mercoledì 30 novembre 2011

Ascolta e vedi Noel Gallagher dal vivo tra pochi minuti


Ore 20.26 - Tra pochi minuti inizia il collegamento. Noel Gallagher's High Flying Birds live at Melkweg, Amsterdam, in diretta qui dalle 20.30 http://www.eurovisionculture.tv/eurovisionculture/site/index.html e su Rai Radio2 dalle 21.

Video: Beady Eye live in Vancouver

È partito ieri sera a Vancouver, in Canada, l'ultimo tour dell'anno dei Beady Eye. Ecco alcuni video del concerto alla Commodore Ballroom.









Rivedi tutto il concerto di Noel Gallagher a Milano

Clicca qui

martedì 29 novembre 2011

I Beady Eye scherzano alla radio. Liam: "Bieber? C'è di peggio. Chi? Noel Gallagher"

I Beady Eye hanno concesso un'intervista prima del loro concerto del 15 novembre a Birmingham.

Scopriamo che Chris Sharrock, essendo il più basso del gruppo, "vincerebbe a pugni tra noi quattro", parola di Liam. Gem rivela che il figlio mette latte e zucchero nel tè, "molto sbagliato".

Scarterete insieme i regali a Natale? "Non siamo i Monkeys", dice Chris. "Saremo tutti a Londra", dice Andy, "a parte Chris", aggiunge Gem. "Sarò a Liverpool", dice il batterista.

Grandi risate alla domanda della giornalista a Andy, che ha detto che si travestirà da Babbo Natale: "Hai figli? Davvero?". Tra le risate Andy ha detto: "Perché, ti sembra strano?".

Liam, se mandassi una cartolina di Natale cosa scriveresti? "Cosa scriverei? 'Ti regalo un paio di palle per Natale, fottuta merdina' ... ".

Poi Liam ha detto che la band inizierà a lavorare al nuovo album a febbraio, "quando la sbronza sarà stata smaltita. A che ora? Andiamo lì alle 12, è un bel numero, poi spariamo merdate per un'ora e mezza". Poi Andy ha detto che "il primo giorno di registrazioni è sempre una delusione, tranne che per Chris che fa il bassista, tunz tunz ...". "Scusate se vi ho deluso", ha replicato Chris.

Liam, mi hanno detto che sei fan di Justin Bieber, è vero? "Non mi dà fastidio, sì. L'ho sentito suonare la chitarra e penso sia talentuoso, è un vero musicista, è a posto. C'e di peggio, molto. Chi? Noel Gallagher. Bieber non fa parte del mio mondo, ma non mi infastidisce".

translated by oasisnotizie


Noel Gallagher dice che la colpa del "fallimento" degli Oasis in America è di Liam

Noel Gallagher dice che la colpa del "fallimento" degli Oasis in America è di Liam.

Il maggiore dei Gallagher attacca il fratello Liam, accusandolo del fatto che gli Oasis non hanno veramente sfondato in America.

Il chitarrista, che ha pubblicato il suo album solista d'esordio Noel Gallagher's High Flying Birds il 17 ottobre di quest'anno, ha rivelato che suo fratello andò via la serata di apertura del tour americano della band nel 1996 dopo che l'allora moglie Patsy Kensit lo chiamò dicendo che avevano bisogno di comprare una casa.

Noel ha continuato dicendo che il comportamento di suo fratello "ci ha fatto mettere una pietra tombale in America" e attribuisce a lui la colpa del "perché gli Oasis non sono diventati grandi in America come lo siamo stati in Inghilterra".

Parlando con il New York Times, Noel ha detto di uno dei primi tour della band negli Stati Uniti: "Mentre io stavo salendo sull'aereo lui scendeva perché sua moglie lo aveva chiamato, dicendo: 'Abbiamo bisogno di acquistare una casa.' Quello che fecero nei tre mesi precedenti nessuno lo sa. Probabilmente si raccoglievano moscerini dai capelli a vicenda come le scimmie".

Ha continuato: "Il primo concerto è stato in una arena da 16.000 posti e il cantante non si presentò. Quello ci ha fatto mettere una pietra tombale in America. Questo è il rock'n'roll. Vorrebbe Johnny Rotten comprare una casa alla vigilia di un tour americano? Keith Richards? John Lennon? O lo vuoi o no, e io incolpo lui per il fatto che non siamo mai diventati grandi in America come lo siamo stati in Inghilterra."

oasisnotizie - via nme.com

Noel Gallagher: la recensione dello show di Milano

Aggiungi immagineVIDEO PROFESSIONALE DI NOEL GALLAGHER DAL VIVO A MILANO - Clicca qui

29 nov 2011 - Si possono rimproverare tante cose a Noel Gallagher, ma è difficile negare una cosa: in questi anni l’artista di Manchester ha creato un popolo, anche al di fuori dell’Inghilterra. È quello dei fan degli Oasis. Certo, i meriti vanno dati anche in parte a suo fratello Liam, che per tanti anni ci ha messo la faccia e la voce. Però le canzoni “pesanti” di fatto le ha firmate tutte “The chief”. E stasera una parte, seppur piccola, di questo popolo è proprio qui a gremire l’Alcatraz di Milano. Lo si nota dalle t-shirt dei Beatles, dalle pettinature a caschetto e perfino dalle magliette del Manchester City indossate da diversi spettatori.

Alle nove in punto si comincia, in pieno stile british. Parte la versione remix di “If I had a gun” realizzata dagli Amorphous Androgynous, un antipasto del nuovo album previsto per il 2012. Poi ecco Noel insieme ai suoi High Flying Birds: Jeremy Stacey, Russell Pritchard, Mike Rowe e Tim Smith. Il primo pezzo in scaletta è “It’s good to be free”, vecchia b-side degli Oasis che i maligni potrebbero quasi leggere come un messaggio ai vecchi compagni di avventura. Poi tocca a “Mucky fingers”, pezzo datato 2005 che omaggia i Velvet Underground e Bob Dylan. Un inizio nostalgico, ma che scalda subito gli animi. La prima canzone del nuovo repertorio è invece “Everybody’s on the run”, riproposta in una veste elettrica che convince. Così come “Dream on”, il pezzo più orecchiabile e felicemente pop del nuovo corso.

Dopo un “Buonasera Milano” di rito, parte invece “If I had a gun”, cantata da tutti come se fosse già un classico. Le nuove canzoni dal vivo funzionano, ma con qualche piccola eccezione. La scelta di renderle più rock, rispetto alla veste principalmente orchestrale del disco, fa bene ai pezzi sopracitati. Meno agli altri, come “Soldier boys and Jesus Freaks” e “Aka…Broken arrow”, che sentono la mancanze delle pennellate acustiche originali. Va meglio invece con “The death of you and me”, divertente spaghetti-western in salsa Kinks, e con il ritornello killer di “(I Wanna Live in a Dream in My) Record Machine”, sicuramente tra i pezzi migliori del debutto solista di “The Chief”. A tratti poi Noel recupera volentieri le schegge del passato: il set acustico, con Noel alla chitarra e Mike Rowe al piano, per “Wonderwall” e “Supersonic” scatena un sing-along da brividi, che rende quasi difficile sentire la voce del cantante. Toccante invece l’esecuzione di “Talk tonight”, altra b-side che avrebbe meritato un destino ben diverso. La voce di Noel non è proprio al top e soffre a tratti, ma visto il contesto glielo si può perdonare.

Il pubblico è davvero uno spettacolo a parte. Quasi ogni canzone è cantata a squarciagola, mentre partono cori da stadio tra un pezzo e l’altro. Ad un certo punto c’è anche un simpatico siparietto. Gli spettatori chiedono al gruppo di suonare “The Masterplan”. La risposta è in pieno stile Gallagher: “La volete? Perfetto. Conoscete iTunes? Costa solo un euro”, risponde “The Chief” ridendo. Così in tutta risposta la platea dell’Alcatraz, approfittando di un momento di pausa, inizia a intonare la canzone per conto suo e si guadagna pure un applauso dalla band. Un minuto di divertimento puro.
“Noi amiamo Balotelli”, dichiara Noel prima di dedicare a Super Mario “Aka…What a life!”. Poi c’è la ballata folk “Half the world away”, ancora pescata dal repertorio degli Oasis, che apre la strada allo stomp rock-blues di “(Stranded On) The Wrong Beach”. Fine del set regolare.

Dopo qualche minuto di pausa, partono i bis. Neanche a dirlo, con tre singoli che in passato Noel ha scritto e cantato. Si parte con “Little by little”, bella e intensa anche grazie all’assolo di Tim Smith, l’unico americano della band e in passato già turnista di Sheryl Crow. “The importance of being idle”, uno dei tanti omaggi di Noel al genio di Ray Davies, è il secondo pezzo in scaletta estratto da “Don’t believe the truth”. E poi c’è il gran finale, che non poteva non essere “Don’t look back in anger”. Forse la canzone più bella mai scritta dal chitarrista di Manchester, da sempre uno dei momenti caldi dei suoi concerti. Una manna per il pubblico presente e un bel modo per chiudere le danze.

Insomma, Noel Gallagher ormai è un solista ma non ha dimenticato la sue vecchia band. È innegabile che i momenti migliori del suo live siano quelli pescati dal passato, anche se tra i pezzi nuovi ce ne sono almeno un paio che non sfigurano affatto. La sua sfida in futuro sarà quella di non rimanere troppo schiacciato dalla storia degli Oasis e di crearsi una seconda giovinezza artistica. Ma non è solo. Con questo popolo al fianco, per lui sarà tutto più semplice.

(Giovanni Ansaldo, rockol.it)

Setlist:

1. (It’s Good) To Be Free
2. Mucky Fingers
3. Everybody’s on the Run
4. Dream On
5. If I Had a Gun…
6. The Good Rebel
7. The Death of You and Me
8. Freaky Teeth
9. Wonderwall
10. Supersonic
11. (I Wanna Live in a Dream in My) Record Machine
12. AKA… What a Life!
13. Talk Tonight
14. Soldier Boys and Jesus Freaks
15. AKA… Broken Arrow
16. Half The World Away
17. (Stranded On) The Wrong Beach

Encore:

18. Little By Little
19. The Importance of Being Idle
20. Don’t Look Back In Anger


Video professionale: Noel Gallagher dal vivo a Milano

Ecco il video professionale del live di Noel Gallagher all'Alcatraz di Milano, ieri sera, trasmesso da Sky canale 750.

Quelli di RTL 102.5 hanno rovinato la trasmissione del concerto. Oltre a partire in ritardo, hanno continuato a coprire le canzoni parlando a ripetizione e facendo commenti insulsi, probabilmente per motivi legati al copyright della messa in onda del concerto integrale.

Secondo video by youtube.com/frjdoasisfan





Quindicesimo post del diario di Noel: "Milano serata speciale"

Aggiungi immagineVIDEO PROFESSIONALE DI NOEL GALLAGHER DAL VIVO A MILANO - Clicca qui

Sì, compagni ... dove eravamo?

La partita? Beh, è finita con un pareggio. Un risultato giusto alla fine. Avremmo dovuto vincerla, ma d'altra parte avremmo anche potuto perdere.

Gli Scousers della mia ditta stavano diventando un po' troppo rumorosi per quanto mi riguarda, e comunque c'erano un caffè E un biscotto in palio quindi capisco la loro impazienza!!

Mario ha giocato 20 minuti pazzeschi. È arrivato, ha dato un'occhiata in giro, ha corso qua e là, e poi è stato cacciato fuori!!! È la norma con quel ragazzo. E comunque lo amiamo lo stesso. Un "bravo" ai ragazzi per aver notato le sue potenzialità.

Da lì siamo andati direttamente in un'arena o qualcosa del genere per vedere Paul McCartney. Com'era prevedibile, è stato grandioso… come sempre. Ha suonato TUTTE le canzoni, cazzo!!! In verità sono riuscito a salutarlo prima del concerto!! Che sorpresa! Sono come un ragazzino quando succede roba come questa. E lui è un vero gentiluomo. Un papino, cazzo!

E poi al concerto...il mio. Sono appena tornato a dire la verità. Una serata speciale. Questi ragazzi italiani sanno davvero come farti rizzare i peli del collo. E loro SONO solo ragazzi, la maggior parte. Non mi dispiace dire che in alcuni punti la cosa sia diventata un po' commovente. Le ragazze che piangevano e roba così!! Non ho fatto del mio meglio per cantare ma ... sapete, porgo le mie scuse. Per mia maledetta (s)fortuna il concerto era in DIRETTA tv...che situazione di merda ... oh beh, è stata una serata fantastica, nonostante tutto.

Domani sarò ad Amsterdam. Un giorno libero. Ora, c'è stato un tempo in cui questa era la ricetta per l'Armageddon. Fortunatamente, questi giorni sono ormai alle nostre spalle (Dico "nostre", ma quello che intendo è "mie")

Quei tedeschi sono tipi più riservati. O sono completamente fatti di qualche erbetta psichedelica, o qualcosa di simile? Un pò entrambe, suppongo.

Comunque devo andare … Arrivederci, come dicono quelli di qui.

A fra un po'.

GD

29 novembre 2011

(thanks to Oasis Mania)

Altri post dal diario di Noel

Il 30 novembre segui Noel Gallagher in diretta da Amsterdam su Radio2

Domani sera Noel Gallagher si esibirà ad Amsterdam. Come vi avevamo anticipato qualche giorno fa, il concerto sarà trasmesso da un network radiofonico europeo, tra cui figura anche la Rai.

Appuntamento per domani sera mercoledì 30 novembre alle ore 21 su Radio2 e in streaming video all'indirizzo http://www.eurovisionculture.tv/eurovisionculture/site/index.html



Liam Gallagher lancia i Beady Eye: "Con il secondo album vedrete la crescita"

Liam Gallagher, Gem Archer, Andy Bell e Chris Sharrock si preparano al tour conclusivo del loro 2011 pieno di eventi ed emozioni. I Beady Eye suoneranno venerdì a San Francisco, dove pochi giorni fa ha suonato Noel Gallagher, l'uomo che lasciò gli Oasis nell'agosto 2009 decretando la loro fine.

"Volevamo dimostrare che sapevamo cosa stavamo facendo", dice Liam. "Alcune canzoni c'erano già, il 50% avrebbero fatto parte del prossimo disco degli Oasis. Volevamo solo andare in studio. È molto diverso rispetto ad avere Noel lì. Volevamo solo guitar music fantastica con molta melodia.

Il prossimo disco dei Beady Eye avrà molto del sound del George Harrison di All Things Must Pass, che il minore dei Gallagher adora. "Credo che con il primo album volessimo solo registrare le canzoni. Con il secondo vedrete la crescita", conclude Liam.

oasisnotizie - via theprovince.com


Quattordicesimo post del diario di Noel

Allora ... il concerto di Madrid?

A parte alcuni fottuti fastidiosi problemi tecnici è stato fantastico. Davvero fantastico. Tra il pubblico non c'era nessuno sopra i 25 anni!! Hanno cantato fino a cacciar fuori il fottuto cuore, l'hanno fatto.

Così oggi siamo in viaggio per Milano. Mi aspetta un grandioso giorno libero. Il Man City gioca con il Liverpool stasera. I miei agenti a Milano hanno trovato un posto dove vederla dal vivo. Dovrei farmi due risate. Con me ho un po' di tifosi del Liverpool, quindi sarà più pepata del solito. Mi fanno bravate questi Scousers. Al punto che il mio bassista (uno Scouser) ha scommesso con la mia guardia del corpo (un vero e proprio super blue) che vincerà il Liverpool . E la scommessa? Un caffe e un biscotto??? Fanculo ...

Ora il concerto quindi? Be' per fortuna stasera a Milano suona niente di meno che Paul McCartney. Che risultato!

Ci sono i segnali per un giorno fantastico, fantastico. Vi farò sapere coem andrà domani ...

A tra poco.

GD.

26 novembre 2011

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Grande entusiasmo per Noel Gallagher in concerto a Milano

Gran bel concerto quello di Noel Gallagher e degli High Flying Birds all'Alcatraz di Milano stasera. Pubblico delle grandi occasioni che ha cantato a squarciagola i brani proposti con un'entusiasmo incredibile. Chiusura con Don't Look Back in Anger (Noel ha domandato alla folla se volesse The Masterplan o DLBIA).

Il concerto è stato trasmesso da RTL 102.5 in diretta TV su Sky e digitale terrestre. Molto criticati i conduttori Luca Dondoni e Cristina Borra, che hanno rovinato lo show interrompendo lo spettacolo della musica di The Chief con commenti inopportuni e coprendo le canzoni (forse per questioni di copyright).

Noel ogni tanto ha parlato con il pubblico. Prima dell'ultimo pezzo ha detto "Conoscete iTunes? Andate a comprarlo lì, costa un euro", riferendosi a The Masterplan, poi sostituito da DLBIA dopo la domanda rivolta al pubblico di cui vi riferivamo prima.

Ci aggiorniamo domani pomeriggio con i video dell'intervista a Radio DeeJay e i video di questo show, che noi di oasisnotizie abbiamo registrato (oltre allo show su Sky 750) come sempre.

lunedì 28 novembre 2011

Noel Gallagher in diretta tra poco da Milano su RTL 102.5

Come avevamo anticipato, il concerto di questa sera dei Noel Gallagher's High Flying all'Alcatraz di Milano sarà trasmesso in diretta da RTL 102.5.

Ecco i link per seguire la diretta radio (nonostante il sito ufficiale della radio dica "radiovisione", ci sarà solo la diretta audio).

- Sito di RTL 102.5
- Digitale terrestre: canale 36
- Satellite: canale 750 di Sky

Registreremo l'audio del concerto dalla trasmissione digitale (Sky). Stay tuned.

Clicca qui per vedere alcune foto di Noel Gallagher scattate stamattina negli studi di Radio DeeJay (pubblicheremo il video integrale dell'intervista prossimamente).

Liam Gallagher: "Noel non mi manca. È un camaleonte sociale: nei Coldplay non sfigurerebbe"

Venerdì 2 dicembre si esibirà con i Beady Eye alla Regency Ballroom di San Francisco. Il 29 novembre a Vancouver parte l'ultimo tour dell'anno della band. Liam Gallagher parla con sfgate.com alla vigilia del tour nordamericano che porrà fine ad un anno molto intenso per il suo gruppo, partito a marzo con il tour di Different Gear, Still Speeding, pubblicato a fine febbraio.

È dura tornare a suonare nei club dopo aver suonato nelle grandi arene con gli Oasis?

Per niente. Preferirei stare negli Oasis, ma questo non può essere. Non è che smetta di fare musica perché Noel non è nella band con me. Sono già stato in una delle più grandi band del mondo. Alcuni periodi sono belli, altri sono merdosi. È tutto lì: essere felici, e io ora me la sto spassando nei Beady Eye.

Come stanno andando i nuovi brani dal vivo? Bring the Light deve suonare come l'apocalisse.

È come i Pistols con il pianoforte.

Non state facendo nessuna canzone degli Oasis. Non è un po' come se Paul McCartney andasse a fare solo Pipes of Peace?

Avrei potuto se avessi voluto suonarle, ma abbiamo fondato questa band dicendo che non avremmo suonato quelle canzoni. Teniamo fede a questo. È molto di più di quello che può dire Noel Gallagher. Lui non saprà mai se la gente va a sentire lui o gli Oasis. Noi stiamo raccogliendo gente che vuole sentire i Beady Eye. Questo è, per me, il successo.

Hai rimpianti sul fatto che tu e Noel non riuscite a risolvere le cose?

No, non voglio risolvere niente. È stato lui a prendere il pallone e ad andarsene. La ragione per la quale ci siamo divisi è che io non sono sul suo libro paga. Lui poteva licenziare chiunque altro nella band, non poteva farlo con me. Io gli ho detto quanto era stronzo e l'unico modo che aveva per andarsene era lasciare la band. Così se n'è andato. Non mi manca stare in una band con Noel. Mi piace veramente chi sono io e cosa rappresento. Lui è un po' un camaleonte sociale. Non sembrerebbe fuori posto nella band dei Coldplay.

Quali sono le tue ambizioni questa volta? Vuoi che i Beady Eye suonino a Knebworth tra cinque anni?

Voglio rendere i Beady Eye grandi il più possibile. Voglio accendere i ragazzi di Uruguay, Los Angeles e Manchester. Non toglierò il piede dall'acceleratore.

oasisnotizie - via sfgate.com

Video e foto: Noel Gallagher live in Madrid

Sabato sera Noel Gallagher e gli High Flying Birds si sono esibiti alla Sala La Riviera di Madrid. Clicca qui per vedere una photogallery della serata.



Sfoglia Noel Gallagher su Il Venerdì di Repubblica

Scansione dell'intervista a Noel Gallagher pubblicata sul settimanale Il Venerdì di Repubblica l'11 novembre 2011. Enjoy.

Nei link qui sopra, sotto la testata del blog, trovate anche gli articoli pubblicati su Rolling Stone e Max.



domenica 27 novembre 2011

Video: Noel Gallagher live a Later Live with Jools Holland

Video tratti dalle puntate di Later Live ... with Jools Holland andate in onda martedì 22 e venerdì 25 novembre su BBC 2.

Il primo video è la prima di due parti di un'intervista a Noel. Pubblicheremo la seconda parte prossimamente.









Video: Noel Gallagher intervistato in Spagna prima del concerto di Madrid



Tredicesimo post del diario di Noel

Sì, compagni ...

Allora, dove eravamo?


L'ultimo concerto a San Francisco è stato grandioso. Potrebbe essere stato il migliore finora!! Atmosfera tremenda. Grazie a tutti per essere venuti.


Sono tornato a Londra negli ultimi giorni. Fantastico vedere The Mighty I (Donovan, ndr)… Bunny Dread (Sonny, ndr) … Irie Nancy (Sara, ndr) e quel dannato gatto.


Il fuso orario ti ammazza, comunque. Mi sono svegliato ogni notte alle 4 da quando sono tornato. Mi sono rimesso al passo con il calcio comunque, quindi non tutto il male vien per nuocere, eh?


Ho fatto quel programma, Jools Holland, per la prima volta dopo 16 anni martedì scorso … SEDICI ANNI!!!!! È oltraggioso, non posso credere che sia passato tanto tempo. Eravamo con i Red Hot Chili Peppers, Bjork e un sacco di altre persone di cui non avevo mai sentito parlare. È stato bello però. Mi è piaciuto tornare.

Mi trovo a Madrid. Non so come si chiami questo hotel, ma è molto moderno e molto hi-tech. Ho dovuto far venire un tizio nella mia stanza ieri sera perché mi mostrasse come funziona il fottuto telecomando per la televisione bastarda!!! Non ridete, anche voi ci avreste combattuto.

Prima alcuni fan fuori dall'hotel non erano più grandi di mia figlia di 11 anni!! Bambini veri e propri ... un po' sconcertante come minimo.
A tra poco. GD.

26 novembre 2011

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

sabato 26 novembre 2011

venerdì 25 novembre 2011

Noel Gallagher su Radio DeeJay il 28 novembre

Lunedì 28 novembre Noel Gallagher sarà ospite di Deejay Chiama Italia su Radio DeeJay (10.00 - 12.00) con Nicola Savino e, solo per questo evento, con Nikki. A sera si esibirà all'Alcatraz, sempre a Milano.

Radio DeeJay è ascoltabile anche online e sul satellite (Sky Radio). La puntata sarà comunque disponibile in podcast nella pagina web ufficiale del programma. La metteremo anche su YouTube.

Noel era già stato ospite di Radio DeeJay a settembre. Clicca qui per riascoltarlo e rivederlo.

Guarda Noel Gallagher citato su Glamour di dicembre

Noel Gallagher è stato citato sulla rivista Glamour di dicembre. Grazie a Maria Grazia per la scansione.

Clicca sulla foto per ingrandire.



Liam Gallagher firma un ritratto e aiuta la lotta contro il cancro

Liam Gallagher torna in campo nella lotta contro il cancro.

Prima della performance di dieci giorni fa alla O2 Academy di Birmingham il cantante ha firmato un ritratto opera di Sue Verity che sarà messo all'asta a dicembre. Il ricavato della vendita si unirà a 1000 sterline già raccolte dal musical Survive!, andato in onda questo autunno all'Alexandra Theatre di Birmingham e l'intera somma sarà devoluta al Teenage Cancer Trust, alla Roy Castle Lung Cancer Foundation, all'EVE Appeal e al Macmillan Cancer Support.

Anche Johnny Depp e Roger Moore hanno firmato un ritratto di Sue Verity.

Info su www.surviveshow.com

birminghammail.net

giovedì 24 novembre 2011

Noel terzo e Beady Eye sesti nella classifica degli album d'esordio più venduti dell'anno

Noel Gallagher's High Flying Birds è il terzo disco d'esordio più venduto del 2011. Lo dichiara la Official Charts Company. Different Gear, Still Speeding dei Beady Eye è il sesto album d'esordio più venduto del 2011. I dati si riferiscono ovviamente al periodo gennaio-novembre.

Ecco i 20 dischi d'esordio più venduti nel 2011:

01 Jessie J – 'Who You Are'
02. Ed Sheeran – '+'
03. Noel Gallagher's High Flying Birds – 'Noel Gallagher's High Flying Birds'
04. The Vaccines – 'What Did You Expect From The Vaccines?'
05. Katy B – 'On A Mission'
06. Beady Eye – 'Different Gear, Still Speeding'
07. Nicole Scherzinger – 'Killer Love'
08. Hugh Laurie – 'Let Them Talk'
09. Matt Cardle – 'Letters'
10. Watch The Throne – 'Watch The Throne'
11. Bad Meets Evil – 'Hell: The Sequel'
12. Nero – 'Welcome Reality'
13. Christina Perri – 'Lovestrong'
14. Cher Lloyd – 'Sticks + Stones'
15. Wretch 32 – 'Black And White'
16. Miles Kane – 'Colour Of The Trap'
17. Foster The People – 'Torches'
18. Clare Maguire – 'Light After Dark'
19. Mary Byrne – 'Mine & Yours'
20. Alexis Jordan – 'Alexis Jordan'

Oggi nella storia degli Oasis

24 novembre 2006 - Noel Gallagher è ospite di Tropical Pizza su Radio DeeJay.



Noel Gallagher: "La fine degli Oasis? Molto prima di Parigi, non avremmo dovuto fare Standing on the Shoulder of Giants"

In un'intervista rilasciata in Olanda Noel Gallagher ha detto che il sound del suo disco è stato "americanizzato" dal produttore Dave Sardy, già dietro le quinte degli ultimi due album degli Oasis, per avere successo anche in radio anche negli Stati Uniti. "La batteria non doveva suonare come paglia che sbatte su un foglio di carta".


Noel dice anche che la sua città preferita è Los Angeles, in particolar modo perché la sua etichetta discografica lo sta spingendo ad essere molto presente negli USA. 

"Mi stanno fottutamente dando voli in prima classe e e mi stanno mettendo in hotel incredibili. E mia moglie può andare a far fottuto shopping per ore e ore ogni giorno".


Alla domanda se a Natale si vedrà con il fratello Liam, Noel ha risposto: "Non ci incontreremo, mia moglie ed io abbiamo programmi diversi", ma è vero che lo "zio Liam" ha parlato al telefono con i nipotini, come detto da Liam in questa intervista alla rivista NME.

Noel ha detto che i Beady Eye faranno un bel secondo disco.

Poi è tornato sulla fine degli Oasis. "È avvenuta molto prima di Parigi. Non avremmo mai dovuto fare Standing on the Shoulder of Giants. Già allora non avrei voluto farlo, ci saremmo dovuti prendere un po' di tempo, ma Liam diceva: 'Andiamo a fare un disco, andiamo in studio il mese prossimo e faresti meglio ad avere alcune canzoni già scritte, cazzo'. Saremmo dovuti andare a fanculo lì dove sono scomparsi i Rolling Stones, quello che è, cazzo. Affittare una barca e circumnavigare le Bahamas o quello che era".

Noel si è poi detto infastidito dalle grida che richiedevano canzoni degli Oasis sentite lo scorso 18 novembre durante l'esibizione alla UCLA Royce Hall di Los Angeles. "No, non sono qui per suonare solo quelle cazzo di canzoni degli anni novanta". E nel tour non cambierà la propria scaletta, perché non vuole.


oasisnotizie - via hln.be
(thanks to sally for the English version)


mercoledì 23 novembre 2011

Video: Noel Gallagher dal vivo a Later Live with Jools Holland

Ieri sera è stata trasmessa la puntata di Later Live with Jools Holland con Noel Gallagher, che si era esibito dal vivo presentando AKA ... What a Life! ed era stato intervistato. Ecco il video dell'esibizione. Pubblicheremo anche il video dell'intervista con i sottotitoli. Stay tuned.



In diretta radio sulla Rai il concerto di Noel ad Amsterdam

Oltre al concerto di Milano del 28 novembre, che sarà trasmesso da RTL 102.5, anche il concerto di Amsterdam dei Noel Gallagher's High Flying Birds del 30 novembre sarà trasmesso in diretta radio. Ecco le stazioni radio che lo trasmetteranno. C'è anche la Rai.

Dalle 20.30 (CET):

Belgio - VRT Studio Brussel
Bulgaria - BNR, BNR 2 Horizont
Islanda - RUV, Ras 2
Irlanda - RTE, 2FM
Olanda - NPO, 3FM
Portogallo - RDP, Antena 3
Slovenia - RTVS Val 202

Dalle 21 (CET):

Germania - NDR, SWRB, BR, DKU e HR
Ungheria - MR
Italia - RAI
Svezia - SR

(noelgallagher.com)


martedì 22 novembre 2011

Video: Seconda parte dell'intervista di Mark Hoppus a Noel Gallagher (sottotitoli)

Noel Gallagher spiega perché il Manchester City è la squadra divina, cosa significa tifare Chelsea e cosa ne pensano i suoi figli della sua musica.

È la seconda parte di una chiacchierata con Mark Hoppus dei blink-182. Prima parte qui.

Sottotitoli by youtube.com/frjdoasisfan



lunedì 21 novembre 2011

Noel Gallagher: "Voglio che i Beady Eye facciano bene. Non mi importa quella merda"

Nessuna rivalità musicale con i Beady Eye. Lo dice Noel Gallagher nel nuovo numero della rivista Q, che sarà in edicola nel Regno Unito dal 29 novembre. "Voglio che i Beady Eye facciano bene", dice l'ex Oasis.

"Non vorrei che voi giornalisti paragonaste il mio disco a quello degli U2 o dei Coldplay o dei Beady Eye. O di qualcun altro. Quindi non è giusto per me paragonare il mio ai loro. So che volete che io dica che ho ballato sentendo una copia del loro album o che li ho tenuti l'uno in una mano e l'altro nell'altra e li ho fatti battagliare a colpi di canzonature, ma onestamente non me ne fotte un cazzo di questo. Gem e Chris Sharrock sono ancora miei amici, ho molti amici nella loro comitiva. Voglio che facciano bene, non voglio rimanere coinvolto in quella merda".

Noel parla anche della possibile reunion degli Oasis e del disco fatto con gli Amorphous Androgynous. Inoltre svela quale diva del pop potrebbe fare una cover delle sue nuove canzoni.

oasisnotizie - via qthemusic.com


"Anche Noel e Liam Gallagher tra i VIP intercettati dal News of the World"

Anche Noel e Liam Gallagher tra i VIP intercettati dal News of the World. È quanto afferma Alan McGee, fondatore della Creation Records, che nel maggio 1993 mise sotto contratto la band di Manchester.

Il 51enne scrive sul blog di Huffington Post: "Se sulla lista ci sono io allora trovo personalmente impossibile pensare che persone come Noel Gallagher e Liam non siano state intercettate, quando saranno rivelati altri nomi. ovviamente tenterò di fare causa alla News International, visto che meritano tutto il dolore e la cattiva pubblicità per quello che hanno fatto alla gente".

Il nome di McGee compariva nell'agenda di Glenn Mulcaire, personaggio al centro dello scandalo delle intercettazioni illegali che ha travolto il News of the World. "Ho mandato un messaggio a Noel Gallagher per dirgli che uslla lista degli intercettati c'ero io. Credo che anche lui immagini di essere in quella lista".

Noel aveva scherzato sulla vicenda, dicendo che si sarebbe offeso se avesse scoperto di non essere stato intercettato.

oasisnotizie - via digitalspy.co.uk


Noel: "Liam è rancoroso e mi molestava telefonicamente". E mamma Peggy: "Se la risolvano da soli"

Peggy Gallagher, madre degli ex Oasis Noel e Liam, è intervenuta sulla disputa tra i due figli.

Il 38enne Liam e il 44enne Noel, che nell'agosto 2009 lasciò gli Oasis decretando la fine della band che ha fatto la storia del Britpop, sembravano vivere un periodo di tregua dopo il reciproco scambio di accuse di quest'estate e la successiva querela di Liam a Noel, ma evidentemente era solo un'illusione.

Noel, che il mese scorso ha pubblicato il suo primo disco solista, ha depositato presso l'Alta Corte di Londra un documento di 14 pagine in cui ribadisce quanto affermato pochi mesi fa, cioè che Liam avrebbe lasciato alcuni messaggi pieni di insulti nella segreteria telefonica del cellulare di sua moglie Sara MacDonald. Inoltre Noel conferma la versione del litigio dietro le quinte del Rock en Seine di Parigi, dicendo che Liam lo attaccò con la chitarra, "brandendola come un'ascia". Noel definisce il fratello minore "rancoroso e infantile".

Il documento è una difesa di Noel dalle accuse di diffamazione a mezzo stampa lanciate da Liam, che ha querelato il fratello per aver a suo dire insinuato che avesse annullato il concerto al V Festival del 2009 perché alle prese con una pesante sbronza. Liam sostiene di avere avuto la laringite, come confermato da un certificato medico.

È intervenuta anche la madre dei Gallagher: "Lasciamo che se la risolvano da soli", ha detto, esprimendo fiducia verso una risoluzione positiva della questione.

Il 22 agosto, in una videochat con i fan, Noel si era scusato con il fratello, dicendosi dispiaciuto "se le mie parole lo offendono". Sembrava la fine del fuoco incrociato, ma ora all'annosa vicenda dei turbolenti Gallagher si aggiunge questo altro capitolo.

oasisnotizie - via mirror.com

Noel Gallagher aggiunge nuove date nel Regno Unito e in Irlanda

Annunciate nuove date nel Regno Unito e in Irlanda per Noel Gallagher e gli High Flying Birds. Ecco il riepilogo:

13th Feb 12 - MANCHESTER, Manchester Evening News Arena - SOLD OUT

14th Feb 12 - ABERDEEN, P&J Arena **NEW DATE**

16th Feb 12 - BELFAST, Odyssey Arena - GET TICKETS Artist Ticket Link // Ticketmaster

17th Feb 12 - DUBLIN, The O2 - SOLD OUT

19th Feb 12 - SHEFFIELD, Motorpoint Arena **NEW DATE**

23rd Feb 12 - NEWCASTLE, Metro Radio Arena - SOLD OUT

24th Feb 12 - GLASGOW, SECC Hall 4 - SOLD OUT

26th Feb 12 - LONDON, The O2 - SOLD OUT

01st Mar 12 - BIRMINGHAM, NIA - SOLD OUT

17th July 12 - EDINBURGH, Edinburgh Castle **NEW DATE**

04th Sept 12 - BOURNEMOUTH, BIC **NEW DATE**

06th Sept 12 - LIVERPOOL, Echo Arena **NEW DATE**

09th Sept 12 - CARDIFF, Motorpoint Arena **NEW DATE**

10th Sept 12 - NOTTINGHAM, Capital FM Arena **NEW DATE**

Biglietti in vendita dalle ore 10 italiane del 25 novembre. Info su noelgallagher.com

Due nuove date in Australia per Noel Gallagher

Annunciate due nuove date in Australia per Noel Gallagher e gli High Flying Birds:

23 gennaio 2012 - SYDNEY, Enmore Theatre
31 gennaio 2012 - MELBOURNE, The Palais

Tickets go on sale at 12:00pm (AEDT) Monday 28th November through:

SYDNEY: www.ticketek.com.au (Ph: 132 849), Enmore Theatre Box Office (Ph: 02 9550 3666) & www.bigdayout.com

MELBOURNE: www.ticketmaster.com.au (Ph: 136 100) & www.bigdayout.com

www.NoelGallagher.com will be running fan pre-sales for the gigs

domenica 20 novembre 2011

Video: Noel Gallagher intervistato da Mark Hoppus (sottotitoli)

In questo video, registrato il 14 novembre e mandato in onda nei giorni scorsi negli USA, Noel Gallagher è intervistato da Mark Hoppus dei blink-182. Divertente chiacchierata che abbiamo sottotitolato in italiano.

youtube.com/frjdoasisfan



Noel Gallagher da Milano in radiovisione su RTL 102.5 il 28 novembre


Lunedì 28 novembre dalle ore 21.00 in diretta radio dall'Alcatraz di Milano e in radiovisione sul canale 750 della piattaforma SKY Italia RTL 102.5 trasmetterà il concerto dei Noel Gallagher's High Flying Birds.

NOTA: Dubito che sarà in radiovisione. Probabilmente faranno come fecero per il concerto degli Oasis a Firenze nel 2009, quando ci fu la diretta audio e immagini di repertorio.

Video: Noel Gallagher live in San Francisco

Ieri sera Noel Gallagher si è esibito dal vivo a San Francisco. Siè chiuso il tour oltreoceano dei Noel gallagher's High Flying Birds.



Dodicesimo post del diario di Noel

Sì, compagni ...

La Royce Hall era / è un'altra cosa teatrale favolosa nel campus della UCLA. Due serate piuttosto belle. Pubblico bizzarro però. Abbastanza vivace la prima sera e morta come i Dodo la seconda!!! Perché? Chi cazzo lo sa ... Molto strano però.

Ho fatto un'intervista con CBS Morning News … detto questo, sarebbe pututa essere NBC Morning News. Non lo so, non ricordo. Sarei sorpreso se qualcuno dei telespettatori avesse idea di chi fossi. L'intervistatore si chiamava Ben Tracy … Ben Tracy?? Non faceva parte dei Thunderbirds? Mi ha fatto alcune domande dannatamente buone, però (non è sarcasmo, beninteso).

È stato bello tornare a Los Angeles. Ormai amo questo posto. Prima lo odiavo. Non l'ho digerito per anni, ora però lo amo ... un chiaro segno che sto invecchiando, credo !!

Ora, non so se abbiate visto una storia che circola, dice che mi è stato offerto di scrivere la sigla del nuovo film di James Bond. Pare che i "capi" 007 mi stiano facendo la corte!!!!! Un incontro "si terrà nei prossimi giorni"!!!! Con un tizio di nome "Michael G. Wilson" (chiunque sia)!!! Una "fonte" dice che "niente è stato firmato o ufficializzato"!!!! Ovviamente no, cazzo!!!!!! Chi È la fottuta "fonte"? Forse si fa di "salsa" (gioco di parole: "source", "sauce", pronunciati quasi nello stesso modo, ndr)? Proprio bizarro.

Ora mi trovo a San Francisco. Ho appena fatto il soundcheck all'Orpheum Theatre.

È l'ultima sera di questo particolare tour americano. Domani ho il volo e torno a casa. Non vedo l'ora. Ci sono merdate che succedono lì e devo farmici coinvolgere.

A tra poco.

GD.

20 novembre 2011

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Undicesimo post del diario di Noel

Sì, compagni ... Come va?

Dunque, sono state due notti grandiose al Beacon di New York City. Un altro antico teatro bellissimo. Veramente strabiliante. Ho incontrato alcuni fan selvaggiamente entusiasti. Uno o due sono stati molto intensi. Qualcuno mi ha stretto il braccio così forte da farmi male, cazzo!!

Ho incontrato gente proveniente da tutto il dannato mondo e mi è stato presentato un cagnolino di nome "NOEL", che era stato "… chiamato così in tuo onore, amico!!!!!!", ha detto il suo padrone gridando al mio indirizzo (Hmm ... grazie).

C'era anche un ragazzino in prima fila ad uno dei concerti; giuro che poteva avere non più di 10 anni!! Faceva ondeggiare un piccolo cartello che diceva semplicemente "DREAM ON NOEL". Spero che fosse accompagnato da un adulto responsabile.


Alla fine non mi sono scombussolato molto. Le mi ali da festaiolo sono state tarpate bene da questa cosa diabolica del dover cantare ... spazzatura!!!!


Ieri sono atterrato a Los Angeles e sono stato assaltato da una di quelle troupe televisive che vanno a caccia di celebrità. Non che io mi consideri uno di quei tipi, ma sai cosa faccio io, no?


In ogni caso questo cretino insisteva nel farmi stupide domande. Eccone un esempio ...


"Ti piace LA? Che ne pensi di Katie Holmes? È stata fredda con te? Che ne pensi di Tom Cruise???"


(per la cronaca AMO FOTTUTAMENTE Tom Cruise).


"Che ne pensi di Scientology?" E stranamente … "Che ne pensi di Morrissey?... È lui il mancuniano (Noel scrive 'Man-chew-nion' imitando l'accenmto americano, ndr) più grande di sempre?".


Inoltre, per la cronaca, è Frank Sidebottom il mancuniano più grande di sempre.

Sono tornato a quella che è diventata una residenza a me molto familiare di recente. Ho trascorso la gran parte degli ultimi tre mesi qui mentre registravo e mixavo l'album HFB. Ho incontrato i reali qui!! Niente di meno che il re di Tonga!!! Un vero re!!! Ve l'ho raccontata questa storia?? È troppo lunga per addentrarmici qui, ma mi hanno invitato a cena regolarmente per parlarne.


Il sole splende. Va tutto bene.

Ci vediamo ai concerti, se verrete. Sono alla Royce Hall. Sono sul palco alle 9. Non fate ritardo.

A tra poco.


GD.


18 novembre 2011

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Oggi nella storia degli Oasis

20 novembre 2006 - Esce il tutto il mondo il primo best degli Oasis dal titolo Stop the Clocks e contemporaneamente si registra lo straordinario record tutto italiano messo a segno da Noel Gallagher e Gem Archer per il concerto di mercoledì 29 novembre al Blue Note di Milano.

Infatti i biglietti dell'esclusivo show semi-acustico messi in vendita venerdì 17 novembre, sono andati letteralmente a ruba nel tempo record di qualche ora.

In attesa del concerto-evento, la band arriva nei negozi di dischi con la prima raccolta, Stop The Clocks, che raccoglie diciotto dei maggiori successi scritti dagli Oasis in oltre dieci anni di carriera in un doppio CD (l'edizione limitata avrà in più un bonus DVD Lock the Box con interviste e inedite versioni live di alcuni brani). Per la realizzazione del disco gli Oasis hanno insomma setacciato e raccolto i momenti più memorabili della loro storia, senza preoccuparsi di accontentare tutti. E la scaletta probabilmente susciterà reazioni contrastanti tra i milioni di fan, nella migliore tradizione della band.

I brani scelti sono: 'Rock'n'Roll Star', 'Some Might Say', 'Talk Tonight', 'Lyla', 'The Importance of Being Idle', 'Wonderwall', 'Slide Away', 'Cigarettes and Alcohol', 'The Masterplan', 'Live Forever', 'Acquiesce', 'Supersonic', 'Half The World Away', 'Go Let It Out', 'Songbird', 'Morning Glory', 'Champagne Supernova', 'Don't Look Back In Anger'.

La confezione della raccolta riserva poi una 'chicca': la copertina dell'album è opera di Peter Blake, esponente di spicco della pop art britannica entrato nella leggenda come autore della copertina dell'album dei Beatles «St. Pepper's Lonely Hearts Club Band». Intanto, Noel Gallagher sarà a Milano il 25 novembre per partecipare ad una puntata speciale di Trl. Gli studi di Mtv che si affacciano su Piazza Duomo ospiteranno, eccezionalmente di sabato, Noel che presenterà il nuovo album e il concerto milanese.

La raccolta è stata pubblicata per volontà della Sony. Gli Oasis sono stati spinti a pubblicarla proprio per poter risolvere il contratto discografico che li legava alla Sony, così come la band voleva da tempo: la casa discografica, sapendo che il gruppo non avrebbe rinnovato il contratto alla fine del 2006, voleva chiudere il periodo con una raccolta e la band, praticamente obbligata, ha deciso di assumere l'incarico di scegliere le canzoni.

sabato 19 novembre 2011

Noel Gallagher pronto per registrare la sigla di James Bond?

L'ex stella degli Oasis Noel Gallagher potrebbe ottenere la licenza per cantare la sigla del nuovo film di James Bond Skyfall.

L'autore di Wonderwall, 44 anni, sta per incontrare i "boss" di 007 nei prossimi giorni per discutere della scrittura della title track.

Una fonte ha detto al Sun: "Stanno per parlare della scrittura e potenzialmente eseguire la canzone per il nuovo film di James Bond del prossimo anno".

"Nulla è stato firmato o ufficiale, è solo in fase di discussione in questo momento."

Noel - che incontrerà l produttore di James Bond Michael G. Wilson a Los Angeles - potrebbe utilizzare una canzone che ha già scritto, chiamata Freaky Teeth. Il brano è stato suonato un pò di volte ai concerti, ma mai rilasciato.

Già nel 2008 Noel disse del brano: "L'ho ascoltato di nuovo e ho pensato: 'Questa potrebbe essere una fottuta grande sigla di James Bond'".

Noel ha ammesso che il titolo non era "molto bondiano", ma ha valutato che fosse il momento che un artista britannico registrasse di nuovo una sigla di James Bond. "È un po' una presa per il culo che il più grande agente segreto britannico di tutti i tempi debba avere una colonna sonora fatta da un gruppo di americani", ha puntualizzato Gallagher.

oasisnotizie - via The Sun


Noel Gallagher: "Ora sono un outsider nel mondo della musica"

Noel Gallagher ha affermato che ora è un "outsider" nel mondo della musica ed ha ammesso che i giorni in cui vendeva milioni di album sono finiti.

L'ex "capo" degli Oasis ha detto al Daily Record che era improbabile replicare il successo nelle classifiche che ha goduto con la sua vecchia band, ma dice che ora si sta concentrando sul creare album che durino nel tempo.

"C'è stato un punto negli anni '90 in cui la mia musica era al centro del mondo, ma io sono un outsider ora e non mi importa di quello", ha spiegato Noel, che ha poi aggiunto:

"Potrebbe essere divertente starne fuori per un po'. Quei giorni in cui si vendevano milioni di album e si era nelle classifiche e tutto quello è stato grande. Ma non ho mai pensato che sarebbe durato per sempre. E ora è un po' come ... mi limiterò a cercare di fare dischi che durino per sempre".

Il chitarrista, che ha pubblicato il 17 ottobre Noel Gallagher's High Flying Birds, ha anche insistito sul fatto di non avere rimpianti per aver lasciato gli Oasis.

"Non mi dispiace aver lasciato la band", ha detto. "Mi dispiace averla lasciata quella notte, quando c'erano un sacco di persone nel campo che ci aspettavano per andare a giocare. Quello non fu molto figo. Ma non mi dispiace averla lasciata perché non sarebbe potuta continuare a lungo".

Nelle ultime settimane sia Liam e che Noel hanno pubblicamente litigato sulla prospettiva di una reunion degli Oasis, con il frontman dei Beady Eye che ha rivelato che vorrebbe eventualmente riunirsi con il suo fratello maggiore e Noel che ha rifiutato la sua offerta di un ramoscello d'ulivo.

Giovedì, intervenendo telefonicamente ad una radio di San Francisco, Liam ha detto che "Noel è lunatico. È stato lui a lanciare l'idea della reunion per il 2015 e ora dice 'Oh, no no no'. A nessuno frega delle sue pippe mentali, stupido stronzetto. Se la vuole fare la faccia, se no chiuda quella cazzo di bocca". Clicca qui per leggere e ascoltare l'intervista a Liam.

oasisnotizie - via nme.com


venerdì 18 novembre 2011

Video: Noel Gallagher live in Los Angeles

Ieri sera i Noel Gallagher's High Flying Birds si sono esibiti a Los Angeles per la seconda serata consecutiva.



Liam Gallagher alla radio: "Non basta il sangue, ho amici più rispettosi di Noel. E non mi piacciono i Muse"

Liam Gallagher è stato intervistato da Live 105, radio di San Francisco.

Audio sotto la traduzione


Ti manca suonare canzoni degli Oasis?


"Non ancora, ma le vogliamo suonare. Nessuno ci impedirà di suonarle, le sento mie tanto quanto sono di Noel, indipendentemente da chi le ha scritte. Come con Elvis, l'avresti detestato se il tizio che gli scriveva le sue canzoni le avesse pure cantate ... non avresti saputo che cazzo sarebbe successo. Se voglio le suono".

Quando uscirà il prossimo album?

"Cominceremo a febbraio, marzo o aprile. Trascorreremo la prima metà dell'anno a registrarlo. Forse lo faremo uscire verso la fine dell'anno, verso settembre. Siamo incamminati lungo quella strada di Phil Spector con All Things Must Pass (di George Harrison, ndr), quel sound epico".

La maggiore differenza tra Beady Eye e Oasis?

"Non tanta differenza, facciamo lo stesso tipo di musica. La gente dice che sono un provocatore, ma our kid (Noel, ndr) è lunatico. Non ci sono più atmosfere negative. E sono sicuro che Noel dirà lo stesso. Siamo ancora rock'n'roll, abbiamo gli stessi amici, beviamo negli stessi posti, indossiamo ancora gli stessi vestiti".

Hai parlato con Noel?

"Non abbiamo nulla da dirci. A lui non piaccio, lui non piace a me. Reunion nel 2015? Ci vuole più del semplice sangue per essere mio fratello. Avere il mio stesso fottuto sangue non ti dà il diritto di comportarti come una fottuta testa di cazzo. E vale in entrambi i sensi. Io ho grandi amici che non sono miei fratelli di sangue ma hanno molto più fottuto rispetto per me di quanto non ne abbia mio fratello e viceversa, sai cosa intendo? Quindi fanculo alla merdata del sangue, non mi frega".

Si parlava di una reunion per celebrare con un tour il ventennale di Morning Glory nel 2015.

"Sai, è stato Noel a menzionare questa cosa. Non mi passava proprio per la testa. Poi è andato dicendo che lui avrebbe voluto farlo ma io non volevo farlo. Ho pensato: 'Sei pieno do merda, parli per me'. Noel non me l'ha mai chiesto, qualcuno mi ha fatto una domanda, io ho detto che lo farei. Non lo farei per i soldi, ma perché lo vogliono la musica e i fan. Poi Noel si è girato e ha detto: 'Oh, no, no, no, non lo faccio cazzo. Se vuole lui, lo può fare'. A nessuno frega più che tu ti fai le tue pippe mentali, stupido stronzetto. Se vuoi farlo fallo, se no chiudi il becco, cazzo, perché sono abbastanza felice di fare i Beady Eye e la Pretty Green e tutte le cose che sto facendo, sai cosa intendo? Non è che muoia dalla voglia di far tornare insieme gli Oasis".


Ricordi di essere venuto qui a Live 105 insieme ai Blur durante la battaglia tra le due band?


"Sì, ricordo che eravamo lì quando entrarono. Sembravano fighi accanto a noi, non sono mai sembrati così fighi", ha detto Liam ridendo.

Hai mai più incontrato Damon?

"Ho incontrato Damon un po' di volte. Non facevo sul serio, pensavo fosse una cosa da ridere. Ne abbiamo riso anche una settimana dopo. Quest'anno abbiamo fatto un concerto con Graham Coxon per la cosa dello tsunami in Giappone. È solo una cosa da ridere, molta gente ci ha marciato su, ma era una risata".

Quale nuova band ti piace?

"Ci piacciono i Cult, una band di New York che ha molte vibrazioni del Lennon newyorchese, molto riverbero e roba alla Phil Spector".

Quali band non ti piacciono in questo momento?

"I Muse non mi piacciono per niente. Non capisco tutta questo parlare che si fa attorno a quella roba. Sono sicuro che alla gente piace, ma per me è strano, mi inquieta la sua voce. Fa paura, amico. Suonare con loro? Non l'abbiamo mai fatto e non lo farei nemmeno".


traduzione by oasisnotizie



giovedì 17 novembre 2011

Video: Beady Eye alla O2 Academy Brixton di Londra

Alcuni video molto belli del concerto che i Beady Eye hanno fatto ieri sera alla O2 Academy Brixton di Londra.







mercoledì 16 novembre 2011

Roll With It scelta come canzone da sentire allo stadio di Padova

Roll With It, hit del 1995 degli Oasis, ha vinto il sondaggio tra i tifosi del Padova Calcio con il 43% delle preferenze e sarà inserita nella scaletta musicale proposta allo Stadio Euganeo già a partire dalla prossima sfida casalinga contro il Grosseto. Maggiori info qui.

thanks to Francesco

Video: Seconda serata di Noel Gallagher dal vivo a New York

Ieri sera seconda serata consecutiva al Beacon Theater di New York per i Noel Gallagher's High Flying Birds.



Video: Beady Eye live in Swindon

I Beady Eye si sono esibiti ieri sera all'Oasis Leisure Centre di Swindon. Liam si è arrabbiato con il tecnico del suono. Ci ha pensato Gem a sistemare tutto.



Liam Gallagher alla radio: "Niente concerti nel 2012"

Liam Gallagher ha parlato con Zane Lowe su BBC Radio 1 prima del concerto dell'altro ieri sera dei Beady Eye a Birmingham. Audio nel video seguente by youtube.com/frjdoasisfan

Liam ha detto che nel 2012 i Beady Eye non faranno concerti. "Ci concentreremo sull'album", dice il cantante. "Lo cominceremo verso febbraio, non ci saranno concerti dei Beady Eye l'anno prossimo, amico".

Ecco le canzoni che Liam preferisce eseguire dal vivo: Four Letter Word, Bring the Light, Standing on the Edge of the Noise, "Wigwam, se vogliamo definirla rock".



Liam Gallagher è pazzo per i giocattoli

Liam Gallagher ha speso 4.800 dollari in giocattoli durante lo shopping.

Il frontman dei Beady Eye - che ha tre figli, Molly, 13 anni, Lennon, 12, e Gene, 10, da tre donne diverse - è andato fuori di testa per oggetti come un'auto radiocomandata, console di videogiochi e un elicottero giocattolo, mentre a Manchester il reo confesso "bambinone" non vedeva l'ora di tornare a casa per giocare con loro.

Una fonte ha dichiarato al quotidiano Daily Star: "Liam ha lasciato un negozio di giocattoli con un sacco di roba e ha confessato: 'Sono un bambinone nel cuore, mi piacciono i giocattoli per ragazzi, cosa posso dire ?' Egli dice che sta progettando di viziare davvero troppo i suoi figli però. "

Liam ha recentemente rivelato di essere molto orgoglioso dei suoi figli Lennon - la cui madre è la sua ex-moglie Patsy Kensit - e Gene - il figlio avuto da sua moglie Nicole Appleton - e pensa un giorno di godere del loro successo nelle classifiche.

Interrogato su chi pensa che dovrebbe essere il responsabile del futuro del rock 'n' roll, il cantante di "Bring the Light" - che è stato precedentemente negli Oasis con il fratello Noel - ha detto: "I miei figli amico. Saranno loro. Il ragazzino Gene è un batterista. ha fatto il suo primo concerto l'altro giorno a scuola."

"Si è esibito di fronte a 200 persone a scuola, il primo concerto di sempre e ha suonato bene quanto i ragazzi di 14, 15 anni. Ma mentre si stavano tutti cagando sotto, lui è sceso e ha fatto, 'Yeeeeesssss man!'. Grande applauso. E il mio altro ragazzo sta imparando a suonare la chitarra."

by alex
oasisnotizie - via winnipegfreepress.com


Noel Gallagher: "Mi manca suonare la chitarra con gli Oasis"

Noel Gallagher ha ammesso che gli manca suonare la chitarra solista con la sua ex band, gli Oasis.

Gallagher uscì dalla band nell'agosto 2009 a seguito di un alterco a Parigi, e continuò a lavorare sul suo primo album da solista 'High Flying Birds', che ha pubblicato il mese scorso (17 ottobre).

Nelle ultime settimane, lui e suo fratello - il frontman dei Beady Eye Liam Gallagher - si sono scambiati frecciate pubbliche sulla possibilità di una reunion degli Oasis in futuro, con Noel che ha recentemente scartato il reclamo di suo fratello secondo cui egli sarebbe "disperato" dalla voglia di riformare il gruppo.

In un'intervista a musicradar.com il chitarrista non ha discusso della prospettiva di una reunion degli Oasis - ma ha ammesso che gli manca suonare la chitarra solista con la band.

Ha detto: "Negli Oasis, facevo una cosa completamente diversa da quello che sto facendo ora. Io suonavo la chitarra solista. E ... mi manca quello. Mi manca essere alla fine del palco e semplicemente alzare il volume del mio fottuto amplificatore il più forte possibile e baciare il cielo. Mi manca questo, devo dire".

Noel, tuttavia, ha anche aggiunto di essere felice di "godersi" il suo ruolo di chitarrista ritmico e ha detto di credere di suonare "molto meglio" la chitarra ritmica rispetto alla chitarra solista.

Gallagher ha anche dato alcuni dettagli sul suo secondo album solista, un progetto con il collettivo psichedelico Amorphous Androgynous la cui uscita è prevista nel 2012. "Ci sono 13 tracce, tre delle quali sono i singoli di questo album", ha detto. "Sono, tuttavia, versioni molto differenti: sono state remixate e psichedelizzate".

"Ci sono 10 canzoni originali. Non è un disco elettronico; è un disco rock psichedelico. Curiosamente, mentre non ci sono molte chitarre su questo disco, ce ne saranno forse troppe sul prossimo", ha concluso.

by alex
oasisnotizie - via nme.com


Nuovo logo per il blog


Dopo tredici mesi dall'ultimo cambiamento, cambiamo logo. Cheers

martedì 15 novembre 2011

Video: Noel Gallagher live in New York

Noel dal vivo oggi al Beacon Theater di New York.



Decimo post del diario di Noel

Sì, amici.

Una cosa veloce. Niente da riportare, visto che, be', non è successo niente.


Voglio solo condividere con voi una cosa che mi è successa oggi a New York in un negozio di abbigliamento.


Allora ... vado a fare shopping. Non cercavo niente in particolare. Solo per ammazzare il tempo. Mi godevo il clima (molto gradevole, quasi primaverile).

Ero in un negozio e non mostravo molto interesse per la merce e inizia a dispiegarsi il solito scenario. Lo conoscete?

Commessa: "Ciao … posso aiutarla con qualcosa oggi?"


Io: "Erm… No grazie … sto solo guardando".


(FINORA TUTTO BENE)


Commesso: "Sta cercando qualcosa in particolare ... una giacca? Dei jeans? Un maglione?"

Io: "... No grazie … sto solo guardando".


Commesso: "Queste scarpe da ginnastica? Sono molto cool"


Io: "………" (solo un piccolo sguardo fisso).


Commesso: "Che numero fa?"
Io: "40", dovete saperlo.

Commesso: "OK, le porto un paio"
.

Ora, a questo punto aspetterei regolarmente che questo idiota sia sparita dietro la tenda e poi me la darei a gambe, ma per un qualche motivo sconosciuto mi sono seduto su un piccolo sgabello di cuoio e ho aspettato ... e ho aspettato.

Proprio mentre sto per uscirmene ricompare lui con in mano una scatola.


Commesso: "Eccole".


Io: "Grazie".


Allora, per fortuna erano troppo grandi (i miei piedi bastardi si stanno riducendo ora??).


Io: "Scusa, amico, sono troppo grandi".

Commesso: "Cosa? Davvero? Il 40 è troppo grande? Davvero?"


Io: "Davvero".


Poi, con una faccia seria (e non sto scherzando), mi ha detto questo:

"Sa ... Le scarpe che calzano larghe vanno molto di moda in questo momento".

!!!!!!!!!!!


Io: "………" (solo un piccolo sguardo fisso).


INCREDIBILE, CAZZO.

Ora ... sarò fuori dai giochi sino a mercoledì/giovedì. Alcuni amici miei sono in città e forse si incasinerà tutto.


A tra poco.


GD


15 novembre 2011

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

Video: Beady Eye live in Birmingham

Ieri sera i Beady Eye erano in concerto alla O2 Academy di Birmingham.



lunedì 14 novembre 2011

Sfoglia l'articolo su Noel Gallagher su Max di ottobre

Scansione delle pagine dedicate a Noel Gallagher su Max di ottobre 2011. Enjoy

Clicca sulla finestra per ingrandire



Video: Noel Gallagher dal vivo a Boston

L'altro ieri Noel Gallagher si è esibito a Boston con i Noel Gallagher's High Flying Birds.

Vedi anche Noel ad una radio di Boston



Andy Bell difende Liam: "Non c'entra nulla nella polemica con Adam Ant"

Liam Gallagher non c'entra nulla con la polemica sollevata dai giornali dopo alcune dichiarazioni in cui il cantante definiva Adam Ant "uno svitato". A dirlo è Andy Bell, compagno di Liam nei Beady Eye, che qualche tempo fa aveva scritto una canzone per lo stesso Ant.

Liam era stato criticato da alcune associazioni benefiche che si occupano della cura di chi soffre di disordini mentali, tra cui Ant, cui Liam aveva dato dello "svitato".

Andy Bell ha spiegato: "Liam è stato ingiustamente tirato in ballo nella polemica. Non ho mai incontrato né lavorato con Adam Ant. Abbiamo un amico comune con cui avevo suonato per una canzone, che poi ha passato ad Adam Ant senza che io lo sapessi. Dopo ho spiegato che la canzone non poteva essere usata per il suo album (era solo un demo grezzo) e pensavo che la questione fosse chiusa. Poi Adam ha detto alla stampa che aveva registrato una canzone con un componente degli Oasis".

Secondo alcune voci sarebbe stato Liam Gallagher a impedire che la canzone venisse usata da Ant, ma Andy smentisce: "È stata una decisione tutta mia quella di impedire che la canzone che avevo scritto figurasse nel disco di Ant e mi secca che Liam sia stato tirato in ballo in questa situazione con cui non ha nulla a che fare".

oasisnotizie - via nme.com

Nono post del diario di Noel

Sì, compagni ... Come va?

Dunque ... dove siamo? Bene, a Filadelfia. Alla Academy Of Music, se la memoria non mi inganna - cosa che generalmente non fa - ma credo che stavolta lo stia facendo.

Bellissimo posto. Sul serio. Come una mini Albert Hall. Il concerto è stato ... buono ... ok ... non male. Un pubblico piuttosto addomesticato, ho pensato. Non so ... un po' riservato, il che non è una cosa brutta. Finché ascoltano e applaudono chi se ne importa?

C'era un tizio, però, che continuava ad urlare "WHATEVER!" tra le canzoni ... Spero non fosse un giornalista che si allenava con una nuova tecnica di recensione istantanea!!

Poi siamo andati a visitare il centro storico di Boston. Non ricordo di aver trascorso così tanto tempo lì in passato. Sono riuscito a vederne un po' stavolta e devo dire che è stato bellissimo. Un po' come Edimburgo. Bello. Mi è piaciuto molto.

Un altro luogo mozzafiato e un concerto grandioso ... Atmosfera veramente fantastica. Che pubblico meraviglioso! Hanno cantato fin quasi a far uscire il cuore. Bella roba.

Dopo il concerto mi sono preparato per andare a vedere il grande combattimento tra il grande Manny Pacquiao e Juan Manuel Marquez. E che lotta! Si sono letteralmente massacrati per 12 round. Ha vinto Pacquiao ai punti. Pensavo fosse un pareggio.

Muchas gracias a quelli che hanno aspettato fuori, cantando canzoni al freddo sino all'1 di notte. Piacere di incontrarvi.

Abbiamo fatto notte fonda a NYC, dove mi trovo ora. Ho 2 concerti imminenti al Beacon Theatre. Non vedo l'ora di farli. Alcuni compagni sono venuti dall'altra sponda dell'Atlantico. Dovrebbe essere divertente.

Oggi giorno libero. Devo andare a farmi modificare una camicia. È dannatamente 'piccola' ed è ancora troppo grande. Forse mi sto riducendo a pelle e ossa!!!

A tra poco.

GD

14 novembre 2011

by oasisnotizie

Altri post dal diario di Noel

domenica 13 novembre 2011

Liam Gallagher stronca le "cover degli Oasis" che sta facendo il fratello Noel da solista

In questo video sottotitolato in italiano due interviste ai Beady Eye. Nella prima, con Andy, Gem e Liam, si parla delle differenze tra il pubblico di San Paolo del Brasile e il pubblico di Rio de Janeiro (dove la band si è esibita rispettivamente il 5 e il 7 novembre) e del prossimo album. Liam lancia una frecciata a Noel, dando un giudizio negativo delle "cover degli Oasis" che sta facendo in tour. Nella seconda parte del video un'intervista a Gem e Andy registrata poco prima del concerto al Planeta Terra di San Paolo.

Video by youtube.com/frjdoasisfan



LinkWithin

Related Posts with Thumbnails