sabato 30 gennaio 2010

Maldini e la moda, affari con Liam Gallagher

MILANO - Che Paolo Maldini abbia una vera e propria passione per la moda è cosa nota. Non a caso, nel 2003 l’ex capitano del Milan fondò la Sweet Years con Bobo Vieri e, di recente, è stato ospite di Pitti Bimbo per la collezione kids. Meno risaputa, almeno fino ad oggi, era invece la sua amicizia con Liam Gallagher, tanto da convincerlo a mettersi in affari con il leader degli attualmente sciolti Oasis. Stando, infatti, al Sun, Maldini avrebbe investito un bel po’ di denaro (riserbo assoluto sulle cifre reali) nella Pretty Green, la linea di abbigliamento firmata da Gallagher e che attualmente sta spopolando fra i giovani. (Liam e Paolo si sono incontrati a Milano il 13 novembre scorso, leggi qui).

GALEOTTO FU IL CONCERTO - «Liam è stato per tanto tempo un grandissimo fan di Paolo Maldini – ha rivelato la solita fonte bene informata e rigorosamente anonima – Loro due si sono conosciuti anni fa, in occasione di un tour in Europa degli Oasis e da allora sono sempre rimasti in contatto. Paolo ha avuto una lunghissima e brillante carriera nel calcio e, dopo aver appeso le scarpette al chiodo, sta ora cercando nuove possibilità di investimento. L’idea della Pretty Green è saltata fuori l’anno scorso, durante una chiacchierata con Liam per il lancio a Londra della linea di abbigliamento e nell’ultimo mese è stato fatto un gran lavoro sottotraccia per sistemare le cose, ma ora l’affare è stato definito e la Pretty Green potrà così raggiungere un nuovo livello. Di certo, non avrei mai pensato di vedere uno dei più famosi calciatori di tutti i tempi discutere di vestiti con un ragazzo che arriva da Burnage».

ITALIANI COOL - Come ricorda il tabloid, grande merito per la svolta modaiola che si respira nelle ultime settimane a Manchester va dato a Roberto Mancini, detto Bobby Manc dai fan del City, squadra di cui Liam Gallagher è accanito tifoso, che ha trasformato una banale sciarpa di lana a rigoni bianchi e azzurri (i colori del club) in un accessorio fashion ormai irrinunciabile . «Quella sciarpa è davvero fantastica – ha detto Liam – e ne voglio assolutamente una anche io. A Mancini sta benissimo e poi tutti gli italiani sono così cool». Tanto che adesso ne ha persino uno come socio.

Simona Marchetti - corriere.it
30 gennaio 2010

venerdì 29 gennaio 2010

I video degli Oasis domani su Rock TV

Volete rivedere i migliori videoclip degli Oasis alla TV? L'appuntamento è per domani 30 gennaio alle ore 16.00 su Rock TV, canale 718 del bouquet Sky. A Monography Zone, trasmissione in onda ogni sabato, saranno riproposti i video delle canzoni che hanno fatto la storia della band dei fratelli Gallagher. I prossimi appuntamenti:

30 Gennaio: OASIS
06 Febbraio: BLUR
13 Febbraio: THE ROLLING STONES
20 Febbraio: PANTERA
27 Febbraio: PINK FLOYD

Liam: "Dividerci? Avremmo dovuto farlo prima"

oasisnotizie - ripr.- ris. Durante l'intervista concessa mercoledì a Xfm Radio (clicca qui per vedere il video con traduzione) Liam ha parlato della divisione della band in termini positivi: «Credo sia stato giusto dividersi. Se adesso non mi tenessi occupato penso che starei lì a inacidirmi. Ma ora che le cose stanno procedendo penso sia una cosa buona. Forse avremmo dovuto farlo prima (dividerci, ndr), ma sono ancora dell'idea che avremmo potuto fare grande musica, anche se non avremmo migliorato molto».

I Kasabian, l'alcol e gli Oasis

oasisnotizie - ripr. ris. Le sbronze hanno giocato sicuramente un ruolo non indifferente nel costruire la fama degli Oasis durante gli anni della Britpop mania, ma le abitudini alcoliche dei fratelli Gallagher rischiano, ora, di essere eclissate da quelle di Tom Meighan e Serge Pizzorno, cantante e chitarrista dei Kasabian. Secondo quanto riportano alcuni siti come breakingnews.iol.ie, Pizzorno, evidentemente non proprio sobrio, ha detto: «Penso che Noel abbia radici messicane, a giudicare da come apprezza il tequila». Tom Meighan concorda con l'amico: «Noel è sostanzialmente un bevitore di tequila che si sposta da un bar all'altro. Eccezionale!». E Liam? «Liam è capace di starsene seduto allo stesso sgabello con dieci pinte di Guinness - ha detto Tom - Ti basta parlare con lui per un'ora ed è come se avessi viaggiato attraverso l'universo su una navicella magica. Due imprese molto diverse, ma entrambe eccezionali». oasisnotizie - ripr. ris.

giovedì 28 gennaio 2010

Esclusivo - Videointervista a Liam con sottotitoli

È andata in onda oggi su Xfm Radio l'intervista a Liam. Nel video seguente potete vedere una parte della chiacchierata con Dave Berry con sottotitoli in italiano in esclusiva by oasisnotizie.



oasisnotizie – riproduzione riservata Nel corso dell’intervista Liam ha confermato che la pubblicazione dell’album che sta realizzando con Andy Bell e Gem Archer avverà a luglio. La band ha già composto 8 canzoni e ha intenzione di tornare in studio molto presto per completare le incisioni. «Molti dei brani li avevo già composti prima che gli Oasis si separassero. Alcune stanno venendo fuori adesso». C’è spazio anche per una critica sull’operato della band nel corso dei 16 anni durante i quali è rimasta sotto contratto: «Abbiamo fatto sedici, diciotto anni di carriera e soltanto 7 album. Non va bene. Prendiamo Ian Brown: è già al settimo album solista. Veramente uno scarso risultato il nostro. Non voglio darmi addosso, ma penso che avremmo dovuto fare album migliori, più grandi. O farne di più. Fare quattro o cinque anni di pausa non è giusto. Ovviamente Noel voleva prendersi una pausa noi no. La band si è sciolta ad agosto. Noi a novembre eravamo in studio perché siamo mad for it». oasisnotizie – ripr. ris.

mercoledì 27 gennaio 2010

Liam domani alla radio

oasisnotizie - riproduzione riservata Liam Gallagher è stato intervistato oggi da Xfm Radio. L'intervista andrà in onda domani 28 gennaio nel corso di uno show che andrà in onda dalle 7.30 alle 11 (ora italiana). Per sentirla basterà collegarsi domani all'indirizzo http://www.timeanddate.com/worldclock.

A Dave Berry Liam ha confidato che vincere il titolo BRITs Album Of Thirty Years agli NME Awards di febbraio significherebbe tirare una linea sugli Oasis con soddisfazione. Le altre band nominate per la palma di Miglior album degli ultimi trent'anni sono Keane, Coldplay, Dire Straits, Sade, Dido, Duffy, Phil Collins, The Verve e Travis for the best album of the last thirty years.

«Se vincessimo il premio si chiuderebbe la vicenda Oasis. Ringrazierei i fan. Sarebbe bello. Voglio che la gente ci voti e ci faccia vincere il premio di Miglior album degli ultimi trent'anni. Voglio uscire a festeggiare, perché quando vincemmo il premio Outstanding contribution to music nel 2007 rimasi dietro le quinte. Stavolta voglio andare sul palco e farmi due risate». oasisnotizie - ripr. ris.

Liam entusiasta del Manchester City

oasisnotizie - riproduzione riservata Torna a parlare Liam. Intervistato da Football236, il cantante ha lodato Roberto Mancini per la sua sciarpa e ha detto che, al confronto, Sir Alex Ferguson, l'allenatore degli acerrimi rivali del Manchester United, sembra un immondezzaio.

«La sciarpa è stilosa. Ne voglio una anch'io, andrò a prendermela. Mancini ha stile nel look
, tutti gli italiani sono forti. Sicuramente è più cool lui di quel Taggart (l'ispettore di una nota serie televisiva britannica, ndr) di strada (si riferisce a Ferguson) - Sì, è un grande allenatore e via dicendo, ma a vederlo sembra un immondezzaio».

L'ammirazione è ricambiata: Mancini è un grande fan degli Oasis, tanto da citare Don't Look Back In Anger l'altro giorno di fronte ai giornalisti (clicca qui per vedere il video della conferenza stampa). A proposito della semifinale di ritorno di Carling Cup del suo Manchester City contro lo United, Liam dice che non sarà allo stadio dei "nemici": «Non metterei mai piede in quel posto. Non ci sono mai stato e non voglio andarci - non fa per me. In ogni caso non credo che avrei una bella accoglienza. Vedrò la partita a casa, per me è la più grande partita di sempre. Non vedo l'ora, sarà bellissimo. Mi piace la contesa - è su quello che si basano i derby. Questo manca da molto tempo a una partita e mi piace un sacco. Ammiro tantissimo Carlos Tevez e Craig Bellamy, tutta la squadra. Per il City dico: ora o mai più. Sono molto fiducioso e dico: stasera 2-0 per il City». Per Tevez andrebbero bene capi Pretty Green? «Be', i vestiti della Pretty Green andrebbero bene per tutti. Stiamo migliorando sempre di più». oasisnotizie - ripr. ris.

Tom Meighan: "Niente Oasis senza Noel"

oasisnotizie - riproduzione riservata Tom Meighan, frontman dei Kasabian e grande ammiratore degli Oasis, ha detto che Liam dovrebbe fare un album solista, perché può ancora produrre musica "straordinaria" anche senza il fratello Noel. Alla rivista Q Meighan ha detto: «Credo che Liam dovrebbe pubblicare un album solista. Non ci sono Oasis senza Noel e penso che entrambi sarebbero d'accordo su questo. Se prevedo che succeda questo? No saprei dire. Ero in Germania alle prese con un festival tremendo quando qualcuno mi ha mandato un sms dicendo che si erano separati. Ero scioccato, come tutti. Ho mandato un messaggio a Liam e Noel dicendo solo: "Mi dispiace molto e buona fortuna" a entrambi. È triste, ma la nuova musica sarà straordinaria». oasisnotizie - ripr. ris.

martedì 26 gennaio 2010

Video: Mancini cita gli Oasis

oasisnotizie - riproduzione riservata Roberto Mancini si è dimostrato grande fan degli Oasis citando il titolo di una loro canzone come motto, Don't look Back In Anger (Non guardare indietro - o ricordare - con rabbia), per consigliare i suoi in vista della semifinale di ritorno di Carling Cup contro il Manchester United, già sconfitto all'andata. Tra le risate dei cronisti in conferenza stampa, l'allenatore italiano ha detto: «Don't look Back In Anger - bella, vero? Fantastici Oasis. L'importante è giocare calmi. È una partita importante, ma è solo una partita di calcio». Ecco il video. oasisnotizie - ripr. ris.

Gli Oasis sul palco degli NME Awards?

oasisnotizie - riproduzione riservata Gli scommettitori inglesi - si sa- scommettono su tutto. In questi giorni rivolgono la loro attenzione agli Oasis con previsioni, a dire il vero, piuttosto azzardate e divertenti, per cui vale la pena riferirle.
Secondo un noto sito britannico dedito alle scommesse online, infatti, gli Oasis potrebbero tornare insieme per ritirare un premio alla cerimonia di consegna degli NME Awards. I bookmaker non lesinano scommesse sulla possibilità che la band, che ha appena ricevuto nove nomination (una delle quali nella prestigiosa categoria Best Band) per gli ambiti riconoscimenti assegnati dal noto settimanale musicale, possa riunirsi anche per una sola serata. PaddyPower quota 5 l'eventualità di una reunion per la sera del 24 febbraio, mentre l'ipotesi, più generica, di un riavvicinamento dei fratelli Gallagher nel 2010 è ritenuto un po' più plausibile (si gioca a 4). Se si vuole puntare su una presenza in solitario di Liam la quota è ancora più bassa (1,25), mentre una presenza del solo Noel è data a 1,2. Non mancano le ipotesi più divertenti: una rissa dei due alla 02 Arena di Londra paga 8 volte la posta. E se Noel si limitasse a creare un account di Twitter per stroncare il fratello? L'episodio si gioca a 1,75.
Di questi tempi, con la band spaccata e un futuro pieno di incognite, tanto vale riderci su. oasisnotizie - ripr. ris.

NME Awards, 9 nomination per gli Oasis

Ieri sono state diramate le nomination per gli NME Awards, i premi assegnati dal New Musical Express. Gli Oasis sono presenti in ben nove categorie:

Best British Band (sponsored by Shockwaves)
Arctic Monkeys
Biffy Clyro
Kasabian
Muse
Oasis

Best Video (sponsored by NME TV)
Arctic Monkeys – 'Cornerstone '
Biffy Clyro – 'The Captain'
Kasabian – 'Fire'
The Maccabees – 'Can You Give It'
Oasis – 'Falling Down'

Best Live Event
Blur at Hyde Park
Jay-Z at Alexandra Palace
Muse at Teignmouth
Oasis at Heaton Park
The Dead Weather at Shoreditch Church

Hero Of The Year
Beyoncé Knowles
Noel Gallagher
Rage Against The Machine
Matt Bellamy
Alex Turner

Villain Of The Year
Noel Gallagher
Liam Gallagher
Simon Cowell
Kanye West
Lady Gaga

Best Dressed
Lady Gaga
Liam Gallagher
Noel Fielding
Florence Welch
Karen O

Worst Dressed
Lady Gaga
Matt Bellamy
Katy Perry
Liam Gallagher
Elly Jackson, La Roux

Worst Band
Green Day
Oasis
Jonas Brothers
Paramore
JLS

Best Band Blog
Muse (Muse.mu and Twitter.com/muse)
Radiohead (Radiohead.com/deadairspace)
Noel Gallagher (Oasisinet.com)
Los Campesinos! (Loscampesinos.com)
Paramore (Paramore.net)

Le votazioni sono aperte. Per esprimere le tue preferenze vai su NME.COM/awards.

domenica 24 gennaio 2010

Tom dei Kasabian: "Capisco Liam e Noel"

oasisnotizie - riproduzione riservata Tom Meighan ha ammesso che quando i Kasabian non sono in tour i suoi colloqui con Serge Pizzorno sono ridotti al minimo. Al News of the World ha rivelato di comprendere il motivo della separazione degli Oasis: «Capisco perché Liam e Noel si sono divisi, perché se Serge fosse mio fratello probabilmente lo ammazzerei. Gli voglio bene. Abbiamo avuto discussioni, ma niente di grave. Litighiamo solo quando siamo ubriachi». La band di Leicester sarà in Italia tra il 18 e il 20 febbraio per tre concerti: Milano, Bologna e Roncade (Treviso). oasisnotizie - ripr. ris.

sabato 23 gennaio 2010

Little by Little a Rock in Translation

Virgin Radio continua a dare grande spazio agli Oasis, di solito sempre presenti nella playlist (specialmente con Roll With It). Stamattina la trasmissione Rock in Translation ha proposto una traduzione di Little by Little.

Little by Little a Manchester 2005 - con traduzione

giovedì 21 gennaio 2010

Noel parla con Vieira


oasisnotizie - riproduzione riservata Lieta sospresa ieri per Noel al momento dell'uscita dal lussuoso hotel Radisson di Manchester. Alla reception ha incontrato il nuovo centrocampista del City Patrick Vieira, appena arrivato dall'Inter e non ancora sceso in campo con la sua nuova squadra. I due hanno chiacchierato una decina di minuti (foto Gigwise). Argomento principale? Sicuramente la vittoria per 2-1 del City di Roberto Mancini contro i rivali cittadini dello United nella semifinale della Coppa di Lega inglese.

Video di una band svedese con Andy Bell

Un anno e mezzo fa Andy Bell aveva prestato chitarra e voce per il brano Now I Feel della band svedese The Most. Pochi giorni fa è stato pubblicato il videoclip del brano.

martedì 19 gennaio 2010

Commenti di Fran Healy e dei Vampire Weekend

oasisnotizie - riproduzione riservata «I progetti da solista sono il digestivo perfetto prima dell'inevitabile reunion. Ma dico che il mio progetto da solista è sicuramente il miglior progetto da solista». L'ha detto il frontman dei Travis Fran Healy, che aveva premesso: «Sono sicuro che gli Oasis torneranno insieme».

Anche i Vampire Weekend, che avrebbero dovuto suonare prima della band di Manchester al Rock en Seine Festival di Parigi, hanno commentato la separazione degli Oasis. «È stata una cosa molto imbarazzante vedere la ciurma buttare giù tutte le luci e gli strumenti. La gente ha cominciato a piangere», ha detto il batterista Chris Tomson, che ha aggiunto: «A tutti noi piacevano i loro primi album. Penso che dopo abbiano perso un po' di smalto. Sarei triste se fosse la fine». Il chitarrista e vocalist Rostam Batmanglij ha definito scherzosamente il periodo Britpop come «l'apice dell'idiozia britannica». oasisnotizie - ripr. ris.

Anche Noel nello sponsor dell'Adidas

Noel Gallagher è tra le star che parteciperanno alla Adidas Originals' 2010 Global Campaign. La campagna pubblicitaria riguarda le collezioni primavera ed estate 2010 del brand tedesco Adidas e coinvolgerà anche altri sportivi e cantanti famosi come David Beckham, Snoop Dogg, Ana Ivanovic. Nelle prossime settimane saranno disponibili dei video sul sito dell'Adidas e su YouTube.

Nomination per gli Oasis ai BRIT Awards 2010

oasisnotizie - riproduzione riservata Anche gli Oasis tra i 10 artisti che hanno una nomination per il premio British Album of 30 Years, che sarà assegnato ai BRIT Awards 2010. (What's the Story) Morning Glory? è stato inserito, infatti, nella top 10 degli album che hanno venduto di più e che hanno conquistato il premio British Album nel corso degli ultimi tre decenni. A votare saranno gli ascoltatori di Radio 2 e 6 Music. Lo show sarà trasmesso in diretta televisiva nel Regno Unito su ITV1 il 16 febbraio dalla Earls Court Arena di Londra.

Ecco le nomination per il premio British Album of 30 Years

Coldplay - A Rush of Blood to the Head
Dido - No Angel
Dire Straits - Brothers in Arms
Duffy - Rockferry
Keane - Hopes & Fears
Oasis - (What’s the Story) Morning Glory?
Phil Collins - No Jacket Required
Sade - Diamond Life
The Verve - Urban Hymns
Travis - The Man Who

L'ultimo BRIT Award per gli Oasis risale al 2007, quando la band fu insignita del premio Outstanding Contribution to Music e si esibì dal vivo.

domenica 17 gennaio 2010

Pretty Green: la tendenza tutt'altro che musicale di Liam Gallagher

Pretty Green, prende il nome di un brano dei Jam, è il nuovo marchio d’abbigliamento lanciato nel 2009, dal frontman della band inglese degli Oasis: Liam Gallagher.

Un concetto nuovo per ritrovare quelle vecchie tendenze e quello stile non troppo ricercato e soprattutto comodo che ad oggi è quasi scomparso: “Parliamo di classici come i parka, i desert boot o i trench” dice Gallagher, poi aggiunge in un’intervista ad un tabloid inglese:“Oggi tutti i musicisti inglesi hanno lo stesso look, portano T-shirt strette, jeans aderenti e quelle dannate scarpe a punta. I vestiti stretti non mi piacciono e odio le scarpe a punta. Se un giorno mi vedi in giro con le scarpe a punta, fammi il piacere di investirmi".

Sono i grandi magazzini Selfridges ad annunciare alla stampa ed agli acquirenti più avveduti l’arrivo della nuova linea maschile di moda lo scorso novembre, con tanto di autografo della star per i più veloci.


Due le linee di prodotto: “Black Label” e “Green Label”, entrambi caratterizzate da capi piuttosto basici, giacche stile MOD in cotone, cappelli, sciarpe, cappotti, per look originale ma semplice, nessun eccesso, né per i colori né per gli accessori. La Black un tanti nello più elegante con camicie bianche, nere o kaftani fantasia, la Green più sportiva, contiene infatti le t-shirt classiche col logo stampato in petto, già soldo-out sul sito ufficiale, oltre a polo, giacche a righe e cardigan davvero British. Tutto in vendita nel Regno Unito o online su endClothing e sul sito ufficiale del brand, prettygreen.com.

Abiti normali dunque quelli pensati da Liam, eppure sempre e solo in versione Limited Edition, sottoposti ovviamente alla sua finale autorizzazione perché: “abiti e musica sono la mia passione” dice.

Ma se i cantanti, che non sempre sono proprio il miglior esempio di stile ed abbinamenti azzeccati, si danno alla moda cercando invano di scimmiottare gli stilisti … saremo poi proprio sicuri di vestire l’abito giusto?


Luigi Esposito (levanteonline.net)

venerdì 15 gennaio 2010

Damon Albarn: "Gli Oasis erano come i bulli da sopportare"

Ieri a Londra, in occasione della presentazione di No Distance Left To Run, documentario che racconta la storia dei Blur, il leader della band Damon Albarn ha confessato che fu sua la decisione di far uscire Country House lo stesso giorno di Roll With It degli Oasis. Era il 14 agosto 1995, di fatto il momento di massimo scontro tra le due band, che avevano dato vita alla Battaglia del Britpop per il primato nelle classifiche musicali. 

La scelta - ammette Albarn - fu dettata dalla sua idiosincrasia per i fratelli Gallagher.

"Noel mi prendeva costantemente per i fondelli e all'epoca la cosa mi feriva parecchio. Gli Oasis erano come i bulli che dovevo sopportare a scuola”.  

oasisnotizie 

giovedì 14 gennaio 2010

Esclusivo - Intervista tradotta a Paul Gallagher

Un'intervista ricca e divertente quella concessa a dicembre da Paul Gallagher, fratello maggiore di Noel e Liam, che ha parlato di presente, passato e futuro dei brothers con Paul Dykes di Crash Bang Pow. Sotto potete leggere la traduzione in esclusiva online. Clicca sull'immagine per ingrandire

mercoledì 13 gennaio 2010

31 pezzi degli Oasis nella Top 1000 di XFM Radio

A Natale XFM Radio ha diramato la classifica delle 1000 canzoni più belle di tutti i tempi, compilata in base ai voti degli utenti del sito xfm.co.uk. Gli Oasis hanno il record di brani in graduatoria, ben 31, più di ogni altro artista. Tra questi, sono 3 i pezzi che figurano nella top 10:

03. Live Forever
07. Wonderwall
10. Don't Look Back In Anger

Clicca qui per vedere la classifica completa.

lunedì 11 gennaio 2010

Oasisnotizie, il singolo del decennio è Stop Crying Your Heart Out

Stop Crying Your Heart Out (19% dei voti) è il singolo del decennio secondo i lettori di oasisnotizie. Precede The Importance of Being Idle (15%), Lyla, I'm Outta Time e Falling Down (11%).

Sky News fa gli auguri ai Gallagher

Sky News ha fatto gli auguri di Natale ai fratelli Gallagher con una clip andata in onda nei giorni delle festività.

domenica 10 gennaio 2010

Novità smentita sulla band di Liam & co.

oasisnotizie - riproduzione riservata Un disco pronto a giugno per la band di Liam, che si riunisce in studio alla fine di questo mese per cominciare le registrazioni. È questa la previsione del News of the World, che riferisce un'altra interessante novità.

Sarebbe una ragazza gallese, fan sfegatata degi Oasis, la nuova bassista del gruppo. La ragazza, che gestisce un blog sulla band, sarebbe stata invitata a partecipare alle sessioni di registrazione in programma per la fine di gennaio. La notizia, però, è stata categoricamente smentita dall'interessata sul suo blog.

Stando al quotidiano, Liam avrebbe intenzione di debuttare in concerto a maggio, per lanciare il nuovo materiale che uscirà poi il mese successivo. Voci (da prendere ovviamente con le molle) dichiarano: «Liam vuole pubblicare musica il più presto possibile per fare incazzare Noel. È entusiasta al pensiero del nuovo look della band e alla prospettiva di avere una ragazza come Louise nel gruppo». E ancora: «Andy Bell, che suonava il basso prima che Noel lasciasse la band, dovrebbe fare la maggior parte del lavoro della prima chitarra». oasisnotizie - ripr. ris.

sabato 9 gennaio 2010

Un film immortalerà la Creation Records

Ecco la traduzione dell'articolo del Guardian sul film Upside Down, la storia della Creation Records, la nota etichetta discografica d Alan McGee che scritturò Oasis, Primal Scream e My Bloody Valentine.

traduzione di oasisnotizie - riproduzione riservata Quando lo sconosciuto Noel Gallagher prese il treno da Manchester per incontrare il capo della Creation Records nel 1993, non poteva immaginare cosa lo aspettasse. In una stanza sopra una piccola fabbrica nella zona est di Londra, circondato da quelli che lui stesso avrebbe definito «disadattati, drogati e sociopatici», il chitarrista degli Oasis trovò la sua dimora spirituale.

«Venne nell'ufficio della Creation e notò subito le parole scritte con il pennarello sul soffitto della reception: Northern Ignorance (ignoranza settentrionale)» racconta Tim Abbot, l'ex managing director dell'etichetta. «Ero stato io a scriverle, ero fuori di testa sotto l'effetto di ecstasy, camminavo sui tavoli e bevevo champagne. Noel le vide e fece: 'Cristo santo, sto da Dio. Mi piace questo posto'».

La dissolutezza, la natura precaria e il genio dell'etichetta indipendente saranno messe a nudo da uno dei film rock'n'roll più rivelatori dai tempi di 24 Hour Party People, pellicola sulla storia della scena Madchester. Upside Down uscirà in primavera e racconta la storia dell'etichetta di McGee e del suo strano modo di reclutare le band. «Spesso facevamo bisboccia e ci drogavamo con le band prima di scritturarle» ha detto Abbot. traduzione di oasisnotizie - ripr. ris

Guarda il trailer del film sulla Creation Records

giovedì 7 gennaio 2010

Liam fa jogging nella neve

Ecco la foto pubblicata oggi dal Sun. Liam fa jogging nella neve ad Hampstead Heath, grande parco a poca distanza dalla sua casa londinese. Particolare curioso: il cantante ha in mano una palla di neve. Forse per difendersi da qualche fotografo invadente?

martedì 5 gennaio 2010

Matt Lewis risponde al quiz sugli Oasis


Ieri sera l'attore Matt Lewis (Neville Longbottom) è stato ospite del quiz televisivo della BBC One Celebrity Mastermind, che raccoglie fondi per l'organizzazione benefica CAFOD, impegnata nella lotta contro la povertà nel mondo. Lewis, che ha partecipato allo show insieme a Stewart Lee, John Thomson e Sascha Kindred, ha totalizzato in totale 22 punti rispondendo a domande sugli Oasis.

lunedì 4 gennaio 2010

Chi vincerà la battaglia per l'anima degli Oasis?


Ieri il giornalista Jonathan Barnes ha pubblicato un articolo sul futuro degli Oasis sul suo blog ospitato dal sito eadt.co.uk. Non mancano le frecciate ai due Gallagher, legittime, per carità, ma forse - diciamo noi - ingenerose e un po' preconcette. Riportiamo la traduzione in esclusiva online.

Bella idea quella di NME per l'edizione post-natalizia. Mi è piaciuto molto il numero speciale del magazine di questa settimana, un tributo agli Oasis

Nessuna band ha fatto mai interviste così grandiose. Pensiamo al flusso di coscienza "madferit!" di Liam Gallagher o all'arguzia pungente e alle opinioni schiette di Noel.

Leggerne le citazioni migliori nel corso degli anni è divertente quasi quanto mettere su i loro vecchi dischi, ancor di più se parliamo del periodo da Be Here Now in poi.

Il modo fulminante in cui affossano i loro rivali è grandioso, anche se diventa difficile da giustificare visto che, nel nuovo millennio, le band che loro canzonavano in genere hanno fatto dischi decisamente migliori (era molto più facile parlar male degli Shed Seven e dei Menswear).

La mia citazione preferita resta comunque il verdetto di Liam sui Bloc Party, definiti "una band uscita da University Challenge". Grugniva Liam: "Li vedi e stai lì ad aspettare che qualche vecchio cominci a far loro delle domande".

È sorprendente quanto ci è voluto perché si separassero, considerando quante volte i fratelli hanno usato certe parole per descriversi reciprocamente.

Sarà affascinante vedere cosa faranno dopo - molto più interessante rispetto alla prospettiva di un altro disco degli Oasis (a parte tutte le interviste promozionali). 

Tutti si aspettano che Noel cominci la carriera da solista e io mi aspetto che lo faccia quando sentirà che è il momento giusto. Sospetto che per il momento ci saranno collaborazioni e ospitate in spot in attesa di riordinare le cose.

È ancora un grande cantautore, solo uno che non scrive una grande canzone da un po' di tempo. Potrebbe fargli molto bene scrivere una canzone senza immaginare come dovrebbe suonare una canzone degli Oasis o come la canterò Liam.

Quanto a Liam, è difficile parlarne. È un grande cantante e frontman e probabilmente lo sarà per sempre. Se volesse potrebbe cantare le canzoni degli Oasis per il resto della sua carriera. Sono sicuro che si aggrapperà a molti di questi brani.

Il più giovane dei Gallagher sembra avere molta più fretta e sembra che stia trascinando con sé i vecchi compagni di band Gem Archer e Andy Bell, ma la chiave per il loro futuro come nuovo atto è la qualità dei testi delle canzoni.

Non ho sentito niente di particolarmente gradevole scritto da uno dei tre negli ultimi album degli Oasis (no, neanche Songbird). 

Forse è un'opinione rara, ma a me sembra che Noel abbia il futuro più radioso e interessante. Ma non si sa mai. Chi l'avrebbe mai detto che Ian Brown avrebbe superato John Squire come poi ha fatto?

L'unica certezza è che ci saranno alcune dichiarazioni divertenti da ambo i campi quando verrà fuori tutto. Bisogna solo sperare che la musica farà loro giustizia - e che non sentano il bisogno di tornare insieme così presto.


domenica 3 gennaio 2010

Gli scommettitori puntano su Liam

Liam Gallagher, che prima di Natale ha fatto il suo tipico gesto delle due dita a V a un paparazzo, è uno dei nomi più gettonati dagli scommettitori britannici per il 2010. Curiosità sulle quote? Una band che continui a chiamarsi Oasis paga 6 volte la posta.

Alan McGee: "Interessato a vedere i Gallagher nel 2010"

oasisnotizie - riproduzione riservata Intervistato dal sito zani.co.uk, Alan McGee, padre della Creation Records, l'uomo che ha scoperto gli Oasis, ha parlato delle aspettative per il nuovo anno. Ecco un estratto della chiacchierata con Zani.

ZANI – Com'è andato quest'anno?

Alan McGee – Ho sviluppato un interesse vero nel vedere di nuovo band dal vivo e un grande interesse per le band consolidate, ma, se devo essere sincero, le uniche band per cui ho interesse sono quella dei Gallagher e i Glasvegas. Non voglio dire che non me ne importa nulla delle altre band, solo che sono interessato a quello che sta facendo Noel e a cosa sta facendo James Allen e voglio vedere con cosa viene fuori Liam.

[...]

ZANI – Ultima domanda. Coppa del Mondo 2010 senza la Scozia. Quale sarà la squadra da vedere?

Alan McGee – L'Italia.

ZANI – Tutto qui?

Alan McGee – Gioca il calcio migliore.

sabato 2 gennaio 2010

I Kasabian: "Non replicheremo mai il successo degli Oasis"

oasisnotizie - riproduzione riservata Dopo la separazione degli Oasis lo scettro di miglior band britannica sembra essere passato a loro, i Kasabian, ma Tom Meighan non è convinto della definizione.

«
Sicuramente è lusinghiero e molto bello che la gente ci dica che stiamo seguendo le loro orme - ha detto il cantante al Daly Star - ma non potremo mai replicare il successo che hanno avuto gli Oasis. Non succederà mai. Erano così grandiosi, hanno venduto 40 milioni di copie. Forse se fossimo stati in giro negli anni '90 avremmo venduto 10 milioni di copie, ma ora è diverso. Loro sono stati la band più grande dai tempi dei Rolling Stones ed erano così fottutamente grandi! Cercheremo di essere longevi quanto loro e spero che sarò ancora qui a 40 anni - calvo e grasso». oasisnotizie - ripr. ris.

venerdì 1 gennaio 2010

Happy New Year

Auguriamo a tutti i visitatori di oasisnotizie un fantastico 2010, ovviamente mad fer it!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails