lunedì 30 aprile 2012

Noel Gallagher: "Man City, è il nostro momento! Pep Guardiola, se sei in ascolto: Manchester è grandiosa"

Sabato Noel Gallagher è tornato a Talksport (audio alla fine del post) e ha parlato del derby Manchester City-Manchester United di lunedì 30 aprile (qui il video dell'intervista a Liam).

Noel si è collegato da Laguna Beach, vicino San Diego: "Qui è il paradiso, quasi. Se raccolgo i chilometri aerei che faccio? Ho qualcuno che lo fa per me. Com'è il tempo? Magico, sono le quattro del pomeriggio. Stasera non suono, lunedi pomeriggio volo in Brasile".
Inserisci link
Noel poi è tornato a parlare del curioso episodio di cui è stato protagonista al Coachella Festival e ha discusso delle semifinali di Champions League. "Sergio Ramos ha bisogno di un calcio in testa" (il difensore del Real Madrid ha fallito il proprio tiro dal dischetto).

"Lo vedrò da un amico a Los Angeles", ha detto Noel sul derby di Manchester. "Sarà una partita giocata a viso aperto. Può vincere il City, può farcela lo United, può finire in pareggio con molti gol. Se il City segna subito sarà un classico, se il City non segna subito potrebbe essere una lunga serata. Se vinciamo, dopo dobbiamo ancora andare a giocare a Newcastle. Se avessimo potuto scegliere le due partite più difficili a questo punto della stagione, queste due partite sarebbero state con lo United in casa e con il Newcastle in trasferta. Se lo United fa risultato lunedì contro di noi, è fatta per loro. Se vinciamo noi, dobbiamo ancora andare a Newcastle a raccogliere qualcosa, perchè se pareggiamo a Newcastle, lo United torna a prevalere. Se vinciamo con lo United e poi andiamo a vincere a Newcastle sarà una delle partite più belle nella storia del calcio, perché il Newcastle non sa difendere e il City non può difendere".

"Dobbiamo abituarci, è così quando si sta in cima. Per vent'anni non l'abbiamo fatto. Non sono sicuro che mi piacerà ... La prossima stagione? Avremo un po' più d'esperienza in saccoccia, due settimane fa sembrava che per noi fosse finita. Credo che ora sia il nostro momento".

Poi ancora elogi a Mancini: "Credo che la Liga che vincerà Mourinho cementerà la posizione di Mancini al City. Se si cercasse un allenatore, credo che Mancini sarebbe l'ideale".

Che ne pensa Noel delle dimissioni di Guardiola? "Non credo che cambierà mestiere", commenta il musicista. "Ci sono solo sei squadre dove può andare: i due club di Milano, il City, lo United, il Chelsea, l'Arsenal. Io scommetto sul Chelsea, ma se sei in ascolto, Pep, Manchester è grandiosa!".

"Come on the Blues, we can do it!".

oasisnotizie



Video: Liam Gallagher intervistato prima del derby Man City-Man United

Video con sottotitoli in italiano.

Stasera City e United si sfidano in Premier League. Il City è secondo con tre punti in meno dei rivali.





Foto: Liam Gallagher oggi allo stadio del Man City


Liam Gallagher fotografato oggi all'Eitihad Stadium. Stasera si gioca Manchester City-Manchester United, che potrebbe risultare decisivo per l'assegnazione della Premier League (il City è tre punti sotto lo United).

venerdì 27 aprile 2012

A NIGHT WITH… OASIS con Bonehead il 27 aprile a Pescara e il 28 aprile a Roma

Come vi avevamo riferito qualche settimana fa, Wonderwall, il fans club italiano ufficiale degli Oasis e fratelli Gallagher, organizza due serate tributo alla band di Manchester. Il 27 aprile al Loft128 di Pescara e il 28 aprile al Traffic Club di Roma.

Ospite di entrambe le serate e in esclusiva assoluta per il fans club italiano: Paul Arthurs meglio conosciuto come BONEHEAD (membro fondatore e chitarrista degli Oasis) che incontrerà i fans italiani e selezionerà i dischi dopo i live. Sul palco di Pescara si esibiranno i Mucky Fingers (tribute band di Pescara). Sul palco di Roma si esibiranno i Radio Supernova (tribute band di Roma) e i Rubbish (tribute band di Firenze). Ci sarà inoltre la proiezione di videos e dj set, la presenza del banchetto con il merchandising del fans club. Sotto tutte le info e links:

================================Inserisci linkVenerdì 27 aprile 2012 a Pescara
================================
tutte le info, locandina, comunicato stampa, costi, foto promo, biografie, programma, mappa... alla pagina:
http://www.wonderwall.it/anwo_2012_pescara.asp?menu=2&submenu=8
evento su Facebook: http://www.facebook.com/events/279246352149721

================================
Sabato 28 aprile 2012 a Roma
================================
tutte le info, locandina, comunicato stampa, costi, foto promo, biografie, programma, mappa... alla pagina:
http://www.wonderwall.it/sn_apr2012_roma.asp?menu=2&submenu=8
evento su Facebook: http://www.facebook.com/events/381481848549313

Vedi anche Dettagli di A NIGHT WITH ... OASIS a Pescara

Oggi nella storia degli Oasis: Gli storici concerti a Maine Road

Liam leone a ruggire al centro del palco. Noel a regalare emozioni uniche con la sua Sheraton Union Jack. Immagini impresse nella mente di ogni ragazzo degli anni Novanta. Nello stadio Maine Road di Manchester, il 27 e il 28 aprile 1996, gli Oasis tennero di fronte a 40.000 fan due dei concerti più iconici della storia della musica.

I biglietti per lo show del 27 aprile andarono esauriti in un paio d'ore, tanto da spingere gli organizzatori a programmare una seconda serata per il giorno successivo, per la quale i biglietti andarono esauriti in minuti, con linee telefoniche intasate e delirio collettivo.

Il concerto fu talmente grandioso che le 11 canzoni in scaletta furono inserite nel DVD ... There and Then insieme ai video dell'esibizione all'Earls Courts di Londra del 4 e 5 novembre 1995 (record di spettatori per un concerto indoor fino a quel momento).

Gli Oasis avrebbero battuto ogni record a Knebworth il 10 e l'11 agosto 1996.

VIDEO - 27 APRILE 1996 - FIRST NIGHT (complete gig)






giovedì 26 aprile 2012

Mischa Barton : "Il video dei Noel Gallagher's Birds sarà bellissimo"

Mischa Barton è molto orgogliosa del video che ha girato lunedì a Las Vegas per il nuovo singolo dei Noel Gallagher's High Flying Birds.

La 26enne, nota per aver recitato nella serie V The O.C., aveva pubblicato un messaggio su Twitter dicendosi entusiasta della sua collaborazione. In alcuni post successivi sul social network dell'uccellino ha scritto: "Il video per gli High Flying Birds sarà davvero bellissimo, incredibile team! Non diventa mai una cosa vecchia lavorare ad un progetto, vederlo spiattellato su Internet il giorno dopo!!! AMO NOEL (sic)"

Mischa era fan degli Oasis e si è prestata a correre per le strade di Los Angeles in intimo leopardato.

Non è ancora trapelato il nome della canzone che accompagnerà il video.

mercoledì 25 aprile 2012

Mischa Barton di The Oc nel nuovo video di Noel Gallagher

Noel Gallagher sta girando un nuovo video per promuovere il suo fortunato album solista Noel Gallagher's High Flying Birds.

Se da una parte non è ancora stato reso noto il titolo del brano scelto, dall'altra Twitter ha rivelato la protagonista: la star della serie The Oc, Mischa Barton. Dal suo profilo l’attrice ha rivelato di essere impegnata sul set del videoclip e si è detta entusiasta di prenderne parte: "Oggi sto facendo il video di Noel Gallagher. Ero così eccitata che ho dormito appena e lui non ne è rimasto deluso! [sic]".

Le foto che stanno facendo il giro del web e che sembrerebbero provenire proprio dalla lavorazione del video mostrano Misha in intimo leopardato, particolare che ha stupito i fan di Noel, ben abituati ad altri costumi di scena.

Altre foto qui

(grazie a cubemagazine.it)

martedì 24 aprile 2012

Noel Gallagher è preoccupato dall'età che avanza e dalla pancetta


Noel Gallagher è preoccupato dall'età che avanza e dall'incombere di una pancia flaccida.


Il musicista a dicembre a Los Angeles aveva girato il video del singolo Dream On, in cui interpretava la parte di un arbitro di boxe. Tra la folla che assisteva all'incontro di pugilato tra marito e moglie c'erano anche due bodybuilder professionisti.

Secondo quanto scrive il Daily Star, che riporta le dichiarazioni di uno degli attori del video, "Noel chiedeva ai bodybuilder consigli su come entrare in forma".

"Ha detto che di natura è magro e che non vuole avere la pancetta mentre sua moglie è in forma così buona. Io gli ho detto di mangiare più proteine e fare 200 addominali al giorno. Non sembrava molto entusiasta all'idea degli addominali. Ha detto che gli addominali sono per i poser e che lui voleva solo sedersi a vedere la TV con sulla pancia una di quelle cose che vibrano come nelle pubblicità. Gli ho detto: assolutamente no".

Noel ha poi ricordato ancora una volta i tempi d'oro, gli anni Novanta con gli Oasis. "Era un periodo fantastico e le cose che abbiamo fatto sono state incredibili. Ero sinceramente dentro per la musica. Non mi fraintendete, i soldi, le droghe e le ragazze e tutto il resto erano fottutamente eccezionali. Se dovessi metterle in ordine metterei prima i soldi, poi le droghe e poi le ragazze".

oasisnotizie


lunedì 23 aprile 2012

Paul Weller: "Vado io a dare da mangiare al gatto di Noel Gallagher"

Paul Weller ha replicato a Noel Gallagher, che non s'era detto convinto di affidare la propria casa al Modfather.

Weller, 53 anni, ha detto: "Vado io a dare da mangiare al suo gatto al posto suo, non è un problema".

"Mi sta confondendo con il fantasma del mio passato. Sono cambiato", ha spiegato Weller, di cui Noel aveva detto di non fidarsi se si trattava di innaffiare le sue piante.

Noel aveva detto anche: "Vi immaginate lasciare le chiavi di casa a Weller? Torneresti e troveresti il frigorifero fottuto. Ubriacherebbe il gatto, vendererebbe la macchina e sfascerebbe la tele".

Noel Gallagher al Coachella Festival con 30 pillole per dormire

Sogno o son desto? Avrà pensato il poliziotto di Los Angeles che, di guardia al Festival musicale di Palm Springs più importante dell'anno, il 14 aprile si è dovuto sorbire una spiegazione alquanto bizzarra dal frontman della band al debutto Noel Gallagher's High Flying Birds, che motivava le sue tasche piene di pillole.

A sconcertare l'addetto alla sicurezza, infatti, non è stata sicuramente la presenza di pasticche in mano a una nota rock star, cosa cui ci si può facilmente abituare. Al poliziotto che aveva chiesto spiegazioni per una trentina di piccole caramelle gialle e bianche che Noel Gallagher aveva con sé, quest'ultimo ha risposto: "Con tutta sincerità, caro Chuck, o qualunque sia il tuo nome, queste sono pastiglie per dormire. Che cosa vuoi che faccia? Che ne prenda una prima di salire sul palco per dimostrarti che dico la verità?"

Sul palco Noel ci è salito sì con gli occhiali da sole, ma tutto sembrava fuorché addormentato!

omg.yahoo.it

domenica 22 aprile 2012

Audio - Noel Gallagher in Paraguay: "Sono il presidente Noel Gallagher, passeremo una fantastica serata"

Noel Gallagher è stato intervistato mercoledì 18 aprile da una stazione radio paraguaiana. Il musicista si trovava in tour a Phoenix, in Arizona. L'audio è alla fine del post.

I Noel Gallagher's High Flying Birds suoneranno in Paraguay l'8 maggio, alcune settimane dopo il concerto di Paul McCartney nel paese sudamericano. "È un onore per me esibirmi dopo Paul McCartney, che è mio amico. Sono sicuro che il suo concerto è stato incredibile, lo è sempre. Se il mio concerto sarà bello la metà dell'incredibile concerto che ha fatto Macca, allora sarà una fantastica serata", ha detto Noel.

"È la prima volta che verrò in Paraguay, ne sono estremamente entusiasta. Non conosco nessuno di Manchester che sia stato lì, l'unico è Roque Santa Cruz (calciatore paraguaiano, ex attaccante del suo amato Manchester City, ndr). Lo conosco, l'ho incontrato quando giocava nel manchester City circa due anni fa".

"Non direi che è meglio o peggio di prima, è solo diverso. Me la sto godendo. È una gran bella esperienza nuova per me", ha detto Noel della sua nuova carriera solista. "Se sento pressione? Non percepisco la musica in quei termini. Se è bello ok, se non è bello non lo pubblico. Sono molto rilassato. Fare il frontman? Non so se è naturale, ma sta diventando naturale per me, sì".

"Come ho fatto a convincere mia madre a farmi diventare un cantante? Era dentro di me. Ho imparato a suonare la chitarra e grazie a Dio l'ho fatto. Semplicemente amo la musica".

"Non credo che Mancini lo lascerà fuori per il resto della stagione, ma penso che qualunque cosa a Mancini faccia per me è corretto, per me sarà sempre un grande allenatore", ha detto Noel sulla decisione di Roberto Mancini di lasciare fuori Mario Balotelli dalla squadra per il resto della stagione (poi non confermata). "Non abbiamo nessuna chance di vincere il titolo", ha poi affermato Noel. "Vorrei sbagliarmi. Se battiamo il Man United e poi il Newcastle nella partita successiva, può succedere qualsiasi cosa, ma non penso".

Com'è noto Noel ha partecipato al Records Store Day, il 21 aprile. "Ho lanciato un disco in edizione limitata, sarà in vendita solo nei negozi di dischi e non per il download online, partecipo alla giornata in questo modo".

Ultima domanda: Sara MacDonald verrà con Noel in Paraguay? "No", ha risposto Noel. "Al momento si trova a Los Angeles con i miei due figli, che andrò a vedere domani. Avrebbe voluto venire: da giovane lei ha viaggiato molto in Sudamerica, è stata in Guatemala e in Messico. Io non sono stato mai in Guatemala, in Messico sì, in Perù, Argentina, Venezuela e Brasile. È un posto meraviglioso, è il periodo del tour che ogni volta non vedo l'ora di vivere. Gente bellissima, bel tempo, cibo pazzo".

Alla fine Noel ha lanciato un appello: "Sono il presidente Noel Gallagher, passeremo una fantastica serata".


oasisnotizie



Cinquantesimo post del diario di Noel: "A San Diego concerto noioso"

Allora ... compagni.

Dove eravamo? A San Diego? Strano posto. Bel posto. Molto caldo. Non c'è molto altro da dire in realtà. Ordinaria amministrazione. Il concerto è stato un po' . . . un po' . . . un po' . . . sto cercando una parola e non riesco a trovarla . . . un po' meh? È così che dite voi giovani, no? Niente di trascendentale. Non merdoso. Solo noioso. Non che sia dovuto al pubblico, che pareva visibilmente più vecchio di quello cui siamo abituati, non lo so . . . in ogni modo ho detto troppo, dovremmo passare oltre.

Prima che me ne dimentichi, però, devo urlare qualcosa alle ragazze con il simbolo "jesters of malice". Quella roba mi fa un po' ridere sotto i baffi . . . e il Dalai Lama era in città ma - cosa triste - non è venuto al concerto (misero omino scimmia buddista!!!) . . . comunque ABBASTANZA!!!!!!

Poi nella notte sono andato a Phoenix, Arizona. Ora quel posto è fottutamente CALDO, CALDO, CALDO!!! 35°C . . . adorabile. Il concerto è stato abbastanza uguale a quello della sera precedente. Non è successo assolutamente niente . . . a parte un fottuto tizio che continuava a gridare con tutta la sua voce . . . "CE L'HAI FATTA AMICO . . . HAI SFONDATO IN AMERICA AMICOOOO!!!!" Una rapida occhiata lassù ai posto vuoti sul balcone avrebbe suggerito il contrario, pensai, ma . . . ma grazie comunque AMICOOOO!!!

La mattina dopo mi sono precipitato di nuovo a L.A. Iree Nancy (Sara MacDonald, ndr), Mighty I (il figlio Donovan, ndr) e Bunny Dread (il figlio Sonny Patrick, ndr) sono lì in vacanza, capite? Ho trascorso una bella giornata al lunapark ieri. Ho vinto uno Smurf (non uno vero) per Mighty I sfasciando la testa ad alcune rane con una mazza (di nuovo, non delle rane vere).

Ora mi trovo a LAX in attesa di prenotare un volo per uno dei miei posti preferiti . . . . . . .

LAS VEGAS!!!!!!

A DOPO

GD.

22 aprile 2012

oasisnotizie


Altri post dal diario di Noel

sabato 21 aprile 2012

Lars Ulrich dei Metallica vuole suonare con Noel Gallagher

Parlando con il sito della rivista NME, il batterista dei Metallica Lars Ulrich ha detto che gli piacerebbe molto collaborare con Noel Gallagher e il suo nuovo gruppo.

Alla domanda se gli piacerebbe fare parte dei Noel Gallagher's High Flying Birds, Ulrich ha risposto: "Fatico a pensare a qualcuno da preferire a Noel Gallagher per quanto riguarda una mia collaborazione alla batteria. Devo dire che l'amico in tenuta da Clockwork Orange alle spalle (il batterista Jeremy Stacey, ndr) sta facendo un lavoro stellare. Quando l'ho visto a Los Angeles a dicembre è stato favoloso. Sai, se Noel e gli altri 37.000 batteristi di questo pianeta si rifiutano di collaborare con lui, sicuramente suonerò io con lui" .

"Non sono sicuro che lui mi sceglierebbe, ma porterei un groove piuttosto consistente. Alle canzoni darei uno slancio con il meglio delle mie capacità. Anche se non sono sicuro che mi prenderebbe molto sul serio".

oasisnotizie - via nme.com

venerdì 20 aprile 2012

Video sottotitolato - Noel Gallagher: "Vi spiego dove sbagliano le case discografiche"

In questo video che abbiamo sottotitolato in italiano Noel Gallagher spiega il problema che l'industria discografica sta vivendo da diversi anni a questa parte: conta il consumatore e le case discografiche sono terrorizzate all'idea di prendere decisioni che prescindano dalle preferenze del pubblico. Noel parla anche della sua nuova esperienza come solista, critica le rock star che si lamentano del successo e racconta molto altro in una chiacchierata interessante. Enjoy!

Sottotitoli by dailymotion.com/frjdoasis


Noel Gallagher: "Ecco dove sbagliano le case... di frjdoasis



giovedì 19 aprile 2012

Noel Gallagher è appassionato di football americano

Nel video del singolo Dream On Noel Gallaghe interpreta un giudice di un incontro di pugilato. Lo sport è una sua grande passione.

"Oltre a mia moglie e ai miei bambini, è la cosa cui sono più interessato. Ma lo sport influenza il modo in cui scrivo le mie canzoni? No, affatto", dice Gallagher.

Com'è noto, Noel è un acceso sostenitore del Manchester City e poco più di un mese fa ha pure intervistato l'attaccante italiano Mario Balotelli per la BBC.

Anche l'allenatore del City è un italiano, Roberto Mancini, sotto la cui guida in questa stagione la squadra è imbattuta in casa. "È fantastico, l'uomo adatto al mestiere", dice di lui Gallagher. "Le ultime partite non stanno dando un finale grandioso alla stagione, ma vedremo".

Il tour americano dei Noel Gallagher's High Flying Birds vive una seconda fase iniziata il 28 marzo a Washington. Dopo aver toccato anche la California con il Coachella Valley Music & Arts Festival (dove Noel sarà anche sabato 21 dopo l'esibizione del 14 aprile) il tour prosegue con le tappe di San Diego, Phoenix e Las Vegas.

"Be', i concerti non sono più tanto grandi. È questa la differenza principale, ma l'atmosfera è migliore, ti senti più a tuo agio", dice Noel, che ammette che fare il frontman è un po' una rogna ...

Cosa ne pensa Noel della NFL, il massimo campionato di football americano?

"Amo la NFL. Non ho una squadra preferita, ma mi appassiona. Le partite si giocano quando nel Regno Unito è tarda notte, quando sono in piedi. Ne amo il colore e l'energia. Succedono così tante cose nel football americano. Mi ci è voluto un po' per capirla, ma mi piace molto".

oasisnotizie - via espn.go.com


Video: Noel Gallagher dal vivo al Jimmy Kimmel Live

Lunedì 16 aprile i Noel Gallagher's High Flying Birds si sono esibiti suonando AKA... What A Life!' e Don't Look back In Anger negli USA, durante la trasmissione Jimmy Kimmel Live.





martedì 17 aprile 2012

Quarantanovesimo post del diario di Noel: "Coachella, un festival fottutamente pulito"

Sì compagni . . . sono passati un po' di giorni. Il Messico è stato fantastico . . . come sempre . . . amo fottutamente quel posto.

Allora . . . comunque . . . sono atterrato qui a Los Angeles un po' di giorni fa. Non riesco a ricordare che giorno fosse. Pioveva però . . . credo fosse venerdì. Sono andato in macchina sino a quel posto dove vanno molti anziani famosi, "Palm Springs", per il Coachella Festival. Bel viaggio in macchina. Mi sono fermato in un posto che diceva che lì si servivano frappé famosi nel mondo. Voglio dire, il dattero e la banana erano eccezionali, ma . . . su . . . Credo che non abbiano sentito parlare di loro in Tanzania!!!

Il Coachella Festival va contro ogni cosa rappresentino i festival, nel senso che è MOLTO FOTTUTAMENTE PULITO. Hai l'impressione di trovarti in un centro ricreativo, non in un'enorme sbronza collettiva in un campo, cosa che sostanzialmente sono la maggior parte dei festival, giusto? Quando entravo mi hanno perquisito?!?!?!? Gesù.

Il concerto in sé è stato fantastico. Non sono sicuro che i vecchi scemotti Yankee l'abbiano apprezzato o no, ma a me è piaciuto tanto. Abbiamo suonato in modo fantastico, cantato in modo fantastico e poiché eravamo sul palco alle 6:30 abbiamo potuto legittimamente indossare gli occhiali da sole sul palco!!! Sempre un bonus. Sono riuscito a beccare i Kasabian poco dopo sotto una tenda o cos'altro e hanno fottutamente spaccato . . . forse è stata la loro migliore esibizione che io abbia mai visto . . . detto questo, io ero fottutamente fuori di testa!! Abbiamo trascorso il resto della sera a fare incursioni mantenendoci a vista come in un incrocio tra quel video "weekender" e quell'altro video "smack my bitch up" ("sbatti la mia troia") divertendoci un mondo . . . nel camerino potrebbero esserci stati dei balli (e se ci sono stati spero che nessuno li abbia filmati!), può anche darsi che mi sia imbattuto in un Arctic Monkey . . . poi all'improvviso BANG!!! Mi sono svegliato dove avevo cominciato . . . nella mia stanza a Los Angeles . . . 3 ore più lontano!! Che cazzo?

Non vedo l'ora di rifarlo tutto sabato prossimo.

Ora devo andare . . . mi sta finendo il resto.

A DOPO.

GD

17 aprile 2012

oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

lunedì 16 aprile 2012

Noel Gallagher torna al Festival di Coachella: "Stavolta sono stranamente rilassato"

Tornato al Festival di Coachella come solista dieci anni dopo l'esibizione con gli Oasis, questa volta Noel Gallagher è completamente a suo agio. "Sono stranamente rilassato", dice il musicista. "Con gli Oasis non sapevi mai se il concerto avrebbe avuto luogo fino al momento in cui andavi sul palco. Eri lì seduto a pensare: 'Dunque, prima o poi qualcuno avrà un cazzo di problema, quindi lo faremo davvero questo concerto?".

Il primo disco solista di Noel Gallagher è uscito ad ottobre, il secondo, realizzato con la collaborazione del duo elettronico Amorphous Androgynous, avrebbe dovuto vedere la sua pubblicazione quest'estate, ma questa eventualità è tramontata e il disco non uscirà prima del 2013.

"L'hanno mixato gli Amorphous Androgynous e a me non è piaciuto", spiega Noel. "Poi hanno provato a mixarlo mentre io ero on the road e quella cosa non mi piaceva. Quindi dovrò aspettare di finire questo tour, a novembre". La raccolta inizialmente avrebbe dovuto contenere b-side dell'album di debutto e nuove canzoni, ma ormai è passato troppo tempo dalla pubblicazione del suo primo album, quindi Gallagher non ritiene questa una scelta ragionevole.

Noel spiega che scrivere canzoni è ciò che lo tiene tranquillo quando è in tour."Una volta che hai passato la cosa delle droghe, delle ragazze e delle sbronze, che cazzo fai on the road? Ci sono solo molti club sandwich che puoi mangiare". Noel non ha fretta di tornare in studio: "Deciderà mia moglie quando sarà stufa di me mi caccerà fuori al fottuto freddo e poi andrò in studio".

oasisnotizie - via rollingstone.com

Vedi anche:

Video e foto: Noel Gallagher dal vivo al Festival di Coachella

Noel Gallagher rivela: "Un altro album? Forse passeranno anni"

domenica 15 aprile 2012

Video: Noel Gallagher dal vivo al Festival di Coachella

Noel Gallagher si è esibito al Festival di Coachella nella notte italiana (il tardo pomeriggio in California). Altri video su questo canale YouTube.

Photogallery qui



sabato 14 aprile 2012

Stanotte Noel Gallagher in diretta streaming al Festival di Coachella

Noel Gallagher si esibirà tra qualche ora al Festival di Coachella. La prima delle due performance di Gallagher - l'altra è in programma il 21 aprile - sarà visibile su http://www.youtube.com/coachella dalle 18.30 ora locale, le 3.30 della notte tra sabato 14 e domenica 15 aprile in Italia.

Quarantottesimo post del diario di Noel: "Un ragazzo mi vuole sposare ..."

I giorni scorsi sono stati colossali. Mi pare che l'ultima volta che abbiamo parlato è stata appena prima del concerto ad Atlanta, giusto? E che concerto! Ho pensato che sarebbe stato grandioso dal momento in cui ho messo piede sul palco... Atmosfera incredibile, sound fantastico, abbiamo suonato alla grande. Nel complesso una top top serata! E a renderla tale per me è stata questa piccola bambina che stava al suo posto in prima fila e ha cantato ogni singola parola di ogni singola canzone per un'ora e mezza. E aveva solo 8 anni!!!!!!! So questa cosa perchè mi ha lasciato un biglietto spiegando che era il suo primo concerto in assoluto. L' NSPCC (telefono azzurro, ndr) non deve preoccuparsi... stava con un adulto responsabile.... Non mi ricordo come mi aveva detto di chiamarsi ma comunque era fottutamente figa!

Sono partito presto il giorno dopo e sono atterrato a Città del Messico. Un paio di concerti preceduti da 3 giorni liberi. Mi sono un po' incasinato la prima sera. Troppa mescal... che ovviamente ti ha portato ad altra mescal... che ovviamente ha portato a notte inoltrata e a postumi piuttosto schifosi. La sera dopo siamo andati ad una specie di cantina o non so cosa a vedere una gran partita di calcio tra Chivas e América. Partita completamente da dimenticare. Credo che l'América abbia vinto alla fine per 1-0. Fottuta spazzatura.

Non riesco a ricordarmi cosa sia successo il giorno dopo. Niente forse.. Non lo so... Comunque il giorno dopo era il giorno del concerto che è cominciato presto con una conferenza stampa. Cose abbastanza monotone. Il solito giro. Oasis . . . blah-blah . . . Liam . . . blah, blah.. (Uccidetemi adesso). Ho ricevuto una bottiglia di tequila però. (Che era buona). Dopo il soundcheck mi sono seduto a guardare dei bambini nella piazza principale che stavano facendo volare degli aquiloni fatti in casa. Non incredibile come il concerto ma è stata una serata davvero speciale.

Non così speciale come quello che è successo il giorno dopo, fatemi raccontare. Allora, sono a metà di un'intervista per una tv, quando all'improvviso le luci che stavanno illuminando la stanza hanno cominciato lentamente ad oscillare da una parte e dall'altra e la porta ha cominciato a fare un po' di rumore. Ora, non ho prestato molta attenzione a questa cosa finchè il cameraman tranquillamente e con calma ha detto: “Dobbiamo interrompere e uscire fuori, c'è un terremoto in corso”. Proprio così!!!!! Quindi siamo stati evacuati tutti nel parcheggio e tutto quanto il posto stava solo lentamente ondeggiando avanti e indietro. Un po' come stare in barca. Roba da matti cazzo! Era 6.9 sulla scala Richter!!! Mi è piaciuto... è stato il mio primo terremoto.

Il concerto di quella sera (ieri sera infatti) è stato anche più speciale di quello della sera prima. La band di supporto è stata fischiata!!!! Fischiata!!! Non ho mai visto una cosa del genere in quasi 20 anni. Mi è piaciuto anche a me!!! Mi ricorderò per sempre il mio concerto per una scena divertente di una persona che teneva un cartellone con scritto "Noel mi vuoi sposare?" Il fatto è che effettivamente era un ragazzo! E sembrava veramente dispiaciuto quando gli ho detto che ero già impegnato.... Ma che cazzo??? Divertente però. Abbiamo lasciato l'edificio nel bel mezzo di un temporale. Le strade erano piene di acqua e puzzavano di cavolo e piscio. Piacevole.

Il che mi riporta ad oggi. Sono tornato nella mia seconda casa a Los Angeles. A fare questo Coachella Festival.

Non vedo l'ora.

A DOPO.

GD

13 aprile 2012

by Vittoria

Altri post dal diario di Noel

Noel Gallagher rivela: "Un altro album? Forse passeranno anni. Ora faccio solo quello che mi rende felice"

"A novembre questa band si scioglierà e chissà cosa accadrà dopo. Potrebbero passare anni prima che io faccia un altro album. Non domanderò a loro di aspettare".

Lo ha detto Noel Gallagher a utsandiego.com, pochi giorni prima del concerto dei suoi High Flying Birds al Balboa Theatre di San Diego, previsto per martedì 17 aprile. Lo show è in programma tra le due performance della band di Gallagher al Coachella Valley Music & Arts Festival (sabato 14 e sabato 21 aprile ).

Poi Noel ha parlato ancora dei cambiamenti che la sua nuova carriera come solista ha comportato.

"È bello andare in studio ed essere in grado di lavorare con il ritmo mio, dettare la direzione dell'album e fare quello che volevo quando volevo. È bello essere in tour ora e sapere che tra 20 minuti lascerò l'hotel e che il concerto si terrà. So che accadrà e durerà un'ora e 50 minuti".

"Con gli Oasis, invece, poteva capitare che scendessi all'ingresso dell'hotel per andare al concerto ed era 'Il concerto non si farà'".

Duke Ellington, uno dei più grandi e prolifici compositori del ventesimo secolo, quando gli si chiedeva cosa lo ispirasse a comporre diceva: "Datemi una scadenza".

Noel non è della stessa idea. "Ah. Noi non abbiamo scadenze nel rock 'n' roll, è questa la definizione reale di rock'n'roll, no? Credo che quei ragazzi jazz, a quell'epoca, Duke e tutti loro, scrivevano su ordinazione. Il rock'n'roll è molto diverso, per definizione non aderisci a dei calendari".

The Death of You and Me ha una parte di fiati che sembra uscita da New Orleans. C'è un po' di Louis Armstrong e della Dirty Dozen Brass Band nel suo disco?

"Potresti trovare un po' di ragtime e di quella roba là", spiega Noel. "Non molta. Non sono esperto, una volta ho visto un documentario sul ragtime e ho pensato che è un po' come i primordi del blues e del jazz, musica per l'uomo comune. Mi piace. E mi piace Sun Ra. È incredibile".

Noel ha rivelato che si è avvicinato al musicista dell'Arkansas grazie ad alcuni amici che sono grandi musicisti jazz. "Poi per esclusione sono arrivato a Sun Ra, era un po' psichedelico. Non credo di avere nessun album suo, ma ho 180 canzoni sue. La mia canzone preferita tra le sue è Angels and Demons".

La band di Noel è composta da lui, tre britannici e uno statunitense.

"A parte Tim (Smith, ndr), che è americano, siamo tutti britannici, sì. Conosco questi tizi da molto tempo. Sapevo che sapevano suonare e che con loro avrei potuto andare d'accordo. Sapevo cos'erano capaci di fare. L'unica cosa che ho chiesto a Tom è stata: 'Sai suonare tutte le canzoni, ma potresti indossare delle fottute scarpe fighe?'. Se ha obbedito? All'inizio è stato un problema, Indossava quelle che so descrivere solo come scarpe da donna giapponesi. Ora è figo. Indossa quelle che sembrano scarpe da uomo orientali".

Il rock è una cosa da giovani. Il furore creativo di Noel è cambiato quando ha raggiunto la mezza età?

"Sicuramente sì". dice Noel. "Ero molto motivato quando ero sui vent'anni, ossessivamente motivato ad essere il migliore, scrivere il più possibile ed essere il più grande. Poi verso i trent'anni avevo perso per così dire la mia strada, ero un po' disilluso. E verso i quarant'anni e anche ora sono stato più ispirato che mai. Ora quella cosa la capisco tutta".

C'è stato un momento in cui hai fatto "aha!" e sei poi giunto a questo momento di chiarezza?

"Allora, ho deciso di non seguire più questa cosa. Che senso ha pubblicare dischi per il gusto di pubblicarli? C'è abbastanza musica nel mondo, arrivi ad una certa età e fai solo le cose che ti rendono felice. Al nostro concerto l'altra sera qualcuno continuava ad importunarmi a proposito del mio prossimo disco. Ho detto: 'Che cazzo c'entra con te?'. Ha detto: 'Ti amo proprio tanto, voglio di più'. Ho detto: 'Non me ne fotte un cazzo di cosa vuoi tu'".

Il rock'n'roll può invecchiare con grazia? E se lo fa finisce di essere rock'n'roll?

"Be', la vedo sotto due aspetti", spiega Noel. "Vado a vedere Paul McCartney e penso: 'Wow, ha 70 anni e qualcosa, è stato un Beatle, loro erano rock, non se ne fottevano un cazzo, hanno inventato l'assunzione di droghe e hanno cambiato il mondo'. Lo guardi ora e pensi: 'Che tizio supersimpatico, fa la sua cosa. È un grande showman, eccezionale'".

"Poi vedi Neil Young e dici: 'Diamine, il rock'n'roll è vivo e vegeto!'. Perchè è rock, sia che sieda su uno sgabello con un banjo, sia che suoni con i Crazy Horse. È sempre punk rock".

oasisnotizie - via UT San Diego

giovedì 12 aprile 2012

Video: Noel Gallagher in concerto a Città del Messico e in conferenza stampa

In questo video (audio in spagnolo) alcune immagini tratte dal concerto di Noel Gallagher e dei suoi High Flying Birds a Città del Messico (10 aprile) e altri stralci della conferenza stampa di presentazione.

Durante la conferenza stampa Noel ha detto anche: "Non devo sentirmi sotto pressione, non capisco la gente che dice che stare nel mondo della musica comporta molta pressione. È la cosa più grandiosa del mondo, dovrebbero farlo senza lamentarsi. Pensa, oggi non ho fatto nulla e ho già un tequila gratis".

Da dove trae l'ispirazione Noel? "In realtà non ascolto molta musica nuova, al massimo un po' delle hit che si sentono in radio. Mi ispira vedere una chitarra, prenderla, suonare, scrivere canzoni, mi ispira mia moglie, i miei figli ... non solo, ma anche ciò che sto sentendo, se sono innamorato, triste, le cose che vedo in televisione, continuare a scrivere non mi annoia mai".




Video: Noel Gallagher su Carlos Tévez e il Chicharito Hernandez

Ecco l'anteprima dell'intervista registrata da Noel Gallagher per ESPN Deportes durante la tappa messicana del suo tour con gli High Flying Birds. Noel dice che con Tévez dall'inizio della stagione il City avrebbe vinto il campionato e definisce l'attaccante messicano dello United Chicharito Hernandez "un idiotino".

Sottotitoli in italiano.



Video: Noel Gallagher stronca il web: "Internet è un dito nel culo"

In questo video Noel Gallagher definisce Internet "un dito nel culo" e ribadisce che non sa come fa a scrivere canzoni. "Per me è tutta magia", afferma.

Conferenza stampa, Città del Messico, 10 aprile 2012.
Sottotitoli in italiano.

Prima parte qui



martedì 10 aprile 2012

Noel Gallagher alla Wembley Arena il 7 settembre

Noel Gallagher ha annunciato una data alla Wembley Arena di Londra, il 7 settembre 2012 con special guests Graham Coxon e i Kooks. Biglietti in vendita dal 13 aprile. Info su noelgallagher.com



Rileggi l'intervista a Noel Gallagher su La Repubblica del 15 marzo

Scansione dell'intervista a Noel Gallagher pubblicata su La Repubblica del 15 marzo 2012.

Clicca sull'immagine per ingrandire.



Video: Noel Gallagher parla del Manchester City e definisce Balotelli un "calciatore gangster"

Dopo aver intervistato Mario Balotelli un mese fa, Noel Gallagher è tornato sabato a Football Focus, trasmissione calcistica, per parlare di Manchester City e ancora di Balotelli. Noel spiega anche in cosa questo disco solista somiglia a Definitely Maybe.

Video sottotitolato da oasisnotizie.



lunedì 9 aprile 2012

Damon Albarn: "Noel Gallagher è un uomo adorabile"

"L'ho incontrato a Mayfair, in un nightclub. In quella situazione ciò che di solito succedeva era che guardavamo in un certo modo e poi passavamo oltre. Era tipo un codice, ma quella sera abbiamo violato il codice. Ci siamo guardati e ci siamo detti ciao e questo ha fatto la differenza. Un uomo adorabile". Lo ha detto Damon Albarn al Guardian.

Vedi anche Noel Gallagher elogia i Kasabian e ricorda i giorni di gloria: "Oasis influenzati dai Beatles? Sì, come da tante altre band"

Due album degli Oasis tra i dischi più belli di sempre secondo Absolute Radio

Un sondaggio indetto da Absolute Radio ha decretato Dark Side Of The Moon dei Pink Floyd miglior album di tutti i tempi. Nella top 20 anche due dischi degli Oasis: (What's The Story) Morning Glory?, secondo, e Definitely Maybe, ventesimo.

(What's The Story) Morning Glory? ha venduto oltre 14 millioni di copie in tutto il mondo, di cui 4,2 nel Regno Unito.

Definitely Maybe fu pubblicato il 30 agosto 1994 ed esordì al primo posto nella UK album chart. Dovenne il disco capace di vendere più copie nel minor tempo nella storia della musica britannica.

Ecco la top 20

01. Pink Floyd – Dark Side Of The Moon
02. Oasis – (What’s the Story) Morning Glory?
03. U2 – The Joshua Tree
04. Keane – Hopes And Fears
05. The Stone Roses – Stone Roses
06. Led Zeppelin – Led Zeppelin IV
07. David Bowie – The Rise And Fall Of Ziggy Stardust
08. Queen – A Night At The Opera
09. The Beatles – Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band
10. Guns N’ Roses – Appetite For Destruction
11. Meatloaf – Bat Out Of Hell
12. AC/DC – Back In Black
13. The Beatles – Abbey Road
14. Fleetwood Mac – Rumours
15. Nirvana – Nevermind
16. Radiohead – OK Computer
17. The Clash – London Calling
18. Depeche Mode – Violator
19. The Smiths – The Queen Is Dead
20. Oasis – Definitely Maybe


sabato 7 aprile 2012

Quarantasettesimo post del diario di Noel: "Mi urlano 'Dov'è Bonehead?' Che significa?"

Sì, compagni . . . dov'eravamo? A Milwaukee? Sì, Milwaukee!!! Non succede molto lì, lasciate che ve lo dica . . . . C'era una statua di Fonz sulla strada per il concerto. È solo questa la cosa più eccitante che riesca a ricordare. Alcuni dei ragazzi della mia crew hanno trascorso la giornata a posare per delle foto con lui . . . o quella . . . quello che era. Sapete cosa intendo. A guardare alcune delle foto, dopo, era difficile dire chi fosse il vero Fonz!! Ma perchè c'è una statua di Fonz a Milwaukee mi chiedete . . . dunque . . . la serie "Happy Days" era ambientata a Milwaukee, capite?

Ho suonato in un bellissimo teatro. Fantastico concerto, fantastico pubblico. Credo di aver cominciato a notare un po' di gente che segue il tour ora . . . come fanno a casa mia . . . il che è bello. Grazie.

Allora . . . Indianapolis? Ho trascorso la giornata a guardare Top Gear su BBC America . . . Amo fottutamente Top Gear.

Non so perché, il concerto è stato più simile ad un incontro di paese in un municipio. Mi sono divertito, però. Non so perché qualcuno abbia urlato PROPRIO FOTTUTAMENTE FORTE durante Supersonic "DOV'È BONEHEAD?". Cioè . . . che vuol dire?

E veniamo a ieri . . . un giorno di pausa ad Atlanta, Georgia. La patria della CNN e della Coca-Cola. Ho fatto un salto in un paio di centri commerciali. Solo per ammazzare il tempo. Bel tempo, gente deliziosa.

Non vedo l'ora di fare questo concerto stasera. Ho riconosciuto il teatro. Non sono sicuro di come si chiami, ma ricordo che fece da palcoscenico per il miglior concerto di sempre degli Oasis. Non sono sicuro sul periodo. Quella band svedese, The Soundtrack Of Our Lives, suonava con noi ed eravamo entrambi infiammati quella sera!!! Ce la siamo fottutamente spassata alla grande.

Esco di qui molto presto domattina. Ho un volo per il Messico!!

Non vedo l'ora che arrivi quella figata!!

A DOPO.

GD

7 aprile 2012

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Quarantaseiesimo post del diario di Noel

Sì . . . dunque . . . Detroit, allora? Un gruppo vivace. Ho quasi ripreso il ritmo ora. Vicino al 100%. Ben, il nostro nuovo membro, ha visto intonare il suo nome dalla folla. Buffo.

La mattina dopo ero a Chicago. Nessuna eccitazione. È fottutamente freddo però. Qui si gela sempre.

Il concerto in sé, qui in questa città ventosa, forse è stato il migliore finora. La mia voce non è al meglio però. Il raffreddore me la sconvolge. Un po' frustrante, ma che puoi fare?

Ieri qui ho avuto un giorno di pausa. Mi sono comprato una chitarra nuova!! Non ne compravo una da un paio d'anni. Ed è anche una bellezza. Una Gibson 345 bionda . . . 1972 . . . piuttosto rara.

Al momento non succedendo nient'altro di importante. Oggi vado in auto a Milwaukee. Stasera ho un concerto lì.

E quei compagni, è tutto ciò che ho per voi.

A DOPO.

GD

3 aprile 2012

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

giovedì 5 aprile 2012

Quarantacinquesimo post del diario di Noel: "Mi hanno detto che ho i capelli anni '80"

Sì, be' allora il concerto nel DC (Washington, District of Columbia, ndr) è andato bene. Non suonavamo da un paio di settimane, quindi ci vogliono sempre 3 o 4 concerti per riprendere, per così dire, il ritmo. Il nostro solito tastierista (di cui non ricordo il nome ora) è rimasto a casa per aiutare sua moglie che aspetta un bambino, così il suo roadie ha coraggiosamente accettato di coprire il buco che ha lasciato . . . . Un po' un dito nel culo, ma continueremo facendo del nostro meglio. Ho un po' di raffreddore e tutte quelle cose . . . considerato tutto questo, il concerto non è stato brutto. È stato uno bello spasso comunque. Grande pubblico.

Da un giorno all'altro sono andato al centro culturale nel bel mezzo del futtuto nulla, a Columbus, in Ohio. Lì non succede letteralmente NULLA. Niente da vedere. Niente da fare. Ho fatto un concerto lì ieri sera. Non ero ancora al massimo, ma è stata un'altra serata divertente. Grande pubblico. Alla fine del concerto intonavano il nome del tastierista subentrato . . . molto esilarante (si chiama Ben, a proposito).

Oggi ho un po' di sporchi postumi della sbronza. Non è bello, mi sento un po' come un blocco di merda in realtà, ma via così . . . tra tutte le persone del mondo, indovinate chi ha pernottato in hotel stamattina? Indovinate . . . non indovinerete mai.................... solo i dannati Kasabian!!! Che probabilità c'erano? Incredibile!

Prima di farvi andare vi devo raccontare questa storia che mi è letteralmente APPENA successa. Allora . . . sono fermo ad un semaforo in attesa di attraversare la strada quando un tizio mi viene incontro . . .

"Ehi, amico, non vorrei mancarti di rispetto" (il che significa di solito che ti sta per mancare di rispetto) ma ti rendi conto che i tuoi capelli hanno un po' un aspetto anni '80?".

Sono rimasto senza parole.

"Come chiami quello stile che hai?".

Ero senza parole.

"Sembri quel ... chi era quel produttore testa di cazzo ("muh-fucker pro-doocer") che ha sparato in faccia quella troia?".

Erm..Phil Spector?

"Phil Spector! Sembri Phil Spector!!"

Erm..grazie..(Non so perché abbia detto grazie).

"Dimmi . . . credi in Gesù?"

Sul serio, mi è appena successo questo!!!!

Amo fottutamente l'America.

A DOPO.

GD

2 aprile 2012

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Quarantaquattresimo post del diario di Noel

Sì ... be', ciao.

Mi sono goduto questo periodo di vacanza. Bello e facile. Tempo bellissimo ... c'è un posto più bello di Londra in primavera...? (be', sì, Parigi e Roma per nominare due posti...e new York e Los Angeles, ma, a parte questi, NO!! Non c'è).

Non ho fatto molto...un'intervista con Sir David Frost (che è stata bella).

Oltre a quello non è successo molto.

Sono arrivato a Washington DC ieri sera. Quei gatti dell'ufficio immigrazioni erano di cattivo umore. Uno di loro mi ha chiesto se ho lasciato gli Oasis "per soldi".

Chi cazzo sa cosa volesse dire quella cosa, così gli ho detto solo "erm...non lo so", sembravo mio figlio di 4 anni.

Oggi giornata carina. Splende il sole. Sembra che anche qui sia sbocciata la primavera. Bello.

Mi chiedo se ci siano anche Obama e Michelle. Forse vado a fare una bussata.

A DOPO.

GD

1° aprile 2012

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

martedì 3 aprile 2012

Noel Gallagher: "I Beady Eye? La più grande rock'n'roll band. Liam? Mi mandava tutto a puttane"

Il 1° marzo Noel Gallagher ha visitato il centro di allenamento del Manchester City, dove ha finalmente incontrato il suo idolo Mario Balotelli e lo ha perfino intervistato per Football Focus, trasmissione della BBC. L'ex Oasis, però, non vede per sé un futuro come intervistatore.

"Non credo che inizierò la carriera di intervistatore", esordisce. "Preferisco molto di più rispondere alle domande. Fare domande non è il mio forte. Il mio forte è dare risposte stupide", spiega.

Lo abbiamo intervistato mentre si trovava ad Amburgo per il suo tour con gli High Flying Birds, che giovedì 29 marzo ha fatto tappa anche qui a Columbus, all'LC Pavilion. Le risposte che ha dato in mezz'ora sono zeppe di "fucking" e di "D’you know what I mean?". Abbiamo parlato di tutto: Liam, Beady Eye, sport americani, politica, la vita nella sua casa e il suo ruolo di padre di tre figli.

Credo che tu stia per venire a suonare qui a Columbus, Ohio.

Ne sei entusiasta? La gente di Columbus è entusiasta?

Lo sono. Non ricordo l'ultima volta che gli Oasis suonarono qui, quindi non sono sicuro del fatto che siate venuti qui. (Nota: Ho poi saputo che gli Oasis suonarono al Palace Theatre il 24 aprile 2000. Come nerd della scuola superiore, me lo sarei dovuto ricordare. La scaletta fu divertente).

Sarà la prima volta, quindi, che avrete un Gallagher nella vostra città.

A meno che non ti ricordi una volta di cui io non mi ricordo. Non mi suona nessuna campana, devo dire. Intendo: so di esserci stato. Non ricordo alcuno scandalo. Ci furono scandali? No?

No, non ne ricordo alcuno. Per cosa è famosa Columbus?

Per il college football.

Oh, allora assolutamente no.

Ma tu sei più preso dal football britannico, il calcio. Ho appena letto che hai intervistato Mario Balotelli.

Sì! Grande cosa. Grande news.

Com'è stato per te?

Leggermente imbarazzante. Sì, sai. Proveniamo da due parti diverse del mondo. Ma è stato bello, però! Mi piace. Lo amo, cazzo. Cosa sto dicendo, "mi piace"? Lo amo. Sì. Non credo che inizierò la carriera di intervistatore a breve.

Quand'è stata la prima volta che hai intervistato qualcuno?

Sì, nessuno. Preferisco molto di più rispondere alle domande.

Hai trovato difficile formulare delle domande per lui?

Oh, no! Avevo le domande tutte scritte. (ride) È solo, sai, fare domande non è il mio forte. Il mio forte è dare risposte stupide. Mi sono goduto l'esperienza ed è stato fantastico incontrarlo. Sì, è stato un bel divertimento. Un bello spasso.

Sei stato un fan sfegatato del City per tutta la tua vita, giusto?

Oh sì. 40 anni.

Credo che alla fine tutto stia pagando.

Sì, alla fine. (ride) No, ora con il City va tutto bene. Stiamo facendo bene. Siamo in lizza per il titolo.

Credo che una cosa che tu e Balotelli avete in comuneno le folli storie che i tabloid scrivono sul vostro conto. Di recente ho letto che se Obama non verrà rieletto, tu correrai per la presidenza.

(ride) Non dirmi, cazzo, che questo l'hanno scritto in America.

È così.

Ah! Gesù Cristo! Be', sarebbe uno dei fallimenti più grandi nell'intera storia della politica se Obama non riuscisse a battere quei due fottuti giullari che ho visto in televisione.

Quindi sei piuttosto attento a cosa succede qui?

Be', voglio dire, guardo il telegiornale. La politica americana è una grande notizia. E vorrei vedere che non lo fosse, quando scelgono il presidente americano è come se stessero scegliendo il presidente del mondo. Quando sarà vorrei immaginarmi questi due tizi. Sarà tra Mitt Romney e Newt Gingrich?

C'è anche Rick Santorum.

Sì, Rick Santorum sembra, non lo so, un personaggio dei Simpson. E gli altri due somigliano semplicemente alle due più inaffidabili teste di cazzo su cui i tuoi occhi si siano mai posati.

Questo forse è esatto.

(ride) Cos'è l'Ohio? Sto offendendo qualcuno nel dire questo? Siete repubblicani o democratici?

L'Ohio? Siamo lo stato dove tutti vogliono vincere perché non si sa mai come va a finire.

OK, quindi l'Ohio è uno dei campi di battaglia. Buon per voi, gente! Questo mostra un po' di anima.

Mostra un po' di anima?

Sì. be', sì! Voglio dire: sono stato in America quando c'erano le elezioni. Ero in California. Può darsi che non ci fossero per un cazzo le elezioni, perché non si riusciva a dire. Perché tutti avevano deciso che eraquella la cosa che avrebbero votato e fine della storia. Non c'erano manifesti da nessuna parte. Non c'era atmosfera. E poi, ovviamente, andavi negli stati "campo di battaglia" ed era lì che succedevano le cose vere. Buon per voi.

Sì, be', in verità non mancano mai spot pubblicitari o manifesti qui.

Mi piacciono quegli spot. Mi piace stare in America quando sono in corso avvenimenti politici, perché è fottutamente folle.

E le cose che la gente dice nei dibattiti e negli spot. Voglio dire, tu parli del dare risposte stupide ...

Una cosa che fa emergere è anche che alla fine della fiera i politici sono delle bugiarde teste di cazzo e faranno qualunque cosa pur di prendere un voto. Qualunque cosa pur di prendere un cazzo di voto! E noi come gente comune siamo scioccati quando scopriamo che il potere li corrompe. E fai ... aspetta un attimo, pensavamo che loro fossero entrati in politica per il nostro beneficio? E vogliono fare del fottuto bene a noi? È folle, giusto? C'è solo un candidato.

OK, parliamo della tua musica. Ovviamente hai dato la tua voce ad alcune canzoni degli Oasis, ma questa nuova band, i Noel Gallagher's High Flying Birds, ti mette lì come frontman tutte le volte. È stato più difficile fare da voce principale ogni sera?

Be', sì. Ho dovuto fottutamente controllare i party e il fumo e le bevute. Questo è in realtà il più grosso sacrificio che abbia fatto. Ne è valsa la pena perché non penso di aver mai fatto un cattivo concerto, sai cosa intendo? Quando ero negli Oasis vivevo il sogno, sai cosa intendo? Ero tipo io e il mio vecchio chitarrista, Gem, eravamo come Keithn e Ronnie, sai cosa intendo? Ce la spassavamo fottutamente. Ci siamo fatti le bevute in giro per l'America. E ora non posso farlo più perché il bere conduce al fumare, il che conduce, sai, alle infezioni e a tutta quella merda. Quindi ho dovuto ridurre la mia dose di sigarette e alcol. In realtà l'alcol praticamente non esiste ora.

Wow! Questo influenza il modo in cui ti senti sul palco?

No, la sensazione è fantastica! Voglio dire: ovviamente sublimi con l'adrenalina che ottieni dal cantare, che è comunque come una droga, sai cosa intendo? Ma significa soltanto che se mi prendo due settimane libere allora mi ci butto a capofitto. Divento come, non so, Perry Farrell nei fottuti anni Novanta, dò di matto. E poi devo tirare la briglia quando sono on the road. Quindi è come se le mie ali da festaiolo siano state tarpate. È tipo una volta al mese, in realtà.

Le canzoni su questo disco sono fatte molto bene, a proposito.

Grazie.

Le ascoltavo una dietro l'altra e mi prendevano proprio tutte. Mi sembra che, anche se sono grandi canzoni rock rumorose, abbiano un tocco malinconico. È corretto?

Sì. Assolutamente. Quando ero negli Oasis eravamo una band rock da stadio ed ero solito scrivere canzoni rock da stadio che coinvolgevano molto il pubblico. Erano "loro e noi" e le canzoni parlavano tutte di loro e di noi. Questa volta è un po' più personale e malinconico perché la vita non è fantastica, sai cosa intendo? E anche se ho una vita fottutamente bella, sì, so bene com'è non riuscire a pagare l'affitto. So com'è essere triste e avere il cuore infranto. So com'è stare in un posto mentre vorresti appartenere ad un altro posto, sai cosa intendo? Quindi ora so scrivere per me. Non devo tipo venderla al cantante, sai, ed era da lì che cominciavano sempre il 90% dei problemi.

Quindi Liam voleva andare per una strada e tu per un'altra?

Dicevo: "Ecco la canzone. Fa così". E lui diceva: "Bene, dunque, la canterò così". E io dicevo: "Sì, ma aspetta un attimo. Va così, cazzo". "Sì, ma la canterò così". E poi dicevo: "VA COSI', CAZZO!". E poi ripetevamo quella cosa finché, sai, uno dei due non andava a letto.

C'era qualcuno che solitamente vinceva questo tipo di battaglie?

Alla fine era sempre: "Sai che ti dico? Cantala come cazzo vuoi ... ma va ancora così".

Era davvero quella la fonte del 90% dei litigi? Litigare solo su come dovevano andare le canzoni?

Be', sì. Non era una cosa relativa alla canzone specifica. Ma volevo solo che noi facessimo una cosa; lui voleva solo mandare tutto a puttane tutte le volte.

Ovviamente hai sentito i Beady Eye. Pareri?

Credo siano la migliore rock and roll band al mondo. E dico del mondo intero. Non solo d'America o d'Inghilterra. Della Tanzania. E del Paraguay. E di Mogadiscio. E della Turchia. Non ci sono rock ’n’ roll band migliori dei Beady Eye.

Quindi ora che non sono canzoni tue non senti che lui le stia mandando un po' troppo in vacca?

No, no, no, no, no, no, no, no. Parlavo del cantare in generale. No, per le canzoni ognuno ha fatto del suo meglio, sai cosa intendo? Artisticamente la gente ha le sue opinioni sul modo in cui qualcosa dovrebbe andare. Ma è lo scrittore, cazzo, che sa come deve andare, da quando la scrive. Ma, voglio dire, come negli Oasis, il quadro generale: provavo sempre a fare andare le cose in una direzione e lui generalmente provava sempre a mandare le cose in vacca.

Quindi fare musica adesso, senza il costante conflitto, credo sia un'esperienza migliore, no?

Sì! Tutti gli svantaggi che questo comporta - sono per conto mio e non sono proprio un frontman, devo cantare ogni sera e non posso fumare così tanto né bere così tanto - sono bilanciati dal fatto che è un processo che è bello e facile e la lavorazione del disco è stato un procedimento sereno e non sono agitato all'idea di andare sul palco ogni sera. Voglio dire, se voglio trasocorrere cinque minuti a parlare con una ragazza grassa della folla di come assomigli ad una mia cugina, posso farlo senza che qualcuno guardi fottutamente il suo orologio, sai cosa intendo? Quindi va tutto bene. Tutto bene.

È figo.

È fottutamente figo, in particolare per la ragazza grassa (ride).

Ovviamente sei ancora in tour con questo disco, ma hai in programma altra roba, sei al lavoro?

Oh, sì, certo! Sì, non so quando sarà. Voglio dire: ho già registrato un altro album, ma devo mixarlo. Sì, e questo tour sta durando veramente più di quanto chiunque si sarebbe aspettato. Yeah, I don’t know when that will be. Durerà fino a novembre. Quindi, sai, continuerò solo a fare ciò che faccio e si spera che non mi fermi mai, sai cosa intendo?, finché una gamba non cede o non so cosa. E anche allora, mi prenderò una gamba nuova. Avrò il corpo di un 75enne, ma avrò le gambe di un atleta 20enne.

Parlando di atletica: cosa ne pensi del calcio americano, il soccer? Ci sono cose buone?

Be', sono andato a vedere alcune partite della MLS mentre ero a Los Angeles. Sono andato a vedere i Los Angeles Galaxy e il livello del gioco non è come quello in Inghilterra, ma l'Inghilterra ha il miglior campionato di questo cazzo di mondo, ha i migliori giocatori della terra, quindi non è molto corretto che io faccia dei commenti su questo. Ma quello che dirò è mi sono meravigliato della grandezza degli stadi e della quantità di persone che assistevano a queste partite. È stato come, cazzo è stato eccezionale! Capisci cosa intendo? Bella roba amico. E io mi aspettavo che fosse qualcosa in più di una partitella in un campo sportivo con poche persone ad assistere. E sono andato a vedere i Galaxy e stavano giocando contro qualche squadra proveniente da Philadelphia, ed è stata una vera partita, capisci cosa intendo? I tifosi sono stati tutti grandiosi ed è stata una bella atmosfera. Ma non è giusto paragonare la MLS alla Premier League, perchè la Premier League è la più grande lega che ci sia mai stata. Eccetto Messi e Ronaldo abbiamo tutti i migliori giocatori del mondo a giocare lì. Quindi non è proprio giusto dare dei giudizi perchè è come il settimo sport in America. Ci sono molte altre cose. Ad esempio il football americano, per cui ho un acuto interesse, lì è il re. E poi c'è il baseball e l'hockey e la pallacanestro e persino agli incontri di wrestling partecipano più persone. Capisci cosa voglio dire?

Sì, e le arti marziali miste e cose simili.

Sì, ma è come, sai il vostro football, la vostra NFL, voglio dire, è fottutamente fantastica. I play off e il Super Bowl quest'anno è stato fantastico.

Quindi tu segui tutto questo?

Voglio dire, non cominciare a farmi nomi. Ma quando ci sono le grandi partite, capisco le regole. Capisco la maggior parte delle statistiche. Io capisco come il gioco viene giocato. Ed è un cazzo di spettacolo fantastico da guardare, capisci cosa intendo?

Il motivo per cui te l'ho chiesto è che abbiamo una squadra della MLS a Columbus. Questa è un'altra cosa che abbiamo.

Vi chiamate Columbus Raw?

Columbus Crew.

Columbus Crew! Giusto, i Columbus Crew. E siete forti?

Eravamo forti nel 2008, 2009 e siamo in costante declino da allora.

Riuscite a radunare molte persone alle partite?

No. Questo è parte del problema. Anche quando erano forti non riuscivano lo stesso a raccogliere molte persone. Negli anni '90 erano soliti attrarre folle enormi, invece.

La cosa da cui sono affascinato è che il fatto che la squadra nazionale americana sappia ben figurare nella Coppa del Mondo dice più sugli americani in sé che sul loro campionato di calcio. Perché, sai, metti 12 americani in un campo da calcio, loro vorranno battere gli altri ragazzi, faranno qualsiasi cazzo di cosa serva. Ma la cosa che mi affascina dello sport americano è che è tutto giocato con le mani. Il calcio si gioca con i piedi ed è più artistico. Gli americani non l'hanno accettato. Voi la prendete con le mani, dominate il mondo, cazzo! Capisci cosa voglio dire? Voi giocate il vostro football con le mani, il basket e il baseball. Tutti i maggiori sport sono giocati con le mani. Questa cosa mi affascina. È come se qualcuno vi chiedesse: "Sport con i piedi? (usa un accento americano, ndr) Fanculo!".

Bell'accento americano! Un'altra cosa: ovviamente hai detto che ti piacciono i Beady Eye. Quali sono altre band che ti entusiasmano in questo momento?

Ehm, mi piacciono i Kasabian. Non c'è veramente niente di nuovo che stia uscendo fuori dall'Inghilterra. I Vaccines sono piuttosto bravi. Loro mi piacciono. Mi piacciono i Kasabian e gli Arctic Monkeys ma è da un bel po' che vanno avanti ormai. Voglio dire, sto ancora scoprendo roba vecchia dagli anni 60. Capisci cosa intendo? Non ho ancora finito con quel decennio.

Quindi ti entusiasma più quella roba lì della roba nuova.

Certo. Voglio dire. Quest'anno faremo il Festival di Coachella, quindi ci aggiorneremo su alcune delle nuove band. Ma, sai, la nuova musica non dovrebbe essere per 45enni padri di tre bambini o no? Sai, ce n'è molta che non capisco. E molta che è solo fottuta spazzatura e non ho intenzione di capirla in ogni caso. Ma ogni tanto ascolto band come i Vaccines, ho fatto delle cose proprio con loro e ho pensato che fossero piuttosto bravi.

Qualche band dall'America che ti piace?
Sto provando a pensare a qualcosa di nuovo. Voglio dire, ce n'è molta di musica Americana che mi piace. Mi piacciono molte band Americane. Ma l'America riguarda più l'artista solista o no? Quindi non sono proprio un fan delle band Americane al momento. Credo quindi gli Strokes? I Kings Of Leon? Mi sono sempre piaciuti i Kings Of Leon, ma che cazzo! Gli Strokes, comunque, sì che mi piacciono.

Sono d'accordo. Ritorniamo alla musica inglese. Che ne pensi di cose del genere di James Blake? Hai un'opinione al riguardo?

Ho sentito parlare di James Blake, ma mai sentito niente da lui. Immagino che sia più un cantautore.

Lo è. È elettronica. Ma sostanzialmente è un cantautore di musica elettronica.

Ah, bene, questo sembra interessante. Potrei andare a dare un'occhiata. Anche se no, non sono proprio... sai, a essere sincero non divoro la nuova musica. Non me ne frega un cazzo sinceramente.
Se qualcuno insiste la ascolto. Capisci cosa voglio dire? Conosci un tipo che si chiama Paul Weller?

Sì, certo.

Già. È il mio vicino. Lui mi compra i cd e mi dice: “Dovresti ascoltarlo”. E io li ascolto una volta. Ma oltre a quello non è che casualmente mi metto ad ascoltare musica apposta, capisci cosa intendo? Ho tre figli. Di solito sto nell'angoletto del cazzo a tremare.

Tu vivi a Manchester?

Be', vivo a Londra da circa vent'anni.

So che vai alle partite del City quando ti è possibile, per questo non ero sicuro.

Ah, sì. È solo a due ore di treno.

Hai accennato diverse volte al fatto di essere padre. Questa cosa rende più difficile il tuo stare fuori in viaggio o vengono anche loro con te?

Quest'anno vengono a Coachella perché coincide con le vacanze scolastiche. Quindi verranno e faranno visita alla California per un po'. Comunque sì, lo rende difficile. Non mi piace lasciarli perchè ho perso i loro primi passi, ho perso tutti i loro primi passi e qualsiasi genere di tappa fondamentale della loro vita. Non li ho sentiti pronunciare le loro prime parole o niente di simile. Ma sai. E poi si mettono a piangere quando parto. Allora punto il dito alle scatole di giocattoli e dico: "Vedete quelle cose lì? Chi cazzo paga per quelle? Pensate che si comprano da sole?" Allora scuotono la testa e io gli dico: "Benissimo. Qualcuno le dovrà pur pagare, quindi io vado a lavorare e voi andate a dormire. Buonanotte". E basta. E me ne vado.

Mi verrebbe da pensare che hai già guadagnato abbastanza soldi con gli Oasis da poterti permettere di non dover più continuare a fare altri soldi se lo volessi, giusto?

Sì, credo che se sei una persona creativa e puoi farlo, allora dovresti farlo. Perché stai solo mettendo al mondo delle buone cose. E c'è già abbastanza merda nel mondo, e che se tutte le persone decidessero: "Bene, ho abbastanza soldi quindi non sono più costretto a farlo" non ci sarebbe rimasto niente. Capisci cosa voglio dire? La gente non fa altro che dirti: "Beh, hai abbastanza soldi adesso". Le persone che ti dicono questo sono le persone che hanno dei lavori. Vedi, io non ho un lavoro. Capisci cosa intendo? Se tu guadagnassi abbastanza soldi da poterti ritirare da un lavoro, lo faresti, perché è un lavoro. La mia è una chiamata. È solo che io non riesco a non scrivere musica. Vorrei qualche volta poter dire: "Sai cosa? Fanculo. Non voglio più giocare a questo gioco". Ma sai cosa? Sai, potrebbero passare mesi, e poi scriverò una canzone e dirò: "Wow, questa è fantastica". E la suonerò a qualcuno e dirò: "Oh porca puttana, questa è magnifica!" e dirò: "Ne vuoi scrivere un'altra?". E così si riaprono le danze. Capisci cosa voglio dire? Se la musica fosse solo il caso di chi: "Bene farò solo questa cosa, poi avrò abbastanza soldi e poi mi ritirerò" che razza di persona sarebbe?

Un'altra cosa di te è che hai continuato a fare buona musica. Qui da noi non abbiamo sentito parlare molto degli Oasis nella seconda parte della carriera della band, ma so che pubblicavi ancora album e facevi hit e che il nuovo album con gli High Flying Birds è bello. Molta gente crolla. Tu come sei riuscito a mantenere un alto livello qualitativo?

Ogni fatto ha una dinamica diversa. Io sono autosufficiente nel senso che non ho bisogno di nessuno che mi aiuti a fare musica. Alcuni grandi scrittori di testi musicali hanno bisogno di un grande musicista. Johnny Marr e Morrissey, per esempio, capisci cosa intendo? Con la migliore volontà del mondo probabilmente ammetterebbero che erano fatti l'uno per l'altro. Capisci cosa intendo? E forse più si va avanti con gli anni e più le persone si allontanano dalla vita degli altri e in realtà non stai più nella band o non lavori più con quella persona o il produttore se ne è andato – dipende. Io sto al mio posto da solo dove basta che mi dai una chitarra acustica e un accordatore e un microfono, e ci siamo! Dipendo dalla mia ispirazione e basta. Non ho mai avuto uno studio a casa quindi non l'ho mai considerato come un lavoro-lavoro, capisci cosa voglio dire? Sai che a casa mia non ho neanche una stanza musicale? Non ho neanche una fottuta stanza con una scrivania che abbia mucchi di fogli sparpagliati con tutti i miei testi su una chitarra nell'angoletto. Non ho nemmeno quella, sai perché?

No. Perché?

Perché i miei fottuti bambini hanno preso controllo di casa mia. Ecco perché. Perciò, sai, scrivo musica nel mio tempo libero. È come un hobby, capisci cosa voglio dire? E non ho un'etichetta discografica. Sono un artista indipendente, quindi non ho nessuno che mi chiami e mi dica: "Ehi, abbiamo bisogno di quell'album". Quindi lo faccio nel mio tempo libero e per la gioia di farlo e lo pubblico quando mi sento di farlo. Quando ero ragazzo pensavo spesso a quanto cazzo dev'essere stato cool essere Neil Young e ora sto avendo idea di come dev'essere stato. Non che mi stia in qualche modo mettendo sullo stesso livello di Neil Young, ma a me è sembrato sempre che lui lavorasse con il suo ritmo e che ha abbia fatto qualunque cosa abbia voluto, e che se la sia sempre goduta. E faceva concerti di tanto in tanto, e tu lo guardavi e pensavi: "Amico, questo è fottutamente reale. È lui. Neil Young. Eccolo". È questo che vorrei che la gente pensasse di me, sai cosa intendo?

oasisnotizie.blogspot.com 
Source: columbusalive.com - 28 marzo 2012 


LinkWithin

Related Posts with Thumbnails