never Mind the Bollocks, The White Album, Let It Be, sai, gli album grandiosi ... Definitely Maybe lo diventerà. Negli anni novanta cambiò tutto, il panorama politico e tutto il resto".

Interessante il racconto di Noel sui cambiamenti di una rock star:

"All'epoca ho vissuto per un po' con Bonehead nel suo appartamento, con il suo ragno domestico, una tarantola. Gli anni magici sono quei pochi anni in cui vivi nella stessa condizione in cui si trova il tuo pubblico. Io vivevo in un appartamento in affitto, come loro; non avevo un soldo, e neanche loro; vivevo per aspettare i finesettimana, e anche loro. Capisci? Quindi scrivevo canzoni riguardo quello e la gente le sentiva e diceva: ecco!".

"Poi cominci a vivere in grandi case in campagna e non puoi più scrivere quelle canzoni, diventa difficile relazionarti con il tuo pubblico. Loro hanno ancora il lavoro che avevano nel '95, non puoi fare l'ipocrita e scrivere storie sull'uomo della classe operaia quando alle otto del mattino sei lì a sorseggiare champagne nel sud della Francia con una supermodella. E poi i jet privati, gli scimpanzè domestici ... ma è normale, nessuna rock star continua a fare il musicista per sbarcare il lunario per tutta la vita".

"Il motivo per il quale quell'album, Definitely Maybe, fa presa sui giovani è che è scritto da un giovane che si trova nelle loro stesse circostanze. E ogni generazione lo passerà alla successiva, ai fratelli minori perché dice la verità sulla cultura di strada della classe operaia. È così. Quell'album l'abbiamo registrato dal vivo nel nostro ambiente, come fecero i Beatles col primo disco. Eravamo in tour da tre anni con quelle canzoni prima di ottenere un contratto discografico, era quello il bello di quell'album".

"Le canzoni di (What's the Story) Morning Glory? sono proprio i demo che non aveva ascoltato nessuno. Poi Be Here Now è un'altra cosa, lo registrammo quando eravamo la più grande band del mondo. Questo fatto non lo rende un grande album, ma vi posso assicurare questo: fare quel disco è stato il periodo più bello della mia vita. Poi gli altri album hanno momenti fantastici: Heathen Chemistry ha Songbird e Little by Little e Don't Believe the Truth ha canzoni fantastiche, cosi come Dig Out Your Soul. E ci sono grandiose b-side in tutti i periodi. Non male, sì ...".

Spazio per un rammarico finale: "La cosa buffa è che al di fuori delle isole britanniche sono famoso solo per Wonderwall e basta. 'Ah, gli Oasis ... Wonderwall!'. Quando è palese che ... Cigarettes & Alcohol, Rock'n'Roll Star Supersonic e Champagne Supernova ... Morning Glory, Some Might Say, sono canzoni palesemente grandiose, ma ovunque io vada dicono: 'Oh, hai fatto Wonderwall'".

oasisnotizie

AUDIO: NOEL GALLAGHER INTERVISTATO DA Q RADIO



youtube.com/frjdoasisdoc

martedì 24 luglio 2012

Noel e Liam Gallagher non vogliono che le loro band suonino nello stesso giorno

A quasi tre anni dalla fine degli Oasis - era il 28 agosto 2009 quando nel backstage del festival parigino Rock en Seine Noel piantò la band in asso a tre date dalla conclusione del tour mondiale di Dig Out Your Soul dopo un litigio con il fratello minore - non sembrano esserci spiragli per una riconciliazione tra i due turbolenti fratelli del rock britannico.

Questo finesettimana i Beady Eye (gli ex Oasis tranne Noel) e i Noel Gallagher's High Flying Birds suoneranno al Fuji Rock Festival nella prefettura di Niigata, in Giappone, ma i due fratelli avrebbero chiesto di suonare in giorni diversi, proprio per evitare nuove speculazioni dei media e nuove domande sulla tanto chiacchierata reunion.

È ancora una volta il Sun a pubblicare le parole che avrebbe pronunciato Noel Gallagher: "Che succede se suoniamo nello stesso giorno? Non credo che lo consentirò e neanche loro lo consentiranno. La gente inizierà a chiedermi quando ci riformeremo o chiederanno se torneremo insieme sul palco per suonare Digsy's fottuta Dinner. Questa cosa non mi serve e dubito che serva a lui. Preferirei evitare il tutto, grazie".

oasisnotizie via uk.yahoo.com

domenica 22 luglio 2012

Video - Noel Gallagher in Francia: "Suonare anche a 60 anni? Non è una mia ambizione"

In questo video con sottotitoli Noel Gallagher è intervistato al Festival Musillac di Aix-les-Bains, in Francia, lo scorso 13 luglio. Tra l'altro, Noel dice che è fantastico che Paul McCartney, Mick Jagger e Neil Young e altri grandi artisti continuino ad esibirsi anche a oltre sessant'anni e sul suo futuro spiega: "Non è una cosa che io attendo con ansia. Non sto dicendo che non lo farò, ma non è la mia ambizione". Poi conferma: "Il nuovo album non uscirà a breve".



youtube.com/frjdoasisfan

venerdì 20 luglio 2012

I Beady Eye suoneranno Wonderwall alle Olimpiadi di Londra?

Secondo quanto riporta il tabloid The Sun nell'edizione odierna, alla cerimonia per la chiusura delle Olimpiadi, che si svolgeranno ad agosto a Londra, Liam Gallagher canterà Wonderwall con i Beady Eye. Stando a quanto scrive il quotidiano, gli organizzatori avevano inizialmente proposto l'esecuzione del brano a Noel Gallagher, ma l'ex principale compositore degli Oasis, dopo averci pensato sopra, ha rifiutato. Così la palla è rimbalzata a Liam e i suoi Beady Eye avrebbero - il condizionale è d'obbligo - accolto la proposta con entusiasmo. "Noel e il suo manager ci hanno pensato sopra a lungo: è stata una bella tentazione, con 650 milioni di persone che guarderanno la cerimonia in TV", ha confidato una fonte. "Ma alla fine ha detto 'no', ha fatto un grande tour e non ne ha veramente bisogno. Gli organizzatori allora poi l'hanno chiesto a Liam e ha detto 'sì'. Ci sono anche gli Who, quindi a Liam gli fa solo piacere".

giovedì 19 luglio 2012

Liam Gallagher: "Con Noel Gallagher e i suoi puffi il rock non è morto"



Liam Gallagher ha tirato una frecciata al fratello in un post su Twitter. Clicca sulla foto per ingrandirla.

"Snore Patrol (Snow Patrol, ndr) e Noel Gallagher's High Flying Puffi (smurfs, ndr), chi l'ha detto che il rock n roll è morto? LG"

Gli Snow Patrol e Noel Gallagher hanno annunciato che suoneranno 14 volte insieme tra USA e Canada ad ottobre e a novembre. Clicca qui per le date


Video - Noel Gallagher: "Liam era l'irrequieto che ci trascinava di nuovo in studio, mentre a me piace fumare e bere tè"

In questa intervista all'Isle of Wight Festival lo scorso 24 giugno Noel Gallagher racconta come Liam fosse "un personaggio piuttosto irrequieto, quello che ci trascinava di nuovo in studio, mentre a me piace starmene seduto a casa, fumare sigarette, bere tè", spiega quali sono le motivazioni della sua carriera solista e dice: "Dovevo dare una prova a mia moglie, che è la mia prima critica". Sottotitoli by oasisnotizie.



VEDI ANCHE

Video - Noel Gallagher: "Rispetto molto Bruce Springsteen. E l'Inghilterra batterà l'Italia 1-0"

Video tradotto: Noel Gallagher intervistato all'Isle of Wight Festival

Video: Noel Gallagher aveva vaticinato la vittoria dell'Inghilterra, ma hanno vinto gli azzurri

mercoledì 18 luglio 2012

Noel Gallagher: "Non smetterò mai con la musica, che altro potrei fare?"

Noel Gallagher non ha alcuna intenzione di appendere la chitarra al chiodo. Lo riporta il sito della rivista NME, che cita il Sun.

Ecco la risposta del chitarrista e cantautore ex Oasis alla domanda se riuscirà ad avere la stessa longevità dei Rolling Stones: "I Rolling Stones non sono più una 'gang', è evidente. Per un artista solista è più facile, quindi non vedo proprio un momento in cui mi ritirerò. Non mi ci vedo che faccio le valigie, specialmente se sto ancora scrivendo. Che altro potrei fare? C'è solo molta TV da guardare".

Qualche tempo fa Noel aveva detto: "Se smetto con la musica mi dò al giardinaggio".

"Quando parte la canzone, non ho i movimenti alla Jagger (le 'moves like Jagger' della canzone che impazza, ndr), ho i movimenti alla Bill Wyman. Ma la gente che viene ai concerti vuole ballare o cantare e io riesco a farglielo fare. E comunque non guardano me, perché, se noti, loro fissano il cielo mentre cantano con tutto il loro cuore. E questo è magico".

oasisnotizie


Settantesimo post del diario di Noel: "Benicassim, il mio 100esimo concerto solista, il più bello"

OK, compagni. Non ho molto tempo. È passato tanto tempo? Sembra proprio che non riesca a stare al passo durante la stagione dei festival. Succedono troppe cose. Ecco come vanno le cose comunque . . .

Allora, torniamo a quello che sembrava una vita fa, nel sud della Francia. Non ricordo la città/il paese in cui ero, ma era bellissima. Sole ardente. Potrei essermi anche scottato un po'!! Sempre un bel look eh?

Dunque, il concerto stava andando proprio bene, stava venendo su proprio bene, al punto da essere uno dei migliori alla fine della quarta canzone . . . DREAM ON credo . . . e BANG, la luce si è staccata!! Il palco nel buio totale . . . silenzio totale!! Ci sono voluti 20 minuti per sistemare le cose e a quel punto il momento era passato, per così dire. Peccato, sarebbe stato davvero uno bello. Però dopo c'erano i potenti Franz Ferdinand (sì, stronzi sfacciati, loro SONO ANCORA in attività!). Per cui sono sicuro che abbiano condotto il prosieguo del concerto ad una chiusura adeguata.

Poi sono stato a Berna, in Svizzera. Città veramente strabiliante. Non vi prendo in giro, ha un fiume che le scorre dentro e l'acqua è BLU...DAVVERO FOTTUTO BLU!!!!!!!!?????? Incredibile. Ho pure comprato un paio di scarpe adorabili. Il festival è bello. L'ho fatto molte volte. Sulla cima di una montagna. Ero in scaletta per primo però . . . PER PRIMO!!!! Proprio la prima persona sul palco sono stato io!!! L'ultima volta che suonai lì ERO HEADLINER!! La fama è una signora crudele, compagni. È stato come suonare a colazione. Bizzarro. Abbiamo fatto le cose molto bene, però. Ce la siamo goduta.

Allora, dopo penso che siamo tornati in auto in Francia, a Lione per l'esattezza. Ricordo che in viaggio, in auto, abbiamo visto quel film PULP FICTION. L'altro mio chitarrista - il cui nome ora mi sfugge - non l'aveva mai visto . . . MAI VISTO PULP FICTION??????? Tipo..cazzo!!! Incredibile.

A Lione è stato fantastico. Pioveva a dirotto nel momento in cui siamo arrivati lì. Era pioggia calda però. Il vento si è messo a soffiare in un modo tale che quando siamo andati sul palco pioveva sul palco . . . pioveva sul palco? Un altra esibizione da primi in scaletta. Il concerto è stato una figata però. Proprio bello, davvero.

Dunque . . . allora . . . poi Benicassim. Se non siete mai stati a Beni' allora dovreste davvero provare ad andarci. Non fosse altro che per il tempo. Bellissimo. Era il mio 100esimo concerto come artista solista e devo dire che è stato sicuramente il miglior concerto del tour, senza discussioni, ma vi dico questo: potrebbe essere stato benissimo uno dei migliori concerti che abbia mai fatto, MAI. È stato proprio bello. Se state leggendo questo e vi è capitato di trovarvi in quella folla, vi ringrazio. Siete stati immensi. Veramente speciali. L'avete resa una notte grandiosa, grandiosa. È PROPRIO COSI' CAZZO!!!

Ancora una volta ero in scaletta prima degli Stone Roses. Anche loro hanno smaccato. Hanno proprio sfondato. Abbiamo fatto un gran bel party. Abbiamo visto sorgere il sole. Una notte magica, magica.

Al momento mi trovo ad Edimburgo. Suonerò al castello stasera. Poi 8 giorni liberi.

Non vedo l'ora di prendermene alcuni.

A SEGUIRE.

GD

17 luglio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

martedì 17 luglio 2012

Vota per Liam Gallagher come Ultimate Icon della rivista NME

La rivista NME ha annunciato i nomi dei 4 semifinalisti che si contendono il titolo di "Ultimate Icon in rock". In lizza c'è anche Liam Gallagher, oltre ad Alex Turner, David Bowie e John Lennon. Per votare vai qui

Ascolta il remix di 15 minuti di AKA...What A Life!

AKA...What A Life! (The Amorphous Androgynous Remix), b-side del singolo Everybody's On The Run dei Noel Gallagher's High Flying Birds, in vendita su CD, vinile e in formato digitale dal 30 luglio su noelgallagher.com.



lunedì 16 luglio 2012

Video: Noel Gallagher scherza sui Mani degli Stone Roses e sul suo incontro con i giocatori del Man City

Video con sottotitoli in italiano. Noel Gallagher intervistato dall'amico Gordon Smart, giornalista del Sun e di Xfm Radio, nel backstage del Festival di Benicàssim, in Spagna, sabato scorso.

Noel paragona i piedi di Mani degli Stone Roses a quelli di ...



sabato 14 luglio 2012

Guarda Noel Gallagher sul palco del Festival Internacional de Benicàssim

Stasera i Noel Gallagher's High Flying Birds saranno al Festival Internacional de Benicàssim, in Spagna, dalle 23.15 sul palco "Maravillas".

Segui qui il concerto in diretta streaming

Audio - Noel Gallagher: "Mi secca che mi registrino le canzoni inedite durante i soundcheck"

Noel Gallagher ha rilasciato un'intervista nella città francese di Argelès-sur-Mer prima di salire sul palco del Festival Les Dèferlantes lo scorso 10 luglio. L'audio è alla fine del post.

Noel ha parlato di calcio e ha risposto anche ad un'interessante domanda sui suoi inediti già trapelati su Internet qualche settimana addietro.

"Da cosa dipende tifare per il Manchester City o per il Manchester United? Dipende da che zona della città provieni e da quale scuola frequenti in quella zona della città. I tifosi del Manchester City tendono a provenire dal sud e dall'ovest, mentre i tifosi dello United dal nord e dall'est".

"Il Manchester United ha una grande storia, il Manchester City potrebbe essere uno dei migliori club del mondo nei prossimi dieci anni".

Sull'Europeo 2012: "Sì, la Spagna ha meritato di essere campione d'Europa e campione del mondo ed è stato bello vedere che si faceva la storia. Credo che la Germania abbia una grande squadra. Sarà interessante vedere in futuro se la Spagna riuscirà a rivincere il Mondiale, se accadesse sarebbe la prima volta nella storia, credo".

"Che ne penso del comportamento di Samir Nasri? So che ha bestemmiato in faccia ai giornalisti, ma ha fatto bene. I giornalisti sono degli idioti".

Sul videoclip di Everybody's on the Run: "Non mi piace essere coinvolto nei miei video, non mi piace entrarci, quindi lascio che siano i registi dei miei video a fare quello che vogliono, non mi importa".

"So che tutti i grandi chitarristi, come Jimi Hendrix, Johnny Marr e Pete Townshend ... Sono un cantautore, non mi considero un chitarrista, anche se suono la chitarra.. Per me la chitarra è come uno strumento, come una vanga o una sciabola, uno strumento che mi aiuta a scrivere canzoni".

Le due canzoni inedite che sono state diffuse su YouTube, God Help Us All e It Makes Me Wanna Cry, registrate da Noel durante alcuni soundcheck, faranno parte del suo prossimo album?

"La seconda non si chiama It Makes Me Wanna Cry, ma The Dying of the Light, ed è stata registrata nell'ultima settimana di registrazioni per l'ultimo disco. La registrerò come si deve. Mi infastidisce abbastanza che ci sia gente che quando faccio i soundcheck mi registra e mette le cose su Internet. Rovina la cose ai fan. Su Internet ci sono 4 canzoni che forse faranno parte del mio prossimo disco, perciò la gente ha già sentito quasi la metà del mio prossimo disco ... e la cosa mi secca alquanto".

Poi RTL2 ha trasmesso due canzoni tratte dal concerto tenuto da Noel per l'associazione benefica Teenage Cancer Trust alla Royal Albert Hall nel marzo 2007.

oasisnotizie






venerdì 13 luglio 2012

Noel Gallagher: "Il nuovo disco? Andrò in vacanza. E l'anno prossimo voglio finalmente vedere le partite del Man City"

Il secondo disco di Noel Gallagher, frutto della collaborazione dell'ex Oasis con gli Amorphous Androgynous, sarà pubblicato nel 2013, ma non vedrà la luce nei primi mesi dell'anno prossimo.

Alla domanda se tornerà in studio presto Noel Gallagher ha risposto: "Al momento no. Il mio tour è stato esteso sino a novembre, quindi saranno 13 i mesi on the road. Dopo andrò in vacanza per un po'. Non sono a corto di materiale, si tratta solo di vedere quando pubblicarlo, una volta che avrò ricaricato le batterie".

Per ora quindi Noel non pensa a pubblicare il nuovo disco, pensa piuttosto al suo Manchester City . "La scorsa stagione non ho visto proprio partite. Abbiamo vinto il cazzo di campionato e me lo sono perso tutto, quindi spero che vinceremo la Champions League e che io possa esserci"

"La roba nuova si regge in piedi da sola, questo è certo. Il mio disco ha venduto di più dell'ultimo album degli Oasis, ma ovviamente le mie nuove canzoni non saranno accolte tanto bene quanto Don’t Look Back In Anger o Talk Tonight, perché quelle sono canzoni davvero famose. Sono in giro da tanto e fanno parte della vita della gente. Sono album che continuano a vivere".

oasisnotizie


giovedì 12 luglio 2012

Ascolta 30 secondi del nuovo remix di AKA ... What A Life!

Ecco una clip di 30 secondi del remix di AKA ... What A Life! fatto dagli Amorphous Androgynous per Noel gallagher. Il brano dura 15 minuti e 6 secondi e sarà commercializzato dal 30 luglio come b-side del singolo Everybody's On The Run, pubblicato dall'etichetta Sour Mash Records Ltd.


youtube.com/frjdoasisdoc

Ascolta in diretta il concerto di Noel Gallagher a Berna

Oggi giovedì 12 luglio sarà possibile ascoltare in diretta al concerto dei Noel Gallagher's High Flying Birds al Gurten Festival, a Berna. Lo show sarà trasmesso in streaming da uno di questi siti:

LINK 1, LINK 2, LINK 3

Noel sale sul palco alle 17.45.

(thanks to SCYHO)

AGGIORNAMENTO - ore 17.50: come scritto sul sito linkato qui sopra, "il concerto sarà trasmesso tra le 20 e le 22 di oggi"

Video - Noel Gallagher: "Uso sempre gli stessi cinque accordi. Non sono un grande cantautore, sono solo il più bravo ad essere me"

Noel Gallagher ha rilasciato alcune dichiarazioni in Svizzera: "Non sono un grande cantante né un grande musicista. Sono il più bravo ad essere me. Uso sempre gli stessi cinque accordi". Ecco il video dell'intervista registrata al Jazz Festival di Montreux il 4 luglio. Qui Noel ironizza sulla sua presenza ad un festival jazz.

Sottotitoli in francese e in italiano.



Audio - Noel Gallagher: "Man City, maledizione sfatata. E Van Persie non ci serve"

L'altro ieri Noel Gallagher, che si trovava a Perpignan, nel sud della Francia, è intervenuto a Talksport, dove ha parlato, come sempre, di Manchester City.

L'ex anima degli Oasis, insieme al fratello Liam, ha commentato un commento sul rinnovo di contratto dell'allenatore italiano Roberto Mancini, atteso da giorni e finalmente arrivato malgrado le voci che lo davano in partenza per allenare la nazionale russa (la federazione calcio russa gli offriva un ricco stipendio).

"Non credo che qualcuno credesse seriamente che sarebbe andato ad allenare la nazionale russa. È una scemenza. È una grande notizia per tutti nel club".

Noel ha ribadito la sua stima per il tecnico jesino: "Dopo l'ultima partita della stagione è in una posizione di grande potere. Ho sempre creduto in lui, credo che al momento gli sia superiore soltanto Mourinho. Ha fatto tutto ciò che gli è stato chiesto sotto una grande pressione, onestamente ha fatto un grandissimo lavoro, gestendo lo spogliatoio e galvanizzandolo anche quando era in svantaggio di 8 punti dalla vetta della classifica con sole 6 partite rimaste. Cosa si pretendeva di più da lui?".

Sul probabile acquisto di Robin Van Persie: "Non credo che ci serva. Non penso che lo comprerà il Manchester United, che non ha i soldi per pagare il suo stipendio, né il Chelsea, perché significherebbe andare in un altro club di Londra. Penso che andrà all'estero, onestamente. Ero a Milano nel finesettimana e alcuni miei amici sono tifosi della Juventus e pensano che ormai sia fatta per lui, ma non so".

Sul titolo vinto dal City: "Quando fu fondata la Premier League noi eravamo in Second Division (l'ex terza serie inglese, ndr), quindi ci siamo persi un decennio di soldi. Quel titolo che abbiamo vinto è per tutti quelli che hanno circa 45 anni e che ci videro pareggiare a York quel venerdì sera e retrocedere in Second Division (nel 1998, ndr)".

"Ora che la maledizione è stata sfatata penso che la pressione sia svanita. La cosa buffa delle giovani generazioni dei tifosi del City è che vai allo stadio, il City è avanti 3-0 nel primo tempo e i 18enni e i 20enni iniziano a fischiare, hanno aspettative folli".



mercoledì 11 luglio 2012

Video - Noel Gallagher: "Rispetto molto Bruce Springsteen. E l'Inghilterra batterà l'Italia 1-0"

Noel Gallagher intervistato da Jo Whiley prima dell'Isle of Wight Festival il 24 giugno 2012.

Noel parla di Bruce Springsteen e di altro e fa un pronostico sul quarto di finale di Euro 2012 Italia-Inghilterra.

Vedi anche:

Noel Gallagher intervistato all'ISLE OF WIGHT 2012 on Absolute Radio | FUNNY

NOEL GALLAGHER: "England will beat Italy 1-0" (sottotitoli ITA) - ABSOLUTE RADIO 24 June 2012



Sessantanovesimo post del diario di Noel: "Amo Milano, un caldo folle! I Franz Ferdinand? Sì, ci sono ancora ..."



Compagni . . . questo sarà un post lungo.

Allora, l'ultima volta che abbiamo parlato è stata quando? 2 settimane fa? Dev'essere così? Era così? Aspettate . . . fatemi controllare . . . è giusto . . . era la sera prima del festival in Belgio. OK . . . bene, metto da parte la mia elucubrazione mentale e vi do le informazioni (faccio del mio meglio in ogni caso!).

Allora . . . ricordo che il festival era uno di quelli grandi. Folla enorme. Nomi grossi tra gli headliner. Credo che ci fossero loro, i Red Hot Chili Peppers, nella mia stessa sera (sì, c'erano!). Il concerto in sé è stato OK. Non male. Di sicuro ha interrotto la serie di concerti fantastici, quello sicuramente. La cosa migliore del concerto è stata che sono stato presentato sul palco da Vincent Kompany, il capitano del Manchester City. È di Bruxelles, capite? E io e lui stavamo andando a fare il lancio dei nuovi completi del Manchester City per la prossima stagione. Entrambe queste occasioni sono state un vero onore. Vinnie è un ragazzo eccezionale. Forse è il ragazzo più cool del pianeta. Siamo usciti insieme dopo il concerto e abbiamo visto la finale del campionato europeo. Giorni felici!!

L'indomani dovevo svegliarmi presto per fare la cosa dei completi calcistici. In realtà non ero andato a letto prima delle 4 del mattino, quindi non mi sentivo (o non sembravo!) al meglio. Vinnie, d'altro canto, era riuscito ad andare a letto presto e si è presentato con un aspetto da atleta super-cool e ben oliato quale è. Io, d'altro canto, puzzavo di sigarette e alcol in ogni punto, come il 45enne padre di 3 figli quale sono. Non bello. Per niente bello. In tutto il mio periodo in questo gioco quella potrebbe essere stata la cosa più difficile che abbia mai dovuto fare.

Ad un certo punto credo che stessi sudando puro alcol. Immaginate di farlo mentre uno dei vostri eroi vi guarda e vi chiede se va tutto bene, mentre un fotografo scatta una foto e vi chiede: "Potete solo avvicinarvi un po'?". L'ho fatto, però, e l'attrezzatura è uscita benissimo, una figata.

Allora, dopo ricordo che abbiamo preso il volo per Montreux, in Svizzera, per un concerto al "Montreux Jazz Festival"!! Sì, avete sentito bene . . . "il Montreux JAZZ Festival". Non so con esattezza cosa ci facessi io lì, ma un concerto è un concerto e che concerto!! Proprio uno bello spasso e via discorrendo. E mi è stato consegnato (sul palco, il che è stata una cosa un po' strana) un orologio molto costoso dal fondatore del festival, il Signor Claude Nobs (pronuncia CLOUD NEBZ). Del valore di 3.000 euro!! O così ha detto al pubblico, in ogni modo. Grazie mille Signor Nobs . . . proprio quello che ho sempre voluto . . . il mio orologio jazz tutto per me!!

Dopo siamo andati in auto durante la notte a Milano. Amo Milano e l'Italia in generale. Faceva un caldo folle. Saranno stati 100 gradi sul palco!! Non caldo come il Coachella, ma si sfrigolava ugualmente. Il concerto è andato bene. Niente di più, niente di meno. Ricordo che mi hanno portato fuori a cena in un luogo alla moda dallo stile calcistico. È stato anche molto bello . . . ci andava Beckham, mi hanno detto (forse il Ristorante Giannino, ndr?).

Allora . . . dopo ci sarebbe stato il T In The Park? Sì, penso di sì!! Tempo orribile. Nuvole nero scuro. Pioggia, pioggia, pioggia torrenziale. Fango dapper-fottuto-tutto. Orribile . . . e questo solo DIETRO LE QUINTE!!! Il Signore soltanto sa com'era lì davanti. Ciononostante (e questo è veramente strabiliante) non ha rovinato mai l'atmosfera. La folla laggiù è qualcos'altro. Comportamento incredibile. Bravi!

Abbiamo avuto un concerto fantastico ad eccezione di un paio di intoppi qua e là, ma abbiamo spaccato!! Eravamo sul palco prima degli Stone Roses. È stato fantastico vederli E vedere che si divertivano. Una notte fantastica, tutto sommato.

Dopo abbiamo preso il volo per Birmingham per fare un piccolo concerto acustico alla stazione radiofonica Kerrang!! Sì, avete sentito bene. Una stazione radio heavy metal. Non chiedetemi . . . io non l'ho fatto. È stato bello però.

Allora . . . dopo abbiamo preso il volo per il sud della Francia. Il cazzo di aereo era pieno di giovani (in vacanza uno avrebbe immaginato). Ragazze ridanciane e ragazzi con i capelli tagliati ai lati e indosso jeans da ragazza . . . questo è quello che mi è parso, in ogni modo.

Credo che sia tutto. Ho un festival stasera. Uno grande . . . dev'essere grande perché fanno da headliner i potenti Franz Ferdinand!! Cosa?? Certo, loro ci sono ancora!!!!

A SEGUIRE.

GD

10 luglio 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Sessantasettesimo post del diario di Noel: "Quattro concerti grandiosi di fila, è un record, cazzarola!"

Noel Gallagher live at Isle of Wight Festival 24.06.2012 (58 minutes, HD 720p)

Quindi . . . allora . . . sì, compagni!!

Me la sto spassando così tanto che mi sono dimenticato per secoli di mandarvi uno di questi post. Scusatemi, ma sapete com'è (o forse no?)!

Comunque vediamo cosa riesco a ricordarmi, eh? Allora, se la memoria non mi inganna ero a Stoccarda, in Germania, con uno sporco raffreddorino e mi chiedevo con preoccupazione se annullare il concerto della sera successiva o no. È giusto? Mi dite così? Credo di sì. Mi sono preso un sacco di whiskey caldo e Lemsip (quello al ribes nero!) e pillole per il sonno (da assumere responsabilmente, giovani . . . ve lo dico). Mi sono svegliato il pomeriggio successivo in un letto molto bagnato, gelando per il freddo. Ha funzionato però. Mi sono sentito bene abbastanza da andare su e andare giù (dico per dire!) ed evviva, il concerto è stato fottutamente grandioso! Quelle cose bianche e nere avevano fatto la magia!! Sono andato ad Amburgo e mi sentivo molto meglio. Un'altra giornata con le pilloline nere e il Lemsip e UN ALTRO concerto fantastico! Chi l'avrebbe detto? Non io, di sicuro!

Credo che abbiamo fatto tre concerti di seguito, che è inusuale (almeno per me) e il successivo era uno grande . . . quello al Festival dell'Isola di Wight. I servizi televisivi l'hanno fatto sembrare una ricostruzione del campo di battaglia della prima guerra mondiale. Ora, non sono mai stato all'Isola di Wight, quindi davvero non vedevo l'ora. Mi sono svegliato nella New Forest e - sì!! - c'era il sole! C'era davvero il sole!! Così tanto sole che io e Nancy ci siamo fatti un'adorabile passeggiatina in stile classe media tra i fiori e i cespugli e gli alberi e i cavalli . . . forse in realtà si trattava dell'indomani . . . non sono sicuro, ma ricordo di aver camminato tra i fiori e i cespugli e gli alberi e i cavalli.

Bisogna prendere un traghetto per l'Isola di Wight e vi dico una cosa, compagni: è stato molto piacevole. Siamo stati anche sul molo e abbiamo fatto delle foto . . . di cosa non sono abbastanza sicuro, ma ad ogni buon conto abbiamo fatto delle foto. Abbiamo fatto UN ALTRO concerto fantastico . . . il terzo concerto consecutivo, inisuale (per me almeno). Questa diavoleria del bere whiskey è GRANDIOSA!! Pubblico fantastico anche se qualche giovane si è eccitato e ha acceso qualche petardo, uno dei quali è piovuto sul palco, ma senza creare danni, pur aggiungendo un po' di caos allo svolgimento, che non è una cosa brutta. Quel tizio, "the Boss", ha approvato, perché ci stava guardando dal lato del palco e rideva di gusto con la sua testolina!!

Dunque, poi ci siamo fatti un giorno libero a New Forest. I postumi della sbronza non sono stati troppo brutti. Più che gestibili. Ho preso il volo per la grande città di Dublino quella sera, per un concerto, l'indomani, con i grandi Red Hot Chilli Peppers e indovinate un po'? UN ALTRO CONCERTO FANTASTICO!!! Deve trattarsi di una sorta di record? Deve, sì. Non ricordo di aver fatto 4 concerti FANTASTICI consecutivi? Considerato che 5 giorni prima stavo per chiamare il dottore per farmi fare il certificato di malattia, cazzarola, sono abbastanza colpito!!!

È venuto a vederci il cantante di quella band, gli U2, con quel tipo, Danger Mouse. È stato fantastico vederli. Ce la siamo dovuta svignare presto, però, per tornare a Londra, dove ho fatto una visitina a Bunny Dread e al Grande Io (i figli Sonny Patrick e Donovan, ndr) . . . questo era ieri . . . e oggi sono nell'umida città di Oslo, in Norvegia.

E questo, compagni ... è tutto! Vi potete considerare al passo.

Senza dubbio il concerto di stasera sarà una merda.

Vi farò sapere.

A SEGUIRE.

GD

29 giugno 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Other videos

Noel Gallagher intervistato all'ISLE OF WIGHT 2012 su Absolute Radio

Noel Gallagher: "L'Inghilterra sconfiggerà l'Italia 1-0"


martedì 10 luglio 2012

Foto: Noel Gallagher in acustico con Russell Pritchard alla chitarra


Domenica 8 luglio Noel Gallagher ha tenuto uno speciale show per Kerrang! Radio, radio di Birmingham per la quale ha presentato un set acustico con Russell Pritchard, il bassista degli High Flying Birds (ex degli Zutons), nelle vesti di chitarrista.

Noel ha detto: "Suono D'Yer Wanna Be A Spaceman? per la terza volta dal vivo in 17 anni".

Clicca qui per la gallery



Video: Noel Gallagher al T in the Park + intervista sottotitolata

Video di 48 minuti con la performance di Noel Gallagher dal vivo al T in the Park, 7 luglio 2012. Nell'intervista rilasciata dopo l'esibizione Noel racconta anche la sua prima esperienza con gli Oasis al festival che si tiene in Scozia.





lunedì 9 luglio 2012

Video - Noel Gallagher con Kompany: "Il Man United ha la storia, il Man City ha il futuro. Balotelli usa il mio disco come sottobicchiere"

In questa intervista sottotitolata in italiano, rilasciata il 1° luglio a Studio Brussel, in Belgio (prima dell'esibizione al Rock Werchter), Noel Gallagher ha parlato con il capitano del Manchester City Vincent Kompany di Mario Balotelli, della differenza tra Manchester City e Manchester United e ha detto per chi avrebbe tifato nella finale di Euro 2012.

Poi ha raccontato un aneddoto riguardante sua moglie.



sabato 7 luglio 2012

Noel Gallagher torna a Milano: "Oasis mai più, ora psichedelia. Il futuro della musica? Il suo potere si è diluito"

Rho (Milano) - Se un tempo si brindava a spumante e oggi a birra, la colpa (o il merito) è anche dei megafestival Heineken che da 14 anni lusingano la gioventù italica in kermesse accaldate che dall’Autodromo di Imola si son poi trasferite a Venezia (con anche un uraganino e parecchi guai) prima di atterrare, da ieri sera, qui alla Fiera di Rho, terra di nessuno impastata di scatoloni di cemento privi di aria condizionata (per risparmiare). Sic transit gloria mundi, e tanto i Festival in Italia sono di difficile digestione: se ne ama l’idea, ma se c’è un posto assurdo per la musica è proprio questo, servito però dalla metro che arriva da Milano e tanto basta per assicurarsi un pubblico, che comunque cala per il poco appeal del cemento, ma molto di più per la povertà. L’organizzazione denuncia 47 mila biglietti venduti per i tre giorni, e non è cifra indimenticabile.

Ieri Red Hot Chili Peppers, stasera Prodigy, domani il ritorno dei Cure. Prima di loro, sul palco, altri personaggi spesso più interessanti: ieri, per esempio, un concerto che era una specie di brit-cocktail pop/rock di Noel Gallagher, ex Oasis approdato a uno stile di libertà e sapienza con i suoi High Flying Birds, nuova band con la quale ha inciso un bel disco l’anno scorso: tra l’altro, ha chiuso con Don’t Look Back in Anger degli Oasis, quasi a voler trovare pacificazione col passato.

Ritrovarlo a 45 anni, il capello che incanutisce, l’aria sobria e quietamente divertita nella conversazione, fa un certo effetto. Tipo da spiaggia, Noel. Provinciale senza orpelli, pazzo per il calcio e soprattutto per il suo Manchester: qualche tempo fa ha intervistato Balotelli, e gli ha persino chiesto notizie della sua fidanzata Raffaella. Proprio lei, Noel, con una vita inseguita dal gossip... Sorride divertito: «Il fatto è che la BBC non era mai riuscita a intervistare Balotelli e lui ha posto come condizione che lo facessi io. Ci siamo molto divertiti, mi fa specie che sia così giovane, te ne accorgi solo quando gli sei davanti. Negli Europei, è stato il più sorprendente di tutti i giocatori. Ma comunque ho capito dall’esperienza dell’intervista che preferisco rispondere, piuttosto che fare domande».

Già, quand’è stata l’ultima volta che le hanno chiesto quando rimettete insieme gli Oasis, lei e il suo fratello-coltello Liam? «Due minuti fa, prima di entrare nel camerino a parlare con lei. Mille volte. E rispondo sempre uguale: mai. E loro mi dicono, sicuri: ma sarà nel 2014, sarà nel 2015 o 17. Non so perché dicano queste date, che conti facciano. Non importa quel che gli dico, tanto». Lei sembra molto sereno, direi pacifico. Parla volentieri, senza nemmeno un «fuck», che le è successo? «È l’età! Invecchi, i bimbi crescono e io ne ho tre, ormai: una ha 12 anni. Quando avevo 22 anni, e incontravo tanti giornalisti più grandi di me, non avevo storie da raccontare. Ora che ne ho tante, mi tocca quasi sempre dirle a dei ragazzi».

Si dice che lei stia lavorando a un disco di musica psichedelica che dovrebbe pure uscire presto. È vero? «Lavorarci sì, ci lavoro, ho incontrato degli amici che fanno bene questo genere, ma non so se i miei fans saranno tutti contenti. Però ho un bimbo che è nato mentre incidevo l’album con i Flying Birds e non l’ho visto crescere: dunque finito il tour voglio prendere una pausa. Quando me ne sono andato dagli Oasis, non ho fatto nulla per due anni, poi una mattina mi son svegliato e non ho pensato di essere una rockstar, ma solo alla musica: e mi sono rimesso a scrivere».

Lei quest’anno ha già girato per mille Festival, dal Coachella fin qui. Le piace, suonare ai Festival? «È un privilegio. Non puoi dare una prospettiva al tuo lavoro solo davanti ai tuoi fans. Se stai, come stasera, fra Pittbull e i RHCP, tutto cambia. Chi ha inventato i Festival è un genio». Lei dà un’idea di grande libertà... «Libero son sempre stato, faccio quel che mi piace: non reggae, non jazz».

Vede intorno una musica che darà il segno al futuro? «Saranno i giovani a decidere quel che sarà grande. Così vanno le cose. Oggi, con tanta tecnologia e social network, il potere della musica si è molto diluito. Leggi su Twitter squarci di poesia, e magari uno si accontenta di quello invece di scrivere una canzone. Ma la cultura dei giovani non morirà, e se il rock è morto, il suo spirito sopravvive».

(La Stampa - 6 luglio 2012)

Vedi anche

Video: Noel Gallagher all'Heineken Jammin' Festival: "Liam era lunatico, ora sono in pieno controllo e i concerti sono più tranquilli"

Video: Noel Gallagher dal vivo all'Heineken Jammin' Festival di Milano

Photogallery di Noel Gallagher all'Heineken Jammin' Festival

venerdì 6 luglio 2012

Video: Noel Gallagher dal vivo all'Heineken Jammin' Festival di Milano



Noel Gallagher si è esibito ieri all'Heineken Jammin' Festival alla Fiera di Rho (Milano) prima dei Red Hot Chili Peppers. Dalla scaletta sono state escluse Supersonic e Wonderwall.



Setlist
Vedi anche
Video - Noel Gallagher: "Liam era lunatico, ora i concerti sono più tranquilli"

Video - Noel Gallagher: "Liam era lunatico, ora i concerti sono più tranquilli"

L'ex Oasis all'Heineken Jammin' Festival torna sulla crisi della band: "Avremmo dovuto finire il tour e poi separarci. Liam era un cantante molto lunatico, ricordo che al concerto di Imola nel 2005 ci piantò tutti in asso".

Intervista di Andrea Laffranchi per Vivimilano.

Va detto che non era solo Liam la testa calda degli Oasis ...

Noel Gallagher interviewed in Milan ahead of his performance at Heineken Jammin' Festival. Noel accuses Liam of being "temperamental" and recalls the gig in Imola in 2005 where Liam "walked off".

Well, it has to be said that he was not the only hot head in Oasis ...



giovedì 5 luglio 2012

Oggi nella storia degli Oasis

Oasis live at Finsbury Park, London.

July 5-6-7, 2002.

Join Today in Oasis History



Intervista a Noel Gallagher, oggi sul palco dell'Heineken Jammin' Festival di Milano

Ieri sera Virgin Radio ha trasmesso uno "Speciale Heineken Jammin' Festival" dedicato a Noel Gallagher, nel corso del quale sono stati trasmessi alcuni singoli degli Oasis, degli High Flying Birds e sono stati mandati in onda stralci di un'intervista al musicista. Sotto potete ascoltare l'audio che abbiamo registrato.

Noel Gallagher è ora a Milano e alle 19.50 salirà sul palco dell'HJF alla Fiera di Rho.

Programma di oggi 5 luglio 2012

15:00 HJF CONTEST
17:15 Enter Shikari
18:20 Pitbull
19:50 Noel Gallagher's High Flying Birds
21:45 Red Hot Chili Peppers

AUDIO: NOEL GALLAGHER INTERVISTATO DA VIRGIN RADIO, 4 LUGLIO 2012




Foto: Noel Gallagher indossa la maglia del Manchester City con Vincent Kompany

La Umbro ha presentato la nuova maglia del Manchester City per la stagione 2012-2013. Testimonial sono il difensore belga Vincent Kompany, capitano della squadra, e il tifoso Noel Gallagher.

Il 1° luglio, giorno in cui Noel ha suonato al Rock Werchter, i due si sono incontrati negli studi di due stazioni radiofoniche per due interviste che pubblicheremo prossimamente.

Ecco una photogallery



martedì 3 luglio 2012

Liam Gallagher: "Un certo qualcuno ci ha fatto mancare il terreno sotto i piedi, abbiamo sempre voluto fare musica"

Liam Gallagher pizzica il fratello Noel e annuncia: "Il secondo album dei Beady Eye sarà meglio del primo"

Sabato sera erano in concerto a Heaton Park per sostenere il ritorno sulle scene degli amati Stone Roses. I Beady Eye hanno vissuto il concerto dell'altro giorno con grande eccitazione.

Intervistati da BBC 6 Music (AUDIO ALLA FINE DEL POST), Liam Gallagher e Gem Archer, voce e chitarrista del gruppo, si sono detti entusiasti di poter suonare prima dei loro beniamini.

"Quando fai da headliner il tempo ti passa velocemente. Stavolta è stata una cosa molto più rilassata, ci siamo potuti fare una risata sostanzialmente. Speravo tanto di fare da supporter agli Stone Roses, l'avrei fatto anche con gli Oasis", dice Liam.

"Non sono una di quelle persone che fanno: 'Non ti facciamo da supporter perché siamo famosi quanto te'. Penso che a volte bisogna smetterla di stare sull'attenti, non importa chi sia l'headliner (artista principale, ndr). Succede che lo stiamo facendo con i Beady Eye, che sono importanti tanto quanto gli Oasis per quanto mi riguarda".

Interrogati sul perché oggi nessuna band possa fare soldout per tre sere consecutive a Heaton Park (a differenza di quanto avveniva una quindicina di anni fa), Liam è stato netto e ha detto la sua anche riguardo al fatto che una band che si riforma, come gli Stone Roses, venda tanti biglietti per i primi due show dopo la reunion. È un segno dei tempi? "Dimostra che c'è molta merda in giro al momento, ma i Roses sono fantastici e se lo meritano. Se le band fossero buone succederebbe. I ragazzi hanno troppe cose al giorno d'oggi. Non voglio suonare vecchio - penso di esserlo - ma hanno troppo. Anni e anni fa tutto ciò che avevamo era una chitarra e un pallone da calcio".

"Oggi si dissipa tutto, no? Quindi per chiunque è dura avere un impatto", concorda Gem Archer.

Sul secondo album, che dovrebbe uscire nel 2013, Liam dice: "Suona bene. Abbiamo ancora un po' di cose da scrivere, ma andremo in studio a registrarlo quest'anno. Se l'anno prossimo pubblicano un disco sia gli Stone Roses sia i Beady Eye, andrà tutto bene".

Sarà un album che si discosterà molto da Different Gear, Still Speeding? "Il primo album è venuto fuori direttamente dalla divisione degli Oasis e volevamo solo stare di nuovo in una band, quindi siamo andati direttamente lì e l'abbiamo fatto. Stavolta ci stiamo prendendo un po' di tempo. Non ci preoccupa il fatto di dover esserci, stare lì sul ring. Ci saremo quando ci saremo e quando le canzoni saranno assolutamente azzeccate".

"Siamo impazienti anche noi", ha detto Gem.

"Un certo 'qualcuno' ci faceva mancare il terreno sotto i piedi", ha detto Liam, riferendosi al fratello Noel. "Non volevamo che la band si dividesse. Volevamo darci dentro e anche quando gli Oasis finivano i tour e si parlava di prendersi anni di pausa, facevamo tutti: 'Non è che stiamo diventando più giovani e se una cosa ti piace continua a farla sempre, prenditi sei mesi e poi facciamo un altro disco'. Quindi facevamo così e con questo disco abbiamo fatto questo. Le canzoni sono molto meglio in questo album, devono esserlo".

oasisnotizie


BEADY EYE FAN PAGE



ASCOLTA L'INTERVISTA



lunedì 2 luglio 2012

Ascolta due inediti di Noel Gallagher

Sono trapelati sul web due demo di Noel Gallagher. Sono God Help Us All, già spuntata fuori su YouTube qualche tempo fa (soundcheck a Città del Messico), e It Makes Me Wanna Cry, che Noel canta nel DVD di High Flying Birds.





Sessantottesimo post del diario di Noel: "Mi rovinano il sonno coverizzando Don't Look Back In Anger"

Sì, compagni.

Allora, il festival di Oslo è stato un po' bizzarro. Ha avuto luogo dove facevano ski-jumping . . . (non sono sicuro di quale sia il termine corretto) . . . sulla cima di una montagna. Si gelava e c'era una fitta nebbia. Un po' triste. C'era tra le esibizioni principali quella ragazza, Rihanna. Mi hanno detto che ha un entourage di 100 persone!!! CENTO!!!!! Io ne ho (piuttosto patetico) 11.

Non sono sicuro che i giovani in prima fila abbiano apprezzato un po' di vecchio rock 'n' folk. Non sembravano molto felici comunque. Detto tutto quello, è stato UN ALTRO concerto fantastico! Cosa ora? 5 di fila? Qui si stanno strappando i libri dei record!

Sceso dalla collina e tornato in città, c'era quello che sembrava un altro festival lì nel parco nella piazza principale. Un festival gratuito, credo. Riuscivo a sentirlo dalla mia stanza. Un po' di cabaret. Suonava come un sacco di band del posto che facevano cover. Tutto un bel divertimento pulito.

Comunque . . . dopo essere andato a quello che piuttosto francamente è il ristorante cinese più ORRIBILE cui sia mai andato, avevo bisogno di fare un riposino. La città era un po' chiassosa però. Credo che la cosa del festival gratuito avesse una licenza per protrarsi sino a tarda ora. La cosa buffa è che . . . verso le 2 sono stato svegliato dal rumore che proveniva dal parco. Dall'impianto di amplificazione e chiaro come la notte riuscivo a sentire qualcuno che faceva una cover acustica di "Don't Look Back In Anger"!!!! Non vi sto prendendo in giro (i bastardi l'hanno assassinata, a proposito!).

A SEGUIRE.

GD

29 giugno 2012

oasisnotizie


Altri post dal diario di Noel

domenica 1 luglio 2012

Guarda ora Noel Gallagher sul palco del Rock Werchter


Noel Gallagher sul palco del Rock Werchter, festival belga.

CLICCA QUI PER VEDERE IL LIVE ALLE 18 (ora italiana)

Video: Beady Eye live a Heaton Park prima degli Stone Roses


Ieri sera a Heaton Park si sono esibiti per la seconda serata consecutiva gli Stone Roses. A fare da supporter anche i Beady Eye.

Photogallery qui





Noel Gallagher: "Fanculo ai Maya! Balotelli? Lo amo, gioca un calcio da gangster"

Venerdì sera Noel Gallagher si è esibito all'Holmenkollen Festival di Oslo. Ecco un'intervista rilasciata ai media norvegesi. 

In una videointervista (VISIBILE ALLA FINE DI QUESTO POST) ha poi detto la sua sulla fine del mondo prevista per il 21 dicembre 2012, rivolgendo un invito ai Maya ...

Come ti sta trattando la Norvegia sinora?

Bene, piove su di me, quindi al momento è molto difficile vedere qualcosa, ma, a parte il tempo, in Norvegia è bello. I norvegesi sono simpatici. È molto pulito qui! Londra è sporca! Londra è un posto sporco! Intendo dire: amo l'Inghilterra, ma potrebbe darsi una lavata ... la Norvegia sembra essere molto PULITA!

Allora, cosa si devono aspettare i tuoi fan dal tuo concerto di stasera?

Haha, possono aspettarsi di NON vedere me! A causa della nebbia ...

Haha, ma se la nebbia sparisse "magicamente"?

Se la nebbia sparisse magicamente, possono aspettarsi di trovare cinque cartonati sul palco e un lettore CD!

Davvero?

No, non proprio, hahah! Non lo so! Ogni concerto che uno fa è diverso dall'altro, ma sono sicuro che sarà fantastico! E sto suonando tutte canzoni mie. Canzoni che ho scritto tutte da me ... da solo ... nella mia stanza da letto, hehe

Allora, i tuoi fan sanno che sei uno SFEGATATO tifoso di calcio e di sicuro il tuo cuore batte per il Manchester City ... una fan ha detto che hai avuto la possibilità di intervistare Mario Balotelli una volta ... si chiedeva come sia stato.

È stato fantastico! È stata un po' una sfida però. Non parla inglese molto bene e io non parlo proprio l'italiano, ma è fottutamente FANTASTICO! Lo AMO fottutamente! ... gioca un "calcio da gangster"!

Pensi che rimarrà in forma anche per il Manchester City?

Oh, sì! Lo spero ...





Noel lascia un messaggio a Rihanna, anche lei sul palco del festival, invitandola ad assaggiare dei deliziosi marangoni o cagiù (cashew nuts)

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails