mercoledì 31 marzo 2010

Un pezzo degli Oasis nel manga Beck

Buone nuove per i fan di Beck: Mongolian Chop Squad, il “rock-manga” di Harold Sakuishi che tanto è piaciuto agli amanti della musica…e dei fumetti giapponesi!

Pare infatti che, nel live action in uscita il 4 settembre, oltre alle canzoni originali del manga/anime abbiano trovato posto ben due brani di artisti del calibro di Oasis e Red Hot Chili Peppers. E non saranno le solite canzoni messe nel film “a caso” ma, a quanto pare, avremo come Opening “Around The World” dei Red Hot Chili Peppers e, come ending, “Don’t Look Back in Anger” degli Oasis. Tra l’altro questa non è la prima esperienza “giapponese” per entrambe le band che, già qualche anno fa, hanno “prestato” le loro “Dani California” (Red Hot Chili Peppers) e “Falling Down” (Oasis) rispettivamente per il Live Action di Death Note e la versione televisiva di Eden of The East.

(comicsblog.it)

martedì 30 marzo 2010

Ascolta il concerto di Noel alla radio

Stasera Absolute Radio trasmetterà i momenti salienti del concerto di Noel per il Teenage Cancer Trust. Per ascoltarlo basta accedere a questo indirizzo quando in Italia saranno le 20.

(Video) Noel parla dello spot Adidas

Noel parla con Adidas del nuovo spot per la Originals' 2010 Global Campaign che lo vede tra i protagonisti, ma anche dello stato dell'industria musicale e dei suoi migliori concerti. Nel secondo video compare anche Ian Brown.



lunedì 29 marzo 2010

Esclusivo - Liam intervistato negli USA

Liam, negli USA pochi giorni fa, è stato intervistato dal sito Live4Ever, con cui ha parlato della Pretty Green e di altro (ha rivelato, tra l'altro, di odiare i blog dei cantanti, definiti «ridicoli»). Ecco un estratto della chiacchierata - traduzione by oasisnotizie - ripr. ris.

Live4ever: OK Liam, come stai oggi, bene?

Liam: Mi sento molto meglio di ieri. Ieri mi sentivo e sembravo un vampiro. Non stavo tanto bene. Ho vomitato molto. Ancora un po' strano, ma per il resto mi sento bene, amico.

(Liam aveva avuto un'indigestione e ha dovuto saltare anche il programma
Late Night with Jimmy Fallon)

Spero non sia a causa degli hot dog che vendono all'aeroporto JFK. Ho sentito che ti hanno creato un po' di problemi quaggiù, un'attesa imprevista quando sei arrivato all'aeroporto?

No, no, ho firmato il pezzo di carta sbagliato.

Il pezzo di carta sbagliato?

Per venire qui ho un visto. Non so … cos'era, Steve?

(Steve Allen, chief executive della Pretty Green, spiega che c'era solo un ufficiale del servizio immigrazione che faceva il suo lavoro e che hanno dovuto compilare un altro modulo).

(Sogghigna) Considerato che non so scrivere, mi ci è voluto un bel po' per compilarlo - mi ha preso tutto il giorno.

Be' spero che ti abbiano trattato bene. Certe volte possono agitarsi un po' ...

No, erano gentili, tutto ok.

Così sei a New York per promuovere la Pretty Green. Ad oggi i residenti negli USA possono comprare i tuoi capi usando dollari USA nel tuo store su Internet, vero?

(Viene Steve e spiega che tutti i capi hanno prezzi in dollari USA senza tasse sull'importazione. I capi sono distribuiti dal Regno Unito e la consegna normalmente richiede circa 3 giorni).

Hai parlato con qualche department store di New York per far distribuire la tua linea di abbigliamento?

Nostro personale l'ha già fatto nel Regno Unito e a New York c'è uno store di nome ‘Any Old Iron’ che sarà il primo a vendere la nostra linea, a cominciare dall'autunno.

Perché non ti interessa uno degli store più grandi come il Barneys?

Oh sì, mi piace il Barneys, ma ho sentito che al momento non è così buono. Sono disponibile a portare la mia linea dappertutto. Non faccio tanto il prezioso su dove deve deve stare, sai cosa intendo? La cosa importante è provare a farci il nostro piccolo store, il nostro negozietto qui a un certo punto, se tutto va bene.

Però hai già in programma altri store in altri posti, no?

Stiamo visionando un locale a Londra - e Tokyo sarebbe un posto buono perché abbiamo un bel po' di fan e molta gente compra laggiù. Sicuramente New York, se ne fai uno qui devi farne uno a New York, no?

Assolutamente. Quindi, come hai detto prima, non stai cercando di inventarti un po' tutto. La priorità per te è che sia un prodotto di prima qualità.

Prima qualità, sì.

Clicca qui per il resto dell'intervista.

(Audio) Ascolta il concerto di Noel per il TCT

Ecco in esclusiva il bootleg del concerto di Noel per il Teenage Cancer Trust. Grazie mille a oasisnews Brasil e a stevehaze del forum di live4ever.

domenica 28 marzo 2010

Liam: "Ispirato da Bowie e T-Rex"

oasisnotizie- ripr. ris. Nell'intervista rilasciata a Radio RXP di New York Liam ha svelato che ad ispirare il suo primo album post-Oasis sono stati David Bowie e T-Rex. Il cantante, che tornerà in studio ad aprile per registrare il nuovo disco, ha parlato di un mix di psichedelia e di buone canzoni rock'n'roll. Gallagher ha detto di essere intenzionato a ultimare l'album a giugno, in modo da lanciare i primi due singoli a ottobre e dopo Natale. «Il disco di Noel sarà bello e il nostro ancora migliore» ha detto Liam, che ha confermato che con il fratello non parla da agosto, «ma a un certo punto succederà di nuovo». Non sono mancate le frecciate ai Coldplay: «Sono bravi, ma per me non sono abbastanza rock'n'roll. Devono comprare roba Pretty Green».

sabato 27 marzo 2010

Seconda serata al TCT, Noel canzona Liam

oasisnotizie - ripr. ris. Dopo il successo della prima serata, ieri sera (foto oasisnews Brasil) Noel si è esibito nuovamente per la causa benefica del Teenage Cancer Trust, ripercorrendo la stessa scaletta. Nel corso della performance non ha risparmiato battute indirizzate a Liam. Dopo aver eseguito Cast No Shadow, il chitarrista ha risposto alle grida di un fan così: «Chiedi 'Dov'è Liam?'. Forse è impegnato a essere un vero settentrionale, a progettare il perfetto stivale desert». Sotto questo post alcuni video della seconda serata (grazie all'utente RockEnBen)

Prima di presentare Noel, Roger Daltrey degli Who, che cura il TCT, aveva spiegato perché aveva invitato Liam a eseguire Quadrophenia la settimana seguente sullo stesso palco. «Non riesco a pensare a nessuno che sia più adatto di lui a vestire i panni di Ace Face. L'ho chiamato, ma ha detto 'Non posso, sto facendo qualcosa di molto più importante. Vado a Disneyland con i miei bambini'».

Noel è stato accompagnato sul palco da Gem Archer, dal tastierista Jay Darlington e, dopo poche canzoni, anche dai Wired Strings, ensemble femminile di otto archi, e dal Crouch End Choir, composto da 50 elementi. Il cantante ha dedicato Slide Away alla compagna Sara MacDonald e Digsy's Dinner a un membro del pubblico particolarmente loquace, tale Dave, che, seduto in prima fila, si è guadagnato l'applauso del pubblico per aver improvvisato un ballo dopo la dedica. Il simpatico siparietto è proseguito con una domanda di Noel: «Sei fatto adesso?». Alla fine della canzone l'ex Oasis ha ribadito: «Ogni nota per te, ogni fottuta nota era per te». In chiusura di serata: Whatever, The Masterplan, Married With Children e Don't Look Back In Anger. Sobria l'uscita di scena. Noel ha ringraziato il pubblico: «Grazie per aver sostenuto l'associazione benefica in questi 10 anni» e poi ha dato il via agli applausi per la sua band, il coro e l'orchestra.







venerdì 26 marzo 2010

Liam bloccato all'aeroporto

Piccola disavventura per Liam all'aeroporto newyorchese JFK. Il cantante, la cui partecipazione al programma Late Night with Jimmy Fallon su NBC era stata cancellata, si trovava negli Stati Uniti per promuovere la Pretty Green. Arrivato all'aeroporto martedì sera, ha dovuto attendere 20 minuti in una zona riservata del Servizio Immigrazione perché non aveva presentato un modulo necessario per entrare nel Paese. Testimoni hanno riferito che Liam si è comportato in maniera impeccabile, limitandosi a firmare autografi al personale in servizio all'aeroporto e a mangiare pane e formaggio.

Liam Gallagher eletto miglior frontman di sempre: "Io come Elvis"

È Liam Gallagher il miglior frontman di tutti i tempi. Il cantante di Manchester, che compare sulla copertina del nuovo numero di Q in edicola nel Regno Unito dal 28 marzo, ha battuto artisti del calibro di Bono, Freddie Mercury e John Lennon nel sondaggio indetto dalla rivista musicale britannica. 

Nell'intervista contenuta nel nuovo numero Liam si mette sullo stesso piano di Elvis Presley: "Ci sono Elvis ed io. Non saprei dire chi dei due è migliore. Forse Noel".

Qual è il segreto per essere un frontman di successo? "Essere te stesso e non saltellare come una troia", sostiene.

Anche la star dei Kasabian Tom Meighan, 19esimo nel sondaggio, avrebbe votato Liam come frontman ideale: "Chris Martin va bene se hai 35 anni e sei triste perché sono aumentate le rate della tua ipoteca, ma è Liam la tua voce ideale se sei ... se te la senti di fare tutto", dice Tom, cresciuto con il mito di Liam.

Questa la classifica stilata con i voti dei lettori di Q:

1) Liam Gallagher
2) Bono
3) Freddie Mercury
4) Damon Albarn
5) Chris Martin
6) Matt Bellamy
7) Jim Morrison
8) Bob Marley
9) Paul McCartney
10) John Lennon
11) Robbie Williams
12) Debbie Harry
13) Mick Jagger
14) Morrissey
15) John Lydon (alias Johnny Rotten)
16) James Brown
17) Bruce Springsteen
18) Robert Plant
19) Tom Meighan
20) Joe Strummer

Fonte: independent.co.uk

(Video) Noel al Teenage Cancer Trust

(Foto: Reinaldo Giacometti, oasisnews Brasil)

Altri video del ritorno sulle scene di Noel, accompagnato sul palco dal Crouch End Festival Choir, da Gem Archer e dai Wired Strings. In scaletta brani quali Wonderwall, Don’t look back in anger, Don’t go away e The masteplan. A chi gli domandava di presentare qualche nuova canzone, The Chief ha risposto: «No, sono belle, ma non è il posto giusto né il momento giusto».





giovedì 25 marzo 2010

(Video) Noel dal vivo per il TCT

Noel si è esibito stasera alla Royal Albert Hall di Londra per il Teenage Cancer Trust. Per lui era la prima performance pubblica dalla fine di agosto. Alcuni video della serata sono visibili qui sotto e alla pagina http://qik.com/adwood1984. Questa la scaletta della serata (grazie a oasisnews Brasil):
1. (It’s Good) To Be Free
2. Talk Tonight
3. Fade Away
4. Cast No Shadow (With Crouch End Festival Chorus)
5. Don’t Go Away (With Wired Strings & Crouch End Festival Chorus)
6. Importance Of Being Idle
7. Listen Up (With Wired Strings & Crouch End Festival Chorus)
8. Sad Song
9. Rockin’ Chair
10 Wonderwall (With Wired Strings & Crouch End Festival Chorus)
11.Slide Away
12 Digsy’ Dinner
13. Whatever
14. Masterplan (With Wired Strings & Crouch End Festival Chorus)
15. Don’t Look Back in Anger (With Wired Strings & Crouch End Festival Chorus)






Ecco il resoconto della serata dalla pagina di Twitter degli Oasis:

  1. An amazing night ends with 'Don't Look Back In Anger'. Thanks to everyone who came along to support TCT. To donate text TCT to 70300
  2. Air punching for 'Slide Away'. 'These could be the best days of our lives' - 'Digsy's Dinner'! Now we're onto 'Whatever'. Phew!
  3. A roof-lifting 'Wonderwall' gets followed by Gem killing the solo on 'Rockin' Chair'!
  4. '...Idle', 'Listen Up', a friendly little jab at Scousers followed by 'Sad Song'. Good times!
  5. Wired Strings come on to join Noel, the guys and the choir on 'Don't Go Away'. Beautiful.
  6. The Crouch End Festival Chorus fill the hall on 'Cast No Shadow'. The crowd are giving them a good run for their money!
  7. Jay (aka Jesus, aka The Shroud) joins the guys on stage for 'Talk Tonight'. The audience have certainly packed their singing voices!
  8. A standing ovation greets Noel, Gem and Terry Kirkbride. Opening with '(It's Good) To Be Free'.
  9. Big applause for Jack Chester who was treated on one of the TCT wards. To donate text TCT to 70300
  10. Keep checking back and we'll keep you updated with the highlights of Noel's first of two sold out nights...
  11. Big Brother Recordings are at Noel's TCT gig at London's Royal Albert Hall. We checked out s/check and it was great...

Esclusivo - Video di Noel con sottotitoli in italiano

Di seguito il video della conferenza stampa di Noel a Wembley nell'ottobre 2008 con sottotitoli in italiano. Esclusiva by frjdoasis2 channel.

Liam nel nuovo numero di Q

Liam compare sulla copertina del nuovo numero di Q, in edicola nel Regno Unito dal 28 marzo. La rivista contiene un articolo sui migliori frontman di tutti i tempi.

(Video) Liam alla radio negli USA

Liam è stato intervistato dalla radio newyorchese RXP 101.9 a The Rock Show con Matt Pinfield e Leslie Fram, con cui ha parlato della sua linea di abbigliamento e dei programmi musicali, confermando quanto già si sa: «Con la nuova band cominciamo a registrare a metà aprile e finiamo a giugno se tutto va bene. Speriamo di pubblicare il singolo e d fare dei concerti prima della fine dell'anno. Il disco sarà pubblicato l'anno prossimo». Ecco la prima parte del video.



Clicca per vedere la parte 2 e la parte 3 (grazie all'utente IamLav).

Damon Albarn svela il nome del nuovo bassista di Liam

oasisnotizie - ripr. ris. Damon Albarn, ex frontman dei Blur, ha detto di sapere il nome del nuovo bassista della band di Liam nel corso di un'intervista rilasciata a Triple J Radio. Il cantante ha parlato del nuovo album dei Gorillaz e ha rivelato i nomi dei membri della sua live band. Tra questi figura Geoff Wotton. «Nella live band abbiamo anche un giovane di nome Jeff, che, strano a dirsi, sta anche nella nuova band di Liam». Albarn ha aggiunto di non conoscere il nome del nuovo gruppo del più piccolo dei Gallagher.

Noel Gallagher sarà di nuovo papà

Noel Gallagher sarà di nuovo papà. A rivelarlo è il Sun, secondo cui Sara MacDonald è al terzo mese di gravidanza. Il tabloid si sbilancia anche sul nome del nascituro: amici del chitarrista sono convinti che il piccolo si chiamerà Nelson in onore di Nelson Mandela perché concepito in Sudafrica. Fonti non meglio precisate giurano di aver visto Noel e Sara, sua compagna da dieci anni, al settimo cielo. Noel è già padre di Donovan, 2 anni, e di Anais, avuta nel 2000 dalla ex moglie Meg Mathews.

Annullata la presenza di Liam in tv

Liam non ha partecipato al Late Night with Jimmy Fallon, andato in onda ieri notte sul canale statunitense NBC. La partecipazione del cantante alla trasmissione è stata rinviata a data da destinarsi.

mercoledì 24 marzo 2010

Liam in tv, Noel alla radio

Come anticipato alcuni giorni fa, Liam sarà ospite questa sera di Late Night with Jimmy Fallon, in onda su NBC solo negli Stati Uniti. In Italia sarà quasi alba. È atteso domani, invece, Noel sul palco del Teenage Cancer Trust. Lunedì 29 marzo Absolute Radio trasmetterà uno speciale di un'ora (dalle 18 alle 19 italiane) sull'esibizione di Noel alla Royal Albert Hall di Londra.

Lette le dichiarazioni di Noel sull'aggressione di Toronto

Si è tenuta ieri mattina l’udienza di Daniel Sullivan, il 48enne canadese che nel settembre 2008 aveva aggredito Noel sul palco del V Festival di Toronto, procurandogli la frattutra di tre costole. Il magistrato ha letto il victim impact statement, cioè la dichiarazione di Noel sull’impatto avuto dall’accaduto sulla vittima. La sentenza definitiva per Sullivan è in programma per il 21 aprile. Ecco un estratto della dichiarazione di Noel tradotto in esclusiva da oasisnotizie.

Il 7 settembre 2008 gli Oasis erano l’attrazione principale del V Festival di Toronto, in Canada, quando fui aggredito sul palco da un intruso. Ero nel bel mezzo di una delle canzoni. Definirei l’impatto e lo shock improvviso che ho subito al colpo che avrei preso da un autobus. Caddi rovinosamente a terra e la band smise di suonare. Caddi sui monitor e sulle casse, che sono a forma di cuneo. Non avevo idea di cosa fosse successo. Fui preso da un membro dello staff e portato ai bordi del palco. In questo frangente provai dolore al fianco sinistro. Inizialmente fui assistito da paramedici. Mancavano 40 minuti alla conclusione del concerto. Ero sconvolto, ma decisi di tornare sul palco. Lì per lì, forse a causa dell’adrenalina, non constatai completamente la gravità dell’infortunio. Dopo un altro po’ di canzoni trovai difficoltà a respirare e provai un dolore ancora più acuto. Lasciai il palco e fui portato all’ospedale. All’ospedale mi sottoposero a raggi x e la diagnosi, che si rivelò incompleta, fec eemergere la fratture interna delle costole. Si pensò che potessi migliorare in un paio di giorni. La successiva esibizione a London, nell’Ontario, del 9 settembre fu cancellata e io trascorsi un giorno a letto ad assumere antidolorifici.

(...)

Mi è stato detto che non recupererò mai completamente dalla frattura delle costole e ogni tanto ho delle fitte dolorose. Quanto all’impatto emotivo che l’accaduto ha avuto su di me, ho dovuto fare i conti con la pressione di dovermi esibire per non deludere la band. Non mi era mai successo niente del genere. Per un notevole periodo di tempo ho operato solo al 50% delle mie possibilità e ciò ha naturalmente mi ha rovinato il piacere del tour.

sabato 20 marzo 2010

Liam Gallagher attacca i Coldplay e gli U2: "Non hanno senso estetico, si vestono in modo orribile"

Dopo aver definito Noel "l'uomo più sopravvalutato della storia" e aver attaccato gli U2 e i loro "finti fan" Liam ha parlato ancora del primo disco della sua nuova carriera, la cui uscita è prevista per l'anno prossimo. Il sito Daily Gossip riporta, però, anche altre dichiarazioni avvelenate del cantante, che indirizza frecciate a U2 e Coldplay.

"Saremo più musicali degli Oasis, cioè non ci saranno tutti quegli accordi pesanti. Saremo più sofisticati. Non indulgenti, ma più musicali. Il nostro sarà un album con stile, non come quelli degli U2 o dei Coldplay. Basta vedere in che modo orribile si vestono, non hanno senso estetico. Uno non si comprerebbe mai i vestiti che indossano Bono e tutti gli altri, o sbaglio?".


venerdì 19 marzo 2010

Coro e archi per Noel al Teenage Cancer Trust

oasisnotizie - ripr. ris. Si preannunciano due serate molto speciali per tutti i fan degli Oasis. Le due esibizioni dal vivo di Noel Gallagher per l'associazione benefica Teenage Cancer Trust saranno, infatti, impreziosite da due collaborazioni. Erano già noti i gruppi spalla, ma ora un comunicato ufficiale di oasisinet annuncia che la prossima settimana Noel sarà accompagnato sul palco dal Coro del Crouch End Festival e dai Wired Strings, ensemble di 30 suonatrici di arco. Queste ultime hanno già suonato con Noel al TCT 2007 (la registrazione della performance si trova in The Dreams We Have As Children), mentre il Coro del Crouch End Festival ha già cantato con gli Oasis ai BBC Electric Proms dell'ottobre 2008 alla Roundhouse di Londra. L'appuntamento è per il 25 e 26 marzo.

giovedì 18 marzo 2010

Esclusivo - Liam parla di PG, Jacko, U2 e Oasis

Pubblichiamo in esclusiva on-line la traduzione integrale dell'intervista concessa ieri da Liam al giornalista Chris Sullivan. Clicca sulla finestra per ingrandire

(Video) Noel nel nuovo spot Adidas

Noel compare nel nuovo spot per l'Adidas Originals' 2010 Global Campaign. Insieme a lui anche Ana Ivanovic, David Beckham, Ian Brown e Snoop Dogg.

Welcome to the street where originality lives; the Adidas Originals neighborhood.

martedì 16 marzo 2010

Nuovo singolo a ottobre per Liam & co.

oasisnotizie - ripr. ris. Ottobre 2010. È questa la data di uscita del nuovo singolo della nuova band di Liam Gallagher. Contrariamente a quanto detto dal cantante nei mesi precedenti, i fan degli Oasis dovranno attendere tre mesi in più per ascoltare la prima canzone estratta dal nuovo album del gruppo che nasce sulle ceneri della band dei fratelli Gallagher. A rivelarlo è stato lo stesso Liam, che in un'intervista concessa ad un sito giapponese ha indicato anche la data dell'uscita del disco, prevista per il 2011. Il frontman ha confermato che entrerà in studio di registrazione ad aprile e che i demo sono già pronti.

Liam: "Sono stufo che si parli sempre di me e Noel"

oasisnotizie – ripr. ris. In un’intervista pubblicata da un sito web britannico Liam ha parlato della Pretty Green, del Manchester City (ha detto che in squadra vorrebbe Balotelli) e della sua partecipazione ai Brit Awards, ma ha mantenuto il riserbo sul suo futuro musicale.
Secondo il cantante, che ha confermato la prossima apertura di store della Pretty Green anche in Europa, i capi che svettano nella nuova collezione della sua linea sono il parka in tessuto mimetico e le camicie button-down, prima di confermare che la nuova collezione sarà mostrata ai fan di tutto il mondo il 22 marzo sul sito ufficiale del brand.
Liam, però, non si è sottratto alle domande più interessanti e ha rivelato perché non ha menzionato Noel nel breve discorso di ringraziamento sul palco dei Brit Awards: «Sono seccato che tutto riguardi me e Noel, negli ultimi due mesi si è parlato sempre di me e di lui, così ho pensato che fosse giusto menzionare i ragazzi che hanno suonato per l’album e i migliori fan del mondo». E il gesto tanto discusso, il lancio del premio tra la folla, non era certo quello che la stampa ha voluto dipingere: «Ho pensato che fosse un bel gesto darlo ai fan, ovviamente è stato frainteso come al solito». Rispondendo ad un’altra domanda Liam lasciato la porta aperta su un’eventuale collaborazione con Jay Z, purché la canzone sia giusta e non sia troppo distante dal suo orizzonte musicale. Non poteva mancare l’ironia: «Se suonerò pezzi degli Oasis con la nuova band? Sì, Don’t Look Back In Anger a cappella!».

lunedì 15 marzo 2010

Mani sul palco con Noel al Teenage Cancer Trust

oasisnotizie - riproduzione riservata Ieri Noel è tornato a parlare di calcio e musica a Talksport, trasmissione radiofonica condotta da Andy Goldstein e Ray Parlour, ex calciatore dell'Arsenal. Divertente la chiacchierata con il chitarrista, che ha rivelato di essersi ubriacato "solo" sei volte prima di salire sul palco e che in una circostanza non era neanche sicuro di arrivare al luogo del concerto, visto che era fuori di casa da due giorni.
Poco prima era intervenuto in diretta Gary Mounfield alias Mani. L'ex bassista degli Stone Roses, oggi nei Primal Scream, ha confermato le voci degli ultimi tempi: sarà sul palco insieme a Noel al Teenage Cancer Trust, in programma tra pochi giorni e in vista del quale Noel ha detto che inizierà a provare questa settimana.

domenica 14 marzo 2010

"Don't Look Back In Anger", la consacrazione degli Oasis

Avranno anche copiato i Beatles come sostiene qualcuno ma se è così l’hanno fatto davvero bene, benissimo (e comunque non li hanno copiati): gli Oasis, gruppo pop britannico, diventano veramente gli Oasis, cioè gli eredi della straordinaria tradizione musicale d’oltre Manica, nel 1996 quando esce “Don’t Look Back In Anger” canzone con la quale miscelano un elementare ma ottimo sound acustico con un testo altrettanto intrigante - non guardare al passato con rabbia, questa la traduzione del titolo – e la citazione obbligata è inevitabilmente il “Ricorda con rabbia” del drammaturgo inglese John Osbourne, anzi la controcitazione visto che i fratelli Gallagher, di Manchester (tifosi però del City, non dello United) invitano a fare esattamente il contrario. In questo brano – dopo anni - è la prima volta che la voce solista è quella dell’autore, Noel e non di William, che è anche l’autore del brano inserito nell’album (What’s the Story) Morning Glory, considerato da tutti il capolavoro di questo gruppo irrequieto ma talentuoso che pare abbia preso il nome, molto semplicemente e senza troppe considerazioni socio-politiche-culturali, da un negozio di abbigliamento di Manchester. Certo non è stata un’oasi di pace la vita dei due fratellini.

Nando Mura
unionesarda.ilsole24ore.com - 11 marzo 2010

Liam in TV negli USA il 24 marzo

Proseguono i viaggi di Liam (nella foto con la moglie Nicole) per promuovere la Pretty Green. Dopo il Giappone, visitato questa settimana, sarà la volta degli Stati Uniti, dove mercoledì 24 marzo il cantante sarà ospite, insieme all'attore Ben Stiller, della trasmissione Late Night with Jimmy Fallon, in onda su NBC. Liam parlerà dei suoi nuovi progetti e della Pretty Green, disponibile anche negli USA attraverso il sito ufficiale www.prettygreen.com. Aggiornamenti nei prossimi giorni.

giovedì 11 marzo 2010

Esclusiva - Liam spiega le idee di Pretty Green

Liam ha inviato ad un magazine britannico una lettera in cui ha spiegato la filosofia della sua linea di abbigliamento. Ecco la traduzione di quello che ha scritto Liam. Clicca sull'immagine per ingrandire




mercoledì 10 marzo 2010

(audio) Noel in diretta a Talksport

Domenica in diretta radiofonica a Talksport Noel ha parlato di calcio, Manchester City, John Terry, della sua nuova casa estiva e ha scherzato sui suoi soprannomi: «Chiamatemi solo Dr. Octagon!». Ecco l'audio dell'intervista.

lunedì 8 marzo 2010

Liam nella top 100 delle celebrità

oasisnotizie - ripr. ris. Liam figura al 68° posto della top 100 delle celebrità stilata dal giornalista Piers Morgan, che definisce il minore dei Gallagher «il cantante rock più carismatico dai tempi di Mick Jagger». «So che Noel mi odierà per quello che sto per dire, - prosegue Morgan - ma la verità è che gli Oasis avrebbero potuto sopravvivere anche senza Noel, ma non avrebbero mai potuto sopravvivere senza Liam». Sarà vero? Clicca sulla foto per ingrandire

(grazie a live4ever per l'immagine)



domenica 7 marzo 2010

Liam Gallagher è cambiato, ora è un buon padre

Abbandonato lo stile di vita festaiolo, Liam è cambiato «in meglio», per sua stessa ammissione. Negli ultimi tempi il cantante si è preoccupato di essere un buon padre per i suoi tre figli e per raggiungere questo obiettivo ha dovuto cambiare certe abitudini. «Ogni mattina mi alzo alle 6 e vado a fare una corsetta. Mi faccio un po' di chilometri ad Hampstead Heath. Mi piace. Sono sicuramente cambiato, penso in meglio. Non bisogna dimenticarsi che ho fatto di tutto per 20 anni e che adesso ho figli. Ho solo tolto il piede dall'acceleratore per un po' con tutte le cosette, perché non puoi continuare a fare tutto questo con i bambini, non è corretto nei loro confronti. E mi piace un sacco fare il papà. È la cosa più bella del mondo».
Insomma, Liam sembra aver definitivamente voltato pagina. Dice di aver smesso con la droga nel 2008, dopo aver assunto sostanze illegali per quasi due decenni, ma abituarsi al nuovo ruolo non è certo indolore. «Mi sono divertito tanto e adesso mi sono preso una pausa. Non funziona così con i bambini. Ti svegli la mattina dopo una sessione e cerchi pezzetti di compiti e scarpini da calcio dei tuoi bambini. Sei totalmente incasinato - è una schifezza!».

venerdì 5 marzo 2010

Oasis in tv a mezzanotte

A mezzanotte su MTV un'occasione per rivedere il concerto degli Oasis a Wembley del 16 ottobre 2008. Stay tuned!

Simmons: "Tutti noiosi tranne i Gallagher"

oasisnotizie - riproduzione riservata Gene Simmons dei Kiss ha detto che Liam e Noel si distinguono dalle altre rock star britanniche perché non sono noiosi. «Dio benedica il Regno Unito perché regala al mondo la musica che ci rende la vita migliore» ha detto a Xfm Radio il bassista della rock band newyorchese, che a ottobre ha pubblicato l'album Sonic Boom. «Mi piacciono i Keane, gli Arctic Monkeys, i Franz Ferdinand scrivono grandi canzoni. Quello che manca sono le star. Non mi importa di quello che fanno, di chi si sc*pano, di dove vivono ... non sono persone interessanti. Secondo me le presone più interessanti sono i fratelli Gallagher. La cosa interessante di loro è che prendono droga e alcol e che si azzuffano. È quello».

Liam Gallagher: "La musica indie? Una fottuta malattia di merda. I Bloc Party sono insulsi e si vestono come i barboni"


La musica indie? "Una fottuta malattia". Ha risposto così Liam Gallagher alle domande della rivista Esquire. Il rocker ha bollato come roba "insulsa" la musica di gruppi come i Bloc Party: "Disprezzo questa nuova fottuta malattia del fottuto indie di merda, della fottuta musica da studenti, come i Bloc Party e tutte quelle fottute insulsaggini. Non è che non ci dorma la notte, ma è merda. E, cazzo, possono pure farlo, amico!".

Il cantante 37enne ha, più in generale, puntato il dito contro i cantanti rock che non badano al proprio look, paragonando i rocker dall'aspetto trasandato a barboni. "Amico, il fatto è che puoi pure far sembrare che i tuoi vestiti siano stati indossati parecchie volte e che abbiano un po' di personalità, ma poi sotto gli abiti ti devi lavare, cazzo! Questi stronzi si mettono sempre gli stessi vestiti e non si lavano, quindi sembra che stiano per dire: 'Dov'è la fottuta panchina?' ...". 


Liam ha aggiunto: "Ho ascoltato band che sanno scrivere una canzone abbastanza decente, ma poi vai a vederli e dici: 'Grazie al cazzo! Hanno un look di merda!'. Se hai un bel look e hai le canzoni giuste, sei a posto, amico".

giovedì 4 marzo 2010

Liam: "Dalla Pretty Green solo classici senza tempo"

oasisnotizie - riproduzione riservata Liam ha spiegato che la Pretty Green produce solo capi di abbigliamento che indosserebbe anche lui. «Gli abiti Pretty Green sono roba senza tempo, classici. Niente di strambo: parka, impermeabili belli, magliette di qualità, polo, desert boots, tutti fabbricati con cura, con ottimi materiali. È roba di qualità». Alla rivista Esquire, che gli ha rivolto anche altre domande, ha detto: «Discutiamo sulle idee e poi le realizziamo. E se i vestiti non stanno bene su di me allora, ca**o, non vado avanti. Non sono un esperto di moda, ma so quale vestito va bene e quello che mi piace, ed è così che va. Si tratta più di stile che di moda e la Pretty Green non prenderà mai in considerazione le tendenze. La moda va e viene. Lo stile rimane. Odio quando la gente dice: 'Questo va con quello e quello con quello'. Dico: 'Be' vaffanc*lo! Faccio quello che mi piace'». Più chiaro di così ...

Liam: "Il più sopravvalutato? Noel"

oasisnotizie - riproduzione riservata Nell'intervista concessa alla rivista britannica Esquire a Liam è stata posta la domanda: «Chi pensi che sia la persona più sopravvalutata della storia?». E la risposta è stata chiara, come al solito: «Dev'essere Noel». Al cantante è stato chiesto anche il segreto del suo successo. Ed ecco la graffiante risposta in puro stile liamese: «Prendere la musica sul serio al 100%, ma per il resto farsi una bella risata. Coinvolgere tutti. È inutile farlo in un altro modo. Non ci siamo costruiti una carriera a tavolino. Tutti questi bimbi oggi sono ossessionati dalla carriera. Noi l'abbiamo fatta semplicemente, ca**o, ed è capitato! E se non fosse capitato, ca**o, allora non doveva capitare!».

martedì 2 marzo 2010

Noel, annunciati i gruppi spalla al Teenage Cancer Trust

oasisnotizie - riproduzione riservata È stato annunciato ufficialmente il programma dei concerti organizzati ogni anno dall'associazione benefica Teenage Cancer Trust e ai quali parteciperà Noel Gallagher. Il 25 marzo a fare da supporter al cantante saranno i Courteeners, il cui frontman si è esibito recentemente in una cover di D'yer Wanna Be a Spaceman?, mentre il 26 marzo a precedere Noel sul palco saranno i Plan B, band portoricana che mescola reggae, rap e musica latina. All'evento, che parte il 22 marzo con la performance dei Them Crooked Vultures di Dave Grohl, parteciperanno, tra gli altri, anche i Suede, prima del gran finale, il 30 marzo, con gli Who.

lunedì 1 marzo 2010

Liam: "Il City va meglio da quando ci siamo divisi"

oasisnotizie - ripr. ris. Secondo Liam le fortune dell'amato Manchester City sono legate a quelle degli Oasis, ma in modo opposto: quando la band era al picco della fama, infatti, la squadra era in crisi, mentre adesso che gli Oasis si sono divisi la squadra sembra un'altra rispetto a quella di qualche anno fa. «Quando gli Oasis andavano alla grande il City faceva schifo, ma adesso che ci siamo separati il City va bene. Forse il City ci regalerà un periodo di gioia che lenirà il dolore per la separazione della band» ha detto Liam al Daily Mirror. Sabato il Manchester City ha sconfitto per 4-2 il Chelsea a Stamford Bridge.

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails